Castlevania (serie animata)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castlevania
cartone
Castlevania (serie animata).jpg
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti d'America
AutoreWarren Ellis
RegiaSam Deats
SoggettoCastlevania III: Dracula's Curse
MusicheTrevor Morris
StudioFrederator Studios, Powerhouse Animation Studios, Shankar Animation, Project 51 Productions, Mua Film
1ª TV7 luglio 2017
Episodi12 (completa)
Durata ep.23-25 minuti
1º streaming it.Netflix
Genereavventura, horror

Castlevania è una serie televisiva animata creata da Warren Ellis basata sul videogioco Castlevania III: Dracula's Curse della Konami. La serie narra di Trevor Belmont che deve difendere la Wallachia da Dracula e dalle sue creature.

All'inizio esisteva un progetto cinematografico basato sul videogioco, che era stato annunciato nel 2005 ed era andato avanti nello sviluppo per poi essere ufficialmente annullato nel 2009. Nel 2015 è stata finanziata la serie animata da Frederator Studios e Powerhouse Animation Studios, assieme a Netflix. Lo stile artistico è stato influenzato dall'anime giapponese e dagli artwork di Ayami Kojima che aveva realizzato per il videogioco Castlevania: Symphony of the Night.[1] La serie ha esordito il 7 luglio 2017 sulla piattaforma streaming di Netflix[2] e lo stesso giorno è stata rinnovata per una seconda stagione di 8 episodi.[3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Valacchia 1455

Una donna, Lisa di Lupo, si dirige verso un grande castello isolato. Entrando nella imponente magione, la donna fa la conoscenza di un misterioso e ombroso individuo. Questi non è altri che Vlad III Dracula Tepes, il signore del castello. Con sorpresa di Dracula, Lisa non ha alcuna paura nel trovarsi di fronte all'oscuro essere. La donna spiega di essere andata lì per imparare la vera arte della medicina, stanca che la gente creda alle superstizioni e venga fatto del male a chi cerca solo di aiutare il prossimo. Lisa, in cambio di un aiuto, offre a Dracula di insegnargli le buone maniere che ha perso da tempo, suggerendogli di viaggiare come una persona normale per accorgersi che il mondo intorno a loro sta progressivamente cambiando. Dracula mostra infine il suo laboratorio contenente macchinari e libri di ogni tipo. Lisa, stupita per tutto questo, crede fermamente che in questo modo la gente smetterà di essere ignorante affermando che, grazie a queste infinite conoscenze, Dracula può aiutare le persone più di quanto creda.

Targoviste, Valacchia: 1475

Lisa di Lupo, purtroppo però, viene bruciata al rogo sotto falsa accusa di stregoneria dalla chiesa, dopo il ritrovamento dei suoi strumenti di medicina in laboratorio. Lisa implora Dracula di non vendicarsi su di loro, dicendo che essi non sono consapevoli di quello che stanno facendo e che sono guidati dall'ignoranza. Dracula torna in quel momento dal suo viaggio nella casa dove abitava con Lisa, divenuta sua moglie, ma, con orrore, ciò che ritrova è solo un cumulo di macerie bruciate. Una vecchietta giunta lì poco dopo rivela a Dracula che Lisa è stata arrestata con l'accusa di stregoneria e che ormai è morta sul rogo. Dracula, scioccato per quello che hanno fatto alla propria amata moglie, versa lacrime di sangue e mostra un'espressione demoniaca; tuttavia, come ultimo gesto di umanità, lascia vivere la signora che non ha affatto approvato la condanna di sua moglie, avvertendola di lasciare il paese, per poi scomparire in una colonna di fuoco.

A Targoviste, Lisa ormai è perita in preda alle fiamme. In quello stesso momento il fuoco del rogo divampa enormemente mostrando il volto di Dracula, scioccando e terrorizzando tutti i presenti. Dracula accusa i presenti di avere ucciso sua moglie, e in preda all'odio giura apertamente vendetta, concedendo un anno ai cittadini per pentirsi per quello che hanno fatto, altrimenti sarebbero morti. Nella sua magione Dracula, furente, incomincia a fare progetti per scatenare il suo esercito di demoni dagli inferi. In quel momento, un ragazzo biondo fa il suo ingresso nella sala, obiettando che facendo ciò, Dracula ucciderà gente innocente come Lisa, e che solo chi ha compiuto il misfatto deve essere punito e che se l'esercito infernale fosse stato sguinzagliato non avrebbe più potuto richiamarlo. Dracula, sprezzante, non considera nessuno innocente, poiché nessuno dei presenti si era fatto avanti per aiutare Lisa. Il ragazzo cerca di fermarlo, ma viene aggredito.

Targoviste, Valacchia: 1476

Un anno dopo, l'arcivescovo fa la sua comparsa davanti ai presenti, celebrando il giorno in cui Lisa venne bruciata viva. In quello stesso momento il cielo si oscura e incomincia a piovere sangue, spaventando tutti i presenti. Intanto piccole creature cominciano a cadere dal cielo. Un terremoto improvviso infrange i vetri della chiesa e tutti i preti e l'arcivescovo vengono trafitti mortalmente mentre questa prende fuoco. Il volto infuocato di Dracula compare nel cielo, annunciando che il tempo che avevano gli abitanti della Valacchia è scaduto, condannandoli perché stavano festeggiando il giorno in cui sua moglie è morta. Il castello di Dracula spunta in mezzo alla città e un'orda di demoni esce dalla sue finestre potando il massacro tra gli abitanti che scappano terrorizzati. Dracula ordina infine ai demoni di portare distruzione e morte nelle altre città, intento più che mai a rendere Targoviste una landa in rovina nel nome della sua amata, e che non si fermerà finché tutto non sarà distrutto.

Trevor Belmont, un cacciatore di demoni caduto in disgrazia per false accuse della chiesa, si trova a bere in una locanda. Uno dei cittadini, in preda al panico, entra in quel momento nella locanda, avvertendo che l'orda oscura di Dracula si sta avvicinando, ma che forse, data la posizione del paese dovrebbe limitarsi a passargli a fianco senza alcuna ripercussione, avvertendo infine che la prossina città che sarà attaccata dai demoni è Greshit. Tuttavia, nessuno si preoccupa, in quanto la città è controllata dalle famiglie nobili più in vista. Belmont, per avere mostrato accidentalmente il suo stemma, viene riconosciuto dagli uomini della locanda, che alla fine lo aggrediscono; benché ubriaco, riesce infine a prevalere, sconfiggendoli. Uscito dalla locanda, in preda ai postumi della sbornia, Trevor Belmont imbocca la strada che lo conduce a Greshit. Privo ormai di provviste, la città è la sua ultima tappa per recuperare le forze, in quanto l'ultima città è lontana sessanta miglia. In quel momento si sentono dei grugniti disumani. Belmont osservando da lontano scopre che un gruppo di demoni gira intorno alle mura della città, dopo avere ucciso alcuni abitanti e preso i corpi dei bambini. Avvicinandosi alla città, Belmont trova l'ingresso bloccato asserragliato da vari oggetti e che i cittadini non possono né uscire né entrare. Ispezionando le mura riesce a trovare un passaggio dallo scarico dei liquami delle latrine. Entrato nella cittadina, Belmont osserva una pila di cadaveri buttati nel canale asciutto della città, tutti gli abitanti uccisi dai demoni, osservando infine come gli abitanti a stento cerchino di sopravvivere nonostante l'attacco dei demoni. Chiedendo informazioni in giro, Belmont scopre che c'è un gruppo di Parlatori nella città e che un misterioso eroe vissuto secoli prima giaccia dormiente sotto le catacombe della città, ma che al momento giusto si desterà per aiutarli. Avvertendo infine Belmont di tenere per sé quanto si è detto, in quanto il nuovo vescovo arrivato a Greshit da poco, non tollera che si parli di questo e che oltre ai demoni di Dracula, che assalgono la città di notte, di giorno si aggirano i suoi uomini, lasciando trapelare che esso si tratta di un vescovo alquanto diverso dagli altri. Belmont vede alcuni preti muniti di armi, catturare un parlatore, e si apprestano a ucciderlo, accusandolo di essere uno dei responsabili dei demoni della città. Intervenendo riesce infine a salvarlo. Il parlatore lo porta infine alla casa dove si trova il gruppo. Essi si rivelano essere un gruppo di nomadi in continuo movimento che essi raccolgono informazioni di ogni tipo e che divulgano tale conoscenze alla gente. I Parlatori sono soprattutto capaci di praticare la magia. Nonostante avessero ricevuto ordine di lasciare la città, essi sono rimasti per salvare i cittadini nonostante essi credano che sono loro i responsabili dei demoni nella città. Ciò è stato dovuto dalla chiesa della città che li ha usati come capro espiatorio. I Parlatori sanno in verità che è stata la chiesa a scatenare l'orda di demoni nella Valacchia in quanto alcuni di essi assistettero un anno prima, alla morte della moglie di Dracula sul rogo. Benché la chiesa cercò di metterli a tacere, essi riuscirono infine a scappare. Il capo dei Parlatori rivela che essi si trovano nella città soprattutto perché sono convinti che sotto di essa ci sia l'eroe addormentato e che con il suo aiuto potranno salvare gli abitanti di Greshit. Uno dei Parlatori è andato alla sua ricerca nelle catacombe, ma non ha però fatto ritorno, chiedendo infine a Trevor di aiutarli. Trevor Belmont, tuttavia non è interessato a questo in quanto la chiesa ha esiliato e distrutto la sua famiglia, facendoli finire nell'onta e nella vergogna. I Parlatori tuttavia continueranno a fare quello che riterranno giusto e che sono disposti anche a morire per salvarli. Belmont rivela che i cittadini, guidati dalla chiesa, presto verranno a ucciderli, accettando infine di andare alla ricerca del parlatore scomparso, chiedendo in cambio di abbandonare la città prima che sia tardi. Passando per il sepolcro del cimitero cittadino, Trevor si addentra nelle catacombe. Dopo alcune indagini, trova una stanza segreta sotto le tombe, Illuminata da un rudimentale impianto di illuminazione elettrico, con la presenza di una misteriosa statua umana. Belmont viene attaccato improvvisamente da un Ciclope che ha il potere di pietrificare le sue vittime. Ingaggiando una ardua battaglia, riesce infine a ucciderlo e la statua ritorna infine umana, rivelandosi il parlatore che era scomparso, nonché una ragazza. La ragazza si presenta come Sypha Belnades e che era andata alla ricerca del cavaliere addormentato. Ritornati dagli altri Paraltori, l'anziano abbraccia felicemente la nipote. Sypha insiste che bisogna tornare là sotto, in quanto tutto ciò che vi avevano trovato erano ostacoli per impedirle di raggiungere l'eroe. Belmont però riconosce che il ciclope e la tecnologia presenti lì sotto provengono dalla scienza di Dracula. Intento a lasciare la cittadina, Belmont viene bloccato dai preti del vescovo e che egli vuole parlargli direttamente nella chiesa, minacciandolo con le armi di seguirli. Entrato nella chiesa, Belmont incontra l'arcivescovo che si rivela colui che catturò e uccise ingiustamente Lisa di Lupo, la moglie di Dracula condannandola al rogo ritenendola una strega. Belmont capisce subito che il vescovo è un individuo folle, e senza scrupoli assetato di potere, il quale afferma che uccidendo i Parlatori verranno ben presto uccisi dai cittadini su suo ordine, credendo fermamente che questo fermerà l'orda di demoni. Il vescovo dà un'ultima occasione a Belmont di lasciare la città prima che cali il sole, considerandolo uno scomunicato che rovinerà l'armonia dei cittadini. In caso contrario avrebbe dato ordine di ucciderlo. Offrendogli che avrebbe fatto togliere tutte le onte che la famiglia Belmont ha riceuto nel corso degli anni. Il vescovo crede fermamente che l'orda distruggerà tutte le altre città e che in tal modo lui diventerà il grande capo della chiesa. Belmont tornato dai Parlatori, li avverte della follia del vescovo che intende farli uccidere dai cittadini nel nome della chiesa per evitare che i demoni attacchino Greshit. I parlatori però non intendono abbandonare a sé stessi i cittadini innocenti e che intendono aprirgli gli occhi prima che essi condannino la loro anima per delle menzogne di uomini bugiardi. Giunto ormai il crepuscolo, i demoni si stanno infine raggruppando per attaccare la città. Contemporaneamente i cittadini si preparano ad attaccare la casa dei Parlatori. Ma dentro c'è Trevor Belmont, intento a far ragionare i cittadini. Belmont ingaggia infine uno scontro con i falsi preti, riuscendo infine a scappare. Mentre è in atto l'inseguimento, dentro alla chiesa il vescovo attende la fine dell'esecuzione. In quel momento le porte si aprono, e dalle tenebre compaiono un gruppo di demoni capeggiato da un demone dalla forma lupesca in grado di parlare la lingua umana. Il vescovo cerca di respingerli in quanto essi si trovano in un luogo sacro, ma il demone, dice che la chiesa in cui si trovano è una scatola vuota senza alcuna protezione sacra. Il demone conversa col vescovo, dicendogli che il creatore ha abbandonato quel luogo, e che tutto ciò che egli ha fatto nel suo nome, lo ha disgustato e che è colpa sua se il massacro e la rovina sono giunti sulla Terra, e che il vescovo sapeva bene che la moglie di Dracula era una donna innocente, ma che ha fatto uccidere per sete di potere.

«Il tuo dio sa che noi non saremmo qui se tu non ci fossi! È stata tutta colpa tua lo sai vero?» demone lupesco

«Lei era una strega!» Vescovo.

«Menti! Nella casa del tuo dio!»

Il demone rivela infine al vescovo che essi tengono molto a lui, in quanto è grazie a esso se sono potuti giungere sulla Terra a portare il male. Come ringraziamento il demone bacia il vescovo terrorizzato sbranandolo brutalmente. Belmont viene infine circondato, ma in suo soccorso giunge Sypha Belnades, che rivela di sapere usare la magia e lo salva. Il cacciatore di vampiri accusa davanti ai cittadini che i preti sono degli impostori, in quanto essi utilizzano delle armi e che hanno sempre vessati alle loro regole, e che i Parlatori erano giunti a Greshit per aiutare i cittadini. Accusando apertamente che sono stati i preti insieme con il vescovo a scatenare i demoni della Valacchia per avere ucciso una donna innocente; la moglie di Dracula. I cittadini comprendono infine di avere davanti i responsabili della morte dei loro cari e dell'inferno in cui sono finiti, presi dall'ira, attaccano e uccidono brutalmente i falsi preti, vendicandosi infine per ciò che essi hanno causato. In quel momento i demoni attaccano la città. Belmont riuscendo a calmare gli animi organizza con i cittadini una resistenza per contrastarli. Con l'aiuto di un vero prete riescono a santificare l'acqua del pozzo usandola come arma contro i demoni. Grazie anche all'aiuto dei parlatori in grado di usare la magia, essi riescono infine a sconfiggerli. A causa di un crollo della strada, Belmont e Sypha, cadono infine in una stanza con al centro posizionata una bara. Attivando un meccanismo, la bara si apre rivelandovi all'interno un giovane ragazzo con i capelli lunghi e biondi. Sypha crede fermamente che egli sia l'eroe addormentato e che esso li salverà da Dracula. Belmont però comprende subito che egli è un vampiro e che non è vero che egli sia lì sotto da secoli. Avendo esaminato la struttura, e i meccanismi in funzione egli si trova lì di recente. Il vampiro spiega che è da un anno che egli si trova lì, e che le trappole messi lì non erano per loro, ma per impedire a lui di uscire. Il vampiro si rivela essere Adrian Tepes, meglio noto come Alucard dai valacchiani, e di essere il figlio di Dracula e Lisa di Lupo. Alucard si era rifugiato sotto Greshit per riprendersi dalle ferite inflitte da sua padre, quando tentò di fermarlo dal suo intento di scatenare i demoni per avere perso Lisa, e che è deciso più che mai a fermarlo prima che la sua follia e il suo odio facciano piombare il mondo nel caos totale. Alucard lo vuole fare anche come ultimo desiderio della madre. La profezia dei parlatori si rivela essere infine qualcosa proveniente dal futuro, che spiegava che un cacciatore, una studiosa e un vampiro si sarebbero incontrati per fermare Dracula e il suo esercito di demoni.

Trevor Belmont decide infine di combattere contro le armate di Dracula, aiutato dalla maga Sypha Belnades e da Alucard, il figlio di Dracula e che loro tre insieme riusciranno a fermarlo.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione USA Pubblicazione Italia
4
7 luglio 2017
8
26 ottobre 2018
Terza stagione
10
confermata[4]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Trevor Belmont (stagione 1-in corso), doppiato in originale da Richard Armitage e in italiano da Francesco Orlando. È un cacciatore di vampiri caduto in disgrazia e l'ultimo membro vivente della casata dei Belmont.
  • Adrian Tepes, conosciuto anche come Alucard (stagione 1-in corso), doppiato in originale da James Callis e in italiano da Valerio Amoruso. È il dampiro figlio di Dracula e di Lisa Tepes, che cerca di proteggere l'umanità dalla furia di suo padre.
  • Vlad Dracula Tepes (stagione 1-2), doppiato in originale da Graham McTavish e in italiano da Diego Sabre. È un vampiro che giura vendetta all'umanità per la morte della moglie e per questo ordina a un esercito di demoni e mostri di distruggere la Valacchia.
  • Sypha Belnades (stagione 1-in corso), doppiata in originale da Alejandra Reynoso e in italiano da Paola Della Pasqua. È una maga ed è la nipote dell'anziano, e come lui fa parte dei Parlatori.
  • L'Anziano (stagione 1-in corso), doppiato in originale da Tony Amendola e in italiano da Marco Balzarotti. È il leader di un gruppo di Parlatori che aiutano il popolo di Greshit.
  • Il Vescovo (stagione 1), doppiato in originale da Matt Frewer e in italiano da Oliviero Corbetta. È un uomo del clero che condanna la moglie di Dracula per stregoneria, e in seguito viene nominato vescovo di Greshit. Durante l'attacco di Targoviste, viene ucciso da una creatura della notte.
  • Lisa Tepes (stagione 1), doppiata in originale da Emily Swallow e in italiano da Lorella De Luca. È la moglie di Dracula che viene ingiustamente condannata al rogo per stregoneria.
  • Hector (stagione 2-in corso). Un essere umano appartenente alle armate di Dracula.
  • Isaac (stagione 2-in corso). Un essere umano appartenente alle armate di Dracula.
  • Carmilla (stagione 2-in corso). Una crudele vampira della Stiria.
  • Godbrand (stagione 2). Vampiro vichingo.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes, la serie ha un rating del 90%, basato su 10 recensioni, con una valutazione complessiva di 6.87/10.[5] È la prima volta che un adattamento di un videogame riceve una valutazione sufficiente sul sito.[6] Metacritic, riporta che la serie è stata accolta in generale da recensioni positive, con una valutazione complessiva di 71/100 basata su 4 recensioni.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 10 years of purgatory wasn't enough to keep Netflix's Castlevania down, su Destructoid. URL consultato il 31 luglio 2017.
  2. ^ (EN) Netflix Quietly Announces Castlevania Series For 2017, in CBR, 8 febbraio 2017. URL consultato il 31 luglio 2017.
  3. ^ (EN) Denise Petski, ‘Castlevania’ Animated Series Renewed For Season 2 By Netflix, in Deadline, 7 luglio 2017. URL consultato il 31 luglio 2017.
  4. ^ (IT) Netflix rinnova Castlevania per una terza stagione - News | Console-Tribe, in Console-Tribe, 1º novembre 2018. URL consultato il 2 novembre 2018.
  5. ^ (EN) Castlevania: Season 1 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 31 luglio 2017.
  6. ^ (EN) Castlevania Breaks a Rotten Tomatoes Record. URL consultato il 31 luglio 2017.
  7. ^ Castlevania. URL consultato il 31 luglio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]