Classificazione ICAO degli aeroporti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Per classificazione ICAO degli aeroporti (in inglese Aerodrome reference code) si intende un codice alfanumerico di due caratteri che viene assegnato a ciascun aeroporto in ragione della capacità della pista di permettere le operazioni alle varie categorie di aeromobili. Tale codice fa riferimento sia a caratteristiche fisiche della pista, sia alla conformazione degli aeromobili ospitabili.

I riferimenti normativi sono contenuti nell'Annex 14 ICAO (Aerodromes)[1].

Il codice: composizione e significato[modifica | modifica wikitesto]

Il codice si compone di due caratteri, il primo numerico e il secondo alfabetico.

Il codice numerico si riferisce alle caratteristiche della pista e assume i seguenti significati:

  • 1: se la pista ha una lunghezza inferiore a 800 m;
  • 2: se la pista ha una lunghezza uguale o superiore a 800 m ma inferiore a 1200 m;
  • 3: se la pista ha una lunghezza uguale o superiore a 1200 m ma inferiore a 1800 m;
  • 4: se la pista ha una lunghezza superiore a 1800 m.

Il codice alfabetico, invece, si riferisce alle caratteristiche degli aeromobili e assume i seguenti significati:

  • A: apertura alare inferiore a 15 m e distanza esterna tra i carrelli principali inferiore a 4,5 m;
  • B: apertura alare maggiore o uguale a 15 m ma inferiore a 24 m e distanza esterna tra i carrelli principali maggiore o uguale a 4,5 m ma inferiore a 6 m;
  • C: apertura alare maggiore o uguale a 24 m ma inferiore a 36 m e distanza esterna tra i carrelli principali maggiore o uguale a 6 m ma inferiore a 9 m;
  • D: apertura alare maggiore o uguale a 36 m ma inferiore a 52 m e distanza esterna tra i carrelli principali maggiore o uguale a 9 m ma inferiore a 14 m;
  • E: apertura alare maggiore o uguale a 52 m ma inferiore a 65 m e distanza esterna tra i carrelli principali maggiore o uguale a 9 m ma inferiore a 14 m;
  • F: apertura alare maggiore o uguale a 65 m ma inferiore a 80 m e distanza esterna tra i carrelli principali maggiore o uguale a 14 m ma inferiore a 16 m.

Un ulteriore parametro è quello della larghezza della pista. Pur non essendo un requisito obbligatorio, è in ogni caso un requisito consigliato. Tali larghezze sono riassunte nella seguente tabella:

A B C D E F
1 18 m 18 m 23 m
2 23 m 23 m 30 m
3 30 m 30 m 30 m 45 m
4 45 m 45 m 45 m 60 m

Note[modifica | modifica wikitesto]