Suello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la battaglia della Terza Guerra d'Indipendenza, vedi Battaglia di Monte Suello.
Suello
comune
Suello – Stemma
Suello – Veduta
Suello – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lecco-Stemma.svg Lecco
Amministrazione
SindacoAngelo Giacomo Valsecchi (lista civica) dal 7-6-2019
Territorio
Coordinate45°49′N 9°19′E / 45.816667°N 9.316667°E45.816667; 9.316667 (Suello)
Altitudine275 m s.l.m.
Superficie2,63 km²
Abitanti1 771[1] (31-12-2019)
Densità673,38 ab./km²
FrazioniBoroncello, Borima
Comuni confinantiAnnone di Brianza, Cesana Brianza, Civate
Altre informazioni
Cod. postale23867
Prefisso031
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT097078
Cod. catastaleI996
TargaLC
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 460 GG[3]
Nome abitantisuellesi
Patronosanti Quirico e Giulitta, san Biagio
Giorno festivo3 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Suello
Suello
Suello – Mappa
Suello – Mappa
Posizione del comune di Suello nella provincia di Lecco
Sito istituzionale

Suello (Süèl in dialetto brianzolo[4]) è un comune italiano di 1 771 abitanti della provincia di Lecco in Lombardia. È posto ai piedi del monte Cornizzolo, tra il lago di Annone e quello di Pusiano lungo la strada che collega Lecco a Como.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo deriva dal nome proprio Suillis, colono romano proprietario di un podere lungo la via Bergomum-Comum.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il Medioevo, Suello fece parte del Contado della Martesana e della pieve di Incino.[5]

Fino al 1796 il territorio di Suello fu infeudato dalla famiglia Serbelloni.[5]

Dal 1927 al 1955 il comune di Suello fu accorpato con quello di Cesana Brianza, dando vita al comune di Cesello Brianza[6] allora appartenente alla provincia di Como. Il provvedimento replicava un analogo decreto di Napoleone in vigore dal 1809 al 1816.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma comunale e il gonfalone sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 4 novembre 1960.[7]

«D'azzurro, al bozzolo d'oro, accompagnato da tre api dello stesso, poste due in capo ed una in punta. Ornamenti esteriori da Comune.»

Il bozzolo di baco da seta richiama la tradizione della bachicoltura e della filatura che nei secoli XVIII e XIX caratterizzarono l'economia del territorio; le api sono simbolo dell'industria e della laboriosità.[8][9]

Il gonfalone è un drappo partito di giallo e d'azzurro.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

La nuova parrocchiale di San Biagio[10], dedicata anche ai santi Quirico e Giulitta, fu costruita nel quarto decennio del XX secolo e consacrata dall'arcivescovo Schuster.[5] La chiesa fu edificata in sostituzione della vecchia parrocchiale, situata poco distante[11].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[12]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1928 e il 1955 la località ospitò una fermata della Tranvia Como-Erba-Lecco[13].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

È presente un municipio, in cui risiedono le funzioni amministrative e anche un ambulatorio dove precedentemente vi era la sala civica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2019.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani., Milano, Garzanti, 1996, p. 641, ISBN 88-11-30500-4.
  5. ^ a b c d Borghese, p. 412.
  6. ^ Comune di Cesello Brianza, su Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche.
  7. ^ Suello, decreto 1960-11-04 DPR, concessione di stemma e gonfalone, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 27 agosto 2022.
  8. ^ Cenni storici, su Comune di Suello. URL consultato il 27 agosto 2022.
  9. ^ Gloria Crippa, Stemmi comunali, tocca all'oggionese, su casateonline.it. URL consultato il 27 agosto 2022.
  10. ^ Parrocchiale di S. Biagio - complesso, Via Roma, 2 - Suello (LC) – Architetture – Lombardia Beni Culturali, su lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 7 aprile 2021.
  11. ^ Vecchia Chiesa parrocchiale, su Lombardia Beni Culturali. URL consultato il 7 aprile 2021.
  12. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  13. ^ Francesco Ogliari, Como nella scienza e nei trasporti, TIBB, Edizione speciale fuori commercio, Milano, novembre 1987.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Annalisa Borghese, Suello, in Il territorio lariano e i suoi comuni, Milano, Editoriale del Drago, 1992, p. 412.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]