Pottermore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pottermore
Pottermore logo beta.png
Logo della home attuale del sito
URL http://www.pottermore.com/it
Tipo di sito sito web Harry Potter
Lingua Inglese, Tedesco, Spagnolo, Francese, Italiano
Registrazione gratuita
Proprietario J. K. Rowling
Creato da Sony
Lancio 14 aprile 2012

Pottermore è un sito web gratuito sviluppato da TH_NK e sponsorizzato da Sony per conto di J. K. Rowling, pensato dalla Rowling per far conoscere il mondo di Harry Potter alla nuova generazione digitale di ragazzi e per "ricompensare" i fan.

Pottermore da marzo 2012[1] è anche il canale ufficiale di vendita degli e-book e degli audiolibri dei sette libri della saga di Harry Potter. Il sito è stato lanciato in anteprima il 31 luglio 2011 (compleanno del personaggio di Harry Potter e della stessa Rowling) per un milione di fan, selezionati tramite una gara a livello mondiale, quella della Piuma Magica. Il lancio definitivo del sito era previsto per il 31 ottobre 2011, ma per problemi tecnici il periodo Beta è stato prolungato oltre il 2 novembre. L'8 marzo 2012 sul blog ufficiale di Pottermore è stato annunciato il lancio al pubblico per aprile 2012.[2] Possiede delle caratteristiche tipiche di un social media e di un avanzato gioco di ruolo. Un'area del sito sarà strutturata come un'enciclopedia online dedicata al mondo di Harry Potter. Il referente italiano ufficiale è il sito Portkey, a cui lo staff di Pottermore fa affidamento per diffondere le news riguardo al sito in Italia. Il 14 aprile 2012 il sito è stato aperto ufficialmente a tutto il pubblico.

Annuncio[modifica | modifica sorgente]

Pottermore è stato pubblicizzato tramite un countdown sul canale YouTube di J.K.Rowling nel giugno 2011. Il countdown scadeva a mezzogiono (GTM) del 23 giugno, data in cui è stato pubblicato il video in cui la Rowling illustra i dettagli del progetto.[3] Nello stesso giorno si è tenuta al Victoria and Albert Museum di Londra una conferenza stampa ufficiale.[4]

L'annuncio dell'apertura iniziale era fissato per il mese di ottobre del 2011 ma, in seguito a problemi tecnici, la Sony ha sempre rimandato fino a metà marzo del 2012 in cui ha pubblicato un comunicato ufficiale che attesta l'apertura di Pottermore a tutti gli utenti.

Apertura[modifica | modifica sorgente]

Pottermore è stato aperto al pubblico il 14 aprile 2012.

All'inizio era disponibile soltanto il primo libro, Harry Potter e la pietra filosofale.

I primi 4 capitoli del secondo libro della serie, Harry Potter e la camera dei segreti, sono stati rilasciati il 10 luglio 2012 in anteprima per i componenti della casa di Serpeverde, vincitori della prima coppa delle case di Pottermore. Sono invece stati resi disponibili per tutti dall'11 luglio 2012. Il 19 settembre 2012 sono stati aperti anche i capitoli dal 5 al 11, mentre i rimanenti capitoli del libro sono stati resi disponibili dal giorno di Halloween.

I primi 7 capitoli del terzo libro della serie, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, sono stati rilasciati il 20 dicembre 2012, mentre i capitoli dall'8 al 15 sono accessibili dal 10 aprile 2013. L'ultima rata di questo libro è stata rilasciata, insieme ad alcuni radicali cambiamenti del sito, in data 31 luglio 2013.

Il 30 settembre 2013 sono stati rilasciati i primi undici capitoli di Harry Potter e il calice di fuoco per gli utenti che erano stati smistati prima dell'ultima Coppa delle Case nella casa di Tassorosso, mentre per tutti gli altri utenti i capitoli sono stati resi esplorabili a partire dal 1 Ottobre 2013. Il 18 gennaio 2014 sono stati rilasciati anche i capitoli dal 12 al 20. I capitoli finali sono invece stati resi disponibili il 31 luglio 2014; gli utenti della casa di Corvonero, vincitori dell'ultima Coppa delle Case, hanno avuto come premio la possibilità di esplorarli con un giorno di anticipo.

Svolgimento del gioco[modifica | modifica sorgente]

Una volta registrato al sito, all'utente verranno proposti quattro diversi nick-name tra i quali dovrà scegliere quello da adottare per il proseguo del gioco. A questo punto l'utente potrà iniziare il suo percorso in Pottermore, dove potrà accedere ai "momenti", ovvero vari punti della storia illustrati divisi in capitoli, nei quali è possibile interagire. Cliccando su alcune immagini dei momenti, è inoltre possibile scoprire i testi inediti (delle curiosità e informazioni non rivelate in alcun libro della saga) della stessa J. K. Rowling, raccogliere degli oggetti e lasciare commenti. Arrivati al capitolo 5 del primo libro, per proseguire nei successivi momenti, si devono acquistare tutti gli oggetti contenuti nella "lista del primo anno", con il denaro di gioco, i galeoni (che vengono assegnati sempre nel capitolo 5 nel momento intitolato: “Harry e Hagrid visitano la Gringott”). Tra gli oggetti da acquistare c'è anche un animale a scelta tra cui quattro tipi di gufi, cinque tipi di gatti e cinque tipi di rospi, la cui immagine apparirà come avatar accanto ai commenti lasciati nelle chat. Una volta comperati tutti gli oggetti, si dovrà, tramite il “test scegli-bacchetta” acquistare anche una bacchetta. Giunti al capitolo 7, nel momento intitolato “Il Cappello Parlante” si verrà smistati, tramite un test, in una delle quattro case (Grifondoro, Serpeverde, Corvonero e Tassorosso), ovvero in quella che rappresenta maggiormente le proprie qualità in base alle risposte date al test.

In seguito allo smistamento l'utente avrà accesso alla propria Sala Comune (la pagina dove tutti gli smistati di quella casa possono riunirsi per comunicare e lasciare commenti) e alla Sala Grande (la pagina dove è possibile guardare i punti totali di ogni casa e dove tutti possono comunicare e lasciare commenti) e potrà iniziare a fare dei punti per la propria casa raccogliendo oggetti, vincendo duelli e riuscendo a preparare correttamente delle pozioni. L'utente può anche richiedere e accettare amicizie con gli altri iscritti.
Terminata la visione dei capitoli del primo libro si può accedere ai capitoli dei libri successivi sbloccati dove continuerà il percorso in Pottermore comprando nuovi oggetti inerenti agli anni successivi, leggendo i testi inediti e continuando a fare punti.

Durante il percorso in Pottermore ci saranno anche delle prove da superare: lanciare un incantesimo per aprire la porta del corridoio proibito (Libro 1, capitolo 9, momento 3), risolvere l'enigma delle pozioni (Libro 1, capitolo 16, momento 3), far galleggiare in aria il dolce di zia Petunia (Libro 2, capitolo 2, momento 2), disinfestare il giardino dei Weasley dagli gnomi (Libro 2, capitolo 3, momento 3), rimettere in gabbia i folletti della Cornovaglia (Libro 2, capitolo 6, momento 3), rispondere a delle domande sugli incantesimi (Libro 2, capitolo 11, momento 2), tenere a distanza i ragni nella foresta proibita (Libro 2, capitolo 15, momento 2).

Scopo e principi di funzionamento[modifica | modifica sorgente]

L’idea nacque nel 2009 da una discussione fra J.K. Rowling e Neil Blair, l’avvocato dell’ex agente letterario della scrittrice, a proposito della grande richiesta per il rilascio di licenze ebook da un lato e di giochi online dall’altro. Man mano che il progetto prendeva forma, la Rowling ha voluto mantenere due punti fermi: il ruolo centrale della lettura e la gratuità dell'esperienza di Pottermore, come se si trattasse di una sorta di ‘restituzione’ ai lettori per tutto quello che in questi anni le hanno offerto in termini di ricchezza e di dedizione. [5]

Secondo l'idea della Rowling, Pottermore servirà a far conoscere il mondo di Harry Potter alla nuova generazione digitale, unendo così i nuovi e vecchi lettori. Ad una conferenza stampa al Victoria & Albert Museum a Londra, la Rowling ha rivelato alcune funzioni base del sito. Sarà un esperimento in quanto mai provato prima, all'interno del sito le trame dei sette libri che compongono la saga di Harry Potter saranno riportate in vita attraverso illustrazioni e riproduzioni e il lettore passerà dal leggere il libro a navigare tra le sue pagine, o come verranno chiamati, attraverso i suoi "momenti". Si potrà semplicemente rivivere le avventure di Harry e compagni come spettatori o prenderne parte, ed è questa la vera scommessa di J. K. Rowling: far sì che più generazioni di lettori si tramandino la passione per Harry Potter e lo arricchiscano; infatti, nonostante lei stessa abbia dichiarato di aver scritto oltre 18000 parole inedite e ha garantito il suo massimo impegno, ha chiesto ai suoi fan di contribuire con la loro incredibile creatività, che lei percepisce tramite le lettere, di riempire le lacune o il non scritto assieme a lei. Pottermore sarà anche un'enciclopedia "potteriana" il cui contributo verrà certamente dall'enorme mole di materiale inedito in possesso della scrittrice ma anche dal contributo di milioni di lettori.

Coppa delle Case[modifica | modifica sorgente]

Il 5 luglio 2012 la casa di Serpeverde è risultata vincitrice della prima Coppa delle Case: come premio i Serpeverde hanno avuto la possibilità di visitare in anteprima i primi 4 capitoli del secondo libro. Il 21 novembre la seconda Coppa delle Case è stata invece assegnata ai Grifondoro, che hanno avuto come premio un artwork da usare come sfondo o screensaver. Il 25 aprile 2013 la casa di Serpeverde risulta vincitrice per la seconda volta, ricevendo come premio un distintivo della squadra di Quidditch di maggior successo nel Campionato inglese e irlandese, i Montrose Magpies. Il 12 settembre 2013 è la casa di Tassorosso ad aggiudicarsi la quarta Coppa delle Case ricevendo come premio la possibilità di visitare in anteprima i primi capitoli del quarto libro. La quinta coppa delle case, assegnata il 30 marzo 2014, ha visto vincere la casa di Corvonero, che riceve come premio la possibilità di visualizzare in anteprima la parte finale del quarto libro.

Classifica posizioni della Coppa delle Case[modifica | modifica sorgente]

PRIMA COPPA

Piazzamento
Casa
Punti ottenuti
(Vincitore)
Serpeverde
74.290.864
Grifondoro
74.069.919
Corvonero
71.815.917
Tassorosso
62.596.368

SECONDA COPPA

Piazzamento
Casa
Punti ottenuti
(Vincitore)
Grifondoro
48.538.348
Serpeverde
48.495.275
Tassorosso
48.438.276
Corvonero
45.455.773

TERZA COPPA

Piazzamento
Casa
Punti ottenuti
(Vincitore)
Serpeverde
26.990.924
Corvonero
26.916.194
Grifondoro
26.740.444
Tassorosso
26.715.401

QUARTA COPPA

Piazzamento
Casa
Punti ottenuti
(Vincitore)
Tassorosso
24.915.860
Serpeverde
24.865.387
Grifondoro
24.610.105
Corvonero
24.567.337

QUINTA COPPA

Piazzamento
Casa
Punti ottenuti
(Vincitore)
Corvonero
28.048.578
Serpeverde
27.795.479
Tassorosso
27.350.412
Grifondoro
27.299.570

La Coppa del mondo di Quidditch 2014[modifica | modifica sorgente]

Il 12 aprile 2014 è stata aperta una nuova sezione, Gazzetta del Profeta, nella quale sono stati via via pubblicati degli scritti inediti della Rowling sulla Coppa del Mondo di Quidditch 2014 svoltasi in Patagonia. Si tratta di una serie di articoli del giornale dei maghi “Gazzetta del Profeta”, la maggior parte dei quali porta la dicitura “Dalla corrispondente per il Quidditch della Gazzetta del Profeta nel deserto della Patagonia, Ginny Potter” (ovvero Ginny Weasley, divenuta la signora Potter a seguito del matrimonio con Harry). Il primo articolo parla della cerimonia d’apertura, risultata disastrosa a causa dei numerosi incidenti provocati dalle pericolose creature magiche portate dalle squadre in veste di mascotte; seguono poi le cronache delle partite. Ci sono anche due articoli sul rapimento (a scopo di scherzo) e sul successivo rilascio della mascotte del Liechtenstein, Hans l’Augurey, da parte degli esaltati tifosi statunitensi che stavano festeggiando la vittoria della propria squadra ai quarti di finale. C’è inoltre un articolo che riferisce delle scommesse di Ludo Bagman.

Tra le notizie più sensazionali del torneo c’è quella del ritorno in campo del cercatore bulgaro Viktor Krum, ritiratosi anni prima. Sebbene non più giovanissimo, Krum non ha perso il suo genio e rimane un grande campione.

Un altro articolo porta invece la firma di Rita Skeeter che, con il suo abituale stile da pettegolezzo, racconta il ritrovo dei membri dell’Esercito di Silente per la partita finale. Il gruppo di amici è stato sistemato nella sezione vip del campeggio, recintata e protetta da numerosi incantesimi per tenere a bada la folla di fan che si è radunata nella speranza di vedere i propri eroi. Harry, adesso 34enne, è arrivato assieme ai figli James e Albus, che ha fatto conoscere a Viktor Krum; sullo zigomo destro ha un brutto taglio, probabile conseguenza del suo lavoro di Auror. Ci sono poi Ron ed Hermione, che sono sposati e hanno due figli, Hugo e Rose. Ron ha lavorato per due anni al Ministero della Magia, ma poi ha preferito andare a gestire il negozio “Tiri Vispi Weasley” insieme a George; Hermione è invece vicedirettrice dell’Ufficio Applicazione della Legge sulla Magia. Neville nel frattempo si è sposato con Hanna Abbott ed è diventato professore di erbologia ad Hogwarts. Non poteva mancare Luna che, eccentrica come sempre, indossa un abito composto con le bandiere di tutte le sedici squadre; adesso è sposata con Rolf Scamandro, nipote del magizoologo Newt, ed è madre di due gemelli. Vengono menzionati anche George, Charlie, Percy e Bill. Infine la giornalista parla con notevole malizia di una giovane coppietta: Teddy Lupin (figlio di Remus e Tonks) e Victoire (figlia di Bill e Fleur).

Risultati delle partite[modifica | modifica sorgente]

13 aprile 2014 Norvegia 340 – Costa d’Avorio 100
14 maggio 2014 Nigeria 400 – Figi 160
15 maggio 2014 Brasile 100 – Haiti squalificata (90 + cattura irregolare del boccino)
16 maggio 2014 USA 240 – Giamaica 230
17-18-19 maggio 2014 Liechtenstein 470 – Ciad 330
20 maggio 2014 Bulgaria 410 – Nuova Zelanda 170
21 maggio 2014 Giappone 350 – Polonia 140
22 maggio 2014 Galles 330 – Germania 100

Quarti di finale:

04 giugno 2014 Brasile 460 – Galles 300
06 giugno 2014 Bulgaria 170 – Norvegia 20
08 giugno 2014 USA 450 – Liechtenstein 290
10 giugno 2014 Giappone 270 – Nigeria 100

Semifinali:

04-05 luglio 2014 Brasile 420 – USA 310
06 luglio 2014 Bulgaria 610 – Giappone 460

Spareggio per il terzo posto:

09 luglio 2014 Giappone 330 - USA 120

Finale:

11 luglio 2014 Bulgaria 170 – Brasile 60

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Pottermore Insider: Harry Potter eBooks and digital audio books now available!
  2. ^ (EN) Waiting for Pottermore?, Pottermore Insider. URL consultato l'08-03-2012.
  3. ^ Video dell'annuncio su YouTube
  4. ^ Pottermore press release, 23 giugno 2011.
  5. ^ Marina Lenti, L'Incantesimo Harry Potter, 2012, Delos Books, ISBN 978-88-65303-86-3

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Harry Potter Portale Harry Potter: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Harry Potter