Harry Potter e il principe mezzosangue (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harry Potter e il principe mezzosangue
Voldemort - HP6 - Trailer1.png
Il giovane Tom Riddle (Hero Fiennes-Tiffin) riceve la visita di Albus Silente (Michael Gambon)
Titolo originale Harry Potter and the Half Blood Prince
Lingua originale inglese
Paese di produzione Regno Unito, USA
Anno 2009
Durata 153 minuti
Colore Technicolor
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1 (Super 35)
Genere avventura, fantastico
Regia David Yates
Soggetto J. K. Rowling
Sceneggiatura Steve Kloves
Produttore David Heyman, David Barron
Produttore esecutivo Lionel Wigram
Casa di produzione Warner Bros
Heyday Films
Distribuzione (Italia) Warner Bros
Fotografia Bruno Delbonnel
Montaggio Mark Day
Effetti speciali Tim Burke, John Richardson, Tim Alexander, Nicolas Aithadi, Industrial Light & Magic, Cinesite, Moving Picture Company, Double Negative, Rising Sun Pictures, Framestore, Luma Pictures
Musiche Nicholas Hooper
Scenografia Stuart Craig
Costumi Jany Temime
Trucco Amanda Burns, Mark Coulier, Katy Fray, Shaune Harrison, Beth John, Jenna Wyatt
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Harry Potter e il principe mezzosangue (Harry Potter and the Half-Blood Prince) è un film del 2009 diretto da David Yates, trasposizione cinematografica dell'omonimo romanzo di J. K. Rowling, sesto volume della saga di Harry Potter.

La pellicola è uscita nelle sale in gran parte del mondo il 17 luglio 2009, mentre in Italia, negli Stati Uniti e nel Regno Unito è stata distribuita il 15 luglio. In Italia, il film è stato proiettato in anteprima internazionale il 12 luglio al Giffoni Film Festival. Un'altra anteprima italiana è stata presentata due giorni dopo all'Aquila come iniziativa solidale per gli adolescenti colpiti dal terremoto del 2009.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un gruppo di mangiamorte provocano disagi e magie oscure anche nel mondo dei babbani, distruggendo il Millennium Bridge, case e procurando molti danni. Voldemort si sta infatti estendendo anche nel mondo dei babbani. Il gruppo di mangiamorte arriva poi a Diagon Alley dove i malvagi rapiscono con una mossa fenomenale il fabbricante di bacchette Olivander, per poi volatilizzarsi. A Diagon Alley, poco prima dell'inizio della scuola, Harry Potter e i suoi amici di sempre, Ron Weasley e Hermione Granger, si imbattono in Draco Malfoy, che si aggira per la strada magica con fare misterioso, diretto verso la bottega Magie Sinister, insieme alla madre, Narcissa Malfoy. Dopo averlo seguito, i tre maghi notano l'interesse di Malfoy per un particolare armadio esposto nel negozio e l'inquietante presenza di alcuni Mangiamorte, tra cui Bellatrix Lestrange e il lupo mannaro Fenrir Greyback.

Harry comincia il suo sesto anno scolastico a Hogwarts. Durante l'anno è capitano della squadra di Quidditch di Grifondoro, nella quale entrano a far parte sia Ron, sia Ginny Weasley. Da qui, nasceranno alcune storie d'amore, tra Ron e Lavanda Brown (facendo scatenare la gelosia di Hermione che, per ripicca, si fidanza con Cormac McLaggen) e tra Ginny e Dean Thomas.

L'insegnante Severus Piton viene nominato insegnante di Difesa Contro le Arti Oscure, mentre la cattedra di Pozioni viene assegnata al professor Horace Lumacorno, vecchio amico del preside Albus Silente. Nel laboratorio di pozioni, Harry scopre per caso un manuale appartenuto a un misterioso "Principe Mezzosangue", esperto pozionista e ideatore di diversi incantesimi. Col passare del tempo, Harry sfrutta gli appunti del Principe Mezzosangue, ottenendo risultati sorprendenti in una materia nella quale aveva da sempre mostrato parecchie carenze. Dal manuale Harry impara, inoltre, un nuovo potente incantesimo, il Sectumsempra, che si rivelerà un incantesimo di magia oscura.

Dopo aver ferito gravemente Draco Malfoy con l'incantesimo ideato dal Principe Mezzosangue, Harry viene persuaso dai suoi amici a sbarazzarsi del manuale, nascondendolo nella Stanza delle Necessità. È in questa circostanza che Ginny e Harry si baciano per la prima volta, dopo che Ron, in seguito a un litigio con Lavanda, si riappacifica con Hermione. Malfoy è sospettato da Harry di essere un Mangiamorte, dato che pensa sia stato lui a dare a Katie Bell la collana maledetta destinata a Silente e sia stato lui a mettere del veleno nell'idromele che ha bevuto Ron, guarito poi con un bezoar, destinato sempre a Silente. A Natale, Voldemort e i Mangiamorte attaccano ancora una volta.

Durante l'anno Harry segue delle lezioni private con Silente, che riversa nel Pensatoio alcuni ricordi riguardanti avvenimenti fondamentali della vita di Lord Voldemort e del suo potere magico. Il compito più importante di Harry nel corso dei giorni trascorsi a Hogwarts è quello di ottenere un prezioso ricordo appartenente al professor Lumacorno, contenente informazioni di vitale importanza per conoscere e sconfiggere il Signore Oscuro. Il ricordo cercato e poi ottenuto, sotto l'effetto della Felix Felicis, svela il segreto degli Horcrux, oggetti magici oppure esseri viventi in cui Voldemort, tramite una magia oscura che richiedeva anche il commettere degli omicidi, aveva inserito in passato parte della propria anima per garantirsi l'immortalità dello spirito, così se il suo corpo veniva distrutto, egli non sarebbe morto perché una parte di esso restava legata alla Terra nell'oggetto o essere vivente trasformato in Horcrux. Per questo motivo Voldemort non era morto nel tentativo di uccidere il piccolo Harry, quando la maledizione gli era rimbalzata addosso. Il potere degli Horcrux l'ha sempre lasciato in vita, anche dopo il suo ritorno. Secondo alcune ipotesi gli Horcrux dovrebbero essere sette, numero detto da Voldemort adolescente nel ricordo, due dei quali sono già stati distrutti: l'anello di Orvoloson Gaunt, già distrutto quell'anno da Silente, rimasto però gravemente ferito dalla maledizione che lo aveva colpito quando l'aveva messo al dito, e il diario di Tom Riddle, già distrutto da Harry nella Camera dei Segreti quattro anni prima. Se si distruggessero anche i restanti cinque Horcrux, Voldemort perderebbe la propria immortalità.

Ottenuto il ricordo con il segreto tanto atteso, Silente chiede a Harry di accompagnarlo in una caverna per distruggere un presunto Horcrux già individuato, il medaglione di Serpeverde. I due maghi riescono a impossessarsi del medaglione, ma i potenti incantesimi posti a protezione dell'oggetto, tra i quali bere una pozione, indeboliranno seriamente Silente. Tornati a Hogwarts, Silente avverte il pericolo e ordina a Harry di nascondersi, ed egli obbedisce suo malgrado. Ad attendere il preside debole in cima alla torre di Astronomia c'è Draco Malfoy che, dopo aver disarmato l'anziano mago, svela il suo piano; ormai appartenente alle file dei Mangiamorte, Malfoy ha il compito di uccidere Silente per ordine di Voldemort, altrimenti sarebbe stato ucciso. Era tutto l'anno che cercava di farlo, con la collana su Katie Bell destinata a lui e con il veleno al posto dell'idromele, dimostrando che Harry aveva ragione. Con l'armadio svanitore nella Stanza delle Necessità, essendocene un gemello come passaggio da Magie Sinister, Malfoy è riuscito a far arrivare al castello i Mangiamorte, i quali lo raggiungono sulla torre, tra cui Bellatrix. Tuttavia, Malfoy non trova il coraggio per uccidere Silente. A sorpresa, interviene Piton che lo fa al suo posto, proteggendolo con il Voto Infrangibile e rivelando poco dopo a Harry di essere lui stesso il Principe Mezzosangue, con il suo libro avanzato di incantesimi forti, con cui riesce a seminare Harry e a scappare con Malfoy e gli altri mangiamorte.

Dopo la morte di Silente, Harry scopre che l'Horcrux trovato è un falso. Al suo interno c'è un biglietto con scritto:

"Al Signore Oscuro

So che avrò trovato la morte molto prima che tu legga queste parole, ma voglio che tu sappia che sono stato io ad aver scoperto il tuo segreto. Ho rubato il vero Horcrux e intendo distruggerlo appena possibile. Affronto la morte nella speranza che, quando incontrerai il tuo degno avversario, sarai di nuovo mortale. R.A.B."

Il film si conclude con Harry, Ron e Hermione in cima alla torre di Astronomia, che dopo aver letto il biglietto trovato all'interno del falso Horcrux e aver deciso di partire insieme alla ricerca degli altri Horcrux, osservano la fenice di Silente, Fanny, che vola via in cielo piangendo, prima di tornare a casa loro.

Differenze rispetto al romanzo[modifica | modifica sorgente]

  • Non si fa accenno al fatto che Harry sia erede di Sirius Black, il quale gli ha lasciato tutti i suoi averi, tra cui la casa di Grimmauld Place e l'elfo domestico Kreacher.
  • Nel libro è Ninfadora Tonks a trovare e a curare il naso di Harry dopo l'aggressione di Malfoy sul treno, mentre nel film è Luna Lovegood.
  • Nel film, Ginny bacia Harry nella Stanza delle Necessità, mentre nel libro i due si baciano per la prima volta nella sala comune dei Grifondoro, dopo la vittoria finale a Quidditch, alla presenza di tutti, lasciando libero sfogo al "leone che gli ruggiva in petto" ogni volta che la vedeva. Inoltre nel film viene lasciato intendere che dopo il bacio non succeda nulla, mentre nel libro i due iniziano una relazione che Harry deciderà di interrompere dopo la morte di Silente per la sicurezza di Ginny.
  • Nel libro, Madama Rosmerta dà la collana stregata alla ragazza, l'idromele avvelenato a Lumacorno e avvisa Draco Malfoy della partenza e del ritorno di Silente dalla caverna, tutto questo a causa della maledizione Imperius a cui era stata sottoposta da Malfoy stesso, mentre nel film per semplificare la comprensione è tutta opera di Malfoy in prima persona.
  • Nel libro Harry, sospettando di Malfoy, chiede agli elfi domestici Dobby e Kreacher di pedinarlo costantemente.
  • Nel film già a Natale si fa capire della presenza di una relazione tra Lupin e Tonks. Nel libro lo si rende palese in Infermeria, solo dopo la morte di Silente. Inoltre non vengono espressi i problemi che sorgerebbero in tale relazione, e di conseguenza il motivo del cambiamento di Tonks (il colore dei capelli e il Patronus) e l'inquietudine di Lupin.
  • Nel film Arthur Weasley parla a Harry degli Armadi Svanitori. Questa scena non è presente nel libro, come i tentativi di Draco di collegare l'Armadio Svanitore di Hogwarts con quello di Magie Sinister, che già funzionano.
  • L’attacco dei Mangiamorte alla Tana non è presente nel libro.
  • Bellatrix Lestrange nel film è molto presente: non solo all'inizio in presenza del Voto Infrangibile di Piton, ma anche all'attacco alla Tana (inesistente nel libro) e durante la battaglia di Hogwarts. Nel libro compare invece solo all'inizio.
  • Nel libro Harry non assume l'intera boccetta di Felix, ma ne lascia una parte che in seguito sarà bevuta dai suoi amici nello scontro con i Mangiamorte alla fine del libro, scontro del tutto assente nel film.
  • Nel film vengono omessi diversi ricordi analizzati da Silente e Harry nel libro tramite il Pensatoio, come quello della richiesta di Voldemort, prima a Dippet (vecchio preside di Hogwarts) e poi a Silente, di diventare insegnante di Difesa contro le Arti Oscure.
  • Nel film Harry assiste parzialmente a un colloquio tra Piton e Silente che, dal punto di vista narrativo, si colloca invece nel settimo libro, con la rievocazione di un ricordo, mentre nel sesto libro il colloquio viene riportato a Harry da Hagrid. La presenza di Harry, inoltre, non è contemplata nel libro. In più la scena che verrà vissuta da Harry attraverso i ricordi nel Pensatoio non si svolge nella Torre di Astronomia, ma nei pressi della Foresta Proibita.
  • Nel film sono stati omessi dettagli sul passato di Piton, il motivo per cui si sia definito "il Principe Mezzosangue" e le motivazioni della fiducia in lui riposta sia da Voldemort che da Silente.
  • Nel libro, durante la battaglia a Hogwarts, il lupo mannaro Fenrir Greyback morde Bill Weasley, sfigurandolo; nel film tale episodio è assente, perché nella versione cinematografica Bill compare solo nel settimo film.
  • Nel film, nella scena della morte di Silente, quest'ultimo chiede a Harry di non farsi notare e non intervenire, mentre nel libro fa nascondere Harry sotto il mantello dell'invisibilità e lo pietrifica, eseguendo la fattura proprio mentre Draco lo colpisce con l'Expelliarmus, facendo volar via la bacchetta del preside, senza che questi possa difendersi.
  • Nel film è omessa la parte in cui Cornelius Caramell (ormai ex-Ministro della magia) parla con il ministro dei babbani.
  • Nel film è tagliata la conversazione di Silente con i Dursley, nel momento in cui va a prendere Harry.
  • Nel film Harry e Silente si smaterializzano dalla torre di astronomia mentre nel libro è più volte spiegato che questo non solo è proibito, ma proprio impossibile.
  • Nel film a essere distrutto dai Mangiamorte è il Millennium Bridge, nel libro il ponte distrutto è un certo ponte di Brockdale. Inoltre, svolgendosi la storia nel 1996, a quell'epoca il Millennium Bridge non era stato ancora costruito.
  • Nel film è assente il personaggio di Rufus Scrimgeour, che apparirà nel film seguente.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Questo è il secondo film della saga diretto da David Yates, definito molto taciturno e mite da Radcliffe[1].

