Clive Owen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Clive Owen nel 2011

Clive Owen (Coventry, 3 ottobre 1964) è un attore britannico.

È stato candidato nel 2005 all'Oscar, vincitore di un Golden Globe e di un BAFTA per Closer. Inoltre ha ottenuto una seconda nomination ai Golden Globe ed una agli Emmy Awards per Hemingway & Gellhorn.

Biografia e carriera cinematografica[modifica | modifica sorgente]

Clive Owen è il quarto di cinque fratelli. Il padre, il cantante country Jess Owen, abbandona la famiglia nel 1967, quando Clive ha appena tre anni. Cresciuto con la madre e il patrigno, si avvicina alla recitazione nel 1984. Frequenta con profitto la Royal Academy of Dramatic Art con Ralph Fiennes e nel 1987 si diploma.

Inizia la sua attività nei teatri, interpretando Shakespeare (tra cui Romeo e Giulietta), ed appare nel 1990 in alcune fortunate serie televisive britanniche.

È tifoso della squadra di calcio del Liverpool e ha confessato di seguire il calcio italiano e che la sua seconda squadra del cuore è l'Inter. È stato la voce narrante della serie di documentari Being: Liverpool, dove viene raccontata la storia della squadra inglese.

La carriera cinematografica di Owen inizia nel 1988 con una apparizione in Vroom, quindi ebbe una comparsa nel film Fusi di testa 2. Il film che lo fa conoscere al grande pubblico è Close My Eyes, che ottiene un buon successo di critica. Alterna la sua attività tra teatro e studi di ripresa, e nel 1998 la sua interpretazione in Il colpo - Analisi di una rapina di Mike Hodges coinvolge l'interesse dei produttori di Hollywood. La sua capacità interpretativa colpisce Robert Altman, che lo chiama per Gosford Park, dove interpreta il personaggio di Robert Parks. Nel 2001 è protagonista degli otto cortometraggi BMW. Nel 2004 interpreta il ruolo di Artù in King Arthur, al fianco di Keira Knightley.

Nel 2005 recita in Closer di Mike Nichols, nella parte di Larry, mentre nella versione teatrale interpretava Dan. Questo sarà il suo grande successo Owen ottiene infatti un Golden Globe, un BAFTA e una nomination all'Oscar come miglior attore non protagonista. Poi è la volta di Sin city noir scritto a quattro mani da Frank Miller e Robert Rodriguez e con la partecipazione di Quentin Tarantino. Un altro dei suoi grandi successi è Inside Man, nel ruolo di Dalton Russell, ladro istruito assieme a Denzel Washington. Poi è la volta di Derailed - Attrazione letale con Jennifer Aniston passando poi a I figli degli uomini.

Nel 2007 veste i panni del corsaro Sir Walter Raleigh insieme a Cate Blanchett nello storico Elizabeth: The Golden Age, sequel di Elizabeth. Interpreta poi il misterioso Mr Smith in Shoot 'Em Up - Spara o muori! insieme a Monica Bellucci e Paul Giamatti. Nel 2009 interpreta un padre rimasto vedovo nel film Ragazzi miei,di Scott Hicks tratto dal libro The boys are back in the town. Inoltre interpreta anche The International con Naomi Watts e Duplicity con Julia Roberts. Nel 2010 interpreta inoltre Trust , nel 2011 Killer Elite e l'horror Intruders. Tra i suoi ultimi lavori Hemingway & Gellhorn[1] di Philip Kaufman con Nicole Kidman, nel 2012 e Blood Ties nel 2013. Nello stesso anno è stato premiato a Berlino come miglior attore internazionale vincendo la Golden Camera.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Durante la carriera teatrale Owen incontra, sul set di Romeo e Giulietta, l'attrice Sarah-Jane Fenton, che la sposò nel 1995 e dalla quale ha avuto due figlie: Hannah (1997) e Eve (1999). Sua moglie, prima attrice, ha deciso di dedicarsi esclusivamente alla famiglia. Attualmente la coppia risiede a Londra.

Owen è alto 1,89 m ed è tifoso della squadra di calcio del Liverpool. Ha inoltre confessato di seguire il calcio italiano e che la sua seconda squadra del cuore è l'Inter. È stato la voce narrante della serie di documentari Being: Liverpool, dove viene raccontata la storia della squadra inglese.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

2002
2004
2005
2006
2007
  • Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films (Saturn Award) - Nomination Miglior attore per I figli degli uomini
  • Satellite Awards - Nomination Migliore attore protagonista (commedia o musical) per Shoot 'Em Up - Spara o muori!
2012
  • Satellite Awards - Nomination Miglior attore protagonista in una miniserie o film per la televisione per Hemingway & Gellhorn
  • Emmy Awards - Nomination Miglior attore protagonista in una miniserie o film per la televisione per Hemingway & Gellhorn
2013

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • È stato testimonial della casa cosmetica francese Lancôme e poi del profumo Bulgari Man di Bulgari.Inoltre nel 2012 è stato testimonial della vodka londinese Three olives.
  • Nel 2006 la rivista GQ lo ha eletto come uomo meglio vestito dell'anno.
  • Nel 2005 venne candidato per il ruolo di James Bond e additato da Pierce Brosnan come suo successore. Venne fatto un sondaggio nel Regno Unito e Owen sconfisse il connazionale Craig. Alla fine il ruolo andò a Daniel Craig. Owen ha sempre detto di non aver mai ricevuto una proposta e di non volere assolutamente il ruolo di James Bond per la paura di rimanere troppo attaccato ad un ruolo. Altre voci parlano di un eccessivo cachet chiesto da Owen, vista la sua maggiore notorietà in quel periodo.

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Clive Owen è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nicole Kidman e Clive Owen sul set del film per la televisione Hemingway and Gelhorn 7 aprile 2011

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 7599394 LCCN: no95013284