Altare maggiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'altare maggiore, nella chiesa cattolica e nelle altre religioni cristiane che celebrano il carattere sacrificale dell'Eucarestia, è l'altare principale della chiesa, sul quale vengono tenute le regolari celebrazioni eucaristiche.

La sua posizione è sempre di rilievo e si trova solitamente nel presbiterio, nell'abside, in asse verticale con la cupola (se presente) o all'incrocio tra la navata e il transetto.

All'interno del panorama artistico dell'edificio religioso antico è, generalmente, l'altare più curato in fatto di decorazioni pittoriche e scultoree, arricchito da pale, polittici o altre raffigurazioni del santo o del tema religioso cui è dedicata la chiesa. Negli edifici religiosi contemporanei, invece, è di solito l'unico altare presente nell'edificio e presenta caratteri decorativi e architettonici più sobri ed essenziali, pur mantenendo una posizione predominante nello spazio religioso come fulcro di esso.

Esempi di altare maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]