Batman contro Dracula

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Batman contro Dracula
Batman contro Dracula - Trailer.png
L'incontro tra Batman e il conte Dracula in scena del film
Titolo originaleThe Batman vs. Dracula
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2005
Durata84 min
Genereanimazione
RegiaMichael Goguen
SceneggiaturaDuane Capizzi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Batman contro Dracula (The Batman vs. Dracula) è un film d'animazione statunitense del 2005 diretto da Michael Goguen.

La pellicola, uscita direttamente per il mercato home video (il 18 ottobre 2005 negli Stati Uniti), racconta l'epico scontro tra l'Uomo Pipistrello e il Conte Dracula.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gotham City. Il Joker e il Pinguino fuggono dal manicomio di Arkham. Al cimitero di Gotham, Pinguino cerca un tesoro che aveva nascosto lì, ma scopre che c'è solo la bara del terribile conte Dracula, esportata lì e, sbadatamente, lo sveglia. Dracula morde il guardiano del cimitero e fa risorgere altri morti sempre col tentativo di creare un esercito di altri vampiri. A una cena della Wayne Industries, Dracula si infiltra e incontra Batman, nelle vesti di Bruce Wayne, e la sua fidanzata, l'affascinante Vicki Vale. Pochi minuti dopo iniziò al cimitero il primo scontro fra Batman e Dracula. L'uomo pipistrello torna a casa malridotto e capisce subito che Dracula ha una forza superiore alla sua, e niente può sconfiggerlo. Nel successivo vespro, al cimitero, Joker si incontra con Pinguino, e sbadatamente, anche lui apre la bara di Dracula, così viene morso.

Dopo che Batman ha scoperto che anche Joker è una delle vittime e lo riporta ad Arkham. Dracula, che inoltre è innamorato anche di Vicki Vale, vuole ucciderla per trasformarla in vampira.

Per non far interrompere la cerimonia di sangue, Dracula tramortisce Batman, che in un primo momento verrà sopraffatto dalla potenza del vampiro, ma grazie alla sua forza di volontà, riuscirà a salvare la fidanzata e a sconfiggere Dracula esponendolo al sole, facendolo diventare cenere, durante il secondo ed ultimo scontro.

Alla fine della vicenda, a Gotham si crederà che era solo una trovata del Pinguino per trovare un tesoro nascosto; gli unici che sapranno la verità sono Batman, Pinguino, Vicki e Alfred.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il film è stato ispirato anche dai tre elseworlds Batman & Dracula: Red Rain, Bloodstorm e Crimson Mist, realizzati da Doug Moench, Kelley Jones, Malcolm Jones III e John Beatty (al posto di Malcolm Jones III nei due sequel).
  • Furono girati altri film con protagonisti i due personaggi, cioè Batman Dracula (1964) e Batman Fights Dracula (1967), entrambi mai autorizzati dalla casa editrice detentrice dei diritti di Batman, la DC Comics.
  • L'incubo di Bruce Wayne in cui appare un Batman vampiro è un riferimento ai succitati elseworlds che hanno ispirato il lungometraggio.
  • Alucard, il falso nome con cui il conte si presenta a Bruce Wayne è un riferimento al film Il figlio di Dracula, al protagonista di Castlevania: SotN (Alucard è semplicemente l'anagramma di Dracula, o meglio Dracula al contrario), nonché al manga e anime Hellsing, il cui protagonista si chiama proprio Alucard. Anche l'abbigliamento che il Conte indossa al ricevimento a villa Wayne è simile a quello di Alucard.
  • Il piano di Dracula di riportare in vita la sua sposa morta servendosi dell'energia vitale di Vicky Vale ricorda molto quello del principe Imhotep nel film La mummia (di Stephen Sommers).
  • La resurrezione di Dracula, risvegliato dal sangue del Pinguino, è ripresa dal film La maschera del demonio, di Mario Bava.
  • All'inizio del film Pinguino è rinchiuso al manicomio Arkahm Asylum. Tuttavia, in realtà il personaggio è un detenuto del Penitenziario di Blackgate, in quanto sano di mente. Tale dettaglio è tuttavia dovuto alla serie The Batman, su cui si basa il film.

Edizione home video[modifica | modifica wikitesto]

Nel DVD sono presenti, come contenuti extra, i due trailer e un "dietro le quinte".

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]