Cesana Brianza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cesana Brianza
comune
Cesana Brianza – Stemma Cesana Brianza – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Lecco-Stemma.png Lecco
Amministrazione
Sindaco Eugenio Alfonso Galli (lista civica) dal 16-5-2011
Territorio
Coordinate 45°49′N 9°18′E / 45.816667°N 9.3°E45.816667; 9.3 (Cesana Brianza)Coordinate: 45°49′N 9°18′E / 45.816667°N 9.3°E45.816667; 9.3 (Cesana Brianza)
Altitudine 300 m s.l.m.
Superficie 3,7 km²
Abitanti 2 370[1] (31-12-2015)
Densità 640,54 ab./km²
Comuni confinanti Annone di Brianza, Bosisio Parini, Canzo (CO), Civate, Eupilio (CO), Pusiano (CO), Suello
Altre informazioni
Cod. postale 23861
Prefisso 031
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 097021
Cod. catastale C563
Targa LC
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti cesanesi
Patrono santi Fermo e Rustico
Giorno festivo 9 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cesana Brianza
Cesana Brianza
Cesana Brianza – Mappa
Posizione del comune di Cesana Brianza nella provincia di Lecco
Sito istituzionale

Cesana Brianza (Cesana Briànsa in dialetto brianzolo e semplicemente Cesana fino al 1863) è un comune italiano di 2 370 abitanti della provincia di Lecco in Lombardia.

È posto ai piedi del monte Cornizzolo nei pressi del lago di Pusiano. Fa parte della Comunità montana Lario Orientale - Valle San Martino. Tra i monumenti da ricordare la chiesa di San Fermo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1927 al 1955 il comune di Cesana Brianza fu accorpato con Suello, dando vita al comune di Cesello Brianza[2] allora appartenente alla provincia di Como. Il provvedimento replicò un analogo decreto emesso da Napoleone nel 1809 e in vigore fino al 1816.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1928 e il 1955 la località era servita dalla fermata Cesana-Bosisio, posta lungo la Tranvia Como-Erba-Lecco[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat
  2. ^ http://siusa.archivi.beniculturali.it/cgi-bin/pagina.pl?TipoPag=prodente&Chiave=17190 Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Francesco Ogliari, Como nella scienza e nei trasporti, TIBB, Edizione speciale fuori commercio, Milano, novembre 1987.