Bojan Krkić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il talent scout ed ex calciatore, vedi Bojan Krkić (1965).
Bojan Krkić
Bojan Bygoszcz.JPG
Dati biografici
Nome Bojan Krkić Pérez
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 170 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Stoke City Stoke City
Carriera
Giovanili
1999-2006 Barcellona Barcellona
Squadre di club1
2006-2007 Barcellona B Barcellona B 22 (10)
2007-2011 Barcellona Barcellona 104 (26)
2011-2012 Roma Roma 33 (7)
2012-2013 Milan Milan 19 (3)
2013 Barcellona Barcellona 0 (0)
2013-2014 Ajax Ajax 24 (4)
2014- Stoke City Stoke City 6 (1)
Nazionale
2006-2007
2007-2011
2008
2007-
Spagna Spagna U-17
Spagna Spagna U-21
Spagna Spagna
Catalogna Catalogna
20 (16)
21 (4)
1 (0)
7 (5)
Palmarès
Transparent.png Europeo U-17
Oro Belgio 2007
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Danimarca 2011
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 novembre 2014

Bojan Krkić Pérez, in serbo Бојан Кркић Перез?, noto semplicemente come Bojan (Linyola, 28 agosto 1990), è un calciatore spagnolo, attaccante dello Stoke City.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Può ricoprire tutti i ruoli in attacco, anche se predilige quello di centravanti. Destro naturale, gioca bene anche col sinistro ed è molto abile nel dribbling. Le sue principali qualità sono la velocità e la concretezza sotto porta.[1][2]

Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a Linyola, in provincia di Lleida, dall'omonimo padre, ex calciatore serbo, e madre catalana, Bojan inizia a giocare a calcio all'età di quattro anni nella squadra di Bellpuig, dove resta per cinque stagioni. A 8 anni partecipa a un campo estivo organizzato dal Barcellona ad Andorra, facendosi notare dai tecnici blaugrana, che lo mettono sotto contratto.[4]

Barcellona[modifica | modifica wikitesto]

1999-2007: giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Entra a far parte del club catalano il 13 luglio 1999, confermando subito le sue doti realizzative a suon di record. Grazie a un metodo utilizzato nella cantera del Barcellona, sull'esempio dell'Ajax, gioca sempre in categorie superiori a quella della sua età, abituandosi, come tutti i giocatori di maggior prospetto, a giocare contro avversari più forti fisicamente.[5]

Nella sua prima stagione (1999-2000), gioca coi Benjamín A, categoria di calcio a 7 creata per selezionare i migliori talenti provenienti dalle scuole calcio, segnando 220 gol. Nel 2000-2001 passa al calcio a 11, realizzando 98 reti negli Alevín B. L'anno successivo, negli Alevín A guidati da Sergio Lobera, Bojan è ancora, con 65 gol realizzati, il trascinatore del Barcellona, che porta alla vittoria nel Campeonato Nacional Alevín disputato a Brunete; si aggiudica pure il titolo di miglior giocatore e di capocannoniere del torneo. Nella stagione 2002-2003, allenato da Xavi Llorens nell'Infantil B gioca alcune partite da esterno, che non gli impediscono di segnare 75 gol.[6]

Nella stagione 2003-2004, militando nella categoria Infantil A, firma l'impresa più importante della sua giovane carriera. L'8 maggio 2004, nell'ultima giornata di campionato, giocata in casa dell'Espanyol a Sant Adrià, realizza una doppietta, ribaltando il vantaggio iniziale biancazzurro. La rete decisiva (85ª stagionale), segnata all'ultimo minuto, consente alla squadra di Sergio Lobera di vincere la División de Honor Infantil, proprio ai danni della rivale cittadina.[7]

La stagione 2004-2005 è piuttosto travagliata per Bojan, costretto, a causa di un infortunio, a saltare diverse partite. Non fa tuttavia mancare il suo apporto realizzativo, 40 gol, alla causa del Cadete B.[6]

Nella stagione 2005-2006, dopo aver segnato 20 gol nel girone d'andata con i Cadete A, passa prima al Juvenil B e, subito dopo, al Juvenil A allenato da Alex García. In entrambe le squadre segna 10 reti.[6] Il 23 aprile 2006, il Barça avrebbe dovuto vincere al "Camp del Centenari" di Badalona nell'ultima giornata di campionato per rendere inutile la vittoria dell'Espanyol contro il Cornellà (1-0). Bojan entra in campo nella ripresa coi blaugrana in svantaggio di un gol e, al 95', segna la rete della vittoria su passaggio di Giovani dos Santos, laureandosi così campione della División de Honor Juvenil.[7] Questo gol gli permette di raggiungere le 889 marcature totali, tra ufficiali e amichevoli, in sette anni di Barcellona.[8] Conclude la stagione da titolare giocando la Copa del Rey Juvenil. Nella partita di ritorno delle semifinali, giocata al Mini Estadi, segna una rete nel 3-0 inflitto al Real Madrid che permette di rimontare il 4-1 subito nella capitale.[9] Gli azulgrana si aggiudicano il titolo imponendosi per 2-0 sul Saragozza nella finale di Soria.[10] In Italia, gioca quell'anno il Torneo Maggioni-Righi di Borgaro, dove con la sua squadra si classifica secondo dietro alla selezione della Romania, laureandosi miglior giocatore della competizione, nonostante fosse un classe '90 in una competizione riservata all'annata '89.[11]

Nella stagione 2006-2007 segna subito 15 reti col Juvenil A. Viene quindi convocato nel Barcellona Atlètic, filiale della prima squadra militante in Segunda B. Con la squadra allenata da Quique Costas fa il suo esordio il 19 novembre sul campo dell'Huesca, mentre il primo gol arriva la settimana successiva contro il Benidorm.[12][13] Le 10 reti segnate in 22 partite lo fanno diventare il miglior realizzatore della squadra, senza riuscire a evitare la retrocessione della stessa.[6][14][15][16]

Nei suoi otto anni trascorsi a La Masia Bojan ha segnato 648 reti in partite ufficiali, con una media di tre gol a partita, e si è affermato come il miglior realizzatore nella storia della cantera catalana.[2]

Stagione 2007-2008: i record[modifica | modifica wikitesto]

Entra a far parte della prima squadra sotto la guida tecnica di Frank Rijkaard, nel 2007.

Debutta nella Liga il 16 settembre 2007 contro l'Osasuna nello stadio Reyno de Navarra. Il 22 settembre, nella partita contro il Lione diventa, a 17 anni e 25 giorni, il più giovane esordiente nella storia della Champions League.[17]

Il 20 ottobre, contro il Villarreal, conquista altri due primati di precocità della storia del Barça: diventa il titolare più giovane[18] e, grazie al gol segnato, è, a 17 anni e due mesi, il più giovane marcatore nella Liga, battendo il precedente record detenuto da Lionel Messi. Il 24 novembre segna il suo primo gol al Camp Nou diventando il più giovane giocatore del Barça a segnare nello stadio di casa.[17] Il 23 marzo 2008, contro il Valladolid, realizza la sua prima doppietta in prima squadra, fornendo anche due assist per il 4-1 finale degli azulgrana, decidendo la partita.[19] Il 1º aprile arriva anche la prima rete in Champions League, nell'andata dei quarti di finale contro lo Schalke 04, che lo fa diventare il secondo più giovane marcatore nella storia della Champions, dietro il solo ghanese dell'Olympiakos Peter Ofori-Quaye, che nel 1997 andò a segno all'età di 17 anni e 195 giorni, 22 giorni in meno di Bojan. Il giovane canterano chiude la stagione (giocata col numero 27 sulle spalle) con 10 gol e tre assist nella Liga, un gol e un assist in Champions League e in Coppa del Re.[17]

2008-2011: il triennio con Guardiola[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2008-2009 il nuovo numero 11 catalano partecipa alla stagione del Barcellona del triplete allenato da Josep Guardiola che vince Liga, Coppa del Re e Champions League.[20] Poco utilizzato in campionato (con 2 reti all'attivo), Bojan è protagonista nella vittoria della Coppa del Re con 5 reti segnate, di cui una nella finale del 13 maggio 2009 vinta sull'Athletic Bilbao.[21] Segna anche 3 gol in Champions League, marcature che gli permettono di chiudere la stagione a quota 10 reti e cinque assist.[22]

Bojan inizia la stagione 2009-2010 con due reti nelle prime quattro partite, una nella Supercoppa di Spagna vinta contro l'Athletic Bilbao), quando una lesione muscolare lo costringe subito a fermarsi.[23] Il 21 novembre, al San Mamés di Bilbao, diventa il più giovane giocatore nella storia del club catalano a raggiungere le 100 presenze in partite ufficiali.[24] Fatica quindi a trovare spazio in squadra, chiuso da Messi, Thierry Henry, Zlatan Ibrahimović e Pedro,[25][26] ma partecipa comunque alla vittoria Mondiale negli Emirati Arabi.[27] In primavera diviene titolare al posto di Ibrahimović e segna 7 reti, decisive per la conquista del 20º titolo nazionale della storia del Barça.[28][29][30] Chiude la stagione con 8 reti e tre assist nella Liga, 2 reti in Coppa del Re e una in Champions League.[31]

Nella stagione 2010-2011 Bojan rileva la maglia numero 9, già indossata nelle giovanili, diventando il primo canterano a indossarla dai tempi di Jordi Cruijff.[32] In agosto si aggiudica la sua seconda Supercoppa di Spagna contro il Siviglia.[33] Il 26 ottobre, nella gara contro il Ceuta, valevole per i sedicesimi di finale della Coppa del Re, fa il suo esordio ufficiale come capitano del Barcellona, offrendo un assist nel 2-0 finale.[34][35]

Il suo contratto col Barcellona sarebbe scaduto a giugno del 2015 e prevedeva una clausola di rescissione di 100 milioni di euro.[24][36]

Roma[modifica | modifica wikitesto]

Bojan alla Roma nell'estate del 2012

Il 22 luglio 2011 passa alla società italiana della Roma per 12 milioni di euro. L'operazione prevede il diritto al riscatto da parte del Barcellona al termine della stagione sportiva 2011-2012 per una cifra pari a 17 milioni di euro o l'obbligo nel 2012-2013 per 13 milioni; la Roma, comunque, si riserva la facoltà di bloccare il giocatore se verserà ulteriori 28 milioni, per un totale di 40 milioni di euro.[37][38] Bojan sceglie la maglia numero 14.[39] Esordisce ufficialmente il 18 agosto 2011 nella sconfitta per 0-1 contro lo Slovan Bratislava, partita d'andata del terzo turno di Europa League.[40] L'11 settembre 2011 debutta anche in campionato nella gara contro il Cagliari allo Stadio Olimpico, persa per 1-2.[41] Il 1º ottobre 2011 segna il suo primo gol ufficiale con la maglia giallorossa contro l'Atalanta, nella partita vinta 3-1 dalla Roma.[42] Chiude la stagione con 7 gol all'attivo, tra cui, particolarmente pregevole è quella segnata il 5 febbraio 2012 contro l'Inter, che mette fine alla partita sul 4-0 per la squadra della Capitale, in cui Bojan si smarca numerosi giocatori nerazzurri prima di mettere il pallone alle spalle di Júlio César.[43]

Prestito al Milan[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 agosto 2012 si trasferisce al Milan con la formula del prestito[44] oneroso (250 000 euro da retribuire alla società che deteneva il cartellino del calciatore, ossia la Roma).[45] Il trasferimento non modifica gli accordi preesistenti tra Barcellona e Roma,[46] anche se il Milan ottiene un'opzione per il riscatto del giocatore con contro-opzione a favore della squadra catalana.[47][48] Esordisce con la maglia rossonera il 1º settembre seguente, in occasione della seconda giornata di campionato, vinta per 3-1 in casa del Bologna, nella quale subentra a Stephan El Shaarawy al 67º minuto di gioco.[49] Con la squadra milanese segna la sua prima rete il 3 novembre 2012, durante la partita casalinga vinta per 5-1 contro il Chievo.[50][51] Il giocatore, dopo un'annata caratterizzata da qualche infortunio di troppo, che lo ha portato ad essere utilizzato solo 19 volte, non viene riscattato dal Milan e fa quindi ritorno al Barcellona.

Prestito all'Ajax[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 luglio 2013 il Barcellona lo cede in prestito all'Ajax.[52][53] Segna la sua prima rete il 1º dicembre dello stesso anno, contro l'ADO Den Haag, siglando il definitivo 4-0. A fine stagione non viene riscattato dall'Ajax e fa quindi ritorno al Barcellona.

Stoke City[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 luglio 2014 viene acquistato a titolo definitivo dagli inglesi dello Stoke City, con cui firma un contratto quadriennale.[54]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Bojan nel 2011 con l'Under-21 della Spagna

Bojan ha giocato in tutte le principali rappresentative giovanili spagnole. Dopo essere stato al centro di una contesa tra Serbia e Spagna per giocare gli Europei Under-17 in Lussemburgo,[55] sceglie di giocare per le Furie Rosse e fa il suo esordio in Nazionale proprio durante l'europeo di categoria. Il 3 maggio 2006, contro il Lussemburgo, entra in campo nella ripresa e realizza una tripletta.[56] Pur giocando una sola partita intera su un totale di cinque disputate dalla Spagna diventa capocannoniere del torneo. Nella finale per il terzo posto, decisa ai rigori, Bojan (già andato in gol al 53') segna con il tiro decisivo che classifica la Spagna al terzo posto.[57]

L'anno dopo è uno dei protagonisti della selezione europea Under-18 che si aggiudica la Meridian Cup nella doppia sfida contro la selezione africana.[58][59] Sempre nel 2007 partecipa nuovamente agli Europei Under-17, che questa volta si disputano in Belgio. Segna due gol decisivi: in semifinale, contro la squadra di casa, segna la rete del pareggio e uno dei rigori finali che consentono alla Spagna di accedere alla finale del 13 maggio,[60] che viene decisa dalla sua rete all'Inghilterra (1-0). Le Furie Rosse si laureano campioni d'Europa e Bojan viene nominato miglior giocatore del torneo.[57][61]

Il 19 agosto 2007 esordisce nel Mondiale Under-17 che si gioca in Corea del Sud segnando due gol nella vittoria sull'Honduras. Negli ottavi un'altra sua doppietta consente di eliminare la Corea del Nord, battuta 3-0. In semifinale, dopo aver realizzato il gol che consente alla Spagna di eliminare il Ghana e qualificarsi alla finale, rimedia un'espulsione per doppia ammonizione nei minuti di recupero, fatto che gli impedisce di giocare la finale, dove è la Nigeria a prevalere ai calci di rigore. Bojan viene nominato terzo miglior giocatore del torneo; è terzo anche nella classifica cannonieri con 5 gol.[62]

Per evitare la convocazione da parte della Serbia, viene convocato da Iñaki Sáez nella Nazionale Under-21.[63] Debutta a Tbilisi il 5 giugno 2007 contro la Georgia,[64][65] a 16 anni, segnando il suo primo gol con l'Under-21 contro la Polonia, nella sua seconda gara in Nazionale, la prima da titolare.[62] Partecipa, giocando due partite, al Campionato europeo di calcio Under-21 del 2009, disputato in Svezia, nel quale la Spagna viene eliminata al primo turno.[62] Dopo più di un anno di assenza, viene riconvocato dal nuovo CT Luis Milla per la sfida contro la Finlandia, dove va a segno nell'1-1 finale.[62][62] Nel giugno 2011 partecipa agli Europei Under-21 che si svolgono in Danimarca, dove colleziona 3 presenze. Il 25 giugno 2011, a seguito della vittoria della Spagna contro la Svizzera per 2-0, si laurea campione d'Europa Under-21.

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Bojan nel 2009 con la selezione della Catalogna durante un match contro l'Argentina

Viene convocato da Luis Aragonés per la partita amichevole delle furie rosse contro la Francia, giocatasi il 6 febbraio 2008. Diventa così il più giovane giocatore convocato per una partita della Nazionale maggiore (17 anni e cinque mesi).[66] A causa di una chinetosi non riesce comunque a scendere in campo, perdendo la possibilità di diventare il più giovane giocatore a vestire la maglia della Spagna.[67] Ad agosto viene convocato da Vicente del Bosque per un'amichevole contro la Danimarca, ma l'esordio viene rimandato nuovamente.[68] Nei giorni seguenti, il tecnico serbo Radomir Antić esprime il desiderio di convocarlo, ottenendo un nuovo rifiuto.[69]

Il 10 settembre 2008 fa il suo debutto nella sfida valida per le qualificazioni mondiali contro l'Armenia, diventando il secondo giocatore più giovane a esordire in Nazionale, davanti a Cesc Fàbregas ma dietro ad Ángel Zubieta, 17 anni e nove mesi all'epoca dell'esordio.[62]

Selezione catalana[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver difeso i colori catalani nei campionati di categoria Under-11, Under-14 e Under-16,[70] il 29 dicembre 2007, a Bilbao, fa il suo esordio nella rappresentativa maggiore contro i Paesi Baschi, andando a segno nell'1-1 finale.[71] Viene convocato prima da Pere Gratacós, poi da Johan Cruijff, per giocare anche le ultime due amichevoli di fine anno, nel 2008 contro la Colombia e nel 2009 contro l'Argentina, segnando un gol in entrambe le occasioni.[72][73] Il 29 dicembre 2010, nella gara giocata al Montjuïc contro l'Honduras, segna una doppietta che gli permette di eguagliare Mariano Martín come massimo realizzatore della storia della Selecció con 6 reti.[74]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 9 novembre 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007 Spagna Barcellona B SDB 22 10 - - - - - - - - - 22 10
2007-2008 Spagna Barcellona PD 31 10 CR 8 1 UCL 9 1 - - - 48 12
2008-2009 PD 23 2 CR 9 5 UCL 10 3 - - - 42 10
2009-2010 PD 23 8 CR 4 2 UCL 5 1 SS+SU+Cmc 2+1+1 1+0+0 36 12
2010-2011 PD 27 6 CR 5 1 UCL 3 0 SS 2 0 37 7
Totale Barcellona 104 26 26 9 27 5 6 1 163 41
2011-2012 Italia Roma A 33 7 CI 2 0 UEL 2[75] 0 - - - 37 7
2012-2013 Italia Milan A 19 3 CI 2 0 UCL 6 0 - - - 27 3
2013-2014 Paesi Bassi Ajax ED 24 4 CO 3 1 UCL+UEL 2+2 0 SO 1 0 32 5
2014-2015 Inghilterra Stoke City PL 6 1 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 7 1
Totale carriera 208 51 34 10 39 5 7 1 288 67

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Spagna Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-9-2008 Albacete Spagna Spagna 4 – 0 Armenia Armenia Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 56’ 56’
Totale Presenze 1 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Catalogna Catalogna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-12-2007 Bilbao Paesi Baschi Paesi Baschi 1 – 1 Catalogna Catalogna Amichevole 1 Uscita al 88’ 88’
24-5-2008 Barcellona Catalogna Catalogna 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Argentina Olimpica
28-12-2008 Barcellona Catalogna Catalogna 2 – 1 Colombia Colombia Amichevole 1 Ingresso al 48’ 48’
22-12-2009 Barcellona Catalogna Catalogna 4 – 2 Argentina Argentina Trofeu Catalunya Internacional 1
28-12-2010 Barcellona Catalogna Catalogna 4 – 0 Honduras Honduras Trofeu Catalunya Internacional 2 Uscita al 79’ 79’
30-12-2011 Barcellona Catalogna Catalogna 0 – 0 Tunisia Tunisia Trofeu Catalunya Internacional -
2-1-2013 Cornellà de Llobregat Catalogna Catalogna 1 – 1 Nigeria Nigeria Amichevole - Uscita al 46’ 46’
Totale Presenze (10º posto) 7 Reti (2º posto) 5

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Belgio 2007
Danimarca 2011

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore rivelazione: 2007-2008
  • Miglior giocatore del Campionato d'Europa Under-17: 1
2007
2006 (5 gol, a pari merito con Tomáš Necid e Manuel Fischer)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Bojan Krkic Pérez, fcbarcelona.cat. URL consultato il 9 maggio 2010.
  2. ^ a b Paolo Condò, Clonati Ronaldinho e Messi, La Gazzetta dello Sport, 17 gennaio 2007. URL consultato l'8 novembre 2012.
  3. ^ (EN) Don Balon’s list of the 100 best young players in the world, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2011.
  4. ^ (ES) Bojan Krkic: Un depredador con cara de niño, elmundodeportivo.es, 2 gennaio 2008. URL consultato il 7 maggio 2010.
  5. ^ (ES) Biografía de Bojan Krkic, bojan-krkic.com. URL consultato il 7 maggio 2010.
  6. ^ a b c d (ES) Una década de goles con el sello de Bojan, fcbarcelona.cat, 13 luglio 2009. URL consultato il 7 maggio 2010.
  7. ^ a b (ES) pesadilla 'perica' en miniatura, fotolog.com, 1º novembre 2007. URL consultato il 7 maggio 2010.
  8. ^ (CA) Un nou èxit del planter, fcbarcelona.com. URL consultato il 19 maggio 2010.
  9. ^ (ES) Bojan y Giovani ya fueron verdugos del Real Madrid, sport.es, 22 dicembre 2007. URL consultato il 19 maggio 2010.
  10. ^ (ES) El Barcelona se llevó la Copa del Rey de juveniles ante el Zaragoza, marca.com, 24 giugno 2006. URL consultato il 7 maggio 2010.
  11. ^ Bojan Krkic, il 18enne serbo-spagnolo che ha conquistato il Camp Nou, altervista.org. URL consultato il 7 maggio 2010.
  12. ^ (ES) La mala suerte de cara al gol en el B, sigue, blogspot.com, 20 novembre 2006. URL consultato il 19 maggio 2010.
  13. ^ (ES) El Barça B no levanta cabeza, blogspot.com, 26 novembre 2006. URL consultato il 19 maggio 2010.
  14. ^ Bojan Krkic, fenomeno serbo-spagnolo, corrieredellosport.it. URL consultato il 7 maggio 2010.
  15. ^ (ES) Bojan Krkic Pérez, fcbarcelona.cat. URL consultato il 7 maggio 2010.
  16. ^ (ES) El descenso del Barça B a Tercera pone en duda el futuro de la cantera azulgrana, marca.com, 21 maggio 2007. URL consultato il 19 maggio 2010.
  17. ^ a b c (ES) Biografía de Bojan Krkic, bojan-krkic.com. URL consultato il 9 maggio 2010.
  18. ^ (ES) Bojan coge el relevo de Messi, fcbarcelona.cat. URL consultato il 9 maggio 2010.
  19. ^ La Liga - Bojan Krkic illumina il Camp Nou - Yahoo! Italia Sport, 23 marzo 2008
  20. ^ (ES) Barça campeón de Europa, elheraldo.hn, 26 maggio 2009. URL consultato il 9 maggio 2010.
  21. ^ (ES) Barcelona campeón de la Copa del Rey, eluniverso.com, 13 maggio 2009. URL consultato il 9 maggio 2010.
  22. ^ (ES) Bojan Krkic Pérez - Estadisticas 2008-09, fcbarcelona.cat. URL consultato il 10 maggio 2010.
  23. ^ (ES) Bojan se lesiona y estará unos 20 días de baja, elmundo.es, 1º settembre 2009. URL consultato il 17 maggio 2010.
  24. ^ a b (ES) Un '9' hecho en casa, fcbarcelona.cat, 20 dicembre 2010. URL consultato il 20 dicembre 2010.
  25. ^ (ES) Bojan ¿olvidado por Guardiola?, blogspot.com, 12 febbraio 2010. URL consultato il 17 maggio 2010.
  26. ^ (ES) Bojan apunta a titular, sport.es, 9 marzo 2010. URL consultato il 17 maggio 2010.
  27. ^ (ES) Mundial de Clubes 2009: Barcelona vs Atlante [FIN DEL PARTIDO], wordpress.com, 16 dicembre 2009. URL consultato il 17 maggio 2010.
  28. ^ (ES) Bojan deja en el banquillo a Ibra y marca un golazo, sport.es, 2 maggio 2010. URL consultato il 17 maggio 2010.
  29. ^ (ES) Barça: Los niños vencen a las estrellas, larazon.es, 6 maggio 2010. URL consultato il 17 maggio 2010.
  30. ^ (CA) Mitja Lliga a Sevilla (2-3), fcbarcelona.cat, 8 maggio 2010. URL consultato il 17 maggio 2010.
  31. ^ (CA) Bojan Krkic Pérez - Estadístiques 2009-10, fcbarcelona.cat, 17 maggio 2010. URL consultato il 17 maggio 2010.
  32. ^ (ES) Bojan lucirá el '9' y Jeffren el '11', fcbarcelona.es, 1º settembre 2010. URL consultato il 3 settembre 2010.
  33. ^ Barcellona vince la Supercoppa, raisport.rai.it, 21 agosto 2010. URL consultato il 3 settembre 2010.
  34. ^ (ES) Bojan se estrena oficialmente como capitán, fcbarcelona.cat, 27 ottobre 2010. URL consultato il 27 ottobre 2010.
  35. ^ (ES) El Barcelona sí hace sus deberes, diariodenavarra.es, 27 ottobre 2010. URL consultato il 27 ottobre 2010.
  36. ^ (ES) Bojan renovará hasta el 2015, fcbarcelona.cat, 20 dicembre 2010. URL consultato il 20 dicembre 2010.
  37. ^ Acquisizione a titolo definitivo dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Bojan Krkic Perez (PDF), asroma.it, 23 luglio 2011. URL consultato il 13 gennaio 2012.
  38. ^ Roma, Bojan è ufficiale. Contratto fino al 2015 in Tuttosport.com, 23 luglio 2011. URL consultato il 12 settembre 2011.
  39. ^ As Roma, ecco i numeri di maglia. Bojan il 14, Heinze il 5, Valdes il 3. Verre prende il 94 di Menez, laroma24.it, 4 agosto 2011. URL consultato il 20 agosto 2011.
  40. ^ Emanuele Muscianesi, La Roma resta a secco, lo Slovan la beffa in la Repubblica.it, 18 agosto 2011. URL consultato il 24 agosto 2011.
  41. ^ Luis Enrique: "Roma, serve tempo" in Gazzetta.it, 11 settembre 2011. URL consultato il 12 settembre 2011.
  42. ^ Riccardo Pratesi, Roma bella, vincente e in vetta, espugna l'Olimpico: 3-1 all'Atalanta in Gazzetta.it, 1º ottobre. URL consultato il 1º ottobre.
  43. ^ La Roma si scatena. Inter non pervenuta, repubblica.it, 5 febbraio 2012.
  44. ^ Bojan: comunicato ufficiale A.C. Milan, acmilan.com, 29 agosto 2012. URL consultato il 4 novembre 2012.
  45. ^ Bojan Krkic Perez (PDF), asroma.it, 29 agosto 2012. URL consultato il 4 novembre 2012.
  46. ^ (EN) Bojan Krkic signs with AC Milan, fcbarcelona.com, 29 agosto 2012. URL consultato il 4 novembre 2012.
  47. ^ Galliani: "Abbiamo un diritto di opzione su Bojan", acmilan.com, 4 settembre 2012. URL consultato il 4 novembre 2012.
  48. ^ (EN) Overview of Barça's summer signings, fcbarcelona.com, 4 settembre 2012. URL consultato l'8 novembre 2012.
  49. ^ Bologna 1 - 3 Milan, legaseriea.it, 1º settembre 2012. URL consultato il 2 settembre 2012.
  50. ^ Gaetano De Stefano, Il Milan è tornato. Col Chievo finisce 5-1, La Gazzetta dello Sport, 3 novembre 2012. URL consultato il 3 novembre 2012.
  51. ^ Milan 5 - 1 ChievoVerona, legaseriea.it, 3 novembre 2012. URL consultato il 3 novembre 2012.
  52. ^ Ajax.nl, Ajax huurt Krkic van FC Barcelona, 6 luglio 2013.
  53. ^ Barcelona.com, Bojan Krkic out on loan to Ajax, 6 luglio 2013.
  54. ^ http://www.stokecityfc.com/news/article/bojans-a-potter-1775217.aspx
  55. ^ (ES) Promesas: Bojan Krkic, wordpress.com, 1º marzo 2007. URL consultato il 7 maggio 2010.
  56. ^ (ES) Bojan, un ascenso imparable de dos años y cuatro meses, sport.es, 12 settembre 2008. URL consultato il 7 maggio 2010.
  57. ^ a b 2007: Bojan Krkić, uefa.com, 17 aprile 2008. URL consultato il 10 maggio 2010.
  58. ^ (ES) Bojan y Savall, el futuro, elperiodico.com, 2 marzo 2007. URL consultato l'11 maggio 2010.
  59. ^ (ES) Europa se da un festín ante una desafortunada África, as.com, 27 febbraio 2007. URL consultato l'11 maggio 2010.
  60. ^ (ES) La selección española sub-17 se mete en la final del europeo con Bojan como estrella, 20minutos.es, 10 maggio 2007. URL consultato il 7 maggio 2010.
  61. ^ (ES) Los Sub-17 se proclaman campeones de Europa a ritmo de Bojan, 20minutos.es, 13 maggio 2007. URL consultato il 7 maggio 2010.
  62. ^ a b c d e f (ES) Biografía de Bojan Krkic, bojan-krkic.com. URL consultato il 7 maggio 2010.
  63. ^ (ES) Bojan debuta con la selección española Sub'21 a los 16 años, 20minutos.es, 5 giugno 2007. URL consultato il 2 ottobre 2011.
  64. ^ (ES) Bojan Krkic entra en la convocatoria de la sub'21 con 16 años, marca.com, 24 maggio 2007. URL consultato il 7 maggio 2010.
  65. ^ (ES) Bojan Krkic : Biografía de Bojan Krkic, tubuscas.com. URL consultato il 7 maggio 2010.
  66. ^ (ES) Bojan, el jugador más joven en ser convocado por la selección, elnortedecastilla.es, 2 febbraio 2008. URL consultato il 2 ottobre 2011.
  67. ^ (ES) Bojan, fuera a última hora por culpa de un mareo, elmundo.es, 6 febbraio 2008. URL consultato l'8 maggio 2010.
  68. ^ (ES) Iraola, Amorebieta, Capel y Bojan, novedades de Del Bosque, as.com, 14 agosto 2008. URL consultato il 2 ottobre 2011.
  69. ^ (ES) El joven Bojan Krkic quiere jugar para España y no con Serbia, futbolred.com, 30 agosto 2008. URL consultato il 2 ottobre 2011.
  70. ^ (ES) Catalunya convoca a Bojan para medirse a Euskadi, marca.com, 24 dicembre 2007. URL consultato il 10 maggio 2010.
  71. ^ (ES) Catalunya se reivindicó con un meritorio empate, sport.es, 30 dicembre 2007. URL consultato il 10 maggio 2010.
  72. ^ (ES) Catalunya vence con un gol de Bojan (2-1), fotolog.com, 28 dicembre 2008. URL consultato il 10 maggio 2010.
  73. ^ Calcio: Catalogna-Argentina 4-2, ansa.it, 23 dicembre 2009. URL consultato il 10 maggio 2010.
  74. ^ (ES) Catalunya doblega a Honduras con un doblete de Bojan, lavanguardia.es, 28 dicembre 2010. URL consultato il 2 gennaio 2011.
  75. ^ Nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 233361130