Draco Malfoy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Draco Malfoy
Draco Malfoy (Tom Felton) nel terzo film
Draco Malfoy (Tom Felton) nel terzo film
Universo Harry Potter
Autore J. K. Rowling
1ª app. in Harry Potter e la pietra filosofale
Ultima app. in Harry Potter e i Doni della Morte
Interpretato da Tom Felton
Voci italiane
Sesso Maschio
Data di nascita 5 giugno 1980
Professione studente
Affiliazione Serpeverde
Parenti

Draco Malfoy è un personaggio della nota serie di romanzi di Harry Potter, ideati dalla scrittrice inglese J. K. Rowling negli anni novanta, ma concretizzati alcuni anni dopo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Draco Malfoy, nato il 5 giugno 1980[1], è l'acerrimo nemico di Harry Potter fin dal primo giorno a Hogwarts. È figlio di Lucius e Narcissa Malfoy. Il padre è un Mangiamorte, la madre non ha mai avuto il Marchio Nero, anche se condivide le idee del marito. La sua è una famiglia Purosangue, caratteristica che viene ostentata in quasi tutti i libri della saga.

Draco discende da due delle famiglie più importanti del mondo magico, i Malfoy e i Black (da parte di madre), e tramite questi è imparentato molto lontanamente con i Weasley, Potter, Paciock e con i Lestrange. È un ragazzo superbo, che ha un'alta opinione di sé per il suo sangue purissimo e tratta tutti i suoi compagni come inferiori. Solo due persone, a detta della Rowling, vengono trattate da lui come suoi pari, cioè Theodore Nott e Blaise Zabini, di Serpeverde del suo stesso anno. L'autrice, sul suo sito, ci informa che avrebbe voluto inserire un capitolo in cui questi due ragazzi parlavano, per mostrarci un Draco diverso, che tratta una persona come suo pari, ma per necessità di spazio la Bloomsbury l'ha omesso dalla trama.[senza fonte].

Primo anno[modifica | modifica wikitesto]

Viene smistato dal Cappello Parlante nella casa di Serpeverde prima ancora che il cappello tocchi la sua testa (ciò viene interpretato come un ulteriore segno dell'indole malvagia di Malfoy), e cerca sempre un modo per mettersi in competizione con Harry, come nella prima lezione di volo, quando lancia la ricordella di Neville in aria ed Harry riesce a recuperarla procurandosi così la possibilità di far parte della squadra di Quidditch di Grifondoro. I suoi migliori amici sono Tiger e Goyle.

Secondo anno[modifica | modifica wikitesto]

Draco entra, durante il secondo anno a Hogwarts, a far parte della squadra di Quidditch di Serpeverde, a seguito dell'intervento di suo padre, Lucius Malfoy, che, per "comprare" al figlio l'ammissione alla squadra, regala a tutti e sette i giocatori una scopa prestigiosa e molto veloce, la Nimbus 2001.

Terzo anno[modifica | modifica wikitesto]

Nel terzo anno viene ferito dall’ippogrifo Fierobecco dopo averlo provocato insultandolo, nonostante fosse stato ammonito di non farlo, e mettendo così nei guai Rubeus Hagrid, insegnante di Cura delle Creature Magiche che stava tenendo lezione in quel momento. Lucius Malfoy, furioso per l’accaduto, cerca di far condannare a morte Fierobecco in quanto "animale pericoloso" e vi riuscirebbe, se Harry e Hermione non lo aiutassero a scappare grazie alla Giratempo, un ciondolo a forma di clessidra fornito dalla professoressa McGranitt a Hermione per seguire i suoi molteplici corsi contemporaneamente; questo strumento, infatti, se girato in senso antiorario permette di tornare indietro nel tempo.

