WWE Raw

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da WWE RAW)
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il videogioco, vedi WWE RAW (videogioco).
bussola Disambiguazione – "WWF Raw" rimanda qui. Se stai cercando il videogioco, vedi WWF Raw (videogioco).
WWE Monday Night Raw
Logo del programma WWE Monday Night Raw
Anno 11 gennaio 1993 - in corso
Genere wrestling, intrattenimento
Stagioni 20[1]
Puntate 1.102 al 7 luglio 2014
Durata 180 minuti e 45 minuti in versione International
Produttore WWE
Presentatore Michael Cole, Jerry Lawler e John "Bradshaw" Layfield (in lingua originale)
Michele Posa e Luca Franchini (in lingua italiana), su SKY Sport e Cielo Tv
Rete originale USA (1993-2000/2005)
Spike TV (2000-2005)
USA (2005-presente)
Rete italiana Sky Sport
Italia 2 (2011-2013) (Versione International)
Cielo Tv (2014-presente) (Versione International)
Sito web www.wwe.com/shows/raw

WWE Raw (noto anche come Monday Night Raw o più semplicemente Raw) è un programma televisivo statunitense di lotta libera professionistica della WWE, in onda sull'emittente USA Network. L'attuale sigla d'apertura è The Night di Kromestatik.

Lo show esordì l'11 gennaio 1993 su USA è rimasto fino al 25 settembre 2000 quando si è spostato su Spike TV. Il 3 ottobre 2005 con uno show speciale, Raw è tornato su USA.

In Italia lo show viene trasmesso da Sky Sport in versione integrale e in diretta, mentre in chiaro è stato trasmesso su Italia 2 in versione International. Nel settembre 2013 Mediaset non rinnova il contratto con la WWE e la trasmissione cessa di andare in onda.

Da domenica 27 luglio Cielo Tv trasmette anche Raw (International, da 45 minuti) per poi proseguire con Smackdown.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Formato originale[modifica | modifica sorgente]

Il primo show di Raw si svolse l'11 gennaio '93; allora il programma si chiamava WWF Monday Night Raw Is War, definitivamente abbandonata nel 2002 sull'onda emozionale degli attentati terroristici dell'11 settembre, per poi diventare semplicemente Raw.

Nella seconda metà degli anni novanta Raw veniva trasmesso in concomitanza con Monday Nitro, programma di punta dell'agguerrita rivale WCW; Nitro poteva contare sulla presenza di leggende del wrestling come Hollywood Hulk Hogan, Ric Flair, Sting, Kevin Nash, Scott Hall, Bill Goldberg, Randy Savage e Lex Luger, solo per citare quelli che più di tutti hanno lasciato un segno indelebile nella storia dello show. Oltre a queste leggende la WCW poteva vantare anche un'ottima divisione cruiserweight, categoria che nell'allora WWF era molto sottovalutata.

Il primo set realizzato per Raw!

Inoltre, l'asso della manica della WCW si chiamava nWo, una sorta di federazione di tutti i lottatori malvagi che ambiva a sostituirsi alla WCW (kayfabe), capeggiata proprio dal celebre Hollywood Hogan (che nei passaggio al nWo sostituì il proprio nome "Hulk" con "Hollywood"). Di conseguenza la WCW aveva tutte le carte in regola per fronteggiare la corazzata di Vince McMahon; esplose così la Monday Night War, che vide per ben diciotto mesi la vittoria di Monday Nitro nei confronti di Monday Night Raw nella guerra degli ascolti. La lotta era senza esclusioni di colpi e non mancavano i tiri mancini; uno in particolare rappresentò un vero e proprio colpo basso per lo show della WWF: Eric Bischoff, allora personaggio di punta dello show WCW che andava in onda in diretta, annunciò con un piccolo anticipo i risultati della puntata di RAW, show che invec

Brand Extension[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi WWE Brand Extension.

A partire dal 2002, fino al 2011, in seguito al processo di Brand Extension intrapreso dalla WWE, RAW e SmackDown hanno subito profondi cambiamenti. Se prima infatti i wrestler lottavano indistintamente nei due show, con la nuova politica si sono creati due gruppi di wrestler distinti, ognuno dei quali aveva facoltà di lottare in un unico show.

Nel luglio 2011 lo show approda anche su Italia 2 trasmesso nella fascia serale del giovedì.

Gli unici due wrestlers che conservavano la facoltà di apparire e lottare indistintamente nei due spettacoli erano coloro che detenevano il WWE Undisputed Championship ed il WWE Women's Championship. Tale situazione tuttavia terminò nella seconda parte del 2002, quando l'allora Undisputed Champion Brock Lesnar firmò un contratto in esclusiva con SmackDown ed il Women's Championship venne attribuito al roster di RAW. Eric Bischoff decise di introdurre un massimo alloro a Raw per contrastare l'Undisputed Championship di SmackDown e decise di riportare on screen il World Heavyweight Championship già difeso nella World Championship Wrestling. A quel punto, il roster di RAW poteva fregiarsi della presenza di quattro Championship: il World Heavyweight Championship (la più importante), il WWE United States Championship, il World Tag Team Championship ed il Women's Championship.

La Brand Extension termina nella puntata di Raw del 29 agosto 2011, quando il Chief Operating Officer Triple H annuncia la partecipazione dell'intero roster della WWE sia nello show rosso che a SmackDown!.

Nel mese di Settembre 2013,Mediaset non trasmette più Raw in versione "internazionale",ovvero da un'ora

WWE Monday Night Raw (2013-oggi)[modifica | modifica sorgente]

Nell'anno 2012 lo show fu nominato WWE Raw Supershow. Inoltre, viene nominato come general manager dello show John Laurinaitis che tiene l'incarico fino al giugno 2012 perché viene licenziato dal Chairman Vince McMahon dopo che a No Way Out Big Show viene sconfitto da John Cena.

Lo show serale di Italia 2 viene spostato una prima volta il lunedì e successivamente il mercoledì.

Nel luglio 2012 inoltre va in onda la puntata speciale di Raw 1000 cambiando dalla settimana successiva il set di Raw, il logo e la sigla. Durante la puntata inoltre viene nominata da Vince McMahon come general manager dello show AJ Lee costretta poi il 22 ottobre a dare le dimissioni. Dal 22 ottobre 2012 viene nominata dal Consiglio di Amministrazione del WWE come manager supervisore Vickie Guerrero. Nell'anno 2013 nel mese di gennaio va in onda la puntata speciale di Raw Roulette e nel marzo la puntata speciale Raw Old School la puntata del passato.

A settembre del 2013 Mediaset non rinnova il contratto per il programma e alla fine del mese smette di trasmettere.

Heat[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi WWE Heat.

La WWE produceva inoltre un show denominato Heat; alle trasmissioni prendevano parte i wrestler che non avevano uno spazio regolare a RAW o i giovani talenti bisognosi di mostrare le loro capacità prima di approdare nello show principale. Heat inoltre prevedeva la ritrasmissione delle azioni più interessanti andate in onda durante le precedenti puntate di RAW.

Puntate speciali[modifica | modifica sorgente]

Nel corso degli anni sono state realizzate diverse puntate speciali:

  • WWF Raw Bowl (1 gennaio 1996)
  • WWF Raw Championship Friday (6 settembre 1996)
  • WWF Thursday RAW Thursday (13 febbraio 1997)
  • WWF Raw is Owen (24 maggio 1999)
  • WWE Raw X Anniversary Show (14 gennaio 2003)
  • WWE Raw Homecoming (3 ottobre 2005)
  • Eddie Guerrero Tribute Show (14 novembre 2005)
  • WWE Tribute to the Troops (19 dicembre 2005)
  • WWE Raw Family Reunion (9 ottobre 2006)
  • WWE 3-Hour Spectacular (18 dicembre 2006)
  • WWE Tribute to the Troops (25 dicembre 2006)
  • WWE Draft 3-Hour Show (13 aprile 2009)
  • Chris Benoit Memorial (solo per gli Stati Uniti e il Canada) / Champions Edition (per il resto del mondo) (25 giugno 2007)
  • WWE Raw XV (10 dicembre 2007)
  • WWE Tribute to the Troops (24 dicembre 2007)
  • WWE Raw 800th episode (3 novembre 2008)
  • WWE Raw 3-for-all (15 giugno 2009)
  • WWE Raw Trump (22 giugno 2009)
  • WWE Raw Thanksiving Special (23 novembre 2009)
  • WWE Raw Viewer's Choice (7 giugno 2010)
  • WWE Raw 900th Episode (30 agosto 2010)
  • WWE Raw Old School (15 novembre 2010)
  • King of the Ring (29 novembre 2010)
  • 2010 Slammys (13 dicembre 2010)
  • WWE Raw The Rock's Birthday Bash (2 maggio 2011)
  • WWE All Star Night (13 giugno 2011)
  • WWE Raw Power To The People (20 giugno 2011)
  • WWE Raw Roulette (27 giugno 2011)
  • WWE Raw Gets Rocked! (14 novembre 2011)
  • WWE Raw Slammy Awards! (12 dicembre 2011)
  • WWE Raw 1000th Episode (23 luglio 2012)
  • WWE Raw Slammy Awards (16 dicembre 2012)
  • WWE Raw 20th anniversary (14 gennaio 2013)
  • WWE Raw Old School (4 marzo 2013)
  • WWE Raw Slammy Awards (9 dicembre 2013)
  • WWe Raw Old School (6 gennaio 2014)

WWE Homecoming[modifica | modifica sorgente]

WWE Homecoming fu la prima edizione di RAW trasmessa da USA Network dopo esser stata trasmessa per cinque anni su Spike TV. Questa puntata speciale di tre ore fu prodotta dalla World Wrestling Entertainment il 3 ottobre 2005 alla American Airlines Center a Dallas. In questo evento ci sono state apparizioni di numerose "leggende" del wrestling, come Stone Cold Steve Austin, Hulk Hogan, Roddy Piper, Jimmy Hart, Jimmy Snuka ed Harley Race.

Risultati
Piper intervistò Foley circa un possibile ritorno in WWE, ma il segmento venne interrotto da "Cowboy" Bob e Randy Orton i quali attaccarono Piper e Foley. Randy colpì poi Piper e Foley con la RKO
Il tempo finì con entrambi i wrestler fermi a due punti. Micheals chiese ad Angle di continuare il match ma questi rifiutò
Edge, Mr. Money in the Bank, recuperò la valigetta quando Lita trattenne Hardy. Dopo il match Hardy venne cacciato dall’arena dalle guardie (kayfabe)
Triple H schienò Carlito dopo averlo colpito con un Pedigree. Dopo il match, Triple H e Flair si abbracciarono sul ring, ma Triple H attaccò Flair fino a farlo sanguinare per poi spingerlo dentro una limousine, rompendo uno dei finestrini della stessa.
Il team di Ashley e Trish Stratus vinse spogliando tutte e tre le avversarie
Eric Bischoff ordinò che le luci fossero spente prima che il match avesse inizio. (3:07)
Cena schienò Bischoff nonostante un’interferenza di Kurt Angle; Cena conservò il titolo. Dopo il match, Theodore Long ordinò ad un gruppo di wrestler di SmackDown! di invadere il ring, come ritorsione per l'annullamento del 6-Man Tag Team match
  • Riunione delle WWE Legend:

Dusty Rhodes, Pat Patterson, Ricky Steamboat, Ted DiBiase, Billy Graham, Harley Race, Jimmy Snuka, Greg Valentine, Nikolai Volkoff, Jim Duggan, Hillbilly Jim, Koko B. Ware, Jimmy Hart, Arn Anderson, Dean Malenko, Skinner, Tony Garea, Sgt. Slaughter, Michael Hayes, Howard Finkel, Fabulous Moolah, Mae Young, Steve Williams, Big Van Vader ed Kevin Von Erich.

WWE Raw XV[modifica | modifica sorgente]

RAW XV fu una puntata speciale di Raw della durata di tre ore; trasmessa da Bridgeport, Connecticut, il 10 dicembre 2007, fu realizzata per festeggiare i quindici anni dalla prima puntata di RAW.

Allo show presero parte i nomi più importanti dei tre roster della WWE, oltre a molti altri ex lottatori e volti noti del wrestling.

Risultati
Hardy conservò l'Intercontinental Championship
Ted DiBiase si aggiudicò la contesa dopo aver pagato IRS affinché si autoeliminasse
Rhodes e Holly conquistarono il World Tag Team Championship

Al termine dello show Vince McMahon si autoproclamò la più grande superstar mai apparsa a Raw. Dopo essere stato però attaccato da Mankind, Undertaker e Stone Cold Steve Austin, venne buttato fuori dal ring dallo stesso Austin il quale dichiarò che le più grandi superstars mai apparse a Raw sono tutti i fan della WWE.

Riunioni di stable

Diversi tra tag team e stable si sono riunite durante lo show:

WWE Old School[modifica | modifica sorgente]

  • Ezekiel Jackson batte The Brooklyn Brawler
    • Jackson schiena Brooklyn dopo una chop e un Book of Ezekiel
  • Alberto Del Rio batte Sgt. Slaughter
    • Sgt. Slaughter viene schienato dopo un Enziguri,successivamente Del Rio attacca il Sgt. Slaughter con una "Rolling Cross Ambrar"

WWE Raw Gets Rocked![modifica | modifica sorgente]

È stato uno show prodotto dalla WWE, a Boston. Lo show venne dedicato al ritorno sulle scene di The Rock. Inoltre ha visto anche la partecipazione e il ritorno dell'Hardcore Legend, Mick Foley o anche conosciuto come "Mankind".

Raw 1000[modifica | modifica sorgente]

Il 23 luglio 2012 è stato un giorno molto speciale per il mondo della WWE: di fatto, in questa data, è stata trasmessa la millesima puntata di WWE Monday Night Raw. Questo dato è passato alla storia negli Stati Uniti, visto che mai prima d'ora nessuno show televisivo era riuscito ad arrivare alla 1000ª puntata. Per l'occasione, la compagnia ha invitato le maggiori superstars del passato, comprese coloro che attualmente fanno parte di altre federazioni. Inoltre è stato annunciato che da questa puntata in poi la durata dello show passerà da due a tre ore e che la prima ora sarà dedicata totalmente all'interazione, tramite i maggiori social network, col WWE Universe. In questa puntata si sono ricostituiti one night only alcuni dei più famosi Tag Team e Stable della storia della federazione, come la D-Generation X (Triple H, Shawn Michaels, Road Dogg, Billy Gunn e X-Pac), gli A.P.A. (Ron Simmons e Bradshaw) e i Brothers of Destruction (Kane e Undertaker), e hanno fatto la loro apparizione anche altre leggende della federazione come Lita, The Rock, Sgt. Slaughter, Vader, Rikishi, Diamond Dallas Page, Doink the Clown, Road Warrior Animal, Sycho Sid e Rowdy Roddy Piper. Sempre in questa puntata, AJ viene eletta come nuova GM di RAW e a commentare in diretta i match c'era niente di meno che il famoso attore Charlie Sheen. Da segnalare, inoltre, è il particolare primato stabilito durante la puntata: John Cena fallisce, per la prima volta dalla sua creazione, l'incasso del Money in the Bank.

WWE Raw 20th Anniversary[modifica | modifica sorgente]

Vince McMahon apre con un promo nel quale ricorda le emozioni provate a Raw e ringrazia il WWE Universe. Big Show lo interrompe cercando giustizia dopo la sconfitta e la perdita del titolo di venerdì. Alberto Del Rio e Ricardo Rodriguez si esaltano con il gigante per la vittoria con il campione che propone un rematch per stasera. Show rimanda la sfida alla Royal Rumble. Il segmento si conclude con ADR che spinge alla fuga dal ring il gigante.

L’Intercontinental Champion Wade Barrett batte Randy Orton via pin grazie alla Bull Hammer. Il match non aveva il titolo in palio. Booker T annuncia ad Eve Torres che se verrà squalificata o contata fuori di proposito stasera perderà il titolo.

Segmento registrato con la seduta terapeutica di Kane e Daniel Bryan con il Dr. Shelby. Ci sono anche i Rhodes Scholars a provocare il Team Hell No per conto del dottore. Sandow e Rhodes finiscono per provocare anche Shelby il quale reagisce male. Kane e Bryan cacciano malamente i due ed esultano con il dottore. Kane batte Damien Sandow via pin grazie alla Chokeslam.

Mick Foley viene salutato come nuovo Hall of Famer. The Shield interrompe il festeggiamento ma Ryback prima, Randy Orton e Sheamus poi accorrono a salvare l’Hardcore Legend. Ryback colpisce Ambrose con la Shell Shocked. Josh Mathews intervista il Big Hungry che promette vendetta contro il gruppo di ex NXT.

Kaitlyn batte Eve Torres via pin grazie ad una Spear e diventa la nuova Divas Champion.

Josh Mathews intervista Brodus Clay che dimostra di non aver preso bene la citazione di CM Punk della scorsa settimana. Il WWE Champion CM Punk batte Brodus Clay via submission grazie alla Anaconda Vise. Il match non era valido per il titolo. Dopo il match Punk dice che è venuto a fare quello che fa sempre al contrario di The Rock e che alla Royal Rumble il suo regno di campione continuerà nonostante tutti pensino il contrario.

Segmento nel backstage con Mick Foley e The Rock che riformano per qualche minuto la Rock’n’Sock Connection. Vickie Guerrero interrompe i due zittendoli. Rocky rimane stranamente in silenzio ma poi dice a Foley di seguire il suo concerto più in là nel corso della serata.

I 3MB vincono una Over The Top Rope Challenge contro Sheamus. Ultimo sopravvissuto è Heath Slater aiutato dai due compagni precedentemente eliminati. Dopo il match l’irlandese stende Slater e McIntyre con il Brogue Kick.

Josh Mathews intervista John Cena il quale parla del 20º anniversario di Raw e promette di battere Dolph Ziggler nello Steel Cage Match.

Nuovo episodio del MizTV con ospite Ric Flair. I due vengono interrotti da Antonio Cesaro il quale prende in giro l’Hall of Famer. Il segmento si conclude con Flair e Mizanin che attaccano lo svizzero e quest’ultimo che lo colpisce con la Skull Crusing Finale e la Figure 4.

Daniel Bryan batte Cody Rhodes via submission grazie alla “No!” Lock. Eve Torres si lamenta di come sia sempre stata una vittima e lascia la WWE.

AJ Lee e Big E Langston mostrano alcuni video dei più celebri matrimoni che sono stati celebrati a Raw. Ricordando il suo con Daniel Bryan, la ragazza accusa John Cena di averle rovinato la vita. Dolph Ziggler promette che darà una nuova dimostrazione di essere il migliore stasera nello Steel Cage Match contro il bostoniano. John Cena batte Dolph Ziggler in uno Steel Cage Match via pinfall grazie alla Attitude Adjustment in un match molto bello.

The Rock si esibisce nel suo concerto dedicando una canzone a Paul Heyman e Vickie Guerrero. Rocky interpella poi Punk e gli dice che alla Royal Rumble gli strapperà il titolo. Tra i due parte una rissa sedata a fatica da alcuni arbitri ed addetti ai lavori.

Roster[modifica | modifica sorgente]

General Manager[modifica | modifica sorgente]

General Manager (GM) Dal Al Note
Ric Flair 9 novembre 2001 10 giugno 2002 Ha perso il ruolo dopo essere stato sconfitto da Vince McMahon
Vince McMahon 17 giugno 2002 8 luglio 2002 Ha coperto il ruolo fin quando ha trovato il sostituto di Flair
Eric Bischoff 15 luglio 2002 5 dicembre 2005 è stato affiancato da Stone Cold prima come Co-GM (nel dicembre 2003 è stato sostituito da Mick Foley) e poi come "Sceriffo" fino ad aprile 2004
Vince McMahon 12 dicembre 2005 11 giugno 2007 Con Jonathan Coachman Assistente Esecutivo dal maggio 2006 al giugno 2007
Jonathan Coachman 18 giugno 2007 6 agosto 2007 Successivamente Assistente Esecutivo fino al gennaio 2008
William Regal 6 agosto 2007 19 maggio 2008 Ha vinto una Battle-Royal per l'assegnazione del posto. Lo ha perso dopo essere stato sconfitto da Mr. Kennedy
Shane & Stephanie McMahon 26 maggio 2008 28 luglio 2008
Mike Adamle 28 luglio 2008 3 novembre 2008 Si è dimesso dopo un diverbio con Randy Orton
Stephanie McMahon 3 novembre 2008 6 aprile 2009 Affiancata da Shane fino al 24 novembre
Vickie Guerrero 6 aprile 2009 8 giugno 2009
Donald Trump 15 giugno 2009 22 giugno 2009
Vince McMahon 23 giugno 2009 10 maggio 2010 In realtà, a seguito di un accordo con Donald Trump ogni settimana a Raw ci sarà un GM diverso. Dal 10 maggio i Guest Host non avranno più potere, in quanto sarà presente un GM permanente.
Vickie Guerrero 10 maggio 2010 17 maggio 2010 Dimessasi subito per le minacce di Randy Orton, accetta di nuovo il ruolo nella seguente puntata di SmackDown. Buzz Aldrin le comunica che la dirigenza WWE aveva ufficializzato le sue dimissioni e la caccia dall'arena di RAW.
Bret Hart 24 maggio 2010 21 giugno 2010 Annunciato come sostituto di Vickie Guerrero il 17 maggio. Licenziato da Vince McMahon.
Hornswoggle 21 giugno 2010 18 luglio 2011
Triple H 25 luglio 2011 10 ottobre 2011 Svolge il ruolo in quanto COO. Viene poi sfiduciato dal roster e assegnato dietro le quinte da Vince McMahon.
John Laurinaitis 10 ottobre 2011 17 giugno 2012 Viene licenziato dal Chairman Vince McMahon dopo che a No Way Out Big Show viene sconfitto da John Cena.
Mick Foley 18 giugno 2012 18 giugno 2012 Nominato da Vince McMahon ad interim solo per questa settimana. Anche, solo per questa settimana, GM di SmackDown
Vickie Guerrero 25 giugno 2012 25 giugno 2012 Nominata da Vince McMahon ad interim solo per questa settimana. Anche, solo per questa settimana, GM di SmackDown
Theodore Long 2 luglio 2012 2 luglio 2012 Nominato da Vince McMahon ad interim solo per questa settimana. Anche, solo per questa settimana, GM di SmackDown
Hornswoggle 9 luglio 2012 9 luglio 2012 Nominato da Vince McMahon ad interim solo per questa settimana.
Anonimo (Consiglio d'Amministrazione) 16 luglio 2012 16 luglio 2012 Nominato da Vince McMahon ad interim solo per questa settimana.
AJ Lee 23 luglio 2012 22 ottobre 2012 Nominata da Vince McMahon durante il 1000º episodio di Raw - Il 22 ottobre AJ Lee è costretta a dare le dimissioni e il Consiglio Amministrativo della WWE nomina Vickie Guerrero come Managing Supervisore.
Vickie Guerrero 22 ottobre 2012 8 luglio 2013 Nominata dal Consiglio di Amministrazione del WWE come manager supervisore. Ha perso il ruolo dopo un sondaggio sul WWE App.
Brad Maddox 8 luglio 2013 26 maggio 2014 Nominato da Vince McMahon dopo il licenziamento di Vickie Guerrero.

Guest Hosts[modifica | modifica sorgente]

Commentatori[modifica | modifica sorgente]

Nota: non sono elencati i special guest o i commentatori occasionali, ma solo quelli stabili.

Commentatori Periodo
Vince McMahon e Rob Bartlett 11 gennaio 1993 - 19 aprile 1993
Vince McMahon, Bobby Heenan e Randy Savage 26 aprile 1993 - 18 ottobre 1993
Vince McMahon e Bobby Heenan 25 ottobre 1993 - 6 dicembre 1993
Vince McMahon e Johnny Polo 13 dicembre 1993 - 28 febbraio 1994
Vince McMahon e Randy Savage 7 marzo 1994 - 13 giugno 1994
Gorilla Monsoon e Randy Savage 20 giugno 1994 - 4 luglio 1994
Jim Ross e Randy Savage 11 luglio 1994 - 25 luglio 1994
Vince McMahon e Randy Savage 1º agosto 1994 - 31 ottobre 1994
Vince McMahon e Shawn Michaels 5 dicembre 1994 - 6 febbraio 1995
Vince McMahon e Jim Cornette 20 febbraio 1995 - 3 aprile 1995
Vince McMahon e Jerry Lawler 10 aprile 1995 - 29 luglio 1996
Jim Ross, Jerry Lawler e Kevin Kelly 5 agosto 1996 - 14 ottobre 1996
Vince McMahon, Jim Ross e Jerry Lawler 21 ottobre 1996 - 27 ottobre 1997
Jim Ross e Jerry Lawler 3 novembre 1997 - 2 novembre 1998
Michael Cole e Jerry Lawler 9 novembre 1998 - 12 aprile 1999
Jim Ross e Jerry Lawler 19 aprile 1999 - 26 febbraio 2001
Jim Ross e Paul Heyman 5 marzo 2001 - 9 luglio 2001
Michael Cole e Jim Ross 16 luglio 2001 - 23 luglio 2001
Jim Ross e Paul Heyman 30 luglio 2001 - 12 novembre 2001
Jim Ross e Jerry Lawler 19 novembre 2001 - 19 giugno 2005
Jim Ross, Jerry Lawler e Jonathan Coachman 26 giugno 2005 - 10 ottobre 2005
Jerry Lawler e Jonathan Coachman 17 ottobre 2005 - 31 ottobre 2005
Jerry Lawler, Jonathan Coachman e Joey Styles 7 novembre 2005 - 16 aprile 2006
Jerry Lawler e Joey Styles 23 aprile 2006 - 1º maggio 2006
Jim Ross e Jerry Lawler 8 maggio 2006 - 23 giugno 2008
Michael Cole e Jerry Lawler 30 giugno 2008 - 15 novembre 2010
Michael Cole, Jerry Lawler e CM Punk 22 novembre 2010 - 20 dicembre 2010
Michael Cole e Jerry Lawler 27 dicembre 2010 - 18 luglio 2011
Michael Cole, Jim Ross e Jerry Lawler 25 luglio 2011 - 3 ottobre 2011
Michael Cole e Jerry Lawler 10 ottobre 2011 - 10 settembre 2012
Michel Cole, Jim Ross e John "Bradshaw" Layfield 17 settembre 2012
Michael Cole e Jim Ross 24 settembre 2012 - 1º ottobre 2012
Michel Cole, Jim Ross e John "Bradshaw" Layfield 8 ottobre 2012
Michael Cole e Jim Ross 15 ottobre 2012 - 5 novembre 2012
Michael Cole, Jerry Lawler e John "Bradshaw" Layfield 12 novembre 2012 - presente

Annunciatori[modifica | modifica sorgente]

Annunciatore Periodo
Howard Finkel 11 gennaio 1993 - 22 agosto 2002
Anthony Chimel aprile 1997 - 16 agosto 1999
Lilian Garcia 23 agosto 1999 - 21 settembre 2009
Justin Roberts marzo 2007 - giugno 2007, 27 settembre 2009 - presente

Segmenti ricorrenti[modifica | modifica sorgente]

Segmento Tipo Presentatore durata Note
Raw Girls P 1993 Donne estranee al mondo del wrestling portavano cartelloni attorno al ring, in modo da pubblicizzare lo show. Fu emulato dalla World Championship Wrestling con le Nitro Girls
The Heartbreak Hotel I Shawn Michaels 1994
The Kings's Court I Jerry "The King" Lawler 1993 - 1995
Brother Love Show I Brother Love 1995
The Love Shack I Dude Love 1997 - 1998
Highlight Reel I Chris Jericho 2003 - 2005
2007 - 2008
White Boy Challenge S Rodney Mack 2003 Sfida aperta a persone di razza caucasica, con l'obiettivo di sconfiggere Rodney Mack in meno di cinque minuti. Il segmento terminò con la vittoria di Goldberg
WWE Diva Search G Jonathan Coachman (2004 - 2005)
The Miz (2006)
Todd Grisham (2007)
2004 - 2007
Masterlock Challenge S Chris Masters 2005-2007 Sfida aperta a qualunque wrestler, anche privo di contratto con la WWE; per vincere era necessario uscire indenni dalla Masterlock, la presa di sottomissione utilizzata da Chris Masters. La sfida fu vinta da Bobby Lashley nel marzo 2007
Kurt Angle Invitational S Kurt Angle 2005 Sfida aperta a qualunque wrestler, anche privo di contratto con la WWE e con le medaglie olimpiche in palio. Consisteva nel resistere contro Kurt Angle per tre minuti. Terminò quando Eugene riuscì, per la prima volta, a privare Angle delle proprie medaglie.
Carlito & Primo's Cabana I Carlito e Primo Colon 2005-2007 (solo con Carlito)
2008-2009
Scomparso dopo lo split tra i fratelli Colon
Piper's Pit I Roddy Piper 2005
The Cutting Edge I Edge 2005 - 2007
2010
V.I.P. Lounge I MVP 2009 - 2010
Matt Striker's Classroom I-A Matt Striker 2005 - 2006
RAW's Got Talent S-A Jerry Lawler 2010 Questo segmento ebbe solo una puntata.
Miz TV I The Miz 2012-presente
Legenda
A - Altro
G - Gara
I - Interviste
P - Promo
S - Sfida

Programmazione[modifica | modifica sorgente]

Attualmente lo show va in onda in diretta su USA Network per gli Stati Uniti, e sempre in diretta per Regno Unito e Irlanda su Sky Sports 3. In Italia va in onda in lingua originale su Sky Sport 2 in diretta, in replica il giorno dopo in italiano, mentre su Italia 2 andava in onda in differita di dodici giorni dalla messa in onda satellitare andando in onda nella fascia preserale del sabato. Dal 2013, Italia 2 cambia palinsesto cancellando Raw International (versione ridotta da 45 minuti)

Paese Canale Note
Mondo arabo MBC Action [2][3]
Argentina Canal 9 [4]
Australia Fox8 [5][6]
Bangladesh TEN Sports [7][8]
Belgio AB3 [9][10]
Bhutan TEN Sports [7][11]
Bulgaria bTV Comedy [12][13]
Bolivia Red PAT [14]
Bosnia ed Erzegovina OBN [15]
Brasile Esporte Interativo [16]
Canada The Score e Global Quebec [17][18]
Cile UCV TV [19][20]
Cina VBS [senza fonte]
Costa Rica Repretel Canal 11 [21]
Repubblica Ceca Nova Sport [22]
Ecuador Teleamazonas [senza fonte]
El Salvador Canal VTV [23]
Francia NT1 e RTL9 [24][25]
Finlandia MTV3 MAX [26]
Germania, Austria, Svizzera, Lussemburgo e Liechtenstein Sky Deutschland (live) [27][28][29][30][31][32][33]
Grecia Nova Sports 3 [34][35]
Honduras Canal 5 [36]
India, Pakistan, Sri Lanka, Nepal e Indonesia TEN Sports [7][37][38][39]
Israele Sport 1 [40][41]
Italia Sky Sport 2 (live)
Italia 2 (2011-2013)

Cielo Tv (2014-presente)

[42][43]
Malesia Astro Super Sport [44]
Messico Canal 5, TVC Deportes & MVS Visión (52MX & MC) [45][46]
Nuova Zelanda The Box [47][48]
Norvegia TV 2 Zebra [49]
Panamá RPC Canal 4 [50][51]
Perù ATV [52][53]
Filippine Jack TV e Solar TV [54][55]
Polonia Extreme Sports Channel [56][57]
Portogallo Sport TV [58][59]
Romania Sport.ro [60]
Russia
2×2 [61]
Serbia Fox televizija [62]
Singapore SuperSports [senza fonte]
Sudafrica E.tv [63][64]
Spagna MARCA TV [65][66]
Turchia FOX e Eurosport [67][68]
Thailandia TrueVisions [69]
Ucraina QTV [70]
Regno Unito e Irlanda Sky Sports 3 e Sky Sports HD3
(live)
[71][72]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ WWE Raw, YouTube. URL consultato il 24 giugno 2010.
  2. ^ WWE Algeria Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 10 settembre 2009.
  3. ^ (AR) WWE Raw on MBC's official site, MBC. URL consultato il 9 ottobre 2009.
  4. ^ WWE Argentina Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  5. ^ WWE Raw on Fox8's official Website, Fox8. URL consultato il 21 agosto 2009. [collegamento interrotto]
  6. ^ WWE Australia Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  7. ^ a b c Ten Sports TV Schedule, TEN Sports. URL consultato il 21 agosto 2009.
  8. ^ WWE Bangladesh Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 9 ottobre 2009.
  9. ^ WWE Belgium Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  10. ^ (NLFRDE) WWE Raw on AB3, AB3. URL consultato il 9 ottobre 2009.
  11. ^ WWE Bhutan Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  12. ^ WWE Bulgaria Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  13. ^ (BG) Primary Power, GTV. URL consultato il 21 agosto 2009.
  14. ^ http://www.redpat.tv/programacion.htm
  15. ^ http://obn.ba/index.php?option=com_content&view=article&id=459&catid=459
  16. ^ WWE launches in Brazil, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 23 febbraio 2011.
  17. ^ WWE Raw on FOX8, Fox8. URL consultato il 21 agosto 2009.
  18. ^ WWE Canada Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  19. ^ WWE Chile Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  20. ^ Chilevisión Television Schedule, Chilevisión. URL consultato il 21 agosto 2009.
  21. ^ WWE Costa Rica Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  22. ^ WWE Czech republic Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  23. ^ WWE El Savador Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  24. ^ WWE France Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  25. ^ (FR) WWE Raw Official NT1 Website, NT1. URL consultato il 21 agosto 2009.
  26. ^ WWE Finland Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  27. ^ (DE) WWE Germany Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 31 maggio 2010.
  28. ^ (DE) WWE Magazine, Sky Sport. URL consultato il 31 maggio 2010.
  29. ^ WWE Austria Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 31 maggio 2010.
  30. ^ WWE Switzerland Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 31 maggio 2010.
  31. ^ WWE Luxembourg Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 31 maggio 2010.
  32. ^ WWE Liechtenstein Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 31 maggio 2010.
  33. ^ WWE Corporate - WWE and Sky Deutschland Sign Three Year Renewal Deal
  34. ^ WWE Greece Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  35. ^ WWE Raw Scheduling on Nova Sports, Nova Sports. URL consultato il 21 agosto 2009. [collegamento interrotto]
  36. ^ WWE Honduras Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  37. ^ WWE India Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  38. ^ WWE Pakistan Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  39. ^ WWE Sri Lanka Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 9 marzo 2010.
  40. ^ WWE Israel Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  41. ^ (HE) Sport 1 Schedule, Sky Sport 1. URL consultato il 21 agosto 2009.
  42. ^ WWE Italy Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  43. ^ WWE Domestic Raw, Sky Italia. URL consultato il 21 agosto 2009.
  44. ^ WWE Malaysia Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  45. ^ Canal 5 Website, Canal 5. URL consultato il 21 agosto 2009.
  46. ^ WWE Mexico Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  47. ^ WWE New Zealand Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  48. ^ WWE on The Box Website, The Box. URL consultato il 21 agosto 2009.
  49. ^ RAW Wrestling - TV2 Zebra, TV2 Zebra. URL consultato il 6 novembre 2009.
  50. ^ WWE Panama Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  51. ^ (ES) RPC Canal 4 Television guide, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2008.
  52. ^ WWE Peru Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  53. ^ ATV Teleivision guide, ATV. URL consultato il 21 agosto 2009.
  54. ^ WWE Raw, Jack TV. URL consultato il 21 agosto 2009.
  55. ^ WWE Philippines Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  56. ^ WWE Poland Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  57. ^ Extreme Sports Channel Television schedule, Extreme Sports Channel, 21 agosto 2009.
  58. ^ WWE Portugal Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  59. ^ (PT) Wrestling Listings on Sport TV's official website, Sport TV. URL consultato il 21 agosto 2009.
  60. ^ WWE Romania Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  61. ^ WWE Corporate - WWE Comes to Russia
  62. ^ WWE Serbia Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  63. ^ WWE South Africa Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  64. ^ About WWE Raw, E.tv. URL consultato il 21 agosto 2009.
  65. ^ WWE Spain Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  66. ^ (ES) Pressing catch Raw, Cuatro. URL consultato il 21 agosto 2009.
  67. ^ WWE Turkey Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 13 settembre 2010.
  68. ^ (TR) Pressing catch Raw, FOX. URL consultato il 13 settembre 2019.
  69. ^ (ENTH) WWE program schedules in TrueVisions, TrueVisions. URL consultato il 6 giugno 2010.
  70. ^ WWE's Ukraine Schedule, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 7 ottobre 2009.
  71. ^ WWE United Kingdom Scheduling, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 21 agosto 2009.
  72. ^ WWE Live on Sky, Sky Sports, 18 agosto 2009. URL consultato il 21 agosto 2009.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling