Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harry Potter e il prigioniero di Azkaban
Harry Potter 3 055.JPG
I Dissennatori a guardia del castello di Hogwarts
Titolo originale Harry Potter and the Prisoner of Azkaban
Paese di produzione Regno Unito, USA
Anno 2004
Durata 141 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35 : 1
Genere fantastico, avventura
Regia Alfonso Cuarón
Soggetto J. K. Rowling
Sceneggiatura Steven Kloves
Produttore David Heyman, Mark Radcliffe, Chris Columbus
Produttore esecutivo Michael Barnathan, Callum McDougall, Tanya Seghatchian
Casa di produzione Heyday Films, Warner Bros, 1492 Pictures
Distribuzione (Italia) Warner Bros. Pictures
Fotografia Michael Seresin
Montaggio Steven Weisberg
Effetti speciali Tim Burke, Roger Guyett, Bill George, John Richardson, Industrial Light & Magic, Moving Picture Company, Framestore CFC, Cinesite, Double Negative, Baseblack, Machine, Northern Lights Post, The Visual Effects Company, FB-FX, Gentle Giant Studios, Gilderfluke & Co. Inc., Plowman Craven & Associates, Snow Business International
Musiche John Williams
Scenografia Stuart Craig
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (Harry Potter and the Prisoner of Azkaban) è un film del 2004 diretto da Alfonso Cuarón, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo, terzo episodio della saga di Harry Potter, scritta dall'autrice britannica J. K. Rowling.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Harry Potter e il prigioniero di Azkaban.

Dopo il secondo anno ad Hogwarts, Harry Potter è tornato a trascorrere le vacanze estive dai Dursley. Un giorno viene a trovarli la sorella di zio Vernon, Marge, che odiando Harry quanto i Dursley, lo umilia ripetutamente finché egli, perdendo la calma, la gonfia accidentalmente con la magia e scappa di casa. Dopo gli si avvicina un grosso cane nero, che sembra volerlo attaccare, quando compare un autobus molto particolare, il Nottetempo, un mezzo di trasporto gratuito ed invisibile ai Babbani che soccorre, durante la notte, i maghi in difficoltà, che lo porta al Paiolo Magico dove incontra il Ministro Caramell, che lo rassicura sul fatto che non verrà punito per aver gonfiato la zia, i suoi due migliori amici, Ron ed Hermione, la famiglia Weasley ed in particolare Arthur Weasley, che lo avverte del pericoloso Sirius Black, seguace di Voldemort ed evaso da Azkaban per uccidere Harry.

Pronti per il nuovo anno, Harry, Ron e Hermione salgono sull'Espresso per Hogwarts e trovano posto in uno scompartimento già occupato dal professor R. J. Lupin che intanto stava dormendo. Durante il tragitto però il treno si ferma e una fluttuante e misteriosa figura incappucciata entra nello scompartimento di Harry che poco dopo sviene. Al suo risveglio Lupin gli spiega che quell'essere era un Dissennatore in cerca di Black. Giunti al castello sono molte le novità, prime fra tutte le nomine di Lupin a insegnante di Difesa contro le Arti Oscure e di Hagrid a insegnante titolare di Cura delle Creature Magiche. Inoltre, a causa di Sirius Black, la scuola viene messa sotto sorveglianza dai Dissennatori per ordine di Caramell.

A differenza di Harry e Ron, che tra le materie facoltative seguono solo Cura delle Creature Magiche e Divinazione, insegnata da Sibilla Cooman, Hermione sceglie paradossalmente di frequentare tutte le materie a scelta nonostante alcune di queste abbiano gli stessi orari. Nella prima lezione di Divinazione sulle foglie di tè la Cooman, sconvolta, si accorge che nella tazza di Harry è simbolicamente raffigurato il Gramo, considerato presagio di morte, mentre in una lezione di Hagrid, Harry ha l'occasione di cavalcare Fierobecco, un ippogrifo che poco dopo ferisce Draco Malfoy, avvicinatoglisi incautamente. Malgrado la ferita non sia grave, Fierobecco viene condannato a morte da Caramell su pressione di Lucius Malfoy.

In una sua lezione, Lupin impedisce ad Harry di affrontare un Molliccio che si era trasformato in un Dissennatore mentre ,dopo una visita ad Hogsmeade, a cui Harry non può partecipare perché non ha il permesso firmato dagli zii, si scopre che Black è entrato nel castello ed ha aggredito il ritratto della Signora Grassa senza lasciare però traccia di sé. Intanto Lupin è costretto ad assentarsi per motivi di salute venendo sostituito da Piton, mentre Harry sviene un'altra volta a causa dei Dissennatori durante una partita di Quidditch. In seguito Harry riceve in dono dai gemelli Weasley la Mappa del Malandrino, singolare artefatto con cui monitorare in tempo reale gli abitanti ed i luoghi di Hogwarts, e con la quale riesce ad andare ad Hogsmeade dove, spiando la McGranitt e Caramell con il Mantello dell'Invisibilità, scopre che Black è in realtá il suo padrino e che 12 anni prima aveva tradito i suoi genitori per consegnarli a Voldemort uccidendo barbaramente inoltre il suo amico Peter Minus, del quale fu trovato solo un dito. Nel frattempo Lupin dà delle lezioni anti-Dissennatore ad Harry nelle quali gli insegna ad usare l'Incanto Patronus. Una notte Harry vede, attraverso la Mappa del Malandrino, che Peter Minus, che dovrebbe essere morto, si aggira per il castello e , dopo averlo cercato invano per i corridoi, incontra Lupin che gli requisisce la Mappa rimanendo poi turbato quando Harry gli dice ciò che aveva visto su di essa.

Intanto Ron perde il suo topo Crosta e incolpa il gatto di Hermione, Grattastinchi, di averlo mangiato. Dopo una lezione di Divinazione nella quale Hermione aveva litigato con la Cooman, Harry assiste ad una affidabile profezia della professoressa riguardo Voldemort. Harry, Ron ed Hermione si recano poi a casa di Hagrid per confortarlo, visto che quella stessa sera sarà giustiziato Fierobecco. Hagrid, che aveva ritrovato Crosta, consegna il topo a Ron, poi, all'arrivo del boia, di Silente e di Caramell, i tre ragazzi vanno via. Poco dopo Crosta morde la mano di Ron e fugge, e mentre il ragazzo cerca di riprenderlo all'improvviso appare il Gramo, lo stesso che Harry aveva visto a Little Whinging, che rapisce Ron e Crosta e scappa attraverso un passaggio sotto il Platano Picchiatore seguito da Harry e Hermione. Il passaggio conduce alla Stamberga Strillante ad Hogsmeade, e qui i tre amici scoprono che il Gramo è in realtà l'animagus Sirius Black, raggiunto poco dopo da Lupin che si dimostra subito suo alleato, ma proprio mentre sta per svelare i suoi piani, giunge anche Piton che lo disarma per riportarlo al castello e riconsegnarlo ai Dissennatori. Piton tuttavia viene "schiantato" da Harry che vuole ascoltare le ragioni di Lupin, il quale gli rivela che in realtà Black non ha mai tradito i suoi genitori e che è stato ingiustamente arrestato per i crimini commessi da un altro, l'animagus Peter Minus, trasformatosi poi nel topo Crosta, il quale per farsi credere morto si era tagliato un dito. Più tardi, quella notte, spunta la luna piena e Lupin, che è un lupo mannaro, si trasforma e non riconoscendo più i suoi amici aggredisce Sirius che cade giù per una rupe raggiunto da Harry che però non riesce a salvarlo dall'arrivo dei Dissennatori, ma proprio mentre questi gli stanno risucchiando l'anima vengono allontanati da un Patronus evocato da un uomo sconosciuto lì presente che Harry crede essere suo padre James. Minus approfittandone scappa e Sirius, che a causa della fuga di Minus non può essere discolpato, viene imprigionato in attesa del bacio dei Dissennatori.

Quando tutto sembra perduto l'onnisciente Silente suggerisce ad Hermione di usare il suo Giratempo; con questo particolare oggetto, che permette di viaggiare indietro nel tempo, Hermione era riuscita a frequentare contemporaneamente tutte le lezioni durante l'anno ed è con esso che lei ed Harry rivivono le ultime ore, riuscendo a liberare Fierobecco e, con il Patronus evocato da Harry, a salvare Sirius dallo sciame di Dissennatori. Così Sirius, latitante, vola via con Fierobecco, Lupin si dimette a causa della sua controversa natura, ed Harry festeggia la fine dell'anno con la nuova scopa Firebolt donatagli dal padrino Black.

Produzione e distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato prodotto da Chris Columbus, David Heyman e Mark Radcliffe mentre la sceneggiatura è stata scritta, come nei due precedenti capitoli, da Steven Kloves. La fase di pre-produzione del film è iniziata ad ottobre 2002, le riprese sono invece cominciate il 17 febbraio 2003 e terminate il 28 novembre 2003.

Loch Shiel (Scozia), dove sono state girate alcune scene del film ambientate vicino al Lago Nero.

Il film è stato girato principalmente negli Studi Leavesden e alcuni set sono stati ricostruiti a Glen Coe, in Scozia. Il Lago Nero è stato ripreso dai laghi di Loch Shiel, Loch Eilt e Loch Morar, siti in Scozia. Altre scene sono state girate nel Borough Market e sul Lambeth Bridge a Londra. Per la sequenza del Nottetempo, nella quale il tempo all'esterno dell'autobus scorre più velocemente rispetto all'interno, è stata utilizzata la tecnica chiamata bullet time (a tempo di proiettile). Alle riprese ha partecipato con un cameo Ian Brown, leader della band Stone Roses, il quale compare al Paiolo Magico mentre legge il libro Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo di Stephen Hawking.

La terza pellicola della saga è stata distribuita nelle sale in contemporanea mondiale il 4 giugno 2004 dalla Warner Bros ed ha avuto un buon incasso internazionale, pari a 796.688.549 $, a fronte di un budget di circa 130.000.000 $[1], non riuscendo però a raggiungere l'incasso dei due film precedenti. Negli Stati Uniti il film ha incassato 249.358.727 $ mentre in Italia 15.782.769 €[2].

Il film è stato rilasciato in DVD e VHS in Italia il 23 novembre 2004[3] disponibile in edizione disco singolo e disco doppio; in seguito è stata rilasciata un'edizione contenente i primi tre film. Nel 2007 sono state messe in commercio le versioni ad alta definizione del film in Blu-ray Disc e HD DVD[4][5].

Differenze rispetto al romanzo[modifica | modifica sorgente]

  • All'inizio del film Harry sta leggendo nella sua stanza un libro tramite l'incantesimo Lumos, il che non dovrebbe essere possibile poiché ai maghi minorenni non è permesso fare magie fuori dalla scuola visto che hanno addosso la Traccia. Nel libro, infatti, Harry usa solo una pila.
  • Quando nel libro Harry arriva al Paiolo Magico, Caramell lo invita ad andare a Diagon Alley per acquistare tutto il materiale scolastico di cui ha bisogno ed è lì che incontra Ron e Hermione, la quale compra un gatto. Nella pellicola, invece, il Ministro ha già provveduto a comprare tutti i libri per Harry che quindi non si reca mai a Diagon Alley, ma incontra Ron e Hermione alla mensa del Paiolo Magico.
  • Le scene del libro in cui Sirius Black si infiltra nel dormitorio maschile dei Grifondoro e sembra che cerchi di colpire Ron con un coltello e la sostituzione della tela della Signora Grassa (per un restauro) con quella di Sir Cadogan sul quadro per l'accesso alla sala comune dei Grifondoro sono state tagliate nella versione cinematografica ma inserite nei contenuti speciali della versione DVD.
  • Compaiono in due occasioni (sul Nottetempo e ai Tre Manici di Scopa) delle testoline parlanti che nel libro non figurano.
  • Nel film Harry legge sulla Mappa del Malandrino il nome di Peter Minus e lo cerca per i corridoi del castello senza trovarlo, ma nel libro questa scena è assente. È infatti Lupin a leggerlo, pertanto Harry non sa che Minus è ancora vivo fino a quando non lo vede nella Stamberga Strillante.
  • La Firebolt compare solo alla fine del film, mentre nel libro Harry la riceve come regalo di Natale; viene quindi del tutto omessa la vicenda in cui, sospettando che il regalo della scopa sia una mossa subdola di Sirius Black per far del male a Harry, Hermione la consegna alla McGranitt. Inoltre nel film viene palesato che la Firebolt è un regalo di Sirius perché ha allegato ad essa una piuma di ippogrifo, dettaglio del tutto in distonia con il libro.
  • Nel film vengono eliminati tutti gli avvicendamenti che portano alla prima vittoria, dopo molti anni, della coppa di Quidditch dei Grifondoro grazie ad Harry.
  • Sono stati omessi tutti i litigi tra Harry e Ron con Hermione, causati dalla Firebolt e dalla presunta morte di Crosta, che nel libro occupano interi capitoli e sono necessari ad evidenziare la crescita dei tre protagonisti. Nel film ci si riferisce alla sparizione del topo con un abbozzo di litigio tra Ron e Hermione.
  • Quando Harry e Hermione entrano nel tunnel che porta alla Stamberga Strillante, non vengono trascinati dentro dall'albero ancora in movimento, ma Grattastinchi tocca un ramo che lo blocca, e così per Piton e Lupin, che usano invece l'incantesimo Immobilus nel film.
  • Grattastinchi ha un ruolo marginale rispetto al libro, dove diventa alleato di Sirius. Grazie al gatto, infatti, Sirius riesce a recapitare la Firebolt per Harry il giorno di Natale, e riesce ad entrare nel dormitorio di Grifondoro di notte con la parola d'ordine, parola che non avrebbe mai potuto conoscere se il gatto non avesse rubato dal comodino di Neville un foglietto con su scritte tutte le parole d'ordine della settimana.
  • La scena della Stamberga Strillante è stata notevolmente ridotta rispetto alla versione cartacea: mancano infatti la spiegazione della genesi della Mappa del Malandrino, le identità dietro le quali si celano Ramoso, Lunastorta, Felpato e Codaliscia, diverse delucidazioni sul passato di Lupin (l'amicizia che c'era tra lui, Peter Minus, Sirius Black e James Potter), il motivo per il quale Sirius e Minus siano Animagi e il fatto che lo fosse anche James, lo scopo che aveva la Stamberga in passato, le spiegazioni sull'Incanto Fidelius e la motivazione per la quale il Patronus di Harry è un cervo.
  • Dopo la scena della Stamberga Strillante, Severus Piton si riprende dallo svenimento cercando di proteggere Harry, Ron e Hermione da Lupin trasformato in lupo mannaro, mentre nel libro Piton si risveglia molto dopo e non assiste alla trasformazione di Lupin.
  • Durante l'attacco dei Dissennatori vicino al Lago Nero, assieme a Sirius e Harry non c'è Hermione, che nel libro è presente.
  • Dopo l'attacco dei Dissennatori, nel libro Harry si trova in infermeria e ascolta una conversazione tra Caramell e Piton sulla falsa testimonianza di quest'ultimo circa gli eventi accaduti, mentre nel film questa scena è completamente assente.
  • Quando Hermione e Harry tornano indietro nel tempo, Ron è sveglio, mentre nel libro dorme nel letto dell'infermeria e non si accorge di nulla.
  • Nel libro, al ritorno di Harry e Hermione nel presente, Silente chiede se siano riusciti nell'impresa, mentre nel film finge di non sapere nulla al riguardo andando via salutandoli, sorridendo. Inoltre Harry viene a sapere delle dimissioni di Lupin da Hagrid, e per questo si reca dal professore per parlargli; pochi minuti dopo arriva Silente e gran parte del dialogo che nel film si svolge tra Lupin e Harry, nel libro è solo tra quest'ultimo e il preside.
  • Nel libro Sirius spedisce una lettera a Harry mentre è sul treno di ritorno. Il gufo che l'ha portata è un regalo di Sirius per Ron come scusa per avergli sottratto il topo (cioè Peter Minus). Nel film questa scena non è presente.
  • Nella versione cartacea Cho Chang e Cedric Diggory vengono introdotti già a partire da questo capitolo, mentre in quella cinematografica compariranno solo a partire dal quarto.

Cambiamenti nella serie[modifica | modifica sorgente]

  • In questo terzo adattamento cinematografico, Richard Harris (scomparso nel 2002) è stato sostituito nella parte di Albus Silente da Michael Gambon, che reciterà nei successivi cinque film.
  • Il professor Filius Vitious, interpretato dall'attore britannico Warwick Davis, subisce un vero e proprio ringiovanimento rispetto ai precedenti capitoli della saga, infatti, mentre prima era molto simile a un folletto, dai capelli lunghi e bianchi, da questo film assomiglia più ad un nano, sicuramente più giovane e con i capelli neri a caschetto.
  • In questo film il castello di Hogwarts subisce alcune modifiche mantenute anche per i film successivi della saga, per esempio: il Platano Picchiatore viene trasferito al di fuori delle mura del castello e viene introdotta la torre dell'orologio (prima era una semplice torre) con il suo cortile diroccato, il ponte di legno e il cerchio di pietra da cui si può raggiungere la casa di Hagrid, che viene spostata alla base di un pendio. Vengono inoltre modificate le guglie poste sulle due torri campanarie e sulla torre centrale del castello.
  • A partire da questo film, viene reinventato il design delle divise scolastiche per tutte le case; lo si può notare dai cappucci dei mantelli, dove la stoffa all'interno è del colore della casa di appartenenza, dalle cravatte e dalle sciarpe (nei primi due film c'era un motivo a righe formato dall'alternanza dei due colori principali, a partire da questo in poi, sono invece di un solo colore con righe sottili del colore secondario), e dagli stemmi delle case appuntati sulle divise, che sono leggermente più piccoli e più elaborati.
  • In questo film, e nei successivi, la bacchetta di Harry è diversa: nei film precedenti è una semplice bacchetta nera e lunga, che si è mutata in una bacchetta leggermente più corta, più grossa e scavata in vari punti, rendendo più sottile la parte finale, e con l'impugnatura che ricorda un ramo. Anche la bacchetta di Hermione cambia, passando a una più ingrossata con il manico più chiaro e con intagli di foglie e di fiori.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Harry Potter and the Prisoner of Azkaban (2004) - Box office / business
  2. ^ Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (2004) - Incassi e statistiche
  3. ^ Harry Potter and the Prisoner of Azkaban (2004) - dvd
  4. ^ Harry Potter E Il Prigioniero Di Azkaban (Blu-Ray) - Blu-Ray
  5. ^ Harry Potter E Il Prigioniero Di Azkaban (Hd Dvd) - Film Hd Dvd

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]