Aeroporto di Verona-Villafranca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Aeroporto di Villafranca)
Aeroporto di Verona-Villafranca
Terminal Partenze Verona Valerio Catullo.jpg
Terminal partenze
Codice IATA VRN
Codice ICAO LIPX
Codice WMO 16090
Nome commerciale Aeroporto di Verona-Villafranca "Valerio Catullo"
Descrizione
Tipo Civile e militare
Gestore Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca Spa (principali soci: Aerogest S.r.l. e SAVE S.p.A.)
Gestore torre di controllo ENAV
Stato Italia Italia
Regione Veneto Veneto
Posizione Villafranca di Verona (Dossobuono)
Sommacampagna (Caselle)
Costruzione 1916
Classe ICAO 4E
Cat. antincendio ICAO
Altitudine AMSL 72 m
Coordinate 45°23′47″N 10°53′17″E / 45.396389°N 10.888056°E45.396389; 10.888056Coordinate: 45°23′47″N 10°53′17″E / 45.396389°N 10.888056°E45.396389; 10.888056
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
LIPX
LIPX
Sito web www.aeroportoverona.it
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
04/22 3 068
ILS IIIB RWY 04-PAPI
Statistiche (gennaio-ottobre 2016)
Passeggeri in transito 2.522.120 Green Arrow Up.svg 7,5%
Movimenti aeromobili 25.493 Green Arrow Up.svg 4,7%
Cargo (tonnellate) 3.802 Green Arrow Up.svg 1,5 %

Assaeroporti

Hangar aeroporto Catullo di Villafranca di Verona

L'aeroporto di Verona-Villafranca, intitolato a Valerio Catullo, si trova a cavallo dei territori di Villafranca di Verona, nella frazione di Dossobuono, e di Sommacampagna nella frazione di Caselle.

Dista circa 12 km dal centro della città di Verona.

L'aeroporto opera al servizio di uno fra i più importanti comprensori in Europa. Al centro di un'area che comprende le province di Brescia, Mantova, Rovigo, Vicenza, Trento, Bolzano e Verona e che, con circa quattro milioni di abitanti raggiunge il 12% del PIL nazionale.

L'aeroporto è collegato giornalmente con voli per Roma, Palermo, Catania, Olbia, Cagliari, Bari, Napoli (stagionalmente anche per Lampedusa). Per quanto riguarda i voli internazionali ha collegamenti con Amsterdam, Colonia, Monaco di Baviera, Londra, Parigi, Francoforte sul Meno, Barcellona, Bruxelles, Varsavia, Bucarest, Tirana, Mosca-Domodedovo e San Pietroburgo-Pulkovo.

Con più di 3.510.259 di passeggeri transitati si attesta tra i primi aeroporti italiani (secondo nella speciale classifica del traffico charter).[1]

L'aeroporto, precedentemente classificato come aeroporto militare, dall'11 settembre 2008 ha assunto lo status di aeroporto civile appartenente allo Stato, aperto al traffico civile.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

La Base Aerea di Villafranca fu un aeroporto militare durante la Prima guerra mondiale. Aprì al traffico civile nei primi anni dieci con voli giornalieri per Roma e voli charter per destinazioni del Nord Europa.

Verso la fine degli anni settanta, con il primo progetto comune tra Provincia, Comune e la locale Camera di commercio, vennero costruiti il terminal passeggeri, uffici e strutture di assistenza. La società di gestione Aeroporto Valerio Catullo di Verona Villafranca s.p.a. fu creata nel dicembre 1978. La proprietà è attualmente divisa tra i governi provinciali di Veneto (Villafranca di Verona e Sommacampagna), Lombardia (Provincia di Brescia), Trentino (secondo principale azionista) e Alto Adige/Südtirol.

Espansione negli anni '90 e 2000[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 il terminal passeggeri fu ampliato per far fronte al costante aumento del traffico. Il piazzale aeromobili e i parcheggi auto furono ingranditi; inoltre l'accesso all'aeroporto fu migliorato con un collegamento al nuovo anello stradale di Verona (SS 12) in occasione della Coppa del mondo di calcio.

Nel 1995 l'aeroporto raggiunse il record di un milione di passeggeri annui. Nel 1999 raggiunse il secondo grado in Italia nella classifica dei voli charter, subito dietro Milano-Malpensa e Roma-Fiumicino.

Il numero di passeggeri continuò a crescere: 2 milioni all'anno nel 2001 e 3 milioni nel 2006.

Sviluppi attuali[modifica | modifica wikitesto]

In risposta alla costante crescita del traffico, la società di gestione sta provvedendo ad un deciso ampliamento delle strutture. I primi interventi sono stati compiuti negli ultimi anni, ovvero il rifacimento e l'allungamento della pista di volo, l'ampliamento dei piazzali di sosta aeromobili e la costruzione di un nuovo terminal arrivi, detto Terminal 2, inaugurato a maggio 2006 dal Vice-Ministro dei Trasporti Cesare De Piccoli e dal vice-presidente della Regione Veneto Luca Zaia. Questo terminal è situato vicino alla struttura originale, detta Terminal 1. Come risultato del programma di espansione, la capacità dell'aeroporto è raddoppiata. Attualmente il Terminal 1 è usato solo per le partenze e il Terminal 2 per gli arrivi.

Piani futuri prevedono l'integrazione tra i due terminal (con l'aggiunta di un piano superiore), l'estensione dei piazzali aeromobili, la costruzione di una stazione ferroviaria sulla linea Verona-Modena e una nuova uscita dell'autostrada A22.

Infatti, a luglio 2016, si è concluso il rifacimento del piazzale aeromobili (apron) e l'apertura di un nuovo Duty Free.

Sviluppi futuri prevedono pure l'aggiunta di 3 finger al terminal Partenze (T1)

Traffico[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto ha visto lo sbarco deciso delle compagnie low cost nel 2007. WindJet aveva inaugurato i collegamenti (da/per Catania e Palermo) a settembre 2006 ed ha aggiunto a marzo 2007 Mosca e San Pietroburgo, Ryanair è sbarcata a Verona con un volo da Francoforte e dal 2007 anche Brema. Clickair ha iniziato il 1º aprile 2007 a collegare Verona a Barcellona.

Il traffico aereo ha continuato a crescere durante gli anni 2010, con 3.385.794 passeggeri registrati nel 2011. A causa di un'investigazione dell'Unione Europea riguardante le elevate sovvenzioni ricevute dalla compagnia aerea irlandese Ryanair per i suoi voli di linea, la compagnia aerea ha lasciato l'aeroporto di Villafranca nel 2012. Questo ha causato una notevole riduzione del traffico passeggeri nel 2013.

A partire dall'inverno 2014, la compagnia charter italiana Neos ha stabilito nell'hangar dell'aeroporto la sua principale base di manutenzione, ampliando inoltre l'offerta di voli di lungo raggio verso le destinazioni di Messico (Cancun) e Tanzania (Zanzibar), che si aggiungono ai voli per Capoverde (Boavista e Sal), Dubai, Egitto (Marsa Alam, Hurgada, Sharm el Sheikh, Marsa Matrouh), Tunisia (Djerba, Monastir, Hammamet), Canarie (Tenerife, Las Palmas, Fuerteventura), Baleari (Ibiza, Minorca, Palma di Maiorca), Tel Aviv, Grecia (Kos, Karpathos, Creta, Rodi, Mykonos, Santorini) e Cagliari.

La compagnia irlandese Ryanair, dopo aver chiuso tutti i voli nel 2012, torna all'aeroporto di Verona con nuove rotte dal 1º aprile 2015, per Bruxelles (Zaventem), Palermo e Londra. Diverse compagnie aeree hanno modificato i loro voli charter in servizi di linea durante la stagione invernale 2015-2016: Finnair vola tra Verona ed Helsinki e AirBaltic tra Verona e Riga. La rotta tra Parigi e Verona, operata da Air France, ha invece cessato le operazioni ad ottobre 2015, venendo sostituita con voli operati dalla sua sussidiaria low-cost Transavia.

Dati tecnici[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto è dotato di una sola pista, orientata a 044° (o a 224° a seconda della direzione). La pista 04 (quindi quella orientata a 044°) è dotata del sistema di atterraggio strumentale (ILS), mentre sia la pista 04 che la 22 sono dotate del sistema PAPI. L'aeroporto è stato dotato inoltre nel gennaio del 2008 di un innovativo impianto per la sicurezza dei voli in caso di nebbia (per la prima volta in Italia). Questo sistema è utilizzato per la guida degli aerei a terra e garantisce massima sicurezza.[3] L'aeroporto si trova all'interno dell'area controllata dall'ACC di Padova. L'aeroporto viene gestito dalla società Aeroporti Sistema del Garda, che gestisce anche l'Aeroporto Gabriele D'Annunzio di Brescia-Montichiari.

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Compagnia aerea Destinazioni
Aer Lingus Belfast-Città, Dublino
Air Baltic Riga
Air Dolomiti Francoforte sul Meno, Monaco di Baviera
Air Europa Palma di Maiorca
Air Moldova Chisinau
Alitalia Roma-Fiumicino,
Arkia Israel Airlines Tel Aviv-Ben-Gurion
Blue Panorama Airlines Tirana-Rinas
Britannia Airways Birmingham, Londra-Gatwick, Manchester, Glasgow
British Airways Londra-Gatwick
Jet2.com Bristol, Edimburgo
easyJet Londra-Gatwick
El Al Tel Aviv-Ben-Gurion
Flybe Southampton (stagionale)
Fly One Chisinau
Germania Pristina
Germanwings Colonia-Bonn
Globus Airlines Mosca-Domodedovo
Israir Tel Aviv-Ben-Gurion
Iberia express Madrid-Barajas
Meridiana Fly Fuerteventura, Marsa Alam, Napoli, Olbia, Sharm el-Sheikh, Tel Aviv-Ben-Gurion, La Romana, L'Avana, Cancun, Mombasa, Zanzibar
Mistral Air Marsa Alam, Tel Aviv-Ben-Gurion
Monarch Airlines Londra-Gatwick (stagionale), Manchester
Neos Air Acaba, Al Maktoum, Boavista, Cancun, Creta, Djerba-Zarzis, Fuerteventura, Gran Canaria, Hurghada, Ibiza, Lanzarote, Kos, La Romana, Las Palmas, Maiorca, Marsa Alam, Mersamatruh, Milano-Malpensa, Monastir-Habib Bourguiba, Mykonos, Nosy Be, Rodi, Roma-Fiumicino, Sal, Santorini Sharm el-Sheikh, Tel Aviv-Ben-Gurion, Tenerife-Sud, Zanzibar
Nouvelair Tunisie Djerba-Zarzis, Monastir-Habib Bourguiba
Ryanair Amburgo, Berlino, Birmingham, Bruxelles/Charleroi, Cagliari, Londra Stansted, Madrid, Norimberga, Palermo.
Siberia Airlines Mosca-Domodedovo
Transaero Airlines Mosca-Domodedovo
Transavia.com Amsterdam, Parigi Orly
Travel Service Airlines Danzica-Lech Wałęsa, Oslo-Gardermoen, Varsavia-Chopin
Ural Airlines Krasnodar, Mosca-Domodedovo, Novgorod, Rostov sul Don, Samara-Kurumoč
Volotea Alghero, Bari, Brindisi, Cagliari, Catania, Lampedusa, Olbia, Napoli, Palermo, Tirana, Chisinau, Ibiza, Minorca, Palma di Maiorca, Mykonos, Santorini
Vueling Barcellona-El Prat
Wizz Air Bucarest, Varsavia-Chopin
Boeing 737-800W Neos presso l'aeroporto di Verona

Collegamenti con Verona e Brescia[modifica | modifica wikitesto]

Auto

L'aeroporto si raggiunge in auto dalle autostrade A4 e A22: provenendo da Brescia con uscita Sommacampagna in circa 10 minuti seguendo le indicazioni "Aeroporto". Con provenienza da Vicenza, Mantova, Trento, Bolzano uscita Verona Nord in circa 10 minuti seguendo le indicazioni "Aeroporto".

Trasporto pubblico

L'aeroporto è collegato alla Stazione Ferroviaria di Verona con un servizio di aerobus ogni 20 minuti[4] al costo di 6 euro. Il biglietto è utilizzabile anche sulla rete urbana di Verona per 75 minuti.

Taxi

I taxi sono situati all'esterno dell'aerostazione, area arrivi.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

L'interno dell'aeroporto

All'aeroporto di Verona è presente il servizio di autonoleggio.

Wi-Fi Gratuito[modifica | modifica wikitesto]

In tutti gli spazi dell'Aeroporto di Verona è attiva e disponibile la nuova rete Wi-Fi FreeLuna, completamente gratuita attiva 24 ore su 24.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tratto da aeroportoverona.it URL consultato il 08-01-2008.
  2. ^ Gazzetta Ufficiale n.289 dell'11.12.2008.
  3. ^ Articolo de Il Verona. 11 gennaio 2008, p. 24.
  4. ^ Orari aerobus ATV.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]