Minerva McGranitt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Minerva McGranitt
Minerva McGranitt (Maggie Smith) nel primo film
Minerva McGranitt (Maggie Smith) nel primo film
Universo Harry Potter
Autore J. K. Rowling
1ª app. in Harry Potter e la pietra filosofale
Ultima app. in Harry Potter e i Doni della Morte
Interpretato da Maggie Smith
Voci italiane
Data di nascita 4 ottobre 1935
Professione Insegnante, successivamente preside
Abilità
  • Animagus
  • Grande padronanza degli incantesimi, in particolare in quelli di trasfigurazione
Affiliazione
Parenti
  • Robert McGranitt (padre)
  • Isobel McGranitt (madre)
  • Malcolm McGranitt (fratello)
  • Robert McGranitt Jr. (fratello)

Minerva McGranitt è un personaggio dei romanzi di Harry Potter, scritti ed ideati J. K. Rowling.

Il cognome dell'insegnante, in inglese McGonagall, era diventato in italiano McGranitt (da granito) per rendere ai lettori l'idea della durezza di carattere di questo personaggio[1], tuttavia nella nuova edizione italiana si è scelto di tornare all'originale McGonagall.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

« Una donna dall'aspetto piuttosto severo, che portava un paio di occhiali squadrati di forma identica ai segni che il gatto aveva intorno agli occhi. Anche lei indossava un mantello, ma color smeraldo. I capelli neri erano raccolti in uno chignon. »
(J. K. Rowling, Harry Potter e la pietra filosofale, p. 23, capitolo 1, Il bambino che è sopravvissuto[2])

Nata il 4 ottobre 1935[3], è il primo personaggio magico che compare nei libri e nei film di Harry Potter; è presente, infatti, alla consegna di Harry alla famiglia Dursley (solo dopo che questa li abbia osservati tutto il pomeriggio nella loro casa a Privet Drive n.4, nascondendosi sotto le spoglie di un gatto, grazie alle sue facoltà di animagus).

Ricopre un ruolo di relativa importanza nella saga. È una grande amica, nonché collega, di Albus Silente, preside di Hogwarts, dove svolge la carica di Insegnante di Trasfigurazione e vicepreside, oltre che direttrice della Casa dei Grifondoro.

Minerva McGranitt è infatti una strega di alto rango: membro dell'Ordine della Fenice, ha combattuto entrambe le battaglie a Hogwarts, dimostrandosi non solo intelligente e sveglia, ma anche forte e molto capace, tanto da tenere testa al Signore Oscuro in persona.

È una strega alta e magra, dai lineamenti duri e severi, e dai capelli corvini, che porta sempre stretti in una crocchia; porta delle lenti squadrate, i cui segni le rimangono intorno agli occhi quando diventa un gatto.

Come professoressa è molto severa ma anche molto giusta. Non fa nessun tipo di favoritismo per gli studenti della propria casa, a differenza di Severus Piton, suo più grande rivale in quanto Direttore dei Serpeverde, soprattutto per quanto riguarda il Campionato Scolastico di Quidditch. Nel quarto libro, durante il Ballo del Ceppo, danza tutta la sera con Albus Silente. Nel quinto libro, Dolores Umbridge ed alcuni suoi scagnozzi tentano di cacciare a forza Rubeus Hagrid dalla scuola e la McGranitt, uscita da sola dal castello protestando indignata per il comportamento verso il guardiacaccia, viene colpita da quattro schiantesimi in pieno petto, che la costringeranno a un lungo ricovero all'Ospedale per Malattie e Ferite Magiche San Mungo. È comunque da riconoscere che se non fosse stato per il fatto di essere stata aggredita di sorpresa e senza motivo (se non quello di neutralizzarla il più sbrigativamente possibile), la McGranitt sarebbe certamente riuscita a sconfiggere a duello da sola la Umbridge e gli altri maghi, poiché in Harry Potter e i Doni della Morte riesce a combattere contro Voldemort, tenendogli testa. Sempre in presenza della Umbridge, durante i colloqui d'orientamento professionale che precedono i G.U.F.O., garantisce a Harry che lo aiuterà a diventare un Auror; l'odio per la Umbridge verrà dimostrato anche quando Minerva difenderà la professoressa Cooman, che a stento sopportava. Nel quarto libro e nel quinto film, per la prima ed unica volta, ci viene mostrata con i capelli sciolti, lunghi ed argentei, ma stretti in una grande treccia, mentre scorta Harry ed i Weasley nell'ufficio del preside. Alla fine del quinto libro afferma che vorrebbe bastonare la Umbridge, ma viene preceduta da Pix, che allontana da Hogwarts l'odiata ex insegnante con una mazza.

La sua uniforme classica è costituita da vestito lungo, cappello e mantello verde smeraldo. Inoltre ha una particolare passione per la fantasia scozzese: la sua vestaglia, la sua cuffia e persino la scatola di Zenzerotti nel suo studio portano questo motivo (forse a causa delle sue origini scozzesi, suggerite dal cognome). Assume temporaneamente l'incarico di preside dopo la morte di Albus Silente, narrata nelle ultime pagine di Harry Potter e il principe mezzosangue.

