Aeroporto di Padova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Padova
La pista d'atterraggio e, in secondo piano, il terminal
La pista d'atterraggio e, in secondo piano, il terminal
IATA: QPA – ICAO: LIPU
Descrizione
Nome impianto Aeroporto Civile di Padova "Gino Allegri"
Tipo civile e militare
Esercente Aeroporto civile di Padova S.p.A.
Stato Italia Italia
Regione Veneto Veneto
Città Padova
Posizione A circa 3 km dal centro cittadino in frazione Brusegana
Costruzione 1916
Classe ICAO 2C
Cat. antincendio ICAO
Altitudine AMSL 13 m
Coordinate 45°23′43″N 11°50′54″E / 45.395278°N 11.848333°E45.395278; 11.848333Coordinate: 45°23′43″N 11°50′54″E / 45.395278°N 11.848333°E45.395278; 11.848333
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
LIPU
LIPU
Sito web www.padova-airport.it
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
04/22 1 122 x 30 m asfalto
LIRL, PAPI, ILS
04/22 617 x 30 m erba

i dati sono estratti da:
World Aeronautical Database[1]
Aeroporto Civile di Padova Spa "Gino Allegri"[2]

L'Aeroporto di Padova[3] (IATA: QPAICAO: LIPU), citato anche con il nome commerciale di Aeroporto Civile di Padova "Gino Allegri"[4], è un aeroporto italiano situato a circa 3 km a sud ovest del centro della città di Padova, tra l'argine del fiume Bacchiglione, la tangenziale e un'area fittamente abitata.

La struttura, intitolata alla memoria del tenente pilota Gino Allegri, è posta all'altitudine di 13 m / 44 ft sul livello del mare, dotata di un piccolo terminal e di due piste, la principale lunga 1 122 m e larga 30 m (3 681 x 98 ft), con orientamento 04/22, fondo in asfalto e dotata di impianto di illuminazione a bassa intensità (LIRL) e sistema di assistenza all'atterraggio PAPI[5], la secondaria parallela alla prima da 617 x 30 m e fondo in erba.

L'aeroporto, gestito dalla Aeroporto civile di Padova S.p.A., effettua attività secondo le regole e gli orari sia IFR che VFR ed è aperto al traffico commerciale. Classificato come City airport, questo aeroporto è uno dei pochi inseriti nel tessuto urbano di una città.

La società ACP SpA in Liquidazione ha cessato la gestione dell'Aeroporto "G. Allegri" di Padova a far data dall'11.12.2014.[6]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto di Padova viene realizzato durante la prima guerra mondiale assieme ad altri piccoli aeroporti sparsi per i comuni della provincia, in particolare si ricorda l'Aeroporto di San Pelagio nell'omonima frazione di Due Carrare, dove il 9 agosto 1918 la squadriglia "Serenissima", sotto la guida di Gabriele D'Annunzio, partì per il celebre volo su Vienna. Gino Allegri, a cui è intitolato l'aeroporto di Padova, morì durante l'atterraggio sul campo di San Pelagio.[7]

Durante gli anni successivi alla prima guerra mondiale l'aeroporto di Padova fu usato per scopi militari ospitando il 1º Stormo Caccia oggi 1ª Brigata aerea "operazioni speciali" fino al 1987[8], anno in cui venne aperto anche ai voli civili. Il Ministero dei Trasporti nel 1995 riconosce l'aeroporto come scalo di interesse sociale per i voli sanitari ed umanitari.

L'aeroporto[modifica | modifica wikitesto]

Sede del comando della 1ª Brigata Aerea fino al 31 ottobre 2009, l'Aeronautica Militare sta procedendo a dismettere la propria base militare; inoltre era sede di un gruppo squadroni AVES (oggi già interamente trasferito a Bolzano, al 54°), la cui base è oggi chiusa ed in stato di abbandono.

Questo aeroporto è aperto al traffico di voli turistici nazionali e internazionali, voli di linea charter, privati di imprenditori, commerciali e cargo nazionali ed internazionali e voli militari di elicotteri e velivoli leggeri. Qui ha sede anche l'Aeroclub di Padova con la sua scuola volo e di volo a vela.

Quello che però rende questo aeroporto importante sono soprattutto i voli sanitari e di emergenza per malati gravi e per i trapianti di organi. L'aeroporto è la base di partenza del servizio di elisoccorso del SUEM di Padova.

Compagnie aeree[modifica | modifica wikitesto]

  • Italia FTOPadova [9] (Scuola di volo)
  • Italia NEA - Nord Est Aeroservizi [10] (Scuola di volo)

Il futuro dell'aeroporto[modifica | modifica wikitesto]

All'aeroporto di Padova non esistono voli di linea regolari: alcuni progetti di potenziamento dello scalo sono stati contrastati dagli abitanti delle zone circostanti, in quanto la struttura si trova pienamente integrata nel centro urbano, e l'implementazione di voli creerebbe non pochi problemi per la vivibilità dei quartieri interessati; anzi, vi sono dei comitati che si battono per la chiusura completa dello scalo e la sua riconversione in parco. Nel 2006 e nel 2007 la gestione dell'aeroporto da parte della Save Spa ha chiuso i bilanci in forte deficit.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) World Aero Data: PADOVA -- LIPU in World Aeronautical Database, http://worldaerodata.com/. URL consultato l'11 ottobre 2012.
  2. ^ Norme ed info tecniche in Aeroporto Civile di Padova Spa "Gino Allegri", http://www.padova-airport.it/index.html. URL consultato l'11 ottobre 2012.
  3. ^ (EN) ECCAIRS 4.2.8 Data Definition Standard (PDF) in ICAO, http://www.icao.int/Pages/default.aspx, 17 settembre 2010. URL consultato l'11 ottobre 2012.
  4. ^ Aeroporto Civile di Padova Spa "Gino Allegri". URL consultato l'11 ottobre 2012.
  5. ^ (EN) World Aero Data: PADOVA Runway 04/22 in World Aeronautical Database, http://worldaerodata.com/. URL consultato l'11 ottobre 2012.
  6. ^ Aeroporto Gino Allegri.
  7. ^ Storia in Aeroporto Civile di Padova Spa "Gino Allegri", http://www.padova-airport.it/index.html. URL consultato l'11 ottobre 2012.
  8. ^ Operatività in Aeroporto Civile di Padova Spa "Gino Allegri", http://www.padova-airport.it/index.html. URL consultato l'11 ottobre 2012.
  9. ^ FTOPadova
  10. ^ NEA - Nord Est Aeroservizi
  11. ^ notizia

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]