Quarto anno[modifica | modifica wikitesto]

Nel quarto anno si scopre che suo padre è un mangiamorte, ovvero un seguace di Lord Voldemort. Continua i suoi soliti litigi con Harry e durante uno di questi viene trasfigurato per pochi minuti dal falso professor Moody in un furetto per punizione: Draco, infatti, stava per attaccare alle spalle Harry. Draco, quasi per abitudine, minaccia il professore ma questa minaccia si trasformerà in nulla di fatto. Il quarto anno Hogwarts ospita il Torneo Tremaghi, del quale Harry si ritroverà campione della sua scuola insieme a Cedric Diggory. Draco indosserà (e farà indossare a tutti i Serpeverde) delle spille contro Harry e a favore di Diggory. La sua partner al Ballo del Ceppo sarà Pansy Parkinson.

Quinto anno[modifica | modifica wikitesto]

Nel quinto libro, Draco è nominato Prefetto della scuola dal preside. In seguito diventa uno dei favoriti della professoressa Umbridge, la nuova insegnante di Difesa contro le Arti Oscure, Inquisitore Supremo della scuola e preside per un breve periodo. Nel corso dell'anno lui e i suoi compagni Serpeverde vengono nominati dalla Umbridge Squadra d'Inquisizione ad Hogwarts, e Draco ne approfitta per togliere punti alla Casa di Grifondoro.

Sesto anno[modifica | modifica wikitesto]

Nel sesto libro il ragazzo viene costretto a diventare un mangiamorte, dopo l'arresto di suo padre, e sotto ordine di Voldemort cerca in vari modi di uccidere il preside Albus Silente (anche se è evidente che Draco, per quanto possa essere malvagio, sia incapace di uccidere e non sia una persona irrecuperabile). Dapprima accetta l'incarico, ma in seguito si pente dopo l'amara constatazione che l'omicidio di Silente non è così facile da portare a termine. Dapprima usa una collana maledetta, che però finisce nelle mani di Katie Bell, una ragazza di Grifondoro; poi scambia una bottiglia di idromele con una di veleno che Horace Lumacorno vuole donare al preside, ma che il professore somministra invece a Ron per combattere l'effetto di un filtro d'amore. Entrambi gli attacchi, messi in atto da Madama Rosmerta (che gestisce il pub "I tre manici di scopa") sotto l'effetto della Maledizione Imperius, non saranno comunque mortali (Katie Bell tocca la collana solo con una parte minima della sua mano coperta da un guanto bucato, mentre Ron viene tempestivamente salvato da Harry Potter che usa un bezoar, pietra che annulla l'effetto di molti veleni). Harry lo scopre e i due si scontrano nel bagno maschile dove Draco viene ferito con il Sectumsempra, un incantesimo inventato dal principe mezzosangue. Draco riesce, infine, a far penetrare alcuni mangiamorte all'interno della scuola (tramite un Armadio Svanitore) e ad attirare Silente in una trappola: quando si trova insieme al Preside sulla Torre di Astronomia, afferma di volerlo uccidere e dice di non poter fare altrimenti, perché in caso contrario Voldemort ucciderebbe lui e la sua famiglia. Tuttavia, giunto il momento, il giovane mangiamorte non ha il coraggio di ucciderlo e si limita a disarmarlo. Il suo compito viene portato a termine da Severus Piton, vincolato dal Voto Infrangibile stretto dinanzi alla madre di Draco, col quale prometteva di proteggere suo figlio.

Settimo anno[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'ultimo anno si vede Draco cadere in disgrazia come i suoi genitori e sua zia Bellatrix per i vari insuccessi della famiglia Malfoy, non ultimo la fuga di Harry Potter da Villa Malfoy, occasione in cui Draco viene disarmato da Harry con la sua bacchetta. Questo avrà grande importanza perché Harry diventa il nuovo padrone della Bacchetta di Sambuco, la mitica bacchetta invincibile, che era divenuta di Draco quando questi aveva disarmato Silente. Quando Harry viene portato a Villa Malfoy ha il viso cambiato da un incantesimo fatto da Hermione. Draco riconosce Harry ma quando gli viene chiesto se lui fosse davvero Harry Potter afferma di no. Durante la battaglia di Hogwarts cerca, con Tiger e Goyle, di bloccare Harry e i suoi amici nella Stanza delle Necessità, ma fallisce, e anzi, nel corso della notte viene salvato ben due volte da Harry.

[modifica | modifica wikitesto]

Nell'epilogo, ambientato diciannove anni dopo, Draco, assolto, non è più mangiamorte ed è sposato con la purosangue Asteria Greengrass che ha conosciuto ad Hogwarts, ed ha un figlio, Scorpius Hyperion Malfoy. Harry e Ron scorgono Draco a King's Cross mentre accompagna il figlio all'Espresso per Hogwarts: i personaggi non si parlano, ma sembra che i loro rapporti non siano palesemente ostili (sebbene non sia chiaro se Draco sia "redento" oppure no). In ogni caso Draco, prima di allontanarsi, fa un brusco cenno di saluto. Hermione, inoltre, chiede a sua figlia Rose di cercare di non mettersi in cattivi rapporti col figlio di Draco, mentre Ron la invita a cercare di batterlo in tutti gli esami.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Draco viene dal nome della costellazione del Drago. Altri personaggi che hanno legami di parentela con la sua famiglia hanno nomi che si rifanno all'astronomia: Bellatrix Lestrange, Alphard Black, Andromeda Tonks, Regulus Black e Sirius Black.

Tuttavia si può anche ritenere che il nome sia stato tratto dal latino (Draco, infatti, significherebbe "drago", ma anche "serpente") per mettere in evidenza il carattere e l'appartenenza del giovane Malfoy alla Casa dei Serpeverde. Inoltre il cognome Malfoy deriva dal francese "Mal Foi" (Mala Fede) che è infatti una caratteristica che contraddistingue il personaggio, che non è certo famoso per le sue doti positive (a parte un profondo rispetto per i genitori e in particolare per sua madre, con cui sembra avere un forte legame, nonostante dai libri si possa dedurre che non è facile per lui manifestarlo). Infatti per lui ogni occasione è buona per dare delle noie a Harry, Ron e Hermione.

J. K. Rowling dice di lui[modifica | modifica wikitesto]

  • Draco è stato spesso "coccolato" dalle fan di Harry Potter e circondato da un alone romantico che l'autrice ha cercato invano di far svanire. Dapprima divertita ("Credo che vi stiate affezionando un po' troppo a Draco"), ora la Rowling si è detta veramente preoccupata ("L'idolatrazione di Draco Malfoy mi preoccupa... spero che non lo stiate confondendo con Tom Felton, che invece è un bel ragazzo. Draco non è una brava persona.").[2]
  • J. K. Rowling ha detto di essere spesso stata solidale verso Draco, messo dalla sua stessa famiglia su una cattiva strada[3] e anche se non è certo un bravo ragazzo, anche se avesse avuto tutto il tempo del mondo non avrebbe mai avuto il coraggio di uccidere Albus Silente nel sesto libro[3].
  • Draco ha una bacchetta di biancospino. La Rowling, sul suo sito, sostiene che tale legno è adatto e rispecchia la personalità di Draco, ma gliel'ha assegnato senza rendersi conto che era il legno "giusto" per la sua bacchetta.[4]

Versione cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

In tutti i film della saga di Harry Potter prodotti dalla Warner Bros, Draco Malfoy è interpretato dall'attore inglese Tom Felton.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ HPL: Timeline of Draco Malfoy
  2. ^ (EN) The Connection Interview in The Sugar Quill, 16 luglio 2005. URL consultato il 28 marzo 2008.
  3. ^ a b Harry Potter e i doni della morte: Tom Felton parla di Draco, Vivacinema.it, 3 luglio 2010. URL consultato il 25 giugno 2012.
  4. ^ Quali sono le proprietà della bacchetta di Draco? in Sito ufficiale di J.K.Rowling. URL consultato l'8 settembre 2008.
Harry Potter Portale Harry Potter: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Harry Potter