In Harry Potter e i Doni della Morte è soggetta, come tutti i suoi colleghi, alla tirannia di Piton, nominato preside dal Ministero della Magia su ordine di Voldemort, e dei fratelli Carrow. La notte in cui Harry ritorna ad Hogwarts viene prima aggredita da Amycus Carrow, poi colpito dalla Maledizione Cruciatus di Harry, e poi da Piton con il quale ha un duello magico, al termine del quale l'affiancano Filius Vitious e Pomona Sprite. I tre, Harry e Luna Lovegood inseguono Piton, che scappa da Hogwarts. Harry l'avvisa dell'imminente attacco di Voldemort alla scuola, ed ella combatte durante la Battaglia di Hogwarts, animando fra l'altro tutte le statue e le armature del castello: duella contro Voldemort stesso, tenendogli testa e riuscendo persino a sopravvivere. Ciò indica che la McGranitt, seppur anziana, è una fra le più potenti streghe dell'epoca moderna.

L'autrice ha dichiarato che, nell'epilogo della storia, la McGranitt è divenuta di nuovo preside, per poi andare in pensione, prendendosi un periodo di meritato riposo.

Il rapporto con Harry Potter[modifica | modifica sorgente]

La professoressa McGranitt rappresenta nel corso della storia un punto di riferimento per Harry.

Per prima cosa, assiste al momento in cui Harry viene affidato ai suoi zii e cerca di opporsi ad Albus Silente, in quanto ritiene che quelle non siano persone molto raccomandabili. È lei ad accorgersi dell'abilità di Harry nel volare, infatti, anziché espellerlo per aver volato senza permesso, lo fa entrare nella squadra di Grifondoro come Cercatore, regalandogli anche la sua prima scopa: una Nimbus 2000.

Nel terzo libro nel giorno del tredicesimo compleanno di Harry la professoressa McGranitt, oltre a mandargli la posta di raccomandazione per l'anno, gli fa gli auguri di compleanno. Sempre nel terzo libro della saga la professoressa durante la sua ora di lezione viene a sapere da Harry che la professoressa Cooman gli ha profetizzato che lui sarà prossimo a morire, ma lei lo rassicura facendo pure una battuta e Harry si sente sollevato. Durante una gita ad Hogsmeade la professoressa, insieme a Cornelius Caramell, Hagrid e al professor Vitious, ignara della presenza di Harry, nascosto sotto il mantello dell'invisibilità, racconta a Madame Rosmerta di come Sirius Black avesse tradito i Potter e di quale fosse il rapporto di amicizia che legava Black a James Potter.

Nel quarto libro, la professoressa si preoccupa sinceramente per Harry che sta per affrontare un enorme drago nella prima prova e più avanti gli offre l'aula di Trasfigurazione per allenarsi per il torneo Tremaghi.

Nel quinto libro, Harry Potter e l'Ordine della Fenice, emerge più volte il suo legame con Harry, difendendolo e proteggendolo dalla Umbridge: infatti, davanti a lei, assicura ad Harry che l'avrebbe aiutato a diventare un Auror a tutti i costi.

Nel sesto libro, Harry Potter e il principe mezzosangue, dopo esser diventata preside, vuole aiutare Harry il quale però ha ordine di non dire a nessuno quale missione Silente gli ha affidato da compiere con Ron e Hermione.

Nel settimo libro, Harry Potter e i Doni della Morte, come viene specificato, Harry prova un moto di affetto nei confronti della professoressa McGranitt quando questa sottolinea con orgoglio che Harry appartiene alla sua Casa. Harry utilizza la Maledizione Cruciatus per difenderla da un insulto e un attacco del mangiamorte Amycus Carrow, ed è la prima persona che informa circa l'imminente arrivo di Lord Voldemort. La professoressa gli crede immediatamente e adotta un piano eccellente per salvare la scuola e per lasciarlo libero di compiere la sua missione segreta, senza fargli altre domande. Infine, quando Hagrid porta tra le braccia il corpo apparentemente esanime di Harry, lancia un grido disperato (poi deriso da Bellatrix) e Harry si sente male in quanto non aveva mai immaginato che la professoressa McGranitt fosse in grado di emettere un simile suono.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nella serie televisiva canadese UBOS (nota in Italia con il titolo A scuola di magie), che possiede molti punti in comune con Harry Potter, la preside è in grado di trasformarsi in gatto come la professoressa McGranitt.
  • Il patronus di Minerva McGranitt è un gatto identico a quello in cui si trasforma la professoressa come animagus.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nota alla traduzione italiana di Serena Daniele, pubblicata nei libri della serie
  2. ^ J. K. Rowling, Harry Potter e la pietra filosofale, traduzione di Marina Astrologo, a cura di Stefano Bartezzaghi, Nuova Edizione, Milano, Adriano Salani Editore, 17 ottobre 2013, ISBN 978-88-6715-595-8.
  3. ^ Happy Birthday, Minerva McGonagall! in The Leaky Cauldron, 3 ottobre 2007. URL consultato il 18 settembre 2011.
Predecessore Insegnante di Trasfigurazione Successore
Albus Silente  ? - 1997 sconosciuto
Predecessore Preside di Hogwarts Successore
Albus Silente 1997 Severus Piton I
Severus Piton 1998 - ?  ? II
Harry Potter Portale Harry Potter: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Harry Potter