Ragazzi miei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ragazzi miei
Titolo originale The Boys Are Back
Paese di produzione Australia, Regno Unito
Anno 2009
Durata 104 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere drammatico
Regia Scott Hicks
Sceneggiatura Allan Cubitt
Produttore Peter Bennett-Jones
Produttore esecutivo Clive Owen David M. Thompson Jane Wright Peter Bennett-Jones
Casa di produzione Australian Film Finance Corporation (AFFC)
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Ho tante persone con cui posso fare delle cose, ma nessuno con cui possa anche non fare niente »
(Joe)

Ragazzi miei (The Boys Are Back) è un film del 2009 diretto da Scott Hicks, ed è ispirato da una storia vera.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Joe (Clive Owen) giornalista sportivo, vive con sua moglie Katy (Laura Fraser) e il piccolo Artie (Nicholas McAnulty) in Australia. La loro vita procede splendidamente fin quando non si scopre che Katy è malata di cancro e purtroppo dopo una lunga lotta lei muore, lasciando il marito a doversi occupare da solo del bambino. Dopo la morte della moglie Joe cerca di fare del suo meglio per stare vicino a suo figlio che è rimasto profondamente sconvolto dalla morte della madre. Durante un colloquio con i genitori Joe conosce Laura, la mamma di una compagna di classe di Artie, che lui all'inizio crede essere l'insegnante di suo figlio. Tra i due nasce una profonda amicizia, e lei lo aiuta a occuparsi della casa e del bambino. Un giorno Joe riceve una telefonata dalla sua prima moglie, (esso infatti conobbe Katy durante una gara di equitazione in Gran Bretagna, tra i due scoppia la passione e lei rimane incinta. Lei è decisa a tenere il bambino e quindi va dai suoi genitori in Australia, e lui decide di andare con lei, lasciando la moglie e suo figlio Harry) e lei gli chiede se Harry può venire ad abitare da lui perché il figlio vuole conoscerlo. Da quando è morta la moglie, Joe si è preso una pausa dal lavoro, ma ora il suo capo gli dà un ultimatum, o torna a lavoro o lo perderà. Per motivi di lavoro deve allontanarsi da casa, ma purtroppo non può portare i figli con sé, e quindi con il loro consenso li lascia a casa da soli. Una sera la casa di Joe viene invasa da un gruppo di ragazzi con cui Harry (George MacKay) aveva fatto amicizia, impauriti Harry e Artie cercano di contattare il padre che però non risponde, perché ha perso il cellulare in una rissa dopo aver difeso una ragazza che era stata infastidita da un uomo. Per fortuna il piccolo Artie riesce a chiamare i nonni che fanno scappare i ragazzi. Joe si presenta alla casa della suocera per riprendersi i figli, e scopre che Harry è tornato dalla madre in Gran Bretagna, perché estremamente sconvolto. Joe e Artie partono per la Gran Bretagna, per cercare di convincere Harry a tornare a casa. Harry pur volendo bene al piccolo Artie, è intenzionato a non voler tornare a casa con loro. Ma Joe non demorde e quindi si presenta a casa della madre di Harry, e li scopre che è incinta di una bambina (Harry infatti non gli aveva detto niente), ma anche in quella occasione Harry gli dice di no. La mattina dopo i due si apprestano a partire per ritornare in Australia, mentre Joe fa i biglietti Artie si allontana dal padre per poi ritornare con Harry, che nel frattempo aveva cambiato idea. I tre tornano in Australia e si ritrovano a dover sopravvirere in una casa senza donne.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Titolo della canzone Artista
The Boys Are Back Hal Lindes
Fljotavik Sigur Rós
Water Fight Hal Lindes
All the Wild Horses Ray LaMontagne
Joe & Laura Hal Lindes
Katy’s Garden Hal Lindes
This Wasted Life Mayfield
Joe’s Office Hal Lindes
Family Photos Hal Lindes
Harry & Artie Home Alone Hal Lindes
The Fix Elbow
Journey to England Hal Lindes
Love Me, Chase Me Carney
Don’t Abandon Us Now Hal Lindes
Paddington Farewell Hal Lindes
You Belong to Me Carla Bruni
Ara Batur Sigur Rós

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Film è ispirato dalla storia vera di Simon Carr.
  • Simon Carr e i suoi figli hanno visitato il set.
  • Ci sono volute otto settimane per costruire la casa dei Carr.
  • Il regista ha dichiarato di aver scelto Nicholas McAnulty nel ruolo del piccolo Artie, tra più di 1000 bambini, per la sua assoluta spontaneità.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema