Trilogia del cavaliere oscuro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La trilogia del cavaliere oscuro (The Dark Knight Trilogy) è una trilogia di film diretta da Christopher Nolan, con protagonista Batman, supereroe della DC Comics. Composta da Batman Begins (2005), Il cavaliere oscuro (2008) e Il cavaliere oscuro - Il ritorno (2012), la serie è stata un successo di critica e di botteghino. Mentre il primo film ha incassato al botteghino quasi 375 milioni di dollari, sia il secondo che il terzo film hanno guadagnato 1 miliardo di dollari. Ad oggi, la trilogia è considerata non solo come una delle migliori opere del genere supereroistico, ma anche come una delle migliori trilogie della storia del cinema.[1][2][3][4]

In seguito al fallimento al botteghino e alla critica di Batman & Robin (1997),[5] la Warner Bros. ha aperto al riavvio della serie di film. Il cast della trilogia comprende: Christian Bale, che interpreta Bruce Wayne (Batman), Michael Caine (Alfred Pennyworth), Gary Oldman (James Gordon), Morgan Freeman (Lucius Fox) e Cillian Murphy, che ricopre il ruolo del Dr. Jonathan Crane (Spaventapasseri).

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 la Warner Bros. assunse il regista Christopher Nolan per dirigere un nuovo film di Batman,[6] mentre David S. Goyer firmò un contratto per scrivere la sceneggiatura della pellicola.[7] Con una carriera in ascesa dopo l'exploit dei suoi primi film Memento e Insomnia, la major inizialmente aveva contattato Nolan per affidargli la regia del kolossal Troy, ma il regista declinò l'offerta e propose invece una sua idea per il rilancio del franchise cinematografico di Batman in chiave moderna e più verosimile.[8] Affascinato dal personaggio e dal suo background Nolan voleva colmare una lacuna lasciata dai precedenti film andando a narrare le origini del Cavaliere Oscuro con un approccio molto simile a quello utilizzato nel Superman di Richard Donner, soprattutto riguardo alla focalizzazione sulla crescita del personaggio. Inoltre, sempre in riferimento al film di Donner, Nolan decise di scegliere per la parte di Batman un attore non molto noto, com'era accaduto per Christopher Reeve, interprete di Superman.[9]

Nolan era un fan di Batman da diversi anni e aveva apprezzato molto le incarnazioni del personaggio rappresentate in alcuni graphic novel moderni, ma per sua ammissione aveva bisogno di un vero esperto di fumetti per essere sicuro di non allontanarsi dalla mitologia del personaggio: motivo per cui chiese la consulenza di David Goyer, collaboratore di lunga data della DC Comics, che scrisse una prima bozza di sceneggiatura, ispirata a Batman: Anno uno di Frank Miller, all'arco narrativo di Legends of the Dark Knight intitolato Shaman e a L'uomo che cade, excursus sulla vita di Bruce Wayne ad opera di Dennis O'Neil. La versione definitiva del copione fu sviluppata insieme al regista, e risultò fortemente debitrice della mini-serie di Miller: Nolan considerava l'opera una solida base per la storia di origini che voleva raccontare (il fumetto è una narrazione contemporanea delle origini di Batman, in cui Bruce Wayne e il tenente di polizia James Gordon ritornano a Gotham City dopo anni di assenza e iniziano la loro crociata contro il crimine e la corruzione). Una delle basi fondamentali per Goyer era quella di dare risalto alla figura di Bruce Wayne tanto quanto a quella del suo alter ego, attraverso un racconto approfondito della vita del miliardario prima della sua decisione di indossare maschera e mantello; ne è un esempio la scena in cui Bruce cade nel pozzo e viene attaccato dai pipistrelli, un chiaro riferimento al fumetto L'uomo che cade. Riguardo alla presenza di Spaventapasseri come antagonista, Nolan rivelò: "l'abbiamo scelto perché non era ancora stato portato sullo schermo da nessuno, e poi perché il suo personaggio si legava al tema della paura, che era fondamentale per Batman, e che tra l'altro non lo adombrava troppo".[10]

Goyer accantonò l'idea di inserire Harvey Dent nel film poiché in quella pellicola non sarebbero «riusciti a rendergli giustizia»; preferì quindi inserire un nuovo personaggio, Rachel Dawes (allora interpretata da Katie Holmes)[11]. Il personaggio di Dent sarà poi inserito ne Il cavaliere oscuro, seguito di Batman Begins.[12][13][14] Il concetto della paura dei pipistrelli fu un'idea originale, voluta dallo stesso regista.

