Matthew Cardona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matthew Brett Cardona
Fotografia di {{{nome}}}
Ring name Zack Ryder
Brett Major
The Ultimate Broski
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Long Island
14 maggio 1985
Residenza Long Island
Altezza dichiarata 188 cm
Peso dichiarato 102 kg
Allenatore DSW Staff
Debutto 2004
Federazione WWE
Progetto Wrestling

Matthew Brett Cardona (New York, 14 maggio 1985) è un wrestler statunitense.

È sotto contratto con la WWE, dove combatte con il ring name di Zack Ryder

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

New York Wrestling Connection (2004–2006)[modifica | modifica wikitesto]

Cardona debuttò nel mondo del wrestling iniziando a lottare nella New York Wrestling Connection (NYWC) nel 2004 col nome Brett Matthews. Dal 2005 iniziò a combattere in maniera regolare in tag team con Curt Hawkins. I due vinsero i NYWC Tag Team Titles per due volte fra 2005 e 2006. Nel 2005 debutta a SmackDown!, venendo sconfitto da Matt Morgan in uno squash match.

World Wrestling Entertainment / WWE (2006–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Tag Team; La Familia (2006–2009)[modifica | modifica wikitesto]

Zack Ryder, insieme a Edge e Curt Hawkins, come Edge-Heads.

Il 24 febbraio 2006, Matthew Cardona firmò un contratto di sviluppo con la World Wrestling Entertainment.[1] Nella Deep South Wrestling cambiò nome in Brett Majors mentre Myers cambiò nome in Bryan Majors. I due si fanno chiamare Majors Brothers e la gimmick del tag team è quella dei fratelli gemelli. Insieme i due vinsero per due volte i DSW Tag Team Titles. Nel 2007 i due passarono alla Ohio Valley Wrestling (OVW) vincendo una volta gli OVW Southern Tag Team Titles.

Il tag team fu spostato dai territori di sviluppo al roster principale nel maggio 2007, cambiando i loro cognomi da Majors a Major. Debuttano nella ECW il 1 maggio 2007, battendo Matt Striker e Marcus Cor Von. Vengono subito spostati a SmackDown nel corso della Draft Supplementare 2007. Nel loro esordio sconfiggono due jobber. Riescono anche ad avere una shot ai titoli di coppia ma vengono sconfitti da Matt Hardy e MVP, gli allora campioni.

Nel corso del pay-per-view Armageddon 2007 aiutano Edge a vincere il World Heavyweight Championship travestendosi proprio come lui. Dopo pochi giorni i due cambiarono i propri nomi in Zack Ryder (Matthew Cardona) e Curt Hawkins (Bryan Myers). I due, da quel momento in poi, saranno i guardaspalle di Edge e lo seguiranno praticamente in tutti i suoi match. A volte chiamati anche "The Rated-R Entourage" dai commentatori Michael Cole e John "Bradshaw" Layfield, i due si allearono con Bam Neely e Chavo Guerrero, nipote dell'allora General Manager di SmackDown Vickie Guerrero e, secondo le storyline, impegnata sentimentalmente con Edge; il gruppo così composto era chiamato La Familia, e dominò le storyline di WWE SmackDown per buona parte del 2008.

Il 20 luglio 2008 a The Great American Bash conquistano i WWE Tag Team titles sconfiggendo i campioni The Miz e John Morrison in un Fatal Four Way match al quale presero parte anche Jesse & Festus e Finlay & Hornswoggle. Dopo aver lasciato Edge i due perdono i titoli il 26 settembre 2008 contro Carlito e Primo. Dopo aver perso i titoli la coppia subirà solo sconfitte e si separerà con la Draft Supplementare 2009 dove Zack Ryder ritornerà in ECW, mentre Hawkins viene rimandato in Florida Championship Wrestling per ulteriori allenamenti.

The Long Island Loudmouth (2009–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Zack Ryder sul ring.

Zack Ryder debutta nella ECW con una nuova gimmick. Nel suo primo incontro perde a WWE Superstars contro Finlay. Poi in ECW batterà alcuni jobbers prima di ottenere due vittorie contro il debuttante Tyler Reks e Goldust. Nel corso della puntata del 15 settembre 2009 vince una 10 Men Battle Royal e diventa il numero 1 contender per l'ECW Championship. La settimana successiva non riesce a conquistare la cintura perdendo col campione Christian. Dopo qualche settimana combatte di nuovo contro Christian ma è sempre il campione a uscire vincitore. Nella puntata del 20 ottobre viene inserito in un match contro Yoshi Tatsu per il ruolo il primo sfidante per l'ECW Championship ma è il giapponese a ottenere la vittoria. Nella puntata di ECW del 3 novembre, Zack Ryder intraprende una storia d'amore con la diva Rosa Mendes (kayfabe), la quale inizialmente lo distrae in tutti i suoi match. Contemporaneamente, Zack comincia una rivalità con Shelton Benjamin il quale sembra avere la meglio grazie alle continue distrazioni su Rosa. Il 25 novembre, Rosa diventa ufficialmente sua manager e, grazie ai suoi aiuti, Zack riesce a vincere parecchi match, anche contro Benjamin; ma alla fine sarà proprio il lottatore di colore a vincere la faida. Nella puntata del 15 dicembre Zack Ryder non riesce a qualificarsi per la finale del torneo ECW Homecoming venendo sconfitto da Kane. Zack nell'ultima puntata della ECW del 2009 ha messo fine alla carriera di Tommy Dreamer battendolo in un match in cui proprio Dreamer aveva messo in palio la sua permanenza in WWE. Il 31 gennaio 2010 partecipa alla Royal Rumble venendo eliminato subito dopo qualche minuto da CM Punk.

Passa nel roster di Raw dopo la chiusura dell'ECW insieme a Rosa Mendes nell'edizione di Superstars del 25 febbraio sconfiggendo Primo Colon. Ryder non riesce però a qualificarsi per il Money in the Bank di WrestleMania XXVI venendo sconfitto da MVP. A WrestleMania arriva secondo alla battle royal vinta da Yoshi Tatsu. Diventa poi mentore del rookie Titus O'Neil a NXT. Nella puntata di Raw del 14 giugno, fallisce l'assalto al WWE United States Championship in un fatal 4-way vinto poi da The Miz. Nella puntata del 23 agosto, Zack Ryder viene scelto da Sheamus come primo contendente al WWE Championship di quest'ultimo. Zack Ryder viene però sconfitto in meno di 10 secondi.

Incomincia poi a combattere a WWE Superstars, show dove sarà presente per tutto il 2010. Dal 20 gennaio 2011 inizia a combattere in coppia con Primo a Superstars, sconfiggendo in un tag team match la coppia formata da Darren Young e David Hart Smith. Ryder partecipa alla Royal Rumble entrando per quarto ma viene eliminato da Daniel Bryan poco dopo. Il sodalizio con Primo intanto continua ed i due affronteranno i campioni di coppia Santino Marella e Vladimir Kozlov a Superstars il 17 febbraio, senza successo. Nelle settimane successive alterna vittorie (contro Vladimir Kozlov e David Hart Smith) a sconfitte (contro The Great Khali ed Evan Bourne). Nell'edizione di Superstars del 12 maggio batte Vladimir Kozlov con l'aiuto dell'ex tag team partner Curt Hawkins. La settimana dopo, combatte dopo oltre due anni di nuovo insieme al suo tag team partner Curt Hawkins, subendo però una sconfitta per mano di Santino Marella e Vladimir Kozlov.

The Ryder Revolution (2011-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Ryder come Internet Champion.

Nella puntata di Raw del 6 giugno Zack Ryder appare per la prima volta nel 2011 nello show rosso, venendo sconfitto da Kofi Kingston. Nella puntata di Superstars del 16 giugno si presenta a Long Island, da dove proviene, e batte il suo ex tag team partner Primo, effettuando dunque un Turn Face. Nella puntata di NXT del 21 giugno, Zack Ryder lancia una sfida al suo rookie della seconda stagione del programma, Titus O'Neil, che affronta e sconfigge. Il 2 luglio, in un house show a Melbourne, difende il suo Internet Championship contro Primo. Nella puntata di Raw del 25 luglio, Ryder ottiene la sua prima vittoria nello show del 2011, sconfiggendo Michael Cole. Nella puntata di SmackDown del 29 luglio viene promosso dal Chairman WWE Triple H come assistente del GM di Smackdown Theodore Long. Il 19 agosto, a SmackDown, partecipa ad una battle royal per decretare lo sfidante di Randy Orton a Night of Champions ma viene eliminato da Hunico, nelle vesti di Sin Cara. Nella puntata di Superstars del 1º settembre, Ryder ha la meglio su Tyson Kidd. Nel frattempo, è coinvolto in una faida con Drew McIntyre, in cui riesce ad imporsi. Nella puntata di Raw del 19 settembre, aiutato dall'ospite speciale della puntata Hugh Jackman, sconfigge il detentore dello United States Championship Dolph Ziggler in un match non titolato. Nella puntata successiva di Raw, ottiene così una title shot, ma l'intervento ai suoi danni di Jack Swagger gli costa l'incontro. Nella stessa serata, il GM Theodore Long sancisce un match 6-Man Tag team match con Zack e gli Air Boom (Evan Bourne e Kofi Kingston) che si troveranno contro Doplh Ziggler, Jack Swagger e Mason Ryan (scelto da Vickie nel Backstage). Ma quest'ultimo colpisce i suoi compagni di squadra passando dalla parte dei face: grazie al suo tradimento, Ryder e soci otterranno la vittoria, grazie al pin dello stesso Zack su Ziggler

