Triangolo Lariano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cartina del Lago di Como. Si nota tra i due rami del lago il Triangolo Lariano.

Il Triangolo Lariano o Penisola Lariana è la parte di terra compresa fra i due rami del Lago di Como, detto anche "Lario", da cui il nome del triangolo. Costituisce quindi una penisola. Occupato da rilievi montuosi prealpini, che culminano col Monte San Primo (1.686 metri), è tagliato in senso verticale dal solco della Valassina (o Vallassina), entro cui scorre il primo tratto del fiume Lambro. La Comunità montana del Triangolo Lariano è l'ente territoriale corrispondente, con esclusione dei comuni appartenenti alla provincia di Lecco

È cinto a sud da cinque laghi di piccole dimensioni: Montorfano, Alserio, Pusiano, Annone e Garlate

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

I suoi vertici ideali sono Como, Bellagio e Lecco. Per quanto riguarda i suoi lati, i primi due sono facilmente delimitati dalla sponda del Lario; mentre il lato meridionale è più difficile da chiarire, tuttavia si può fare riferimento alla strada che da Como porta a Lecco, costituita nel primo tratto dalla Statale Briantea e poi dal bivio di Tavernerio dalla Statale dei laghi di Pusiano e di Garlate. Oltre i centri urbani sopracitati, fra i comuni più importanti vi sono Erba, Ponte Lambro, Canzo e Asso (con i vicini comuni di Sormano, Caglio e Rezzago). Dopo Asso si arriva a Lasnigo, proseguendo poi fino a Magreglio e Civenna. Distinti sono i comuni lacuali e perilacuali: Blevio, Torno, Faggeto Lario, Pognana Lario, Nesso, Lezzeno, Bellagio, Zelbio, Veleso e Valbrona in provincia di Como; Oliveto Lario, Valmadrera e Malgrate (LC). Nel suo territorio è compresa la Comunità Montana del Triangolo Lariano che ne costituisce la gran parte della superficie, in pratica quella appartenente alla Provincia di Como.

Orografia[modifica | modifica wikitesto]

La SOIUSA vede la Catena del Triangolo Lariano[1] come un supergruppo alpino e vi attribuisce la seguente classificazione:

La suddivide inoltre in tre gruppi e quattro sottogruppi[2]:

  • Gruppo del Palanzone (7)
  • Gruppo del San Primo (8)
    • Massiccio del San Primo (8.a)
    • Sottogruppo dell'Oriolo (8.b)
  • Gruppo dei Corni di Canzo (9)
    • Sottogruppo dei Corni di Canzo (9.a)
    • Sottogruppo Barro-Crocione (9.b)

Tuttavia il sottogruppo Barro-Crocione è chiariamente a sud del lato Como-Lecco del Triangolo Lariano per cui pur essendone rinconducibile nominalmente, non ne fa parte.

Monti[modifica | modifica wikitesto]

I monti principali del Triangolo Lariano sono:

Per le stesse ragioni riportate nel capitolo precedente il Monte Barro e il Monte Crocione risultano essere al di fuori del Triangolo Lariano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Detta anche Catena Palanzone-San Primo-Corni di Canzo dalle montagne principali del supergruppo.
  2. ^ Tra parentesi il codice SOIUSA dei gruppi e sottogruppi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • [1] Mappa del Triangolo Lariano