Alfonso Cuarón

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alfonso Cuarón Orozco (Città del Messico, 28 novembre 1961) è un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e montatore messicano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alfonso Cuarón cresce a Città del Messico, dove studia cinema e filosofia all'UNAM. Dopo la laurea, inizia a lavorare nella televisione in Messico, prima come tecnico e poi come regista, figurando come coregista di alcuni film locali.

Il regista Sydney Pollack rimane tanto favorevolmente impressionato dalla sua opera prima da ingaggiare Cuarón per un episodio di Fallen Angels, una serie televisiva di genere noir. Nel 1995 Cuarón gira il suo primo film prodotto negli USA, La piccola principessa, un adattamento del romanzo di Frances Hodgson Burnett.

Anche il lavoro successivo di Cuarón è l'adattamento di un'opera letteraria: una versione in chiave moderna di Great Expectations di Charles Dickens intitolata Paradiso perduto (1998) e interpretata da Ethan Hawke, Gwyneth Paltrow e Robert De Niro. Segue nel 2001 Y tu mamá también, un dramma provocatorio e controverso sulle traversie di due adolescenti messicani ossessionati dal sesso.

Nel 2004 Cuarón dirige il terzo film della saga di Harry Potter, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban. Del 2006 è I figli degli uomini, liberamente tratto dal romanzo omonimo della scrittrice P.D. James, un drammatico e disperato affresco di un futuro prossimo, che affronta con crudezza la tematica dell'immigrazione e della decadenza dei valori nella società occidentale.

Nel 2013 firma Gravity, con George Clooney e Sandra Bullock, un film di fantascienza ambientato nello spazio, che racconta la lotta per la sopravvivenza di due astronauti alla deriva nell'orbita terrestre, vincitore nel 2014 di sette premi Oscar.

Alfonso abita a Pietrasanta in Toscana, dove risiedono anche la ex moglie e i figli.[1]

Cuarón e l'esperanto[modifica | modifica wikitesto]

Alfonso Cuarón conosce l'esperanto e simpatizza per i suoi ideali. Per la sua casa di produzione ha scelto il nome di Esperanto Filmoj (film in esperanto), con cui ha firmato i suoi maggiori successi.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Montatore[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Golden Globe[modifica | modifica wikitesto]

Premio BAFTA[modifica | modifica wikitesto]

BAFTA Children Awards[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cuaron a Pietrasanta dopo i 7 Oscar: "Ora ritorno alla vita" - Repubblica Tv - la Repubblica.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 39578900 LCCN: nr/00/36703

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema