Cesana Brianza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cesana Brianza
comune
Cesana Brianza – Stemma Cesana Brianza – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lecco-Stemma.svg Lecco
Amministrazione
SindacoEugenio Alfonso Galli (Lista Civica) dal 16-5-2011
Territorio
Coordinate45°49′N 9°18′E / 45.816667°N 9.3°E45.816667; 9.3 (Cesana Brianza)Coordinate: 45°49′N 9°18′E / 45.816667°N 9.3°E45.816667; 9.3 (Cesana Brianza)
Altitudine300 m s.l.m.
Superficie3,7 km²
Abitanti2 393[1] (31-12-2019)
Densità646,76 ab./km²
Comuni confinantiAnnone di Brianza, Bosisio Parini, Canzo (CO), Civate, Eupilio (CO), Pusiano (CO), Suello
Altre informazioni
Cod. postale23861
Prefisso031
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT097021
Cod. catastaleC563
TargaLC
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 496 GG[3]
Nome abitanticesanesi
Patronosanti Fermo e Rustico
Giorno festivo9 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cesana Brianza
Cesana Brianza
Cesana Brianza – Mappa
Posizione del comune di Cesana Brianza nella provincia di Lecco
Sito istituzionale

Cesana Brianza (San Fermo in dialetto brianzolo[4] e semplicemente Cesana fino al 1863) è un comune italiano di 2 393 abitanti della provincia di Lecco in Lombardia.

È posto ai piedi del monte Cornizzolo nei pressi del lago di Pusiano. Fa parte della Comunità montana Lario Orientale - Valle San Martino. Tra i monumenti da ricordare la chiesa di San Fermo.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese di Cesana Brianza si estende tra le pendici del Monte Cornizzolo e i laghi di Pusiano e di Annone.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante le dispute tra Como e Milano, nel 1162 il paese vide la distruzione delle proprie mura difensive da parte dei milanesi.[4] In quel periodo, il territorio costituiva un feudo concesso da Federico Barbarossa all'abate di San Pietro al Monte.[4]

Durante il Ducato di Milano, il territorio fu infeudato dapprima ai Dal Verme, poi ai Fregoso e infine agli Sfondrati.[4]

Da un punto di vista ecclesiastico, il paese fu per molti secoli compreso nella pieve d'Incino.[4]

Dal 1927 al 1955 il comune di Cesana Brianza fu accorpato con Suello, dando vita al comune di Cesello Brianza[5] allora appartenente alla provincia di Como. Il provvedimento replicò un analogo decreto emesso da Napoleone nel 1809 e in vigore fino al 1816.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale di San Fermo, ricostruita agli inizi del XVII secolo in sostituzione di una precedente chiesa, quest'ultima originatamente a navata unica e in seguito ampliata con l'aggiunta di due navate laterali.[4] La chiesa fu consacrata nel 1615 dal cardinale Federico Borromeo.[4]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1928 e il 1955 la località era servita dalla fermata Cesana-Bosisio, posta lungo la Tranvia Como-Erba-Lecco[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2019.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ a b c d e f g h Borghese, p.170.
  5. ^ http://siusa.archivi.beniculturali.it/cgi-bin/pagina.pl?TipoPag=prodente&Chiave=17190 Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Francesco Ogliari, Como nella scienza e nei trasporti, TIBB, Edizione speciale fuori commercio, Milano, novembre 1987.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annalisa Borghese, Cesana Brianza, in Il territorio lariano e i suoi comuni, Milano, Editoriale del Drago, 1992, p. 170.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia