Emma Thompson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Emma Thompson (Londra, 15 aprile 1959) è un'attrice e sceneggiatrice britannica.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

Emma Thompson nasce a Londra dall'attore inglese Eric Thompson, famoso in patria per aver interpretato in televisione la serie The Magic Roundabout, e dall'attrice scozzese Phyllida Law. È inoltre la sorella maggiore dell'attrice Sophie Thompson. Frequenta dapprima un istituto femminile, la Camden School e poi il Newnham College a Cambridge, dove entra nel gruppo teatrale Cambridge Footlights (culla di talenti comici come John Cleese ed Eric Idle dei Monty Python). Qui incontra Hugh Laurie e Stephen Fry, con i quali interpreterà la serie di sketch comici Alfresco nei primi anni ottanta. Si laurea a Cambridge nel 1981 in Lettere con una tesi su George Eliot. Per la BBC nel 1988 scrive e cura la serie televisiva Thompson. Il successo che ottiene, inclusi gli apprezzamenti da parte della critica, le permettono di interpretare il suo primo ruolo drammatico: sarà Harriet Pringle nella serie della BBC Fortunes of War, dove conosce Kenneth Branagh, con cui si sposerà nell'agosto del 1989.

Successo[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver interpretato ruoli importanti nel film Enrico V (1989), L'altro delitto (1991) e Gli amici di Peter (1992), tutti sotto la regia di Branagh, Emma diventa famosa internazionalmente grazie al film Casa Howard (1992), accanto ad Anthony Hopkins. Il ruolo le fa vincere il Golden Globe e il premio Oscar come migliore attrice protagonista.

Il 1993 è un anno d'oro che la vede nel ruolo di Beatrice in Molto rumore per nulla (nuovamente accanto al marito), film tratto dall'omonima commedia di William Shakespeare; in quello di un'agguerrita avvocatessa in Nel nome del padre, al fianco di Daniel Day Lewis (il film le frutterà il secondo Golden Globe e una nomination all'Oscar come migliore attrice non protagonista); come coprotagonista dell'amico Anthony Hopkins in un'altra produzione di James Ivory: Quel che resta del giorno, per cui ottiene un'altra nomination all'Oscar come miglior attrice protagonista.

Emma Thompson a Londra per la prima di Nanny McPhee - Tata Matilda (2005)

Con il 1994 arriva la prima grande produzione hollywoodiana: Junior, commedia diretta da Ivan Reitman e interpretata, oltre che dalla Thompson, da Arnold Schwarzenegger e Danny DeVito. Nel 1995 l'attrice vince il suo secondo Oscar, questa volta come sceneggiatrice, per la trasposizione cinematografica del romanzo di Jane Austen, Ragione e sentimento, con la regia di Ang Lee.

Nello stesso anno il matrimonio con Branagh naufraga e i due divorziano. La carriera di Emma continua alternando ruoli impegnati in film indipendenti, come Carrington (1995) o L'ospite d'inverno (1997) a parti più leggere, in "blockbuster" come Love Actually (2003) e alcuni episodi della saga del maghetto Harry Potter; in particolare la si ricorda ne Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (2004) e Harry Potter e l'Ordine della Fenice.

Nel 2002 presta la voce al Capitano Amelia nella versione Inglese del film Il pianeta del tesoro. Nel 2005 la Thompson firma la sua seconda sceneggiatura per il film Nanny McPhee - Tata Matilda, di cui è anche la protagonista. Il 2007 la vede nuovamente sugli schermi: è la scrittrice affetta da depressione in Vero come la finzione, surreale commedia che vede nel cast anche Will Ferrell e Dustin Hoffman. La Thompson, Hugh Laurie e Fry faranno una parodia di loro stessi come rappresentanti del "Footlights College, Oxbridge" in Bambi, un episodio di The Young Ones, con il co-sceneggiatore della serie Ben Elton. Nel 2010 torna a vestire i panni di Nanny McPhee nel sequel di Nanny McPhee - Tata Matilda ovvero Tata Matilda e il grande botto.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Dal 1989 al 1995 è stata sposata con l'attore e regista Kenneth Branagh, insieme al quale ha girato molti film. Nel 2003 Thompson ha sposato l'attore Greg Wise, conosciuto sul set di Ragione e sentimento, da cui ha avuto una figlia, Gaia Romilly (1999). Insieme al marito, l'attrice supporta ed è ambasciatrice dell'organizzazione ActionAid dal 2000 e nel 2003 hanno informalmente adottato un rifugiato ruandese, Tindyebwa Agaba.

In un'intervista concessa al quotidiano The Australian nel 2008 si dichiara atea e anarco-libertaria[1].

Emma Thompson nel 2008

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attrice[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrice[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatrice[modifica | modifica sorgente]

Teatro[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Emma Thompson è stata doppiata da:

  • Emanuela Rossi in Quel che resta del giorno, Junior, Ragione e sentimento, L'ospite d'inverno, I colori della vittoria, Judas Kiss, Maybe Baby, Angels in America, Immagini, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Harry Potter e l'ordine della fenice, Vero come la finzione, An Education, Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 2, Men in Black 3, Saving Mr. Banks
  • Roberta Greganti in Nanny McPhee - Tata Matilda, Io sono leggenda, Ritorno a Brideshead, I Love Radio Rock, Tata Matilda e il grande botto, Beautiful Creatures - La sedicesima luna
  • Ludovica Modugno in Casa Howard, Nel nome del padre, La forza della mente
  • Gaia Bastrenghi in Enrico V
  • Lorenza Biella in L'altro delitto
  • Paila Pavese ne Gli amici di Peter
  • Claudia Balboni in Molto rumore per nulla
  • Roberta Paladini in Carrington
  • Barbara Castracane in Love Actually - L'amore davvero
  • Roberta Pellini in Oggi è già domani

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Photos: Famous atheists and their beliefs, CNN, 25 maggio 2013

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Oscar alla migliore attrice Successore
Jodie Foster
per Il silenzio degli innocenti
1993
per Casa Howard
Holly Hunter
per Lezioni di piano
Predecessore Oscar alla migliore sceneggiatura non originale Successore
Eric Roth
per Forrest Gump
1996
per Ragione e sentimento
Billy Bob Thornton
per Lama tagliente

Controllo di autorità VIAF: 85084553 LCCN: n88655644