Ballabio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Ballabio (disambigua).
Ballabio
comune
Ballabio – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lecco-Stemma.png Lecco
Amministrazione
SindacoAlessandra Consonni (lista civica) dal 31/05/2015
Territorio
Coordinate45°54′N 9°25′E / 45.9°N 9.416667°E45.9; 9.416667 (Ballabio)Coordinate: 45°54′N 9°25′E / 45.9°N 9.416667°E45.9; 9.416667 (Ballabio)
Altitudine661-750 m s.l.m.
Superficie15,04 km²
Abitanti4 043[1] (30-4-2017)
Densità268,82 ab./km²
FrazioniBallabio Inferiore, Ballabio Superiore, Asinara Costadorna, Nibbio, Balisio, Pian Fontana
Comuni confinantiAbbadia Lariana, Cremeno, Lecco, Mandello del Lario, Morterone, Pasturo
Altre informazioni
Cod. postale23811
Prefisso0341
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT097004
Cod. catastaleA594
TargaLC
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantiballabiesi
PatronoSan Lorenzo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ballabio
Ballabio
Ballabio – Mappa
Posizione del comune di Ballabio nella provincia di Lecco
Sito istituzionale

Ballabio (Balàbi in dialetto valsassinese[2][3]) è un comune italiano di 4.043 abitanti della provincia di Lecco in Lombardia.

Ballabio è un paesino posto all'imbocco della Valsassina valle conosciuta per la produzione di formaggi come il taleggio e di minuterie metalliche, oltre che per le sue montagne le quali sono le uniche ad appartenere al gruppo dolomitico della Lombardia. Ballabio ebbe la sua evoluzione da paese contadino a paese turistico negli inizi degli anni 50 quando diversi imprenditori milanesi e lecchesi iniziarono a costruire diverse case di lusso grazie alla bellezza della valle e della vicinanza con Milano. Uno dei primi costruttori costruì la sua villa e successivamente altre nel 1939, la quale ancora presente è visibile nel paese. Il paese è l'unico della Valsassina a possedere "due paesi in uno" cioè Ballabio inferiore e Ballabio superiore. Infatti nel paese sono visibili, benché esso sia a misura d'uomo, due chiese, due parchi pubblici e due cimiteri. Oggi Ballabio è un paese turistico residenziale ottimo come base per escursioni nei dintorni come il Pian delle Betulle, il Pian dei Resinelli, le Grigne, il Monte Due Mani e gli impianti sciistici di Bobbio.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è posto all'inizio della Valsassina, tra la Grignetta e il monte Due Mani. Ballabio inferiore sorge lungo la SP 62 "della Valsassina" ed è raggiunta dalla SS 36 racc, Ballabio superiore all'imbocco della val Grande, dove scorre il torrente Grigna e da dove parte la strada per i Piani Resinelli.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Comune di Ballabio Superiore

Abitanti censiti[4]


Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune si divide in due quartieri (fino al 1927 comuni autonomi): Ballabio Superiore e Ballabio Inferiore.

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Piani Resinelli: frazione condivisa con Lecco.
  • Pian Fontana: vi risiedono soltanto 3 abitanti; è una frazione piccola. Sorge a 1350 metri sul livello del mare.
  • Balisio: ospita 15 abitanti e sorge a 725 metri sul livello del mare.
  • Nibbio: a 1230 metri sul livello del mare; ospita 25 abitanti.
  • Asinara Costadorna: posta anche nel comune di Lecco, sorge a 1220 metri sul livello del mare; ospita solamente 5 abitanti.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
5 aprile 2005 29 marzo 2010 Luca Giuseppe Goretti Lista civica Sindaco
30 marzo 2010 31 maggio 2015 Luigi Pontiggia Lista civica Sindaco

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 58.
  3. ^ Amanzio Aondio - Felice Bassani (a cura di), Dialetto da salvare, Oggiono, Cattaneo Editore, 1983, p. 216.
  4. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • BallabioNews Giornale online di Ballabio, Morterone e Resinelli
Controllo di autoritàVIAF: (EN310606268
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia