Videogiochi di Batman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Batman & Robin per PlayStation

Lista di videogiochi aventi per protagonista il personaggio dei fumetti Batman creato da Bob Kane.

Come personaggio principale[modifica | modifica wikitesto]

Batman (1986)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Batman (videogioco 1986).

Tre anni prima del Batman di Tim Burton, Ocean Software realizzò questa avventura isometrica 3D per Amstrad, Spectrum, e MSX.

In questo gioco Batman deve salvare Robin, e per farlo deve recuperare le sei parti che costituiscono il "bat-craft hovercraft"

Scritta da Bernie Drummond e Jon Ritman, il videogioco è molto simile al loro precedente successo Head over Heels. Di questo Batman è stato fatto un remake per PC nel 2000, chiamato Watman e un remake per Game Boy Advance.

Batman: The Caped Crusader (1988)[modifica | modifica wikitesto]

Batman: The Caped Crusader
videogioco
PiattaformaZX Spectrum, Commodore 64, Amiga
Data di pubblicazione1988
GenerePiattaforme
TemaFumetto DC Comics
SviluppoOcean Software
Modalità di giocoGiocatore singolo

Batman: The Caped Crusader è un videogioco a piattaforme caratterizzato da uno stile simile alle tavole di un fumetto. È diviso in due distinte parti, giocabili in qualsiasi ordine.

Batman deve affrontare il Joker e il Pinguino (uno per parte), utilizzando pugni e batarang, e risolvendo enigmi.

Batman (1989)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Batman (videogioco 1989 NES) e Batman (videogioco 1989 Amiga).

Batman o Batman - The Video Game è il videogioco ufficiale tratto dal film Batman (1989) diretto da Tim Burton.
Il gioco è disponibile anche per NES, Mega Drive, Amiga, C64, MS-DOS, Game Boy ed altre piattaforme.

Batman (1990)[modifica | modifica wikitesto]

Batman
videogioco
Data di pubblicazione1990
GenerePiattaforme
TemaFumetto DC Comics
SviluppoNuMega
PubblicazioneAtari Games
Modalità di giocoGiocatore singolo

Batman ricalca anch'esso il film del 1989, e ne riproduce location e situazioni. Il protagonista dispone di diverse armi, come batarang o granate, e vi sono livelli con la Batmobile e il Batwing.

La colonna sonora del gioco è costituita dal tema musicale di Danny Elfman.

Batman: Return of the Joker (1991)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Batman: Return of the Joker.
Batman
videogioco
PiattaformaNintendo Entertainment System, Game Boy, Sega Mega Drive
Data di pubblicazione1991
GenerePiattaforme
TemaFumetto DC Comics
SviluppoSunsoft
PubblicazioneSunsoft
Modalità di giocoGiocatore singolo

Batman: Return of the Joker (noto anche come Batman: Revenge of the Joker per la versione Genesis, o Dynamite Batman per la versione NES giapponese), è un videogioco a scorrimento laterale in cui Batman deve fronteggiare Joker, fuggito ancora una volta di prigione, e ristabilire l'ordine a Gotham City. Le atmosfere del gioco ricordano molto il Batman degli anni '70.

Batman Returns (1993)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Batman Returns (videogioco).

Batman Returns è un videogioco ispirato al film Batman - Il ritorno (1992) diretto da Tim Burton ed interpretato da Michael Keaton.

le versioni per SEGA furono pubblicate dalla stessa SEGA, mentre quelle Nintendo da Konami.

Batman: The Animated Series (1993)[modifica | modifica wikitesto]

Batman: The Animated Series
videogioco
PiattaformaGame Boy
Data di pubblicazione1993
TemaFumetto DC Comics
SviluppoKonami
PubblicazioneKonami
Modalità di giocoGiocatore singolo

Batman: The Animated Series, realizzato nel 1993 da Konami esclusivamente per Game Boy, è il primo videogioco tratto dalla serie animata Batman: The Animated Series.

Tra i boss da sconfiggere vi sono:

Sono poi presenti i personaggi non giocabili di:


The Adventures of Batman and Robin (1994)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Adventures of Batman and Robin.


Batman Forever (1995)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Batman Forever (videogioco).


Batman & Robin (1998)[modifica | modifica wikitesto]

Batman & Robin è il videogioco tratto dall'omonimo film del 1997. È possibile impersonare i tre eroi che compaiono nel film:Batman,Robin e Batgirl.Scopo del gioco è impedire che Mr. Freeze riesca nel suo intento di congelare la città.

Batman: Chaos in Gotham (2001)[modifica | modifica wikitesto]

Batman: Chaos in Gotham
videogioco
PiattaformaGame Boy Color
Data di pubblicazione2001
TemaFumetto DC Comics
SviluppoUbisoft
Modalità di giocoGiocatore singolo

Sempre ispirata alla serie animata, in Chaos in Gotham Batman deve acciuffare i criminali fuggiti dall'Arkham Asylum.

Batman e Batgirl sono i personaggi giocabili, affiancati da Robin, Nightwing e il commissario Gordon. I boss da sconfiggere sono:


Batman: Gotham City Racer (2001)[modifica | modifica wikitesto]

Batman: Gotham City Racer
videogioco
PiattaformaPlayStation
Data di pubblicazione1º maggio 2001 (USA)
TemaFumetto DC Comics
SviluppoSinister Games

Batman: Gotham City Racer è un gioco di corse automobilistiche per Playstation ispirato alla serie animata Batman - Cavaliere della notte.

Gli eroi e alleati presenti nel gioco sono:

I nemici presenti nel gioco sono:

Gli altri personaggi presenti nel gioco sono:

Batman: Vengeance (2001)[modifica | modifica wikitesto]

Batman: Batman Vengeance
videogioco
PiattaformaPlayStation 2, Xbox, Nintendo GameCube, Game Boy Advance, Microsoft Windows
Data di pubblicazione18 novembre 2001 (USA)
TemaFumetto DC Comics
SviluppoUbisoft (studi di Montréal per le versioni console, studi di Shanghai per la versione PC)
Modalità di giocoGiocatore singolo

Batman Vengeance è un videogioco per PS2, Xbox, Nintendo GameCube, Game Boy Advance e Microsoft Windows.

Il gioco si sviluppa in 19 livelli, intervallati da scene di stampo cinematografico per una durata totale di circa 40 minuti. Le tecnologia utilizzata è la Gouraud Shading, e la visuale è in terza persona. Tra le armi utilizzabili, Batarang, rampino e granate.

Basato sulla serie animata Batman - Cavaliere della notte, in questo episodio Batman è oggetto di una cospirazione ordita dai maggiori criminali di Gotham.

Tra i doppiatori originali figurano quelli della serie animata Kevin Conroy (Batman) e Mark Hamill (il Joker).

Eroi e alleati:

Nemici:

Altri personaggi:


Batman: Dark Tomorrow (2003)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Batman: Dark Tomorrow.

Batman: Dark Tomorrow è un videogioco in terza persona con elementi stealth sviluppato da HotGen e distribuito da Kemco nel 2003 per Nintendo GameCube e Xbox.

Batman: Rise of Sin Tzu (2003)[modifica | modifica wikitesto]

Batman: Rise of Sin Tzu
videogioco
PiattaformaPlayStation 2, Xbox, Nintendo GameCube, Game Boy Advance
Data di pubblicazione16 ottobre 2003 (USA)
TemaFumetto DC Comics
SviluppoUbisoft Montreal
PubblicazioneUbisoft
Modalità di giocoGiocatore singolo, multiplayer

La notte dell'anniversario della morte dei genitori di Bruce Wayne, Batman deve affrontare un nuovo boss del crimine, Sin Tzu, insieme ai classici villains Spaventapasseri, Clayface e Bane.

Il personaggio di Sin Tzu è stato creato dal disegnatore Jim Lee.

Batman Begins (2005)[modifica | modifica wikitesto]

Batman Begins
videogioco
PiattaformaPlayStation 2, Xbox, Nintendo GameCube, Game Boy Advance, Telefono cellulare
Data di pubblicazione14 giugno 2005 (USA)
TemaFumetto DC Comics
SviluppoEurocom
PubblicazioneEA Games, Warner Bros. Interactive Entertainment
Modalità di giocoGiocatore singolo

Batman Begins, prodotto da EA Games, è il classico tie-in (cioè adattamento del film omonimo) di Batman Begins (2005) diretto da Christopher Nolan.

Il videogame segue fedelmente e linearmente lo stesso sviluppo delle vicende raccontate dal film.

Tra i doppiatori dei personaggi nella versione originale, figurano gli stessi interpreti della pellicola cinematografica Christian Bale (Bruce Wayne/Batman), Liam Neeson (Henri Ducard), Michael Caine (Alfred Pennyworth), solo per citarne tre, così come in lingua italiana sono doppiati dagli stessi doppiatori del film, ovvero Claudio Santamaria (Bruce Wayne/Batman), Alessandro Rossi (Henri Ducard), Simone D'Andrea (Jonathan Crane/Spaventapasseri), Renato Mori (Lucius Fox) e tutti gli altri.

Lego Batman (2008)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Lego Batman.

Lego Batman è un videogioco in cui l'universo di Batman è stato riadattato in versione Lego, un'operazione simile alle trilogie di Lego Star Wars.

Batman: Arkham Asylum (2009)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Batman: Arkham Asylum.

Il Joker organizza un attacco all'ufficio del sindaco, ma viene fermato da Batman senza opporre resistenza e riportato da quest'ultimo all'Arkham Asylum. Una volta arrivato al manicomio, il Cavaliere Oscuro scoprirà che la facile resa del Clown Principe Del Crimine faceva parte di un gigantesco piano ideato dal supercriminale stesso: prendere il controllo dell'ospedale psichiatrico, servendosi dell'aiuto degli altri supercriminali rinchiusi nel manicomio e dei suoi sgherri trasferiti da Blackgate ad Arkham a causa di un incendio al penitenziario. Toccherà a Batman riportare l'ordine nell'ospedale psichiatrico.

I doppiatori sono quelli della serie animata, sia in lingua originale che in lingua italiana: ovvero Kevin Conroy (Batman) e Mark Hamill (il Joker) per quanto riguarda la versione in inglese, e Marco Balzarotti (Batman) e Riccardo Peroni (il Joker) per quella in italiano.

Batman: Arkham City (2011)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Batman: Arkham City.

Batman: Arkham City è il sequel del fortunato videogioco Batman: Arkham Asylum, grande successo sia di critica che d'incassi.

La trama si svolge circa 18 mesi dopo gli eventi narrati nel capitolo precedente. L'Arkham Asylum e Blackgate vengono dichiarati non sufficientemente sicuri per contenere i criminali di Gotham City, così il nuovo sindaco di Gotham ed ex direttore del manicomio, Quincy Sharp, decide di trasformare una parte della città in un enorme penitenziario chiamato Arkham City, mettendoci lo psichiatra Hugo Strange al comando. Strange in qualche modo ha scoperto che Batman è in realtà Bruce Wayne, così manda una squadra dell'organizzazione militare "Tyger" a catturare il miliardario durante un comizio tenuto dallo stesso Wayne per denunciare la realizzazione di Arkham City, al fine di rinchiuderlo nel penitenziario ideato da Sharp. Lo psichiatra rivela all'alter ego del Cavaliere Oscuro l'esistenza di un misterioso Protocollo 10, la cui entrata in vigore è prevista circa 10 ore più tardi. Wayne riesce a liberarsi dalle grinfie di Strange e decide di non lasciare Arkham City finché non avrà scoperto cos'è il Protocollo 10, facendosi così inviare da Alfred la tuta di Batman tramite il Batplano, in modo da iniziare la nuova avventura nei panni del Cavaliere Oscuro.

La scoperta del Protocollo 10 non è l'unico obbiettivo del gioco, dato che seguiranno una serie di eventi legati a molti altri nemici di Batman. Inoltre, il videogioco comprende delle missioni secondarie che il videogiocatore può svolgere in qualsiasi momento. Circa il 10% della trama viene giocato nei panni di Catwoman, che fa la sua presenza ad Arkham City per rubare dei diamanti da Due Facce.

I doppiatori, sia in lingua originale che in lingua italiana, sono più o meno gli stessi del capitolo precedente: ovvero Kevin Conroy (Batman) e Mark Hamill (che presta la sua voce al Joker per l'ultima volta nella sua carriera), per quanto riguarda la versione in inglese, e Marco Balzarotti e Riccardo Peroni (il Joker), per quella in italiano.

Batman: Arkham Origins (2013)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Batman: Arkham Origins.

Gli eventi del videogioco si svolgono diversi anni prima di quelli narrati in Batman: Arkham Asylum, e viene mostrato un Batman più giovane e meno esperto nella lotta al crimine, il quale incontrerà per la prima volta alcuni dei suoi più grandi nemici e alleati. In questa avventura il Cavaliere Oscuro non ha ancora ottenuto il suo status di paladino di Gotham City, ma agisce come un vigilante la cui esistenza è ancora dubitata da molti poliziotti e criminali.

Batman: Arkham Knight (2015)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Batman: Arkham Knight.

Lo Spaventapasseri è tornato, stringendo un'alleanza con altri supercriminali per eliminare definitivamente Batman e minacciando l'intera Gotham di usare un nuovo gas sulla popolazione. La polizia è costretta a sgombrare le strade e le abitazioni, ritrovandosi con una città fantasma in cui regna la criminalità molto più che in passato. Il Cavaliere Oscuro dovrà mettere fine a tutto questo.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Justice League Task Force (1995)[modifica | modifica wikitesto]

Justice League: Injustice for All (2002)[modifica | modifica wikitesto]

Justice League: Chronicles (2003)[modifica | modifica wikitesto]

Justice League Heroes (2006)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Justice League Heroes.

Justice League Heroes è un gioco di ruolo con caratteristiche action, che permette impersonare Batman, Superman, Wonder Woman, Flash, Lanterna Verde, Martian Manhunter e Zatanna.

Mortal Kombat vs DC Universe (2008)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Mortal Kombat vs DC Universe.

Mortal Kombat vs DC Universe è un videogioco picchiaduro che presenta un crossover tra il mondo dei personaggi Mortal Kombat e quelli dei fumetti DC.

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi