Richard Armitage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Armitage al WonderCon 2014

Richard Crispin Armitage (Leicester, 22 agosto 1971) è un attore britannico, principalmente noto per i ruoli di John Thornton nella miniserie televisiva Nord e Sud, Sir Guy di Gisborne nella serie tv Robin Hood e Thorin Scudodiquercia nella trilogia cinematografica de Lo Hobbit diretta da Peter Jackson.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Leicester, in Inghilterra, figlio di John, un ingegnere, e Margaret, una segretaria, ha un fratello maggiore di nome Chris e ha studiato recitazione alla LAMDA. All'età di 14 anni ha convinto i suoi genitori a mandarlo in una scuola professionale a Coventry, dove ha potuto sviluppare il suo talento musicale: suona il violoncello, la chitarra e il flauto. A 17 anni è entrato a far parte di un circo di Budapest per sei settimane per ottenere la sua Equity card.[1]

Ha iniziato delle comparse televisive nel 1999, ma il primo ruolo importante lo ha avuto nel 2002, nel dramma della BBC Sparkhouse, e come protagonista ha recitato per la prima volta nella miniserie televisiva Nord e Sud, tratta dal romanzo omonimo di Elizabeth Gaskell, nella quale interpreta con grande successo il ruolo di John Thornton, che lo rende in breve tempo celebre tra il pubblico femminile, trasformandolo in vero e proprio sex symbol del mondo dello spettacolo.

A 28 anni ha fatto parte per diciotto mesi della Royal Shakespeare Company.

Successivamente, è stato conosciuto per il ruolo di Sir Guy di Gisborne nella serie Robin Hood del 2006 e per quello dell'agente MI5 Lucas North nella settima, ottava e nona stagione di Spooks.

È inoltre un attore teatrale: infatti ha preso parte a vari spettacoli. Dal 21 giugno al 13 settembre 2014 è andato in scena all'Old Vic di Londra nei panni di John Proctor, protagonista dell'opera di Arthur Miller, Il crogiuolo. In più, è coinvolto nella produzione di un dramma basato sulla vita di Riccardo III.

Nel 2010, il regista neozelandese Peter Jackson lo ha scelto per interpretare la parte di Thorin Scudodiquercia nella trilogia de Lo Hobbit, composta da Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato (2012), Lo Hobbit - La desolazione di Smaug (2013) e Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate (2014).

Nel 2015 prende parte alla terza e ultima stagione della serie televisiva Hannibal interpretando la parte del serial killer Francis Dolarhyde.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Staged (1999)

Teatrografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

1995

1998

1999

  • The Four Alice Bakers, di Fay Weldon (Birmingham Repertory Theatre) - young Richie Baker
  • Macbeth, di William Shakespeare (Swan Theatre; Theatre Royal; The Globe Tokyo; Young Vic; Long Wharf Theatre) - Angus

2000

2002

2010

2014

2016

  • Love, Love, Love, di Mike Bartlett (The Harold and Miriam Steinberg Centre for Theatre) - Kenneth

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Richard Armitage è stato doppiato da:

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) How Do I Get an Equity Card?, about.com, 31 agosto 2008. URL consultato il 22 dicembre 2014.
  2. ^ Alessia Pelonzi, Hannibal 3: Richard Armitage sarà Red Dragon!, badtv.com, 14 gennaio 2015. URL consultato il 13 gennaio 2015.
  3. ^ (EN) Winners Empire Awards 2015, su www.empireonline.com. URL consultato il 20 aprile 2015.
  4. ^ (EN) Full List of 2015 Saturn Awards Winners - Dread Central, dreadcentral.com. URL consultato il 26 giugno 2015.
  5. ^ Critics' Choice Awards | Critics' Choice Awards - Television Categories, su www.criticschoice.com. URL consultato il 24 luglio 2016.
  6. ^ The 2016 FANGORIA Chainsaw Awards Winners and Full Results!, fangoria.com. URL consultato il 24 luglio 2016.
  7. ^ The Year’s Best Audiobooks: 2016 Audie Award Finalists : The Booklist Reader, booklistreader.com. URL consultato il 24 luglio 2016.
  8. ^ The Complete List of Winners From the 42nd Annual Saturn Awards, tracking-board.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN78527602 · LCCN: (ENno2006023537 · ISNI: (EN0000 0001 1448 9597 · GND: (DE141245433 · BNF: (FRcb162193236 (data)