Mike Mizanin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da The Miz)
Mike "The Miz" Mizanin
The Miz nell'aprile 2014
The Miz nell'aprile 2014
Nome Michael Gregory Mizanin
Ring name The Miz
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Parma (Ohio)
8 ottobre 1980
Residenza Los Angeles, California
Altezza 188 cm
Peso 101 kg
Allenatore UPW staff
Al Snow
Bill DeMott
Debutto 2001
Federazione WWE
Progetto Wrestling

Michael Gregory "Mike" Mizanin (Parma, 8 ottobre 1980) è un wrestler, attore e personaggio televisivo statunitense. Conosciuto con il ring name di The Miz, è sotto contratto con la WWE.

Mizanin è un ex WWE Champion. Ha vinto l'Intercontinental Championship per tre volte, il WWE United States Championship per due volte, e ben quattro titoli di coppia: due da WWE Tag Team Champion (con John Morrison e John Cena) , uno da World Tag Team Champion (con John Morrison) e uno come Unified WWE Tag Team Champion (con Big Show). A Raw 1000 si è laureato come venticinquesimo Triple Crown Champion. È stato primo nella PWI 500 del 2011, ed è un personaggio famoso anche fuori dal wrestling, avendo partecipato a diversi reality show e programmi televisivi, tra cui diverse edizioni di The Real World su MTV.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Inseguendo fin da giovane il sogno di diventare un wrestler professionista, Mizanin entrò nell'Ultimate Pro Wrestling, dove si allenò nella Ultimate University. Debuttò nel 2001.

World Wrestling Entertainment/WWE (2004–presente)[modifica | modifica sorgente]

Tough Enough e allenamento (2004–2006)[modifica | modifica sorgente]

Nell'ottobre del 2004, Mizanin partecipò alla quarta edizione di Tough Enough, una competizione televisiva il cui vincitore avrebbe ottenuto un contratto con la WWE e la somma di 1.000.000 dollari. Nonostante l'ultimo piazzamento in una gara di braccio di ferro il 25 novembre 2004, Mizanin eliminò altri sei wrestler. Il 12 dicembre 2004, durante il Pay Per View Armageddon, Miz affrontò l'altro finalista, Daniel Puder, in un "Dixie Dogfight" (incontro di boxe) di tre round. Nessuno dei due riuscì a mettere KO l'avversario, e la vittoria venne assegnata a Puder per acclamazione del pubblico. Durante la puntata del 16 dicembre 2004 di SmackDown, Puder fu dichiarato vincitore del Tough Enough dal capo allenatore Al Snow.[1]

Nonostante la sconfitta nel Tough Enough, Mizanin suscitò l'interesse della WWE e gli venne offerto un contratto di sviluppo. Mizanin fu mandato alla Deep South Wrestling per essere allenato da Bill DeMott. Nel luglio del 2005 lottò due dark match in tag team con l'ex vincitore del Tough Enough, Matt Cappotelli, contro gli Highlanders. Il 1 dicembre, Mizanin sconfisse Mike Knox nelle finali di un torneo per incoronare il primo campione dei pesi massimi della Deep South Wrestling.[2]

Continuò a lottare in coppia con Matt Cappottelli durante la seconda metà del 2005 nei dark match e negli house show della WWE, fino a quando a Cappottelli fu diagnosticato un tumore al cervello dopo un infortunio nel dicembre 2005.

Il 3 gennaio venne reso noto lo spostamento di Mizanin alla Ohio Valley Wrestling. Il 18 gennaio 2006 durante uno show televisivo della OVW, Mizanin debuttò come "The Miz" in un segmento noto come Miz TV dove conduceva delle interviste nel backstage. Parlò con Caylen Croft, suo presunto compagno di tag team in OVW, ma Croft annunciò il suo ritiro dall'attività dopo che qualcuno aveva tagliato i capelli a Johnny Jeter, augurando a Mizanin buona fortuna nel mondo del wrestling. Quando Croft se ne andò, Mike si riunì al suo vecchio compagno Matt Cappotelli e Christy Hemme battendo gli Highlanders in un incontro quella stessa sera.

Nello show OVW del 28 gennaio 2006, The Miz lottò il suo primo incontro in singolo contro Rene Dupree. Nonostante le interferenze di Chet the Jet e Seth Skyfire, The Miz andò vicino a vincere il match quando improvvisamente Chris Croft arrivò per attaccare Seth Skyfire. Quando The Miz uscì dal ring per provare a calmare Croft, finì per perdere l'incontro per count-out.

The Miz e Caylen Croft vinsero gli OVW Southern Tag Team Championship durante le registrazioni OVW dell'8 febbraio 2006, sconfiggendo Chet the Jett e Seth Skyfire.[3]. In quella definita come una "mossa disciplinare", la WWE licenziò Caylen Croft durante la settimana del 18 marzo, rendendo necessario dichiarare vacanti i titoli di The Miz e dello stesso Croft. Il 19 marzo 2006, Deuce Shade sconfisse Miz in un incontro singolo facendo vincere alla sua squadra The Untouchables (Deuce Shade & Domino) i titoli di coppia.

L'8 giugno 2007 fu sconfitto da Atlas DaBone durante l'evento OVW Summer Sizzler Series.

Debutto e team con John Morrison (2006–2009)[modifica | modifica sorgente]

L'8 marzo 2006, WWE.com presentò un video di "The Miz" dicendo che sarebbe arrivato a SmackDown, e in aprile a SmackDown furono mandati dei filmati per annunciare il suo debutto. Comunque, quando alla fine Mizanin provò a fare il suo debutto il 21 aprile 2006, il "responsabile del network" Palmer Cannon gli impedì di accedere all'arena (kayfabe) dicendo che il suo debutto era stato "annullato", prima di farlo scortare fuori dalla security.[4]

Il 31 maggio 2006, WWE.com annunciò che avrebbe lavorato come "annunciatore" di Smackdown.[5]

Miz debuttò come "annunciatore" il 2 giugno 2006[6], annunciando la card dello show e provando a incitare il pubblico. Altri compiti dell'annunciatore furono condurre interviste nel backstage e presentare un concorso di bellezza in bikini. Le apparizioni come annunciatore furono sporadiche, al punto da far sparire Miz in un paio di settimane.

A luglio Miz, assieme ad Ashley Massaro, divenne presentatore dell'annuale Diva Search apparendo sia a RAW che a SmackDown!. Al debutto nel suo nuovo incarico, di fronte al pubblico dal vivo di Raw, Miz sembrò nervoso e sbagliò le sue battute, confondendo i nomi delle partecipanti. Nonostante sembrò migliorare di settimana in settimana, venne velocemente preso di mira dagli scherzi delle altre WWE Superstars durante le puntate.

Terminato il Diva Search, The Miz tornò stabilmente a Smackdown e adottò un allineamento Heel, iniziando la sua carriera in-ring vincendo contro Tatanka il 1 settembre 2006.[7] Dopo questa vittoria, assieme al commentatore Michael Cole, iniziò a far notare continuamente di essere "imbattuto", nonostante avesse combattuto solo cinque incontri nei due mesi successivi, sconfiggendo lottatori come Matt Hardy,[8] e Scotty 2 Hotty.[9]. Nello stesso periodo iniziò una faida con la vincitrice del Diva Search Layla El, che aveva rifiutato le sue avances in più di un'occasione, portando Miz ad aiutare Kristal a sconfiggerla in varie competizioni. Presto, comunque, Miz e Kristal si trovarono perseguitato dal rientrante Boogeyman, il quale costrinse The Miz alla sua prima sconfitta a Armageddon.[10]

Dopo un breve periodo di assenza dalla TV, Miz tornò a SmackDown! per condurre un segmento chiamato Miz TV nel quale intervistava altre superstar. Dopo il segmento, che non portò da nessuna parte, Mizanin tornò a lottare usando uno stile più intenso e iniziò di nuovo a racimolare vittorie. Nell'edizione di Raw dell'11 giugno 2007, Miz affrontò e sconfisse Snitsky in un incontro valevole per decretare quale dei due brand in gioco avrebbe guadagnato una 'pescata' dagli altri due roster. In realtà Snitsky distrusse facilmente The Miz, facendo ottenere la pescata alla ECW ma, poiché continuò a infierire sull'avversario dopo la fine del match, l'arbitro invertì il risultato assegnando la vittoria a The Miz e a SmackDown![11] La pescata di SmackDown fu Chris Masters.

The Miz e John Morrison

Tuttavia, qualche giorno dopo, Miz fu spostato da SmackDown alla ECW durante una draft supplementare[12]. Non partecipò allo show nelle prime settimane, ma fu protagonista di commenti nel backstage o di filmati che ne annunciavano l'arrivo. Debuttò il 10 luglio, sconfiggendo Nunzio. Successivamente, l'Extreme Exposè iniziò a mostrare ammirazione verso di lui, permettendogli di iniziare una nuova gimmick come auto-proclamatosi "chick magnet". Le tre componenti dell'Extreme Exposè divennero quindi manager di The Miz, che iniziò una faida con Balls Mahoney quando Kelly Kelly (keyfabe) si innamorò di quest'ultimo. Nell'edizione del 2 ottobre della ECW, Miz rivelò di possedere il contratto di Kelly Kelly, Layla El e Brooke Adams dell'Extreme Exposè, e utilizzò questa scusa per impedire a Kelly Kelly di frequentare Balls Mahoney.[13] Vinse un sondaggio a Cyber Sunday per affrontare CM Punk, per il ECW Championship, ma perse l'incontro.[14]

The Miz come WWE Tag Team Champion

Il 16 novembre, apparendo a SmackDown!, Miz e John Morrison divennero i WWE Tag Team Champions battendo Matt Hardy e MVP, ottenendo il suo primo titolo della sua esperienza in WWE.[15][16]

Assieme a Morrison, The Miz conduce uno show su WWE.com chiamato "The Dirt Sheet", dove Miz e Morrison prendono in giro il resto del roster e mostrano le loro capacità al microfono. Nonostante fino ad allora i due si odiassero, dalla vittoria dei titoli la WWE li ha fatti apparire come amici. Miz e Morrison hanno ottenuto molte difese titolate nei mesi successivi, prima di perdere le cinture a favore di Curt Hawkins e Zack Ryder a Great American Bash in un Fatal Four-Way match che ha visto partecipare anche Jesse e Festus e Finlay ed Hornswoggle. Né Miz né Morrison furono schienati, dato che Hawkins schienò Jesse per vincere l'incontro. I due ebbero un breve feud con la D-Generation X che finì il 3 novembre con la vittoria di HHH & HBK. Dopo aver vinto 2 Slammy Award per la migliore coppia dell'anno e il miglior show, Morrison & Miz batterono CM Punk & Kofi Kingston il 13 dicembre durante un House Show, diventando World Tag Team Champions.[17]

The Miz e Morrison perdono i titoli di coppia a WrestleMania XXV in favore dei fratelli Colon.

Regni titolati e ShowMiz (2009-2010)[modifica | modifica sorgente]

Gli ShowMiz campioni di coppia a WrestleMania XXVI

The Miz passa dal roster ECW al roster di Raw dopo la sconfitta contro Kofi Kingston per squalifica. A fine match The Miz attacca il suo ormai ex compagno di tag team John Morrison.

A Raw inizia una faida a distanza con John Cena, insultandolo e autoproclamandosi vincitore per diverse settimane su Cena quando quest'ultimo il più delle volte non risponde alle frecciate del wrestler di Cleveland. Dopo aver perso la seconda volta contro John Cena a Raw(la prima era stata a The Bash), The Miz lascia RAW, dovendo seguire la stipulazione emanata dall'allora GM Jeremy Piven. La settimana dopo, però, riconquista un posto nel roster battendo Eugene sotto le vesti di Calgary Kid. The Miz riceve una title shot al titolo US nel PPV WWE Breaking Point dove però non riesce a sconfiggere il campione Kofi Kingston. Nel PPV Hell in a Cell The Miz non è riuscito a conquistare il titolo US, perdendo un triple threat match insieme a Jack Swagger, vinto da Kofi Kingston. Nell'edizione di Raw del 5 ottobre The Miz sconfigge Kofi Kingston conquistando il titolo US. Nel PPV WWE Bragging Rights The Miz ha sconfitto l'ex compagno di tag team John Morrison. Il feud è proseguito ancora, protraendosi fino a Survivor Series 2009, dove The Miz ha capitanato il suo team (composto, oltre che da lui, da Sheamus, Drew McIntyre, Dolph Ziggler e Jack Swagger), portandolo alla vittoria contro la squadra di John Morrison (oltre a lui, composta da Matt Hardy, Finlay, Evan Bourne e Shelton Benjamin) in un classico Elimintation Tag Team Match, sopravvivendo insieme al Celtic Warrior e a McIntyre. Ora ha una rivalità con MVP per lo US Championship e nel PPV Royal Rumble lo sconfigge mantenendo il suo titolo US.

The Miz durante la sua faida con John Cena nel 2009

La sera dopo il PPV, viene annunciato che The Miz e Big Show prenderanno parte ad un Triple Threat Tag Team Math per gli Unified WWE Tag Team Championships, dove prenderanno parte anche CM Punk e Luke Gallows, insieme ai campioni, la DX. Una settimana dopo la Royal Rumble 2010, The Miz e Big Show, sconfiggono la DX e la Straight Edge Society in un Triple Threat Elimination Tag Team match conquistando gli Unified WWE Tag Team Championships. Nel PPV Elimination Chamber The Miz sconfigge ancora MVP conservando il titolo US e la sera seguente insieme a Big Show conservano i titoli di coppia contro Mark Henry e proprio MVP. A Wrestlemania XXVI, insieme a Big Show, affronterà R-Truth e John Morrison per gli Unified Tag Team Championship. A WrestleMania XXVI lui e Big Show conservano le cinture di coppia sconfiggendo John Morrison e R-Truth. Nella puntata di Raw del 5/4/10, gli ShoMiz battono John Cena e Batista per count out e subito dopo sconfiggono David Otunga e John Cena, rimanendo campioni di coppia unificati. A Extreme Rules Big Show & The Miz perdono un tag team Gauntlet match contro la Hart Dynasty dopo aver eliminato John Morrison & R-Truth e MVP & Mark Henry e il giorno dopo a Raw perdono i titoli di coppia proprio contro la Hart Dynasty; a fine match Big Show colpisce con un pugno The Miz.

Nella puntata successiva di Raw, forma una nuova alleanza con Chris Jericho puntando gli Unified Tag Team Championships. A WWE Over the Limit, affronterà insieme a Chris Jericho la Hart Dynasty per i titoli di coppia unificati, grazie alla vittoria di Y2J su D.H. Smith. Durante la stessa sera, dopo aver perso un match contro Tyson Kidd, annuncia che nella prossima puntata di Raw di 3 ore, affronterà Bret Hart per lo U.S. Title. Nel match di Raw The Miz perde il titolo in favore di Bret Hart dopo l'intervento dell'Hart Dinasty. In PPV The Miz & Chris Jericho vengono sconfitti dalla Hart Dynasty.

Nell'edizione di Raw dopo il PPV Over The Limit, The Miz viene sconfitto da R-Truth in un match valido per il titolo US vacante. Però nella puntata di Raw del 14 giugno batte in un Fatal 4 Way il campione R-Truth, John Morrison e Zack Ryder, riconquistando la cintura US che difende anche a Fatal 4-Way sconfiggendo R-Truth. 24 ore dopo, a Monday Night RAW, The Miz interrompe un discorso di Randy Orton e lo invita a farsi da parte per sgombrargli la strada verso il WWE Championship, visto che The Viper ha già avuto e sprecato troppe occasioni. Detto ciò, l'Awesome One attacca Mr. RKO, che però non si lascia cogliere di sorpresa e reagisce, costringendolo alla fuga. Nell'edizione successiva Rob Zombie, Guest Host della serata, annuncia gli 8 partecipanti al Money in the Bank Ladder Match di RAW che si svolgerà nell'omonimo PPV: Chris Jericho, Edge, Evan Bourne, John Morrison, Randy Orton, R-Truth, Ted DiBiase jr. e, ovviamente, The Miz. Nella medesima edizione il Main Event vede coinvolti gli 8 atleti in un Eight Men Tag Team Match, che vede vincitori Evan Bourne, John Morrison, Randy Orton e R-Truth. Quest'ultimo, 7 giorni dopo, dovrebbe affrontare The Miz in un One on One, ma l'Awesome One si rende protagonista di un violento attacco ai suoi danni, infortunandolo prima che l'incontro possa anche solo cominciare. A meno di una settimana dal PPV, The Miz si vanta di aver messo fuori dai giochi il rapper e promette di vincere l'ambita valigetta. Un'e-mail dell'anonimo General Manager lo avvisa però che dovrà affrontare il sostituto di R-Truth, ovvero Mark Henry. Stavolta la contesa ha inizio, ma dopo pochi minuti viene proclamato il No Contest, visto che The Miz si rende protagonista di un altro violento attacco.

WWE Champion e Awesome Truth (2010-2011)[modifica | modifica sorgente]

The Miz con la valigetta del Money in the Bank

Nel PPV Money in the Bank The Miz riesce a conquistare la valigetta valida per la title shot al WWE Championship. Dopo appena 24 ore la valigetta potrebbe già permettergli di conquistare il WWE Championship: dopo aver infatti intimorito Sheamus, detentore della cintura, ricordandogli come possa sfidarlo in qualsiasi momento, The Miz prova a utilizzare il suo contratto successivamente al match tra Evan Bourne e il WWE Champion, dopo aver messo KO quest'ultimo con una Skull Crushing Finale sulla valigetta. Purtroppo il ritorno di R-Truth gli impedisce di iniziare il match. Una scena simile si ripete nell'edizione successiva: The Miz prova nuovamente a utilizzare il suo contratto dopo che Randy Orton ha colpito Sheamus con una RKO, ma la stessa sorte tocca anche a lui. Oltre al danno, si aggiunge poi la beffa, visto che il General Manger sancisce un curioso Tag Team Match come Main Event: Chris Jericho e John Cena contro Sheamus e The Miz, il quale ottiene la vittoria schienando il leader della Cenation, vittima di una Codebreaker a tradimento da parte del suo Tag Team Partner. The Miz partecipa anche al Main Event anche sette giorni dopo, venendo però sconfitto da Randy Orton. Una vittoria su Evan Bourne e la richiesta da parte di Bret Hart e John Cena di entrare a far parte del Team WWE che affronterà a WWE SummerSlam il Nexus sembrano proiettare il WWE United States Champion verso un ruolo di primo piano, ma l'Awesome One commette l'errore di non dare una risposta immediata e al PPV si vede rubare il posto nientemeno che dal rientrante Daniel Bryan, il suo ex Rookie nella prima stagione di NXT. The Miz non accetta l'affronto e durante l'incontro colpisce con la valigetta il suo sostituto, facendolo eliminare. Nonostante ciò, il Team WWE si aggiudicherà ugualmente l'incontro. Non soddisfatto, la sera successiva il WWE United States Champion e Alex Riley distraggono Daniel Bryan e permettono a Michael Tarver di sconfiggerlo. A Night of Champions The Miz viene sconfitto da Daniel Bryan per sottomissione perdendo così il titolo US. A Hell in a Cell The Miz viene ancora sconfitto da Daniel Bryan in un Triple Threat Match Submission, in cui vi era anche John Morrison, che conserva il titolo US.

The Miz come WWE Champion

Ormai non più concentrato sul titolo U.S., Miz manifesta la volontà di essere il capitano del team Raw che dovrà affrontare a Bragging Rights il team di Smackdown, guidato da Big Show. Miz si gioca i gradi di capitano in un match contro John Cena a Raw e l'incontro viene vinto proprio da Mizanin con la complicità di Husky Harris e Michael McGillicutty, intervenuti per ordine di Wade Barrett, leader del Nexus. Nella puntata di Raw del 22 novembre decide di incassare il contratto, sconfiggendo Orton con la Skull Crushing Finale ribaltando una RKO e diviene così per la prima volta WWE Champion. Nella puntata di Raw del 29 novembre sconfigge Jerry "The King" Lawler (anche grazie all'aiuto di Michael Cole che ha interrotto Lawler mentre saliva indisturbato sulla scala) in un TLC difendendo il WWE Championship. Durante il Tribute to the Troops del 12 dicembre, il team Face (composto da John Cena, Rey Mysterio e Randy Orton) ha battuto il team Heel (composto da Wade Barrett, Alberto Del Rio e The Miz). A TLC The Miz sconfigge Randy Orton in un tables match e conserva il WWE Title. Nella puntata del 3 gennaio sconfigge l'ex compagno John Morrison in un match valido per il WWE Championship in un Falls Count Anywere Match molto combattuto. The Miz sconfigge Randy Orton alla Royal Rumble 2011 e conserva il WWE Championship grazie all'aiuto del New Nexus. A Elimination Chamber 2011 sconfigge Jerry Lawler e conserva il WWE Championship. Nella stessa sera John Cena vince l'Elimination Chamber match guadagnandosi un match per il WWE Championship di The Miz che si terrà nel main event di WrestleMania. Nella seguente puntata di Raw conquista i WWE Tag Team Championship con John Cena battendo Heath Slater e Justin Gabriel, ma Wade Barrett ordina un rematch, nel quale Slater & Gabriel riconquistano le cinture grazie al tradimento di Mizanin su Cena. Nella puntata di Raw del 21 marzo, The Miz mostra una nuova versione del WWE Championship, con il logo della federazione capovolto, formando una M. Nel Main Event di WrestleMania XXVII The Miz sconfigge John Cena, grazie all'interferenza di The Rock; dopo il match The Rock lo colpisce con il People's Elbow.

The Rock e The Miz

Nella puntata di Raw dell'11 aprile Mizanin interviene nel Gauntled match per determinare il N.1 contender per WWE Extreme Rules che vedeva coinvolti John Cena e R-Truth sancendo una doppia squalifica. Poco dopo il GM anonimo decreta per il PPV un Triple Threat Match tra lo stesso The Miz, Cena e R-Truth. La settimana successiva lui e Alex Riley perdono contro John Cena e Sin Cara. A causa della sconfitta di R-Truth a favore di John Morrison, ad Extreme Rules 2011 The Miz dovrà difendere il WWE Championship in un Triple Treath Steel Cage Match contro John Morrison e John Cena. A Extreme Rules 2011 The Miz viene schienato da John Cena in un triple treath steel cage match valido per il WWE Championship, perdendo così il suo titolo del mondo. Il giorno dopo a Monday Night Raw perde un match valido per il WWE Championship contro John Cena per squalifica, avendo usato la cintura per colpire l'avversario (cintura che all'inizio l'arbitro non aveva visto, assegnando dapprima il match e il titolo a The Miz per poi ribaltare il verdetto, avendo visto la cintura per terra al centro del ring). Nella puntata di Raw del 9 maggio, The Miz vince un Triple Treat Match contro Alberto Del Rio e Rey Mysterio, per decretare il nuovo primo sfidante per il titolo WWE a WWE Over the Limit. Per decisione del campione John Cena, il match sarà un "I Quit" Match. Nella puntata di Raw del 16 maggio su decisione del General Manager, The Miz può decidere lo sfidante di John Cena per la serata e anche la stipulazione. Viene scelto Jack Swagger e la stipulazione un No Holds Barred Match. Alla fine del match, vinto da Cena, attacca questi con un tubo d'acciaio, ma viene rapidamente fatto scappare via dalla controffensiva del campione WWE. A Over The Limit, The Miz viene sconfitto da John Cena, pur dominando il match. 24 ore dopo, a RAW, il General Manager rifiuta di dargli un'altra possibilità con Cena; quindi Mizanin se la prende con Alex Riley, che però si difende, vendicandosi ed effettuando un Turn Face.

The Miz e Alex Riley durante Wrestlemania XVII

Nella puntata di Raw del 30 maggio attacca Alex Riley dopo che quest'ultimo ha svolto un'intervista da Michael Cole ma ad avere la meglio è ancora Riley che fa fuggire Miz fra il pubblico. Nella puntata di Raw del 6 giugno, The Miz e R-Truth perdono inizialmente contro John Cena e Alex Riley un match di coppia arbitrato da Steve Austin. Poco dopo però, il GM misterioso ribalta il verdetto per l'imparzialità di Austin. Inoltre viene anche ufficializzato il match che vedrà The Miz contro Alex Riley nel nuovo PPV WWE Capitol Punishment. Nella puntata di Raw All Star Night, The Miz e Alex Riley partecipano al Piper's Pit tenuto da Roddy Piper. Dopo una discussione accesa, viene ufficializzato un match: Roddy Piper contro The Miz con arbitro speciale Alex Riley e in palio 5.000 dollari. A vincere è Roddy Piper, a causa del conteggio velocissimo da parte di Alex Riley. A WWE Capitol Punishment viene sconfitto da Alex Riley. Nel Raw successivo dedicato al "Power to the People" The Miz in squadra con R-Truth e Christian perde contro John Cena, Randy Orton e Alex Riley in un 6-man Elimination Tag Team Match. Nella puntata successiva, dedicata alla Raw Roulette, The Miz fa coppia con Jack Swagger in un Tornado Tag Team Match contro Rey Mysterio e Alex Riley e a vincere sono quest'ultimi. A WWE Money in the Bank Miz parteciperà al Raw Money in the Bank Ladder Match con Alex Riley, Alberto Del Rio, Evan Bourne, Jack Swagger, Kofi Kingston, R-Truth e Rey Misterio. Nella puntata di WWE Raw del 4 luglio, Miz perde contro Alex Riley e a fine match attacca Riley. Nella puntata di Raw dell'11 luglio, in coppia con R-Truth e Jack Swagger, perde contro Evan Bourne, Alex Riley e Kofi Kingston. Nel PPV Money in the Bank, non riesce a vincere l'omonimo match, vinto da Alberto Del Rio. Nella puntata di Raw successiva la PPV, The Miz arriva nella finale del torneo per decretare il nuovo WWE Champion contro Rey Mysterio, ma il match viene rimandato alla settimana successiva da Vince McMahon. Nella puntata di WWE Raw del 25 luglio The Miz perde nella finale del torneo contro Rey Mysterio che vince il WWE Championship per la 1ª volta in carriera dopo un match combattuto. Nella stessa serata nello spogliatoio si lamenta con Josh Matthews che lo aveva intervistato dicendo che questo nuovo regime è sbagliato e che è lui il miglior campione che esista e ne John Cena, ne Rey Mysterio ne nessun altro saranno mai alla sua altezza.

The Awesome Truth

Nella puntata di Raw del 1 agosto, forma un'alleanza con R-Truth e vince un match di coppia battendo Rey Mysterio e John Morrison. A Summerslam perde un Tag Team con Alberto Del Rio e R-Truth contro Rey Mysterio, John Morrison e Kofi Kingston. A Night of Champions, The Miz e R-Truth sfidano Evan Bourne & Kofi Kingston con i titoli di coppia in palio, ma perdono per squalifica quando The Miz attacca l'arbitro. Sempre a Night Of Champions gli Awesome Truth intervengono nel match tra CM Punk e Triple H Attaccando entrambi e attaccando anche l'arbitro. Nella puntata successiva di Raw, entrambi vanno a chiedere scusa a Triple H e quest'ultimo accetta ma devono pagare una multa di 250.000 dollari per aver messo le mani addosso ad un ufficiale di gara. Nella stessa sera nel main event, perdono contro John Cena e CM Punk un match di coppia. Alla fine del match, fa la sua comparsa sullo stage Triple H dicendo che gli Awesome Truth sono licenziati. I due wrestlers, increduli, dalla rabbia attaccano HHH nel backstage ma vengono respinti brutalmente nel parcheggio dalle altre Superstars WWE.

A Hell in a Cell The Miz e R-Truth attaccano CM Punk, Alberto del Rio e John Cena nel main event della serata, scatenando l'ira di Triple H che li fa arrestare. Durante la puntata del 3 settembre di Raw annunciano in un video di YouTube insieme ad R-Truth i motivi per il quale ha attaccato John Cena, CM Punk e Alberto del Rio, dicendo anche che se Triple H se fosse stato nella loro situazione si sarebbe comportato nello stesso modo.

The Miz in un match

Nella puntata del 10 ottobre il nuovo GM ad interim John Laurinaitis riassume i due che affrontano in coppia CM Punk e Alberto Del Rio perdendo per squalifica. A fine match interviene Triple H che li attacca e forma un'alleanza con CM Punk. A Vengeance, gli Awesome Truth sconfiggono i rivali CM Punk e Triple H, anche grazie all'aiuto di Kevin Nash, ed attaccano John Cena nel corso del main event valido per il titolo WWE contro Alberto Del Rio. Nella puntata speciale di Pre-Halloween di RAW, ad Atlanta, John Cena sconfigge The Miz con la STF sottomettendolo, in quello che è stato definito il "Re-Match di WrestleMania". Alle Survivor Series, nel main event, gli Awesome Truth perdono contro John Cena e The Rock quando quest'ultimo schiena Miz dopo il People's Elbow.

Nella puntata di Raw post-PPV The Miz ha un litigio con R-Truth, causato da John Cena. The Miz spinge via R-Truth ma quest'ultimo non lo accetta e tira un pugno al suo ex compagno. I due subito si chiedono scusa e vanno alla ricerca di John Cena, ma sullo stage The Miz tradisce R-Truth colpendolo con una Skull Crushing Finale, dando così fine agli Awesome Truth.

Varie faide e regni come Intercontinental Champion (2011-2013)[modifica | modifica sorgente]

Nell'edizione di Raw del 5 dicembre, battendo Randy Orton per Count-Out, entra a far parte del Triple Threat Match di TLC nel quale sarà in palio il WWE Championship che comprenderà il campione e Alberto Del Rio. A TLC non riesce a conquistare il WWE Championship che rimane nelle mani di CM Punk.

Nel 2012, inizia una faida con R-Truth, suo ex compagno, e lo affronta in un match dove il perdente sarebbe diventato il primo ad entrare nel Royal Rumble Match. Al PPV, entra appunto con il numero 1, e contro ogni aspettativa prende parte al match, da lui svolto in maniera ottima, fino a pochi secondi dopo l'entrata del lottatore n.30, Big Show, che lo elimina, contemporaneamente a Cody Rhodes.

Nella puntata di Raw del 6 febbraio partecipa alla Six Pack Challenge contro gli altri partecipanti dell'Elimination Chamber per decretare chi guadagnerà il diritto di entrare per ultimo nella contesa al prossimo pay per view, ma il match viene vinto da Chris Jericho. Al pay-per-view Elimination Chamber entra con il numero 5 nell'Elimination Chamber Match di Raw per il WWE Championship, ma viene schienato nel finale da CM Punk dopo una GTS.

Il 20 febbraio a Raw perde una battle royal per declatare primo sfidante all'WWE Championship di CM Punk a Westlemenia XXVIII vinta poi da Chris Jericho. Nella puntata di Raw del 12 marzo, perde contro CM Punk per sottomissione, cedendo all'Anaconda Vise, e perdendo l'occasione di far parte del Team Johnny a WrestleMania XXVIII. Tuttavia, nella puntata di Raw del 26 marzo, dopo il match tra Santino Marella e David Otunga, mette al tappeto l'US Champion con la Skull Crushing Finale, salvando così John Laurinaitis che per ringraziarlo annuncia che farà parte del Team Johnny a Wrestlemania. A WrestleMania XXVIII il Team Laurinaitis sconfigge il Team di Teddy Long, proprio grazie a Miz, che ottiene il pin decisivo schienando Zack Ryder.

A Extreme Rules perde contro Santino Marella e non riesce così a conquistare lo United States Championship. Ad Over the Limit, viene inserito in una Battle Royal e il vincitore avrebbe potuto scegliere se affrontare il Campione degli Stati Uniti o quello Intercontinentale, ma viene eliminato all'ultimo round da Christian. Nella stessa sera viene sconfitto da Brodus Clay in un single match.

Dopo aver ricevuto una RKO da Randy Orton, Miz non si è più presentato nelle settimane a venire, con la WWE che ha confermato l'Inattività temporanea del lottatore perché sarà impegnato a recitare nel film Presa mortale 3: Homefront.

Ritorna a sorpresa nel pay-per-view Money in the Bank annunciando che sarà presente nell'omonima contesa per la title shot al WWE Championship, ma non riesce a conquistare la valigetta, che viene vinta da John Cena. La sera successiva, a Raw, viene sconfitto in un tag team match misto insieme a Eve Torres contro Daniel Bryan ed AJ Lee. A Raw 1000, si rivela essere l'avversario misterioso di Christian, e sconfiggendolo, conquista per la prima volta in carriera l'Intercontinental Championship: con questa vittoria, Miz diviene il 25° Triple Crown Champion. Nella puntata di SmackDown andata in onda il 27 luglio difende con successo l'Intercontinental Championship nel rematch contro Christian. A SummerSlam sconfigge Rey Mysterio e rimane Campione Intercontinentale. Successivamente interviene nel finire del match fra Cody Rhodes e Rey Mysterio provando ad attaccare quest'ultimo ma senza successo, visto che Rhodes lo stende con la Cross Rhodes. Inoltre viene sancito dal sito WWE che The Miz dovrà difendere la cintura dall'assalto di Rey Mysterio, Cody Rhodes e Sin Cara a Night of Champions in un Fatal 4-Way Match. Nella puntata di SmackDown prima di Night of Champions, Mizanin viene sconfitto da uno dei partecipanti, Sin Cara. A Night of Champions Riesce a mantenere il titolo effettuando lo schienamento vincente ai danni di Cody Rhodes. Il giorno dopo, a Raw, si tiene la prima puntata di MizTV, un talk show organizzato dall'Awesome One. Il suo ospite si rivela essere il GM di SmackDown Booker T, al quale Miz critica il fatto di averlo messo in un Fatal 4-Way per difendere il suo titolo a Night of Champions e critica anche il fatto di aver "legalizzato" il Brogue Kick di Sheamus dopo averlo bandito qualche giorno prima. Booker T toglie il microfono dalle mani di Miz e introduce il vero ospite dello show, l'imbattuto Ryback, che mette in fuga il campione intercontinentale e distrugge la scenografia. Ciò fa scaturire un nuovo feud fra i due. Nella puntata del 24 settembre perde un match non titolato contro Ryback. A Saturday Morning Slam, Miz batte Justin Gabriel. Il 5 ottobre, a SmackDown, durante il suo match contro Sheamus, viene attaccato da Big Show con la WMD, facendo scattare la squalifica in suo favore.

Nel backstage di Raw dell'8 ottobre, Miz è protagonista di un segmento insieme a Larry King e sua moglie e, dopo una discussione, viene attaccato da Kofi Kingston, facendo scaturire un Feud tra i due. Viene poi reso noto dalla WWE, che la settimana seguente, a WWE Main Event, Miz dovrà difendere il suo titolo all'assalto del ghanese. A WWE Main Event, Miz perde il titolo intercontinentale contro Kofi Kingston. Nella puntata di SmackDown del 19 ottobre perde contro Randy Orton. A Hell in a Cell non riesce a riconquistare il titolo, perdendo contro Kofi. Il giorno dopo, attacca il ghanese durante il suo match contro Antonio Cesaro. Nella stessa sera viene annunciato che farà parte del Team Punk a Survivor Series che si scontrerà contro il Team Foley. A Smackdown nella stessa settimana vince un incontro di coppia che vedeva contrapposti lui e Big Show a Sheamus e Kofi, effettuando il Pin vincente proprio sul ghanese in seguito al KO Punch del World Heavyweight Champion. Nella puntata di Raw del 5 novembre 2012, The Miz si ritira dal Team Punk ritenendo lo stesso CM Punk non idoneo alla carica di leader; nella stessa sera perde un match contro Sheamus. Nello Smackdown Live del 6 novembre, Miz ha un nuovo incontro con Kofi Kingston valido per il titolo Intercontinentale, perdendo per quella che risulta la quarta sconfitta consecutiva in singolo contro il ghanese. A fine match, offre la mano a Kingston, ricevendo un Dropkick in volto come risposta.

Nella puntata di Raw del 12 novembre 2012, Miz viene inserito nella lista dei possibili sostituti di Ryback nel Team Foley. Miz vince il sondaggio del Raw Active e approda nel team. Nella stessa serata affronta in coppia con Kane il Team Rhodes Scholars, andando a vincere il match ed effettuando un turn face. Alle Survivor Series il Team Foley viene sconfitto nonostante The Miz, dopo un'ottima prestazione, riesca a eliminare Wade Barett per poi essere schienato da Alberto Del Rio.

Nella puntata di Raw del 3 dicembre sfida CM Punk a sottoporsi alla macchina della verità per provare che i tre di NXT che lo hanno aiutato a Survivor Series e Brad Maddox non sono in combutta con lui, ma al momento del test The Miz viene attaccato dai The Shield, non permettendo a CM Punk di rispondere. A TLC presenta un breve episodio del MizTv, dove ha come ospiti i 3MB (Heath Slater, Jinder Mahal e Drew McIntyre). I tre però se la prendono prima con i commentatori spagnoli a bordo ring, e successivamente con Ricardo Rodriguez e Alberto Del Rio, che accorre in suo aiuto. Miz sta fuori dalla rissa sino a quando McIntyre lo spinge, e aiuta Del Rio a fare piazza pulita. Prima del main event fa quindi squadra con Del Rio e Brooklyn Brawler contro i 3MB, sconfiggendoli in pochi minuti. Nella puntata di Raw del 17 dicembre, serata dedicata agli Slammy Award, fa squadra con Alberto Del Rio e il ben tornato Tommy Dreamer sconfiggendo ancora una volta la 3MB.

Nella puntata di Main Event del 3 gennaio dopo che Antonio Cesaro ha sconfitto The Great Khali viene sfidato dallo svizzero per il titolo. Nella puntata di Raw del 14 gennaio 2013 ha come ospite d'onore la Hall of Fame Ric Flair. I due vengono interrotti da Antonio Cesaro che inizia ad insultare pesantemente Flair, che reagisce e lancia Cesaro a Miz che lo colpisce con la Skull Crashing Finale. Successivamente The Miz, sotto esortazione di Flair, gli applica la sua celebre mossa: la Figure-Four Leg Lock. A SmackDown del 18 gennaio sconfigge per sottomissione Primo con la sua nuova mossa. Nella puntata di Raw del 21 gennaio partecipa al Beat The Time Clock dove il vincitore avrebbe potuto scegliere con che posizione entrare nella Royal Rumble, ma perde il suo match contro Dolph Ziggler a causa delle interferenze di Big E Langston e AJ Lee. Nella puntata del 25 gennaio sconfigge per sottomissione Darren Young.

Alla Royal Rumble non riesce a conquistare lo United States Championship venendo sconfitto da Cesaro. Successivamente partecipa al Royal Rumble match venendo eliminato nelle battute finali da Ryback. Presenta poi varie puntate del MizTV, ed in una edizione interviene nello show Brock Lesnar che scaraventa fuori dal ring i mobili del MizTv e attacca The Miz, precedentemente tornato sul ring per affrontare Lesnar, schiantandolo al suolo con la F-5. Nella puntata di Raw dell'11 febbraio vince un match per squalifica contro Cody Rhodes quando viene attaccato e infortunato da Cesaro. A SmackDown, prima di Elimination Chamber, sconfigge per sottomissione Cody Rhodes. Ad Elimination Chamber, non riesce a vincere lo United States Championship, venendo squalificato per aver colpito accidentalmente Cesaro con un colpo basso. A Raw, il 18 febbraio, sconfigge per sottomissione Antonio Cesaro in un No Disqualification match. A Main Event accetta la sfida di Big Show, che voleva trovare una superstar alla sua altezza, attaccando il gigante e scaraventandolo fuori dal ring. Vince ancora a SmackDown, il 22 febbraio, sconfiggendo per sottomissione Cody Rhodes. A Raw, perde contro Jack Swagger. Il 1º marzo, a SmackDown, viene sconfitto da Antonio Cesaro in un 2 out of 3 falls match molto combattuto. A Raw Old School chiama al suo corner il suo mentore, "The Nature Boy" Ric Flair, e sconfigge con la Figure Four Leg-Lock Dolph Ziggler. A Raw, l'11 marzo, il suo match con Chris Jericho finisce in No Contest, dopo che accidentalmente Jericho lancia Miz contro Wade Barrett, che stava osservando il match dal tavolo dei commentatori; Barrett ha tuttavia la peggio e viene colpito dalla Skull Crushing Finale di Miz e dalla Codebreaker di Jericho. Nella puntata di Raw del 18 marzo viene sconfitto nel Triple Threat Match valido per l'Intercontinental Championship che comprendeva anche Chris Jericho e il vincitore del match, Wade Barrett. Il 22 marzo a SmackDown sconfigge lo United States Champion Antonio Cesaro e il 25 marzo sconfigge l'Intercontinental Champion Wade Barrett. A WrestleMania 29 affronterà Wade Barrett con l'Intercontinental Championship in palio. A WrestleMania 29 sconfigge il britannico Barrett e vince per la seconda volta nella sua carriera l'Intercontinental Championship, tuttavia nella successiva puntata di Raw, viene sconfitto da Barrett che riesce così a riprendersi il titolo.Il suo 2° regno da Intercontinental Champion è durato solamente 22 ore. Ritorna a sorpresa nella puntata di Raw del 13 maggio sconfiggendo Heath Slater. A SmackDown del 17 maggio sconfigge Damien Sandow. Vince anche ad Extreme Rules sottomettendo Cody Rhodes. Nella puntata di WWE Raw del 20 maggio sconfigge in coppia con Chris Jericho Wade Barrett e Fandango, mentre nella puntata di WWE Smackdown del 24 maggio batte Wade Barrett per squalifica non riuscendo a conquistare la cintura intercontinentale a causa dell'intervento di Fandango. A Payback sfida Wade Barret e Curtis Axel (che sostituisce Fandango perché infortunato) per il titolo intercontinentale. Il match lo vince Curtis Axel schienando Barret, il quale stava subendo la Figure Four Leg Lock da The Miz. A Money in The Bank non riesce a conquistare l'Intercontinental Championship contro Curtis Axel. A Night of Champions 2013 batte Fandango. Nella puntata di Raw del 28 ottobre viene sconfitto da Kane. Nella puntata di Smackdown del 1 novembre viene colpito da una RKO da parte di Randy Orton durante un segmento del Miz TV.

Nella puntata di Raw del 18 novembre, The Miz tradisce Kofi Kingston allontanandosi dal ring durante il loro match contro i Real Americans effettuando un turn heel. Dopo quanto accaduto, viene annunciato che Miz e Kingston si affronteranno nel KickOff di Survivor Series.A Survivor Series sconfigge Kofi Kingston. Nella puntata di WWE Raw del 25 novembre sconfigge di nuovo Kofi Kingston. Nella puntata di Raw del 2 dicembre The Miz e Kofi Kingston perdono contro Curtis Axel e Ryback e dopo il match Miz aiuta a rialsare Kofi e poi gli tira uno schiaffo andandosene dal ring. Nella puntata di Raw del 9 dicembre dedicata agli Slammy Awards, Miz sconfigge Kofi Kingston, ma dopo il match il ghanese stende The Miz con la sua Trouble in Paradise. A SmackDown attacca alle spalle Kofi Kingston che si accingeva ad affrontare Alberto Del Rio. A TLC si trova con Josh Matthews, Booker T e Mick Foley, dove all'improvviso arriva Kofi Kingston che gli tira uno schiaffo; i due vengono allontanati dai presenti e si affronteranno in un match la sera stessa, dove Miz perderà. Partecipa alla Royal Rumble 2014 col numero 18 venendo eliminato da Luke Harper. Nella puntata di Raw del 27 gennaio perde contro Dolph Ziggler. Torna dopo qualche settimana di inattività, e partecipa alla prima edizione della "Andrè de Giant Memorial Battle Royal"(nonché 20 man over the top battle royal) a Wrestlemania 30, venendo eliminato da Big Show, con cui aveva aperto una breve faida, in una puntata precedente di "Miz TV". La battaglia reale e poi vinta da Cesaro. La WWE ha poi confermato un momento di inattività temporanea del wrestler, dovuta al matrimonio con l'ex diva Maryse, e le riprese di un nuovo film.

Ritorno e Intercontinental Champion (2014-presente)[modifica | modifica sorgente]

Il 30 giugno a Raw, Miz torna da dopo quattro mesi di assenza a causa delle riprese di The Marine 4, affermando di essere l'unica superstar "multi-piattaforma" della WWE. Viene interrotto dal rientrante Chris Jericho, venendo colpito da una Codebreaker. Nella puntata di Raw del 7 luglio viene battuto da Chris Jericho. Nella puntata di Raw del 14 luglio sconfigge Sheamus. Nella puntata di SmackDown del 18 luglio in coppia con Fandango perde contro Sheamus e Dolph Ziggler. A Battleground, vince la Battle Royal per la riassegnazione dell'Intercontinental Championship, eliminando a sorpresa Dolph Ziggler. Nella puntata post-PPV di Raw perde contro Ziggler e a SummerSlam perde l'Intercontinental Championship, sempre con Dolph Ziggler. Nel rematch di Summerslam A Raw, nel rematch per il titolo vince per count out e il titolo resta al campione in carica.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nell'entrata stile Mafia di John Cena a WrestleMania 22 era uno dei gangster che lo accompagnavano.
  • Deteneva uno score di 4 vittorie consecutive a WrestleMania, prima dell'ultima, la trentesima edizione, quando è stato eliminato in una battle royal.
  • Il 21 Febbraio 2014 si sposa con l'ex divas Maryse Ouellet
  • È stato concorrente del programma televisivo americano Fear Factor.

Nel wrestling[modifica | modifica sorgente]

Mosse finali[modifica | modifica sorgente]
The Miz mentre effettua la Figure Four Leglock su Dean Ambrose
Mosse caratteristiche[modifica | modifica sorgente]
Manager[modifica | modifica sorgente]
Musiche d'ingresso[modifica | modifica sorgente]
  • "Getting Away with Murder" dei Papa Roach (2006-2007)
  • "Reality" di Jim Johnston (2007–2009)
  • "I Came to Play" dei Downstait (4 gennaio 2010–presente)
  • "The Awesome Truth" di Jim Johnston (22 agosto 2011–21 novembre 2011; usata durante il team con R-Truth)
Soprannomi[modifica | modifica sorgente]
  • "The Awesome One"
  • "The Most Must-See WWE Superstar/Champion of all time"
  • "The Cross-platform Multimedia Superstar"
  • "The Money maker" (riferito al suo volto dopo l'inizio della carriera da attore)
  • "Mr. Money in the Bank"
  • "The Cleveland Screamer"
  • "The Grand Mizard Of Lust"
Condotta in pay-per-view[modifica | modifica sorgente]

2004

2006

2007

2008

2009

2010

2011

2012

2013

2014

Condotta a WrestleMania[modifica | modifica sorgente]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

The Miz durante il suo regno da WWE United States Champion

Deep South Wrestling

Ohio Valley Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

World Wrestling Entertainment/WWE

Wrestling Observer Newsletter

  • Most Improved (2008, 2009)
  • Tag Team of the Year (2008) - con John Morrison

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ WWE SmackDown! - December 16, 2004 Results, OnlineWorldOfWrestling.com.
  2. ^ Deep South Wrestling - December 1, 2005 Results, OnlineWorldOfWrestling.
  3. ^ Ohio Valley Wresting - February 8, 2006 Results, OnlineWorldOfWrestling.
  4. ^ Something to celebrate, WWE, 21 aprile 2006. URL consultato il 21 aprile 2006.
  5. ^ Brett Hoffman, Like Ryan Seacrest, only better, WWE, 31 maggio 2006. URL consultato il 31 maggio 2006.
  6. ^ Brett Hoffman, All hail the king, WWE, 2 giugno 2006. URL consultato il 2 giugno 2006.
  7. ^ Brett Hoffman, Signing Bonus, WWE, 1 settembre 2006. URL consultato il 1 settembre 2006.
  8. ^ Brett Hoffman, All the King's men, WWE, 8 settembre 2006. URL consultato il 17 novembre 2007.
  9. ^ Steven Schiff, Chaos in the Kingdom, WWE, 15 settembre 2006. URL consultato il 17 novembre 2007.
  10. ^ Noah Starr, A worm welcome, WWE, 17 dicembre 2006. URL consultato il 17 novembre 2007.
  11. ^ Mike McAvennie, One wild night, WWE, 11 giugno 2007. URL consultato il 17 novembre 2007.
  12. ^ Louie Dee, 2007 Supplemental Draft results, WWE, 17 giugno 2007. URL consultato il 17 novembre 2007.
  13. ^ October 2, 2007, Big results, WWE, Andrew Rote. URL consultato il 17 novembre 2007.
  14. ^ Andrew Rote, Miz-match? CM Retains, WWE, 28 ottobre 2007. URL consultato il 17 novembre 2007.
  15. ^ History Of The WWE Tag team Championship-John Morrison & The Miz, WWE, 16 novembre 2007. URL consultato il 22 dicembre 2007.
  16. ^ Louie Dee, That's not what friends are for, WWE, 16 novembre 2007. URL consultato il 17 novembre 2007.
  17. ^ Mitch Passero, Out of the shadows, into the golden light, WWE, 21 luglio 2008. URL consultato il 22 luglio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]