Zack Ryder durante una sua entrata.

A Vengeance perde il match per lo United States Championship contro Dolph Ziggler, a causa dell'intervento di Jack Swagger e Vickie Guerrero. Nella puntata successiva di Raw, Zack doveva fare coppia nel Main Event con John Cena in un Tag team match contro The Miz e R-Truth (Awesome-Truth): ma all'improvviso, durante un'intervista, viene attaccato dal duo avversario, che lo mette fuori uso per il match. Nella puntata di Halloween del 31 ottobre a Raw, Zack continua la sua faida con Dolph Ziggler, vincendo il match ma non la cintura degli Stati Uniti. Nella puntata di RAW a Liverpool del 7 ottobre Ryder salva John Cena da un assalto degli Awesome-Truth; più tardi, però, lui e Cena perdono un tag team match che li vedeva contrapposti. Nella puntata di Raw del 5 dicembre viene sconfitto da John Cena, perdendo anche l'opportunità di andare per il titolo degli Stati Uniti contro Dolph Ziggler; Cena rinuncia però a partecipare al fatal four-way di TLC per il titolo WWE, "barattando" il suo incontro per dare un'altra opportunità di diventare il contendente numero uno a Ryder. Quest'ultimo si trova ad affrontare così Mark Henry, vince grazie all'intervento di Cena, che approfitta della stipulazione dell'incontro che non prevedeva squalifiche. Ryder ottiene così un'opportunità titolata per TLC: Tables, Ladders & Chairs, dove sarebbe stato contrapposto al campione Dolph Ziggler. Nella puntata di Raw del 12 dicembre, dedicata agli Slammy Awards, partecipa ad un Fatal 4-Way Match contro Dolph Ziggler, Cody Rhodes e Daniel Bryan, che viene vinto dal campione degli Stati Uniti. Dopo il match, Ryder vince lo Slammy per la "#Trending Superstar Of The Year", ma viene attaccato alla spalle da Ziggler che gli porta via la statuetta. Nel pay-per-view, Zack Ryder sconfigge Dolph Ziggler conquistando lo United States Championship. Inizia ad interessarsi ad Eve Torres, cercando di conquistarla con le sue prestazioni nel quadrato.

Zack Ryder in un Match contro The Miz

Nella prima puntata di Raw del 2012, Zack avrebbe dovuto disputare un 6-men elimination tag team match un con John Cena e Big Show contro Jack Swagger, Kane e Mark Henry. Kane però non si presenta e l'incontro diventa un 3 vs 2 Elimination Handicap match, vinto dal team di Ryder col solo Big Show eliminato per squalifica. A fine match, Kane sbuca da sotto il ring e attacca Cena e Ryder, cercando di portare quest'ultimo sotto al quadrato, ma John Cena riesce a salvarlo. Il 6 gennaio presenta le dimissioni da assistente del GM di SmackDown! Teddy Long, venendo sostituito Santino Marella. Il 9 gennaio a Raw, Kane lo pedina nel backstage e lo ascolta chiedere – e ottenere – un appuntamento con Eve Torres dopo lo show: quando Eve sale sul quadrato per affrontare la campionessa femminile Beth Phoenix, la musica di Kane risuona nell'arena. Zack Ryder accorre in aiuto della ragazza e la porta con sé nel parcheggio, ma la macchina con la quale intendono scappare ha una ruota a terra. Ryder cerca di cambiarla il più in fretta possibile ma, una volta riuscitoci, non fa in tempo a salire in auto poiché arriva Kane che lo schianta su delle passerelle in legno con una Chokeslam. John Cena assiste alla scena attraverso il titantron – mentre era impegnato in un incontro con Dolph Ziggler – e corre nel parcheggio per tentare di salvare la coppia, venendo però sorpreso da Kane e messo fuori combattimento.