Lo sceneggiatore Steve Kloves, (fuori dalla produzione nel quinto film per altre produzioni cinematografiche) è stato ingaggiato per lavorare sul copione, ormai pronto. Kloves ha lavorato duramente per rendere più drammatica possibile la narrazione dei flashback del Principe Mezzosangue, a suo parere:«Il Principe Mezzosangue è in parte il libro più riuscito della saga di J. K. Rowling, ma non ha la consistenza per essere adattato al cinema come gli altri libri. Ma le conversazioni e la figura del male impersonata da Voldemort sono affascinanti.»[2].

La pre-produzione del film del sesto capitolo di Harry Potter è iniziata ufficialmente il 10 febbraio 2007, la rifinitura della trama è stata completata nel corso dell'agosto 2007.

Harry Potter e il Principe Mezzosangue è costato in tutto 250 milioni di dollari, risultando terzo nella classifica dei film più costosi della storia del cinema.[senza fonte]

Cast[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cast di Harry Potter.

I tre attori protagonisti, Daniel Radcliffe, Rupert Grint e Emma Watson, hanno firmato il contratto con la Warner Bros per recitare sia in questo film che nel settimo e ultimo film della saga[3] che verrà diviso in due parti.

Gli agenti di Emma Thompson, l'attrice che interpreta Sibilla Cooman nella serie, hanno dichiarato che non prenderà parte al successivo film Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 1[4]. Parteciperà invece all'ultimo film della saga Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 2, sempre nelle vesti di Sibilla Cooman[5].

