Peso massimo al decollo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Decollo di un Boeing 747

In aviazione, il peso massimo al decollo di un aeroplano, in gergo tecnico alcune volte abbreviato con MTOW, max take-off weight, o anche MTOM, maximum take-off mass, indica il peso massimo che un aeromobile non può eccedere onde evitare danni strutturali e diminuzione delle prestazioni del velivolo nella fase di decollo. Viene indicato nel manuale operativo dell'aeromobile dal costruttore. Il peso massimo al decollo dipende dalle caratteristiche aerodinamiche e strutturali delle cellula, dalla potenza o spinta erogata dal motore e da altri fattori che non dipendono dall'aereo stesso, ma dall'ambiente esterno, come le condizioni meteorologiche e la lunghezza della pista. Viene calcolato come la somma del peso dell'aeromobile a vuoto (apparecchiature, equipaggiamenti e liquidi non consumabili), del combustibile, dei passeggeri, dell'equipaggio e dal bagaglio.

La categoria di peso massimo al decollo di un aereo è definita in base alle «condizioni normali» stabilite dall'ICAO. Spesso però le condizioni reali sono diverse dalle condizioni normali: la densità dell'aria dipende dall'elevazione aeroportuale, dalla pressione barometrica, dalla temperatura dell'aria e dall'umidità atmosferica. Variazioni di questi valori possono influenzare l'effettivo peso massimo al decollo di un aereo.

Con le sue 640 tonnellate di peso massimo al decollo, l'Antonov An-225 Mriya è l'aereo più pesante del mondo.