Aeroporto di Treviso-Istrana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Treviso-Istrana
Codice IATA nessuno
Codice ICAO LIPS
Nome commerciale Aeroporto di Istrana (Treviso)
Descrizione
Tipo Militare
Gestore Aeronautica Militare
Gestore torre di controllo Aeronautica Militare
Stato Italia Italia
Regione Veneto Veneto
Città Istrana
Posizione 10 km a ovest di Treviso
Costruzione 1951
Altitudine AMSL 42 m
Coordinate 45°41′06″N 12°04′58″E / 45.685°N 12.082778°E45.685; 12.082778Coordinate: 45°41′06″N 12°04′58″E / 45.685°N 12.082778°E45.685; 12.082778
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
LIPS
LIPS
Sito web

[senza fonte]

L'aeroporto di Istrana, conosciuto anche con il nome di aeroporto di Treviso-Istrana, è un aeroporto militare situato a circa 10 km a ovest di Treviso; è una base dell'Aeronautica militare italiana, dotata di una sola pista d'atterraggio.

Qui ha sede il 51º Stormo dell'aeronautica militare italiana. Il suo reparto di volo è composto dal 103º Gruppo Caccia Bombardieri ("Indians"), dal 132º Gruppo CBR (Caccia-Bombardieri Ricognitori) e dal 101º Gruppo O.C.U. (Operational Conversion Unit). I tre gruppi sono dotati dell'aereo da attacco al suolo italo-brasiliano AMX.

Dal 19 Gennaio 2017 è presente nella base una cellula da allarme, composta da una coppia di caccia Eurofighter Typhoon ridislocati e provenienti a rotazione dal 4^,36º e 37º stormo, a protezione dello spazio aereo dell'Italia settentrionale[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di aeromobili Sopwith Camel del 45º Squadrone del Royal Flying Corps, allineati sull'aviosuperficie di Istrana (Dicembre 1917)

All'epoca della prima guerra mondiale, l'aeroporto era in uso già da diversi anni e la struttura rimase la stessa fino al secondo dopoguerra, quando si rese necessario un ampliamento dovuto alla guerra fredda. Dal 18 giugno 1916 è la prima base della 77ª Squadriglia aeroplani fino al mese di agosto. Dal 3 settembre 1916 era sede della 78ª Squadriglia Caccia fino al 10 agosto 1917 tornando il 9 novembre fino al 16 febbraio 1918. Dal 13 gennaio 1917 era la prima base della 79ª Squadriglia fino al 2 novembre. Dal 6 giugno 1917 era la sede della 91ª Squadriglia aeroplani da caccia fino al 2 luglio, dalla fine di ottobre 1917 della 112ª Squadriglia fino al 3 novembre e dal 3 novembre stesso sede della 22ª Squadriglia fino alla fine di febbraio 1918 e nuovamente da metà maggio. Dal 9 novembre 1917 era la base della 70ª Squadriglia caccia fino al 18 gennaio 1918 tornando il 14 marzo fino al 21 maggio e della 81ª Squadriglia aeroplani fino al 2 febbraio 1918. Dal 10 novembre 1917 era sede della 82ª Squadriglia fino al 9 gennaio 1918 ed ancora dal 14 marzo al 21 maggio e della 76ª Squadriglia caccia fino al 2 febbraio 1918. Alla fine di marzo 1918 arriva anche il X Gruppo (poi 10º Gruppo) fino alla primavera quando va a Gazzo. Dal 25 maggio 1918 vi era di stanza la 23ª Squadriglia. Divenne noto per la Battaglia di Istrana. A causa alla sua posizione strategicamente importante nel nord-est dell'Italia, nel 1952 il governo italiano e l'esercito ricorsero a misure drastiche per consentire la costruzione dell'attuale campo d'aviazione, procedendo a molti espropri terrieri, che causarono il trasferimento forzato di circa 100 contadini con le loro famiglie.

L'odierno aeroporto venne ufficialmente inaugurato il 20 giugno 1954, alla presenza del presidente della Repubblica Luigi Einaudi. In realtà la struttura era in uso già dal 19 febbraio precedente, quando cominciò il graduale trasferimento del 51º Stormo, in precedenza dislocato tra le basi di Aviano e Treviso-Sant'Angelo.L'odierno aeroporto è stato sede della Pattuglia Acrobatica del 51º Stormo di Istrana denominata "TIGRI BIANCHE" ( capitanate dal Ten.Di Lollo e i suoi 4 gregari Ten.Pisano, il "PELLEROSSA" m.llo BALASSO, il "VIKINGO" Serg.Malaspina, ed il "ciarnin" serg.Rossini, che dal 1955/56 rappresentò l'Italia nelle manifestazioni aeree post-guerra) in tale aeroporto le "Tigri Bianche " si addestrarono e prepararono la figura storica e ADRENALINICA della "BOMBA" con apertura in picchiata dall'alto verso il basso e relativo incrocio che venne presentata per la PRIMA VOLTA al MONDO l'11 settembre 1955 alla manifestazione aerea a TOURS in Francia.

Il 21 novembre 1981, presso l'aeroporto di Istrana, il pilota di Formula 1 Gilles Villeneuve fu protagonista di una singolare sfida contro un caccia F-104 Starfighter del 51º Stormo dell'Aeronautica Militare italiana, davanti a centomila spettatori accorsi all'invito dello Stato Maggiore dell'Aeronautica. La Ferrari 126 CK di Villeneuve, priva di alettoni per permettere una maggiore velocità, duellò e batté l'aereo durante una gara di accelerazione su chilometro da fermo.[2]

Tra il 1995 e il 1999 diversi aerei militari italiani e francesi son partiti da Istrana per sostenere le missioni internazionali nella ex Jugoslavia.

Dati tecnici[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto dispone di una pista:

pista superficie lunghezza larghezza TORA TODA ASDA LDA
08-26 asfaltata 2.992  m 32 m

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Creata una nuova cellula d'allarme con due F-2000 Typhoon ad Istrana" pag.30 Aeronautica & Difesa N.365 03/2017.
  2. ^ Filmato audio 1981: sfida F-104 contro Ferrari, su YouTube, Centro Produzione Audiovisivi dell'A.M., 21 novembre 1981. URL consultato il 07 marzo 2016..

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]