Raúl Albiol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raúl Albiol
Raúl Albiol 2009.jpg
Dati biografici
Nome Raúl Albiol Tortajada
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 190 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Napoli Napoli
Carriera
Giovanili
Valencia Valencia
Squadre di club1
2002-2004 Valencia B Valencia B 49 (5)
2004-2005 Getafe Getafe 17 (1)
2005-2009 Valencia Valencia 131 (5)
2009-2013 Real Madrid Real Madrid 81 (1)
2013- Napoli Napoli 30 (1)
Nazionale
2003-2005
2004
2005-2006
2007-
Spagna Spagna U-20
Spagna Spagna U-19
Spagna Spagna U-21
Spagna Spagna
4 (0)
7 (0)
8 (0)
44 (0)
Palmarès
W.Cup.svg  Mondiali di calcio
Oro Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Oro Austria-Svizzera 2008
Oro Polonia-Ucraina 2012
FIFA Confederations Cup.svg  Confederations Cup
Bronzo Sudafrica 2009
Argento Brasile 2013
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 aprile 2014

Raúl Albiol Tortajada (Vilamarxant, 4 settembre 1985) è un calciatore spagnolo, difensore del Napoli e della Nazionale spagnola, con la quale è stato campione d'Europa nel 2008 e nel 2012 e campione del mondo nel 2010.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Giocatore dal fisico imponente, il suo ruolo preferito è il centrale di difesa, ma all'occorrenza può ricoprire anche il ruolo di terzino e centrocampista difensivo. È abile nel gioco aereo e nella marcatura a zona.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Valencia e Getafe[modifica | modifica sorgente]

Nato a Vilamarxant, nella Comunità Valenzana, Albiol inizia la carriera da bambino giocando in due piccoli club locali, trasferendosi prima del suo decimo compleanno nella squadra più importante della zona, il Valencia. Cresciuto nel vivaio della squadra, debutta in prima squadra il 24 settembre 2003 nella partita di Coppa UEFA contro gli svedesi dell'AIK (terminata 1-0 per gli spagnoli che passeranno il turno), subentrando al 90' all'autore del gol-vittoria Ricardo Oliveira.[2] Subito dopo viene mandato al Club Deportivo Mestalla, squadra satellite del Valencia, all'epoca militante nella Segunda División.

Nell'agosto 2004, durante il viaggio per firmare l'accordo col Getafe per giocarvi in prestito, Albiol viene coinvolto in un grave incidente con la propria auto, tanto che viene portato in rianimazione e subisce l'asportazione della milza.[3][4] Ripresosi e tornato in campo nel gennaio 2005, debutta nella Liga il 15 gennaio 2005 nel derby casalingo contro l'Atlético Madrid terminato 1-1, e segna la sua prima rete nell'altro derby, quello contro il Real Madrid, contribuendo alla vittoria per 2-1 del Getafe sui "galácticos". A fine stagione la squadra ottiene la salvezza.

Ritornato la stagione successiva al Valencia, diventa titolare in squadra e nella partita d'apertura del campionato 2006-2007 segna il primo e unico gol della stagione in campionato, decisivo nella vittoria casalinga per 2-1 ai danni del Real Betis.[5] Pochi giorni dopo, il 12 settembre 2006, segna un gol dalla lunga distanza nella partita contro i greci dell'Olympiakos della UEFA Champions League 2006-2007, contribuendo alla vittoria esterna della sua squadra per 4-2.[6] Durante i quattro anni con il club di Valencia vince anche il suo primo trofeo, la Coppa del Re 2007-2008, ottenuta battendo in finale 3-1 il Getafe, la squadra nella quale aveva militato in prestito.[7]

Real Madrid[modifica | modifica sorgente]

Raúl Albiol con la maglia del Real Madrid

Il 25 giugno 2009 passa al Real Madrid per una cifra di circa 15 milioni di euro,[8] diventando il primo giocatore spagnolo acquistato dal presidente Florentino Pérez dopo il suo ritorno alla guida della società. Il 2 luglio viene presentato all'Estadio Santiago Bernabéu ricevendo la maglia numero 18 da Rubén de la Red, che non poté disputare quella stagione a causa di problemi cardiaci.[9] Il primo gol per il club all'epoca allenato da Manuel Pellegrini lo segna l'8 dicembre 2009, in una partita di UEFA Champions League 2009-2010 contro l'Olympique de Marseille vinta 3-1. In campionato è sempre titolare, principalmente a causa dei problemi al ginocchio del compagno di squadra Pepe.[senza fonte]

Nella Liga 2010-2011, sotto la guida tecnica di José Mourinho, diventa la riserva di Ricardo Carvalho, nuovo acquisto del club. Le sue uniche presenze in campionato sono dovute a infortuni o squalifiche dei compagni di squadra mentre è quasi sempre titolare in Coppa del Re, come ad esempio il 26 gennaio 2011 in occasione dell'andata della semifinale contro il Siviglia (vittoria per 1-0 fuori casa), quando salva sulla linea di porta un tiro dell'attaccante avversario Luís Fabiano destinato a finire in rete.[10] Il 16 aprile viene espulso dopo aver commesso un fallo in area di rigore a David Villa durante El Clásico, e a causa della conseguente squalifica fu costretto a saltare la finale di coppa, poi vinta dal Real Madrid contro gli stessi avversari.[11]

Il 6 agosto 2012 rinnova il suo contratto con la società madrilena fino al giugno 2017.[12] Il 27 novembre, nella sua prima partita da capitano (contro l'Alcoyano in Coppa del Re), esce dal campo in barella dopo appena un minuto di gioco, dopo aver subito un infortunio alla caviglia che lo terrà lontano dal campo per circa un mese.[13]

Napoli[modifica | modifica sorgente]

Il 21 luglio 2013 viene acquistato dalla società italiana del Napoli per 12 milioni di euro, firmando un contratto quadriennale. In Campania ritrova anche Rafael Benítez, nuovo allenatore della squadra e suo ex allenatore alla prima esperienza col Valencia.[14] Sceglie la maglia numero 33.[15] Debutta in serie A con la maglia azzurra il 25 agosto 2013, nella partita Napoli-Bologna (3-0), valida per la prima giornata di campionato. Il 25 gennaio 2014 realizza il suo primo gol in maglia azzurra nella partita Napoli-Chievo (1-1), siglando il gol del pareggio.[16]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver militato nelle selezioni Under-19, Under-20 e Under-21 della Spagna, debutta in Nazionale maggiore il 13 ottobre 2007, a 22 anni, nella gara in trasferta contro la Danimarca, valida per le qualificazioni all'Europeo 2008.[17] Convocato per la fase finale della competizione continentale, che vede la vittoria finale della selezione iberica, disputa le due partite contro Svezia e Grecia.

Confermato nel gruppo della Nazionale dal nuovo commissario tecnico Vicente del Bosque, viene convocato per la Confederations Cup 2009 dove gioca la partita d'esordio contro la Nuova Zelanda e le due gare contro i padroni di casa del Sudafrica, la seconda delle quali valevole per la "finalina". L'anno seguente è nei 23 calciatori che partecipano al Mondiale 2010, laureandosi campione del mondo pur senza scendere in campo nella manifestazione a causa di un infortunio.[18]

Convocato anche per l'Europeo 2012, vince per la seconda volta consecutiva il titolo continentale.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 13 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Spagna Valencia B SDB 14 3 - - - - - - - - - 14 3
2003-2004 SDB 35 2 - - - - - - - - - 35 2
Totale Valencia B 49 5 - - - - - - 49 5
2003-2004 Spagna Valencia PD 0 0 CR 0 0 CU 2 0 - - - 2 0
2004-2005 Spagna Getafe PD 17 1 CR 2 0 - - - - - - 19 1
2005-2006 Spagna Valencia PD 29 1 CR 4 0 Int 3 0 - - - 36 1
2006-2007 PD 36 1 CR 4 2 UCL 12 1 - - - 52 4
2007-2008 PD 32 1 CR 6 0 UCL 7 0 - - - 45 1
2008-2009 PD 34 2 CR 2 0 CU 6 0 SS 2 0 44 2
Totale Valencia 131 5 16 2 30 1 2 0 179 8
2009-2010 Spagna Real Madrid PD 33 0 CR 2 0 UCL 8 1 - - - 43 1
2010-2011 PD 20 0 CR 6 0 UCL 6 0 - - - 32 0
2011-2012 PD 10 0 CR 2 0 UCL 5 0 SS 0 0 17 0
2012-2013 PD 18 1 CR 5 0 UCL 2 0 SS 1 0 26 1
Totale Real Madrid 81 1 15 0 21 1 1 0 118 2
2013-2014 Italia Napoli A 30 1 CI 4 0 UCL+UEL 6+3 0 - - - 43 1
Totale carriera 308 13 37 2 60 2 3 0 408 17

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Valencia: 2007-2008
Real Madrid: 2010-2011
Real Madrid: 2011-2012
Real Madrid: 2012

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Valencia: 2003-2004

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Austria-Svizzera 2008, Polonia-Ucraina 2012
Sudafrica 2010


Individuale[modifica | modifica sorgente]

Giocatore rivelazione: 2005-2006

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Raul Albiol in areanapoli.it. URL consultato il 5 settembre 2013.
  2. ^ AIK-Valencia 0-1 del 24/09/2003
  3. ^ (ES) Extirpan el-bazo a Raul Albiol, que continua grave, pero-estabilizado, abc.es, 4 agosto 2004.
  4. ^ (ES) Albiol reaparece tras su accidente [Albiol ritorna dopo l'incidente], elmundo.es, 12 gennaio 2005.
  5. ^ (EN) Valencia 2–1 Real Betis, Espnfc.com, 26 agosto 2006.
  6. ^ (EN) Olympiakos 2–4 Valencia, Espnfc.com, 12 settembre 2006. URL consultato il 22 luglio 2013.
  7. ^ (ES) Campeón de la Copa del Rey 2008, marca.com, 16 aprile 2008. URL consultato il 22 luglio 2013.
  8. ^ (EN) Real Madrid sign Raúl Albiol and step up Karim Benzema chase; telegraph.co.uk, 25 giugno 2009
  9. ^ (EN) Rubén de la Red will get his number back when he returns – Real Madrid's Albiol, Goal.com, 3 luglio 2009.
  10. ^ (EN) Benzema advantage; soccernet.espn.go.com, 26 gennaio 2011.
  11. ^ (EN) Ronaldo earns draw in el clasico; soccernet.espn.go.com, 16 aprile 2011
  12. ^ (EN) Official announcement; realmadrid.com, 6 agosto 2012
  13. ^ (ES) Albiol, de tres a cuatro semanas de baja, marca.com, 27 novembre 2012.
  14. ^ Il Napoli ufficializza l'acquisto di Raul Albiol, sscnapoli.it, 21 luglio 2013.
  15. ^ Assegnati i numeri di maglia: il 9 ad Higuain, per Callejon il 7 e per Albiol il 33, ilmattino.it, 30 luglio 2013.
  16. ^ http://www.gazzetta.it/Calcio/Squadre/SerieA/25-01-2014/napoli-chievo-1-1-gol-sardo-albiol-secondo-pareggio-fila-benitez-202187569185.shtml
  17. ^ (ES) Albiol cumple su sueño y debutará con la selección, abc.es, 6 ottobre 2007.
  18. ^ (EN) Breaking (ouch!) News: Raúl Albiol Injured, spain.worldcupblog.org, 26 giugno 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]