Christian Bale alla première del film, Hollywood 2005

Nel 2005 il regista Christopher Nolan scelse Christian Bale tra i vari contendenti per la parte di Bruce Wayne/Batman nel quinto adattamento cinematografico dedicato al supereroe della DC Comics dichiarando che l'attore possedeva esattamente l'equilibrio tra l'oscurità e la luce che stavano cercando per il personaggio[15]. In lista per il ruolo dell'Uomo Pipistrello figurarono altri attori tra i quali Ashton Kutcher, David Boreanaz, Billy Crudup, Cillian Murphy (che inseguito verrà scelto per interpretare Jonathan Crane/Spaventapasseri), Henry Cavill e Jake Gyllenhaal.

L'attore intraprese così una massacrante trasformazione fisica con l'aiuto del personal trainer Efua Baker[16]. A soli due mesi dal casting per il ruolo, riuscì ad aumentare il suo peso di circa 26 chili[16] grazie all'assunzione di alimenti ricchi di carboidrati come pasta e pane. Gli allenamenti fisici non vennero subito effettuati, dato che l'attore aveva i muscoli atrofizzati[16] per il troppo dimagrimento dovuto al ruolo di Trevor Reznik. Dopo aver ottenuto la parte e consigliato e seguito sempre da Baker, Bale riuscì ad aumentare ancora di 18 chili[16] integrando alla sua dieta (anche se vegetariano) pollo, tonno e verdure al vapore e cominciò ad allenarsi mettendo massa muscolare con sessioni di peso per tre ore al giorno. Riguardo al suo drastico cambiamento fisico, Efua Baker dichiarò[16]: «ogni mattina appariva diverso da com'era il giorno precedente». Dopo aver ottenuto il ruolo, per comprendere il personaggio di Batman, l'attore lesse diversi volumi del fumetto[17] e durante la promozione del film e nelle interviste accentuava l'accento americano per evitare che il pubblico si confondesse sul fatto che il nuovo Batman avesse un'inflessione britannica.[17]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi Film
Batman Begins
(2005)
Il cavaliere oscuro
(2008)
Il cavaliere oscuro - Il ritorno
(2012)
Bruce Wayne
Batman
Christian Bale Christian Bale Christian Bale
Bruce Wayne da piccolo Gus Lewis Gus Lewis
Alfred Pennyworth Michael Caine
James Gordon Gary Oldman
Lucius Fox Morgan Freeman
Rachel Dawes Katie Holmes Maggie Gyllenhaal
Rachel Dawes da piccola Emma Lockhart
Selina Kyle
Catwoman
Anne Hathaway
Joker Heath Ledger
Ra's al Ghul
Henri Ducard
Liam Neeson Liam Neeson
Bane Tom Hardy
Talia al Ghul
Miranda Tate
Marion Cotillard
Robin John Blake Joseph Gordon-Levitt
Dr. Jonathan Crane
Spaventapasseri
Cillian Murphy
Harvey Dent
Due Facce
Aaron Eckhart
Carmine Falcone Tom Wilkinson
Salvatore Maroni Eric Roberts
John Daggett Ben Mendelsohn
Commissario Loeb Colin McFarlane
Anthony Garcia Nestor Carbonell
Thomas Wayne Linus Roache Linus Roache

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Batman Begins[modifica | modifica wikitesto]

Per la parte di Alfred Pennyworth, Nolan scelse l'attore britannico Michael Caine. Gary Oldman, invece, venne scelto per interpretare il tenente James Gordon, capo dell'unità anti crimini della città. Per il ruolo furono considerati anche Kurt Russell e Dennis Quaid. Nolan chiamò Oldman per un'interpretazione calma e misurata di un personaggio così importante e riservato. Inizialmente la produzione fu contraria al destinare la parte a Oldman, poiché l'attore, in precedenza, aveva avuto ruoli quasi esclusivamente da "cattivo".[18] L'attore non aveva mai letto niente di Batman[19], e rivelò che avrebbe interpretato un Gordon molto più giovane rispetto a quello del fumetto.[20] Katie Holmes venne scelta per il ruolo di Rachel Dawes, un personaggio creato esclusivamente per il film. Durante il casting, per la parte di Rachel si era presentata anche Sarah Michelle Gellar e Rachel McAdams.[21] L'attrice verrà, in seguito, sostituita da Maggie Gyllenhaal nel sequel Il cavaliere oscuro.[22]

Rispetto alle precedenti pellicole, Nolan fece molta attenzione sulla scelta degli antagonisti di Batman Begins. Infatti il regista voleva che nel film comparissero degli antagonisti mai comparsi nei precedenti adattamenti di Batman. Nolan assunse, dunque, Liam Neeson per il ruolo di Ra's al Ghul, mentore di Batman nonché il più complesso di tutti i criminali dell'uomo pipistrello,[23] Cillian Murphy nel ruolo dello psichiatra Jonathan Crane /Spaventapasseri, ed infine Tom Wilkinson nel ruolo di Carmine Falcone. Tra gli altri attori vennero assunti anche Morgan Freeman nel ruolo di Lucius Fox, dirigente e inventore della Wayne Enterprises e Ken Watanabe, nel ruolo del membro della Setta delle Ombre che si spaccia per Ra's Al Ghul.

Il cavaliere oscuro[modifica | modifica wikitesto]

Il cast de Il cavaliere oscuro riprende alcuni protagonisti del precedente Batman Begins, e il regista Christopher Nolan si è detto entusiasta dei talentuosi attori scelti, che anche «con approcci diversi lavoravano insieme per raggiungere gli stessi obiettivi»[24].

Per il ruolo del Joker venne scelto Heath Ledger. Nolan spiegò che cercava un attore senza timore «di confrontarsi con gli attori precedenti né di lavorare in un ruolo così iconico, e che avesse un'idea forte di come approcciarsi. Heath aveva un mucchio di questi pregi»[25]. Come Nolan, anche l'attore vedeva in Joker una «minaccia all'anarchia [che] si doveva divertire a creare terrore su larga scala»[24]. Per il produttore Charles Roven l'obiettivo era descrivere nel film non le origini bensì l'ascesa di Joker come risposta a Batman[24], un legame tra i due che Ledger definisce come «una relazione in cui l'uno non può vivere senza l'altro»[26]. Per la produttrice Emma Thomas Ledger lo ha interpretato non in maniera leziosa, ma sardonica e asciutta[24]. Ledger trasse ispirazione da fumetti come Batman: The Killing Joke e Arkham Asylum[26][27], e basandosi su personaggi quali il protagonista di Arancia meccanica e Sid Vicious[28]. L'attore trascorse sei settimane di preparazione isolato in una stanza d'albergo[27], tenendo un diario in cui annotava il suo lavoro[26][29]. Ledger ha definito il ruolo il più divertente della carriera[28], grazie anche alla libertà creativa offertagli da Nolan[26].

L'attore Aaron Eckhart venne scelto per interpretare Harvey Dent / Due Facce. Nolan era in cerca di una figura carismatica e affascinante, che rappresentasse in pieno il classico eroe americano, ma al contempo che lasciasse però intendere rabbia, ostilità e follia[24], un aspetto che Eckhart non ha sottovalutato[24]: per l'attore il ruolo ha dinamiche interessanti, con Dent che ammira Batman ma non può approvarlo pubblicamente, mentre trova Wayne privo di credibilità[24]. Eckhart si è detto gratificato da un tale successo e da come, per la prima volta nella sua carriera, abbia iniziato a ricevere lettere da fan di otto anni[30].

Per interpretare nuovamente Rachel Dawes, venne scelta Maggie Gyllenhaal dopo che Katie Holmes nel gennaio 2007 rinunciò al ruolo poiché le riprese coincidevano con quelle di 3 donne al verde. Maggie Gyllenhaal venne allora ingaggiata nel marzo successivo[22] e si dichiarò conscia di avere un ruolo un po' da "damigella in pericolo", secondo lei un rischio naturale se si interpreta una ragazza in un film di Batman; ma si disse soddisfatta, grazie all'aiuto di Nolan, di aver caratterizzato un «grande personaggio», forte e deciso[31], che si dimostra intelligente e capace[24]. Secondo il regista, infatti, l'attrice offre un'interpretazione matura che riesce a trasmettere il conflitto tra il passato intenso con Wayne e i desideri per un futuro con Dent[24].

Il cavaliere oscuro - Il ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Anne Hathaway è stata scelta per interpretare Selina Kyle[32], ladra di alto bordo cresciuta nei bassifondi di Gotham. Per prepararsi alle riprese si è sottoposta ad un allenamento fisico con esercizi per acrobazie e sessioni di danza[33].

Tom Hardy è Bane[32], un mercenario che cresciuto in una prigione e successivamente liberato e addestrato da Ra's al Ghul nella Setta delle Ombre, dalla quale è stato poi cacciato per i suoi metodi troppo estremi. Venuto a sapere della morte di Ra's per mano di Bruce Wayne riunisce quello che resta della vecchia setta e ne prende il comando aiutato dalla figlia dello stesso Ra's, Talia al Ghul.

Per interpretare Miranda Tate è stata ingaggiata Marion Cotillard. Miranda è un membro del consiglio di amministrazione della Wayne Enterprises, che si scoprirà essere la figlia di Ra's al Ghul, Talia[34].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

All'uscita nelle sale, Batman Begins ottenne subito ottimi riscontri da parte di critica e pubblico e con un buonissimo risultato al botteghino. Il film di Nolan ha segnato il ritorno alle origini necessario all'Uomo-Pipistrello, abbandonando le atmosfere grottesche di Tim Burton e quelle più leggere di Joel Schumacher. Prova dell'ottimo successo è stata la nomina ricevuta alla 78ª edizione della cerimonia di premiazione degli Oscar nella categoria miglior fotografia poi vinta da Memorie di una Geisha.

James Berardinelli applaudì Nolan e Goyer in quanto entrambi riuscirono a rendere più comprensibile le motivazioni che portavano Bruce a diventare Batman, cosa che al film di Burton mancava. Tuttavia, Berardinelli rivelò di non aver trovato convincente l'aspetto romantico del film in quanto, secondo lui, la coppia Bale-Holmes non era in grado di funzionare.[35] Secondo Total Film, Nolan riesce a creare dei personaggi molto forti. Inoltre, il sito, definì "piacevole" la sottotrama romantica tra Christian Bale e Katie Holmes.[36] D. Edwards sul Daily Mirror di Londra descrisse il film come "un film violento e veramente pauroso, decisamente non per bambini. Per i più grandi, invece, potrebbe ben diventare il film sui supereroi definitivo."[37] M. Goodrich su Screen Daily definì la pellicola "un'audace nuova visione del fumetto della DC Comics ed un'ulteriore prova che Christopher Nolan possiede abbondante abilità ed una visione da cineasta di primo piano."[37] M. Wilington sul Chicago Tribune definisce Batman Begins come "il miglior film su Batman sin da quando Tim Burton ha lasciato, nel 1992: un ritratto violento e che fa accapponare la pelle di un eroe a due facce, motivato dal desiderio di vendetta."[37] R. Ebert, riguardo al film, disse: "Questo è il film su Batman che stavo aspettando; più correttamente, questo è il film che non mi rendevo conto di stare aspettando perché non avevo previsto che più enfasi sulla storia e sui personaggi e meno enfasi sull'azione iper-tecnologica era proprio quello di cui c'era bisogno."[37]

Anche il cast della pellicola venne molto apprezzato ma Bale fu il più acclamato per aver davvero creato un perfetto ritratto di entrambi i personaggi; Batman e Bruce Wayne[38]. J. Matthews del New York Daily News scrisse che "Bale è il corpo perfetto per Batman, [...] ha una forte presenza scenica ed è un ottimo attore".[37] Quest'interpretazione valse all'attore il premio Saturn Award come miglior attore 2005[39] (premio per il quale era stato nominato anche nel 2004 per il film L'uomo senza sonno) e il premio Best Hero al MTV Movie Awards 2006[40]. Il film ha ricevuto durante l'edizione dei Razzie Awards 2005 una nomination come peggior attrice non protagonista per Katie Holmes.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Film Rotten Tomatoes Metacritic CinemaScore
Batman Begins 84% (268 reviews)[41] 70 (41 reviews)[42] A[43]
Il cavaliere oscuro 94% (317 reviews)[44] 84 (39 reviews)[45] A[43]
Il cavaliere oscuro - Il ritorno 87% (334 reviews)[46] 78 (45 reviews)[47] A[43]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Le liste complete e aggiornate dei premi sono reperibili presso le pagine dei rispettivi film sull'Internet Movie Database.[48][49][50]

Batman Begins[modifica | modifica wikitesto]

Il cavaliere oscuro[modifica | modifica wikitesto]

Il cavaliere oscuro - Il ritorno[modifica | modifica wikitesto]

2012 - International Online Film Critics' Poll:[modifica | modifica wikitesto]

2012 - IGN People's Choice Awards:[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior Film
  • Miglior Attrice (Anne Hathaway)
  • Miglior Film tratto da un fumetto
  • Miglior trailer per un film[72]

2012 - Crime Thriller Awards:[modifica | modifica wikitesto]

  • Candidatura per il Miglior Film[73]

2013 - SESC Film Festival:[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior Film Straniero[74]

2013 - SFX Awards:[modifica | modifica wikitesto]

2013 - BMI Film & TV Award:[modifica | modifica wikitesto]

2013 - Denver Film Critics Society:[modifica | modifica wikitesto]

2013 - Empire Awards 2013:[modifica | modifica wikitesto]

2013 - CinEuphoria Awards:[modifica | modifica wikitesto]

  • Top Ten of the Year - Audience Award[79]

2013 - Danish Film Awards:[modifica | modifica wikitesto]

  • Candidatura per il Miglior Film Statunitense[80]

Home video[modifica | modifica wikitesto]

Il primo film della saga è uscito in DVD nel mercato italiano il 19 ottobre 2005,[81] disponibile nelle edizioni disco singolo e disco doppio quest'ultima contiene più di tre ore di extra. Uscito successivamente in HD DVD, nel 2008 è stato ufficializzato lo standard a favore, invece, del Blu-ray. La pellicola è stata quindi tra le prime ad essere "riconvertita" in quest'ultimo formato (in realtà l'attuale versione in blu-ray disc è stata acquisita direttamente da quella dell'altro formato, e necessita una rimasterizzazione digitale per creare un nuovo master), con tanto di edizione (solo per il mercato statunitense) comprendente lo storyboard, l'edizione a fumetti, ed uno sconto per l'ingresso al cinema per Il cavaliere oscuro[82].

Il cavaliere oscuro è stato reso disponibile in versione home video negli Stati Uniti a partire dal 9 dicembre 2008 e sono state messe in vendita differenti edizioni, incluso il cofanetto comprendente sia l'edizione Blu-Ray che quella DVD.[83] La Warner ha inserito un'ora aggiuntiva di contenuti speciali nell'edizione Blu-ray, in quanto la pellicola è stata ritenuta in grado di attirare il pubblico e promuovere così il nuovo formato[84]. Nei documentari, gli interventi diretti di Heath Ledger sono stati rimossi, ed è la troupe a parlare di lui[84]; per omaggiare l'attore inoltre (e anche in vista degli Oscar), nell'edizione DVD doppio disco è Joker ad essere in copertina, anziché Batman con il logo fiammeggiante alle spalle[84]. La campagna promozionale per l'uscita del DVD e BD ha interessato, oltre ai media tradizionali, anche marketing virale (persone truccate da Joker per le strade delle città) e un concorso tramite MMS[84]. Nella prima settimana le edizioni in DVD e blu-ray hanno raggiunto 6,8 milioni di copie vendute, per un ricavo di 121 milioni di dollari[85]; nell'arco di un anno sono state così vendute complessivamente 14 milioni di unità con 232 milioni di incasso[85]. Per quanto riguarda le sole edizioni blu-ray, il primo giorno sono state vendute circa 600 000 copie[86], il triplo della norma rispetto a titoli analoghi come Iron Man, che hanno esordito con 250 mila[86]. Nella prima settimana le vendite si sono attestate sui 1,7 milioni di unità[87], di cui un milione nei soli Stati Uniti[87], arrivando a 2,8 nel febbraio 2009[88], di cui 2 milioni negli USA[88]. Nel marzo 2011 Il cavaliere oscuro è il primo film il cui noleggio avviene mediante un servizio di social network, attraverso una partnership tra Warner Bros. e Facebook[89].

L'ultimo film della trilogia è stato distribuito in Italia in DVD, Blu-ray Disc e Digitale il 4 dicembre 2012 dalla Warner Home Video.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

  • Un film d'animazione antologico, di co-produzione nippo-statunitense e dal titolo Batman: Il cavaliere di Gotham è stato rilasciato l'8 luglio 2008, poco prima dell'uscita nelle sale de Il Cavaliere Oscuro. Tale pellicola, racconta alcune storie ambientate tra il primo e il secondo film della trilogia, anche se non è ufficialmente considerata come parte di essa. È stato il primo film su Batman in assoluto ad essere stato realizzato da studi d'animazione giapponese. Alcuni celebri sceneggiatori, come Brian Azzarello, David S. Goyer, e Greg Rucka hanno contribuito alla stesura delle storie. In questa pellicola Bruce Wayne torna ad essere doppiato da Kevin Conroy.
  • Alla trilogia sono ispirati alcuni videogiochi per consolle (ispirato a Batman Begins) e cellulari (ispirati a Il Cavaliere Oscuro e Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno).
  • Sono stati inoltre scritti alcuni romanzi: i primi due, scritti da Dennis O'Neil, sono basati sulle sceneggiature di Batman Begins e Il Cavaliere Oscuro, e un terzo romanzo, basato su Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno è stato scritto da Greg Cox, mentre Gotham Knight è stato adattato da Louis Simonson. Tre ulteriori romanzi, dai titoli Batman: Dead White, Batman: Inferno e Batman: Fear Itself (scritti rispettivamente da John Shirley, Alex Irvine e Michael Reaves e Steven-Elliot Altman) sono stati pubblicati tra il giugno 2006 e il febbraio 2007, e si collocano dopo Batman Begins, non rispettando però la continuity della trilogia e risultando quindi non canonici. Nessuno di questi romanzi è mai stato pubblicato in italiano.
  • Un adattamento a fumetti di Batman Begins è stato rilasciato nell'estate del 2005.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Triple Threats: The 15 Best Superhero Trilogies, RANKED, su CBR, 30 settembre 2017. URL consultato il 2 novembre 2019.
  2. ^ (EN) Christopher James, Top 10: The Best Movie Trilogies Of All-Time, su AwardsCircuit.com by Clayton Davis, 20 febbraio 2019. URL consultato il 2 novembre 2019.
  3. ^ (EN) The Best Movie Trilogies Of All Time, su ScreenRant, 29 giugno 2016. URL consultato il 2 novembre 2019.
  4. ^ (EN) The Top 20 Greatest Movie Trilogies Of All Time, Ranked, su the whisp, 25 dicembre 2018. URL consultato il 2 novembre 2019.
  5. ^ (EN) Batman & Robin Movie Reviews, Pictures - Rotten Tomatoes, rottentomatoes.com. URL consultato il 25 giugno 2011.
  6. ^ (EN) Michael Fleming, 'Batman' captures director Nolan, in Variety, 27 gennaio 2003. URL consultato il 10 luglio 2012.
  7. ^ (EN) Claude Brodesser, Dunkley, Cathy, Inside Move: WB jump starts Batmobile, Variety, 26 marzo 2003. URL consultato il 10 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2012).
  8. ^ (EN) Marc Graser, Dunkley, Cathy, The bat and the beautiful[collegamento interrotto], Variety, 8 febbraio 2004. URL consultato il 10 luglio 2012.
  9. ^ Adam Smith, (luglio 2005). "The Original American Psycho" (in inglese). Empire: pp. 74–80, 82, 84, 87.
  10. ^ "Batman Begins" Intervista ai protagonisti ed al regista del film. URL consultato il 10 luglio 2012.
  11. ^ Christopher Nolan e David S. Goyer, Prefazione a Absolute Batman: The Long Halloween, 2007. ISBN 978-1-4012-1282-7.
  12. ^ (EN) Dave McNary, Eckhart set as Two-Face, Variety, 15 febbraio 2007. URL consultato il 10 luglio 2012.
  13. ^ (EN) Todd Gilchrist, IGN: The Dark Knight Review, IGN Movies, 30 giugno 2008. URL consultato il 10 luglio 2012.
  14. ^ (EN) Geoff Boucher, Christopher Nolan says his Batman doesn't play well with others, Los Angeles Times, 29 ottobre 2008.
  15. ^ (EN) "Official: Christian Bale is Batman!, Superhero Hype!, 11 settembre 2003. URL consultato il 23 marzo 2010.
  16. ^ a b c d e (EN) Christian Bale's Body of Work: Rail-Thin or Really Ripped, the Batman Actor Morphs His Body for Each New Role, People Magazine, 4 luglio 2005. URL consultato il 26 maggio 2009.
  17. ^ a b (EN) Christian Bale Discusses "Batman Begins" by Rebecca Murray, Movies About.com. URL consultato il 23 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2009).
  18. ^ (EN) Anne Thompson, Dark Knight Review: Nolan Talks Sequel Inflation, in Variety, 6 luglio 2008. URL consultato il 10 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2008).
  19. ^ Parla Gary Oldman, in BadTaste.it, 21 aprile 2008. URL consultato il 1º maggio 2008.
  20. ^ Jim Gordon in Batmobile e due nuove foto, in BadTaste.it, 21 aprile 2008. URL consultato il 1º maggio 2008.
  21. ^ (EN) 'Batman Begins' press conference, part two, su Time Out – New York, 16 giugno 2005. URL consultato il 13 luglio 2008 (archiviato dall'url originale il 3 ottobre 2008).
  22. ^ a b (EN) Pamela McClintock, Gyllenhaal joining Batman sequel, in Variety, 08 marzo 2007. URL consultato il 29 luglio 2010.
  23. ^ (EN) Ryan, Tom, In defence of big, expensive films, in The Age, 14 luglio 2005. URL consultato il 26 agosto 2007.
  24. ^ a b c d e f g h i La produzione: "O muori da eroe... o vivrai abbastanza a lungo da vederti diventare un criminale." (PDF), su The Dark Knight Production Notes, Warner Bros.it, The Dark Knight, 7-15. URL consultato il 19 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2014).
  25. ^ (EN) Villains, pp. 34-57, in Craig Byrne, Alexander Tochilovsky, The Dark Knight: Featuring Production Art and Full Shooting Script, Universe Publishing (NY), 2008, ISBN 978-0-7893-1812-1
  26. ^ a b c d (EN) Movie interview: Heath Ledger, in FHM, 1-4. URL consultato il 19 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2008).
  27. ^ a b (EN) IESB Exclusive: Heath Ledger Talks the Joker!, in IESB, 10 novembre 2007. URL consultato il 19 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2009).
  28. ^ a b (EN) Josh Horowitz, Heath Ledger Says His Joker Has 'Zero Empathy', in MTV Movies Blog, 10 novembre 2007.
  29. ^ (EN) Olly Richards, World Exclusive: The Joker Speaks, in Empire, 28 novembre 2007. URL consultato il 19 settembre 2010.
  30. ^ (EN) Heather Newgen, Aaron Eckhart on Two-Face, 04 settembre 2008. URL consultato il 4 settembre 2008.
  31. ^ (EN) Andrew Williams, Gyllenhaal talks sexy underwear, in Metro.co.uk, 06 gennaio 2008. URL consultato l'11 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2008).
  32. ^ a b 'The Dark Knight Rises' scoop: Anne Hathaway, Tom Hardy join cast | Inside Movies | EW.com
  33. ^ Anne Hathaway Interview - Anne Hathaway on New Movie One Day - Harper's BAZAAR
  34. ^ Cotillard and Gordon-Levitt Officially Join The Dark Knight Rises - ComingSoon.net
  35. ^ (EN) Berardinelli, James, Batman Begins, ReelViews. URL consultato il 10 luglio 2012.
  36. ^ (EN) Batman Begins – Film Review, Total Film. URL consultato il 10 luglio 2012.
  37. ^ a b c d e (EN) Roberto Taddeucci, Ottime critiche per Batman Begins, in Fantascienza.com, 20 giugno 2005. URL consultato il 10 luglio 2012.
  38. ^ (EN) Batman role fits Bale, but 'Begins' wears thin, USA Today.com - By Mike Clark, 13 giugno 2005. URL consultato il 23 marzo 2010.
  39. ^ (EN) Past Awards Winner - 2005, Saturn Awards Official Site. URL consultato il 23 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2008).
  40. ^ (EN) MTV Movie Awards Winners By Category - Best Hero 2006, MTV.com. URL consultato il 23 marzo 2010.
  41. ^ Batman Begins, Rotten Tomatoes (Flixster). URL consultato il 2 novembre 2012.
  42. ^ Batman Begins (2005): Reviews, Metacritic (CBS Interactive). URL consultato il 17 maggio 2007.
  43. ^ a b c CinemaScore, su cinemascore.com. URL consultato il 13 febbraio 2015.
  44. ^ The Dark Knight, Rotten Tomatoes (Flixster). URL consultato il 7 maggio 2014.
  45. ^ The Dark Knight (2008): Reviews, Metacritic (CBS Interactive). URL consultato il 18 luglio 2008.
  46. ^ The Dark Knight Rises, Rotten Tomatoes (Flixster). URL consultato il 16 gennaio 2013.
  47. ^ The Dark Knight Rises (2012): Reviews, Metacritic (CBS Interactive). URL consultato il 20 luglio 2012.
  48. ^ Batman Begins. URL consultato il 24 novembre 2019.
  49. ^ The Dark Knight. URL consultato il 24 novembre 2019.
  50. ^ The Dark Knight Rises. URL consultato il 24 novembre 2019.
  51. ^ Top Box Office Films, su ascap.com. URL consultato il 2 luglio 2015.
  52. ^ (EN) 2006 MTV Movie Awards, su mtv.com, MTV. URL consultato il 2 luglio 2015.
  53. ^ (EN) 78th Academy Awards Winners | Oscar Legacy | Academy of Motion Picture Arts and Sciences, su oscars.org. URL consultato il 2 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2013).
  54. ^ WALL-E Cleans Up Chicago Film Critics Awards
  55. ^ BSFC Award Winners - Recent, su thebsfc.org. URL consultato il 26 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 16 febbraio 2009).
  56. ^ Dark Knight Wins Utah Film Critics
  57. ^ Copia archiviata, su torontofilmcritics.com. URL consultato l'11 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2011).
  58. ^ Phoenix Film Critics Society 2012 Annual Awards | Phoenix Film Critics Society Archiviato il 30 ottobre 2010 in Internet Archive.
  59. ^ Southeastern Film Critics Awards 2008, su altfg.com. URL consultato il 26 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2012).
  60. ^ Austin Film Critics Awards 2008, su altfg.com. URL consultato il 26 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 10 ottobre 2012).
  61. ^ (EN) Our Awards: 2008, Washington D.C. Area Film Critics Association. URL consultato il 13 dicembre 2008.
  62. ^ (EN) L'Oréal Paris 2008 AFI Awards Ceremony Winners, Australian Film Institute. URL consultato il 13 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2008).
  63. ^ (EN) the 51st Annual Grammy Awards nomination list, Category 83, Grammy.com. URL consultato il 13 dicembre 2008.
  64. ^ (EN) Awards, St. Louis Film Critics Association. URL consultato il 14 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2010).
  65. ^ (EN) Cast your vote, People's Choice Awards. URL consultato il 13 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 16 dicembre 2008).
  66. ^ (EN) Scream 2008 Awards, Spike. URL consultato il 13 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2008).
  67. ^ (EN) 2008 winners, National Movie Awards. URL consultato il 13 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2008).
  68. ^ (EN) 9th Annual Golden Trailer Award Nominees, Golden Trailer Awards. URL consultato il 6 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 31 luglio 2008).
  69. ^ (EN) TC08 - Nominees (PDF), Teen Choice Awards. URL consultato il 6 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2008).
  70. ^ (EN) 7th Annual VES Awards, su visualeffectssociety.com. URL consultato il 23 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2011).
  71. ^ (EN) International Online Film Critics' Poll, in Wikipedia, 1º ottobre 2019. URL consultato il 24 novembre 2019.
  72. ^ IGN Summer Movie Awards (2012), su IMDb. URL consultato il 24 novembre 2019.
  73. ^ Crime Thriller Awards, UK (2012), su IMDb. URL consultato il 24 novembre 2019.
  74. ^ SESC Film Festival, Brazil (2013), su IMDb. URL consultato il 24 novembre 2019.
  75. ^ SFX Awards, UK (2013), su IMDb. URL consultato il 24 novembre 2019.
  76. ^ BMI Film & TV Awards (2013), su IMDb. URL consultato il 24 novembre 2019.
  77. ^ Denver Film Critics Society (2013), su IMDb. URL consultato il 24 novembre 2019.
  78. ^ Empire Awards 2013, in Wikipedia, 1º luglio 2019. URL consultato il 24 novembre 2019.
  79. ^ CinEuphoria Awards (2013), su IMDb. URL consultato il 24 novembre 2019.
  80. ^ Danish Film Awards (Robert) (2013), su IMDb. URL consultato il 24 novembre 2019.
  81. ^ Batman Begins - Edizione Speciale (2005) - dvd[collegamento interrotto]
  82. ^ Batman Begins sarà il primo film a passare dall'HD DVD al Blu-ray, in Gizmodo.it, 17 marzo 2008. URL consultato il 17 marzo 2008 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2008).
  83. ^ Tutto sul Cavaliere Oscuro in DVD e Blu-Ray in Italia, in BadTaste.it, 26 novembre 2008. URL consultato l'11 dicembre 2008.
  84. ^ a b c d Abbiamo visto il Blu-Ray del Cavaliere Oscuro, in BadTaste.it, 29 novembre 2008. URL consultato l'11 dicembre 2008.
  85. ^ a b (EN) The Dark Knight - DVD Sales, in the-numbers.com.
  86. ^ a b (EN) Nikki Finke, First Day 'Dark Knight' DVD Sales Break Record: Certain To Smash ALL Records, in Deadline.com, 10 dicembre 2008. URL consultato il 12 marzo 2010.
  87. ^ a b (EN) Josh Dreuth, The Dark Knight Closes in on 2 Million Units Sold Worldwide, in Blu-ray.com, 17 dicembre 2008. URL consultato l'11 marzo 2010.
  88. ^ a b (EN) Josh Dreuth, The Dark Knight Blu-ray Nears 3 Million Units Sold, in Blu-ray.com, 04 febbraio 2009. URL consultato l'11 marzo 2010.
  89. ^ Batman si è iscritto su Facebook, in Il Sole 24 ORE, 09 marzo 2011. URL consultato l'11 marzo 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]