Maggie Smith, che interpreta Minerva McGranitt, ha insistito nel terminare le sue riprese nonostante stesse combattendo il cancro al seno[6].

Il 24 luglio 2007 è circolata in rete la notizia che la Warner Bros aveva ingaggiato, per il sesto film della saga, gli attori Naomi Watts (per il ruolo di Narcissa Malfoy, madre di Draco Malfoy e moglie di Lucius Malfoy) e Joseph Fiennes (fratello di Ralph Fiennes, che nella saga interpreta Lord Voldemort)[7]; questa notizia è stata immediatamente smentita dalla produzione e dagli stessi attori[8].

Riprese[modifica | modifica sorgente]

Le riprese del film iniziarono ufficialmente il 17 settembre 2007[9], e si svolsero a Lacock Abbey località medievale situata nello Wiltshire nel Sud Ovest dell'Inghilterra.

La troupe del regista David Yates ebbe il permesso di effettuare le riprese in orari che andavano dalle 17:00 di pomeriggio fino alle 5:00 del mattino. Durante le riprese la località e le strade furono totalmente chiuse al pubblico.[10] David Yates è tornato nella località dove in passato sono stati girati numerosi set dei precedenti film della saga[10]. Le riprese terminarono ufficialmente il 17 maggio 2008[11].

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Harry Potter e il principe mezzosangue (colonna sonora).

La colonna sonora del film, composta da Nicholas Hooper, è stata resa disponibile su Amazon.com dal 14 luglio 2009[12].

Promozione[modifica | modifica sorgente]

Il 18 luglio 2008 viene proiettato con la versione IMAX statunitense de Harry Potter e il principe mezzosangue il primo teaser trailer della pellicola, che arriva poi subito in rete: 15 secondi con schermo nero in cui, prima di apparire il titolo del film, si sente Albus Silente dire «Once again, I must ask too much of you, Harry» ("Ancora una volta, devo chiederti troppo, Harry")[13].

Il 30 luglio 2008 alle 3:00 del mattino circa, è stato reso disponibile in rete il teaser trailer del film, della durata di un minuto e quaranta secondi[14].

A ottobre è uscito il trailer internazionale, e a novembre quello cinematografico.

A marzo è uscito un altro trailer destinato alle sale cinematografiche IMAX. È stato aperto il sito ufficiale del film.

La notte del 17 aprile 2009 alle ore 3 del mattino la Warner Bros. ha reso disponibile in rete il trailer cinematografico del film dalla durata di 2'20".

Venerdì 10 luglio 2009 il canale italiano Coming Soon Television ha proposto un documentario speciale esclusivamente per l'Italia, grazie a un accordo tra il canale italiano e la Warner Bros..

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La pellicola era inizialmente programmata per uscire nelle sale cinematografiche mondiali per il 21 novembre 2008[15], ma a sorpresa il 15 agosto 2008 la Warner Bros annunciò ufficialmente il rinvio dell'uscita nelle sale per il 17 luglio 2009[16]. Successivamente, la Warner annunciò l'uscita del film per il 15 luglio, due giorni prima dell'anteprima americana, e in anteprima assoluta mondiale il 12 luglio al Giffoni Film Festival.

Il motivo di questo rinvio fu dovuto a una sorta di strategia commerciale. Secondo la casa, dopo il successo da record ottenuto con il cavaliere oscuro nel 2008 e nel 2007 con Harry Potter e l'Ordine della Fenice, il box office estivo avrebbe fatto ottenere un successo più alto a differenza di quello autunnale. La notizia fu male accolta dai milioni di fan della celebre saga nel mondo, che avevano già avviato il loro conto alla rovescia per l'uscita del film a novembre.

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il primo fine settimana di apertura la pellicola incassò 77 835 727 dollari[17] entrando nella classifica dei migliori incassi di tutti i tempi[18] e ha già raggiunto la somma di 916 400 000 dollari[17] eguagliando il successo delle pellicole dedicate alla saga di Harry Potter[18] che lo hanno preceduto, superando Harry Potter e il calice di fuoco.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Home video[modifica | modifica sorgente]

Poco dopo l'arrivo del film nei cinema di tutto il mondo, si è già iniziato a pensare all'arrivo del DVD e dell'edizione Blu-Ray Disc. Il film è disponibile in DVD in Italia dal 17 novembre 2009, mentre in America dall'8 dicembre 2009. Il DVD in edizione speciale contiene due dischi; esiste anche una versione a disco singolo. Nell'edizione speciale due dischi vi sono molti contenuti speciali, tra cui trailer, il backstage di Harry Potter e i Doni della Morte e un'intervista esclusiva con la scrittrice J. K. Rowling.

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Harry Potter e il principe mezzosangue (videogioco).

EA Games ha realizzato il videogioco ufficiale tratto dal film, disponibile per Nintendo Wii, Nintendo DS, Xbox 360, Playstation 3, Playstation 2, PSP, PC e OS X.

Quando la Warner spostò la data di uscita da novembre 2008 a luglio 2009, EA dichiarò: «stiamo facendo un grande gioco, che i fan di Harry Potter adoreranno. Adesso stiamo valutando l'impatto dello spostamento dell'uscita del film»[19].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ilaria, Yates resterà per Harry Potter 6? in Badtaste, 31 marzo 2007. URL consultato l'11-12-2008.
  2. ^ Harry Potter e il Principe Mezzosangue in StarDustMovies. URL consultato l'11-12-2008.
  3. ^ Ilaria, Il Trio confermato per Harry Potter 6 e 7 in Badtaste, 21 marzo 2007. URL consultato l'11-12-2008.
  4. ^ (EN) Larry Carroll, Emma Thompson Chooses ‘Nanny McPhee' Sequel Over Harry Potter in MTV, 11 novembre 2007. URL consultato l'11-12-2008.
  5. ^ Full cast and crew for Harry Potter and the Deathly Hallows: Part 2, IMBD. URL consultato l'8 febbraio 2012.
  6. ^ (EN) Laura Roberts, Dame Maggie Smith is fighting breast cancer in DailyMail, 18 marzo 2008. URL consultato l'11-12-2008.
  7. ^ Francesco Sillo, Naomi Watts e Joseph Fiennes in Harry Potter 6? in YahooCinema, 27 luglio 2007. URL consultato il 09-08-2007.
  8. ^ (EN) Shawn Adler, ‘Harry Potter' Casting Rumors Untrue, Say Actors' Reps in MTV, 25 luglio 2007. URL consultato il 09-08-2007.
  9. ^ Andrea Quero, Iniziano le riprese del Principe Mezzosangue in danielradcliffeitalia, 14 settembre 2007. URL consultato l'11-12-2008.
  10. ^ a b Fabio Fusco, Harry Potter 6, si gira a Lacock Abbey in movieplayer.it, 24 agosto 2007. URL consultato l'11-12-2008.
  11. ^ (EN) Harry Potter 6, si gira a Lacock Abbey in Emma Watson official website, 22 marzo 2008. URL consultato l'11-12-2008.
  12. ^ Harry Potter and the Half Blood Prince (Soundtrack). Amazon.com (consultato in data 06-06-2009)
  13. ^ Harry potter et le prince de sang mélé. URL consultato il 18-07-2008.
  14. ^ Teaser Trailer Harry Potter e il Principe Mezzosangue. URL consultato il 30-07-2008.
  15. ^ Date di rilascio di Harry Potter 6. URL consultato il 12-08-2008.
  16. ^ Slitta il rilascio di Harry Potter 6. URL consultato il 15-08-2008.
  17. ^ a b (EN) Harry Potter and the half-blood prince Box Office, Box Office Mojo Official Site. URL consultato il 24-07-2009.
  18. ^ a b All-Time Worldwide Box office, IMDB Sito Ufficiale. URL consultato il 24-07-2009.
  19. ^ (EN) Matt Casamassina, Harry Potter Game Set for Delay? in IGN, 15 agosto 2008. URL consultato il 17-08-2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]