Ryder si infortuna piuttosto gravemente a causa di Kane e nonostante le sue condizioni fisiche precarie e il parere contrario dei medici, il 16 gennaio a Raw combatte e mette in palio il proprio titolo contro Jack Swagger. Swagger colpisce Zack nella zona infortunata del corpo ma deve effettuare su di lui ben 3 Gutwrench Powerbomb prima di poterlo schienare e diventare il nuovo United States Champion. Nella puntata di Raw del 23 gennaio, affronta Kane in un Falls Count Anywhere Match: la stipulazione vuole che se John Cena dovesse interferire nel match, Ryder non avrebbe più opportunità di riconquistare il titolo degli Stati Uniti. Il match finisce però in no-contest, poiché Kane mette K.O. Ryder con una chokeslam sulla rampa d'entrata, distruggendola e mettendo Zack in condizioni tali da non poter più proseguire il match. Dopo due giorni, nel sito della WWE, viene comunicato che Zack dovrà star lontano dallo show per alcune settimane a causa dell'infortunio della colonna vertebrale (kayfabe). Il 29 gennaio si presenta al PPV Royal Rumble in sedia a rotelle: ma dopo il match che vedeva il suo amico John Cena contro Kane (match finito in No-Contest), questi due arrivano a lottare nel backstage, dove Cena viene messo KO da Kane che poi entra nel camerino di Zack Ryder, attaccandolo e colpendolo poi con una Tombstone Piledriver, mentre fu colpito da una Chokeslam. L'infortunio di Ryder si aggrava seriamente e il sito della WWE annuncia che anche il suo proseguimento della carriera di wrestler è in forte dubbio (kayfabe). Nella puntata di Raw del 13 febbraio, torna sulla sedia a rotelle e si decide a chiedere a Eve un appuntamento per il giorno di San Valentino, ma assiste alla triste scena in cui lei bacia il suo migliore amico John Cena, andando così su tutte le furie. Alla fine dello show, ha un diverbio sul ring proprio con John Cena, finito senza alcuna rissa ma quando Zack è sul palco d'ingresso viene ancora attaccato da Kane, che gli aggrava ulteriormente l'infortunio.

Zack Ryder mentre viene incitato dai fan in Match contro The Miz.

Ritorna nella puntata di RAW del 5 marzo, ancora con una stampella, ma visibilmente migliorato e più vicino al ritorno sul ring, insultando ancora Eve Torres (che aveva appena vinto un match contro Alicia Fox) e chiamandola Hoeski. Nel backstage, pochi minuti dopo, viene raggiunto dalla stessa Eve, che prima cerca di spiegarsi e poi, non riuscendoci, lo bacia, lasciandolo sorpreso e sorridente. Ritorna a lottare nella puntata di Raw del 19 marzo, dove però viene sconfitto da Daniel Bryan. Lo stesso giorno nel pomeriggio aveva annunciato che avrebbe fatto parte del Team Teddy a WrestleMania XXVIII, dove avrebbe affrontato il Team Laurinaitis. Nella puntata di Smackdown! del 23 marzo viene ufficializzata la sua presenza nel Team Teddy insieme a quella di The Great Khali. A WrestleMania XXVIII, il Team Laurinaitis sconfigge il Team di Teddy Long. A fine match Eve va proprio da Zack e gli rifila un calcio nelle parti basse, evento che termina la relazione tra i due. Ad Extreme Rules interferisce nel Falls Count Anywhere Match tra Randy Orton (che poi vincerà il match) e Kane mentre i due si battevano nel backstage attaccando quest'ultimo e vendicandosi degli attacchi e degli infortuni subiti per mano del Big Red Monster. Nella puntata di Raw del 14 maggio, giorno del suo 27º compleanno, viene annunciato un match tra lui e Kane per Over the Limit, che sarà il dark match della serata, che verrà vinto da Kane.

A No Way Out, interviene nel main event Steel Cage fra John Cena e Big Show, aiutando Cena a vincere e ponendo quindi fine all'era People Power di John Laurinaitis. Nella puntata speciale del 3 luglio SmackDown!: Great American Bash, vince una 20-man Over the Top Rope Battle Royal eliminando per ultimo Kane e il venerdì successivo sarà il GM ad interim di SmackDown, per una sola sera. Dopo la puntata numero 1000 di Monday Night Raw Ryder posta un video su Tout nel quale sfida ufficialmente il neo campione Intercontinentale The Miz.

Nella puntata di Superstars precedente a Night of Champions, viene sconfitto da Cody Rhodes. Al PPV,vince la Battle Royal nel Pre-Show, eliminando per ultimo Tensai e ottiene la possibilità di sfidare Antonio Cesaro la stessa sera con lo United States Championship in palio, ma perde l'incontro a causa di una distrazione fornita da Aksana. Appare a Raw il 1º ottobre, perdendo contro il campione intercontinentale The Miz. Viene però annunciato che formerà un team con Santino Marella per decretare i primi contendenti ai titoli di coppia a Hell in a Cell. Nel loro primo match del torneo, che ha luogo il 3 ottobre nel nuovo show Main Event, riescono a sconfiggere Justin Gabriel e Tyson Kidd, avanzando nel torneo. Vengono però eliminati l'8 ottobre a Raw, in semifinale, da Cody Rhodes e Damien Sandow. A Survivor Series, nel pre-show, Marella e Ryder perdono contro Slater e Mahal. A Superstars, viene poi battuto da Tensai e a Raw, da Alberto Del Rio e infine dal campione dei Pesi Massimi Big Show.

Varie faide e infortunio (2013-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Ryder partecipa alla Royal Rumble, entrando con il numero 24, venendo eliminato da Randy Orton. A WWE Superstars, Ryder sconfigge Heath Slater. A Raw, Ryder viene sconfitto da Jack Swagger. La stessa cosa si ripete a Smackdown, dove viene ancora sconfitto da Jack Swagger. A Raw, insieme a The Great Khali e Justin Gabriel, il 26 marzo, lotta contro i membri dello Shield, perdendo il match.Il 21 aprile 2013, Ryder posta un video sul suo canale YouTube che sembra essere una nuova puntata del suo web show (chiuso l'11 gennaio dello stesso anno),ma dopo pochi secondi Ryder si toglie la parrucca (rivelando i capelli non più "a spazzola" come al solito) e il resto del merchandising,dicendo che per lui non è più possibile andare avanti e che ci saranno dei cambiamenti.In seguito Ryder incassa una serie di sconfitte da alcuni wrestler (come Cody Rhodes, Fandango e Antonio Cesaro), non riuscendo né a rilanciare la sua carriera da singolo, né tantomeno a guadagnare delle title shot o normali match ai Pay Per View. Ritorna alla vittoria in un House Show in Australia, battendo Heath Slater, ma a Superstars dell'8 agosto perde nuovamente, in coppia con Justin Gabriel, contro i PrimeTime Players. La settimana dopo,lotta sia a Superstars,battendo di nuovo Slater,sia a SmackDown,perdendo contro il Campione Intercontinentale Curtis Axel.

Nella puntata di Raw del 16 settembre interviene in difesa di Daniel Bryan insieme a Justin Gabriel, Dolph Ziggler, Kofi Kingston, Darren Young, Titus O'Neil, i fratelli Jimmy e Jey Uso, Rob Van Dam e R-Truth contro lo Shield e Randy Orton, festeggiando sul ring insieme all'American Dragon dopo aver scacciato i quattro. Nella seguente puntata di SmackDown, lui e Gabriel vengono puniti dal COO Triple H, il quale li costringe ad affrontare i membri della Wyatt Family (Luke Harper ed Erick Rowan). I due face perdono, e a fine match Bray Wyatt colpisce Ryder con la Sister Abigail. Nella puntata di WWE Superstars dell'8 novembre sconfigge Jinder Mahal.Nella puntata di WWE Superstars del 28 novembre sconfigge Fandango. Nel 2014 invece perde 2 volte contro Titus O'Neil e a Main Event perde contro Alberto Del Rio. Torna a Raw nella puntata del 7 Aprile, ma perde contro il debuttante Alexander Rusev. A Battleground, prende parte alla 19-man Battle Royal per decretare il nuovo campione intercontinentale non riuscendo a vincere. Nella puntata di Raw post-PPV ottiene la prima vittoria del 2014 sconfiggendo Fandango. Dopo il match Layla e Summer Rae baciano Zack Ryder. Nel Novembre 2014, dopo aver perso un match contro Rusev, annuncia di essersi infortunato gravemente alla spalla, che necessiterà di intervento chirurgico. Il tempo di recupero previsto è di 6 mesi.

Z! True Long Island Story[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 ottobre del 2010 Zack Ryder crea un account YouTube chiamato LongIslandIcedZ, ed il 17 febbraio 2011 carica il primo episodio di Z! True Long Island Story, una sorta di show della durata media di 5 minuti, sulla falsa riga di quelli realizzati dal sito ufficiale della WWE, con la differenza che Z! True Long Island Story è scritto unicamente da Ryder e non è in alcun modo un prodotto della compagnia di Stamford, sebbene in esso effettuino presenze occasionali e cameo diverse personalità legate all'ambiente della WWE, come Scott Stanford, John Cena o l'ex tag-team partner Curt Hawkins. Nello show, Ryder commenta i vari eventi accaduti nell'universo WWE in settimana, creando vari sketch comici sia da solo che con il padre, accanito fan di John Morrison. Inoltre Ryder all'interno di Z! True Long Island Story cerca di farsi una sorta di auto-promozione, suggerendo ai fans di esporre cartelli riguardanti lui stesso agli show della WWE, e riscuotendo ben presto un grandissimo successo tra la parte del pubblico "smart", ovvero quella cosciente del fatto che il wrestling sia scritto a tavolino, che farà ben presto di esso un vero e proprio fenomeno internet, visualizzando i suoi video e riempiendo le arene di Raw e Smackdown! con decine di cartelli riguardanti lo stesso wrestler newyorchese, al punto da costringere la WWE, come successo nella tappa inglese di RAW del 18 aprile 2011, a rimuoverne alcuni.[senza fonte] Il primo episodio di Z! True Long Island Story riceve più di 100000 visualizzazioni in una settimana. Con il dodicesimo episodio di Z! True Long Island Story, Ryder raggiunge la somma complessiva di più di un milione di visualizzazioni (non singole) dei vari episodi dello show, mentre il diciassettesimo segna il sorpasso delle 2 milioni di visualizzazioni. Il 26 aprile Ryder partecipa alla live chat dei draft supplementari della WWE, riscuotendo anche qui un grandissimo successo da parte dei fan. Il 28 aprile si proclama il primo WWE Internet Champion durante il suo show, mostrando una replica del WWE Intercontinental Championship composta dai simboli dei principali social network e dalla "Z!", trademark di Z! True Long Island Story; questi ultimi vanno a sostituire i vari continenti presenti solitamente sull'Intercontinental Championship. Nel ventiquattresimo episodio l'Internet Championship cambia aspetto e diventa una cintura più grande con al centro il volto stilizzato di Zack Ryder, utilizzato solitamente per le magliette. Lo show è stato inoltre retwittato da varie Superstars WWE. Durante il cinquantesimo episodio, viene annunciato il trasferimentro dello show sul canale YouTube della WWE. Recentemente, pare che Ryder abbia indetto un Open Challenge, in cerca di uno sfidante che voglia sottrargli il titolo da lui creato, nella serata di WrestleMania XXIX, con Dolph Ziggler che ha accettato la sua sfida. Lo show viene chiuso l'11 gennaio 2013 con la puntata numero 100,ma il 21 aprile,Ryder posta un video sul suo canale YouTube che sembra essere una nuova puntatadi esso. Dopo pochi secondi però Ryder si toglie la parrucca (rivelando i capelli non più "a spazzola" come al solito) e il resto del merchandising,dicendo che per lui non è più possibile andare avanti e che ci saranno dei cambiamenti,facendo quindi presagire un turn heel del ragazzo di Long Island.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Ryder esegue il Broski Boot su Conor O'Brian

Mosse tipiche[modifica | modifica wikitesto]

Musiche d'entrata[modifica | modifica wikitesto]

  • "Radio" di Watt White (2009–presente)

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "Long Island Iced Z"
  • The Internet Sensation
  • "The Long Island Loudmouth"
  • "The Broski"
  • "The Woo Woo Woo Kid" coniato da Matt Striker

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Condotta in Pay-Per-View[modifica | modifica wikitesto]

2008

2010

2011

2012

2013

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Deep South Wrestling

New York Wrestling Connection

Ohio Valley Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

  • 70° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2012)

World Wrestling Entertainment / WWE

Slammy Award

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zack Ryder at Online World of Wrestling, Online World of Wrestling. URL consultato il 18 ottobre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling