Stanley Matthews

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Hai 32 anni, pensi di riuscire a giocare un altro paio di stagioni? »
(Joe Smith, allenatore del Blackpool nel 1947, a Stanley Matthews)
Stanley Matthews
Stanley Matthews 1962 (crop).jpg
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 174 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1965 - calciatore
1971 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1932-1947 Stoke City 259 (51)
1947-1961 Blackpool 380 (17)
1961 Toronto City ? (?)
1961-1965 Stoke City 59 (3)
1965 Toronto City ? (?)
Nazionale
1934-1957 Inghilterra Inghilterra 54 (11)
Carriera da allenatore
1965-1968 Port Vale
1970-1971 Hibernians
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Sir Stanley Matthews (Hanley, 1º febbraio 1915Stoke-on-Trent, 23 febbraio 2000) è stato un calciatore inglese, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La carriera di Stanley Matthews è oscillata tra due soli club: lo Stoke City e il Blackpool. Con i biancorossi esordì nel 1932 a soli 17 anni e giocò fino al 1947, disputando 259 partite e realizzando 51 gol. Nel 1947 passo ai Tangerines (mandarini, così vengono chiamati i giocatori del Blackpool), con i quali giocò 380 partite realizzando 17 reti[1].

Ala destra, nel 1934 fece la sua prima apparizione con la Nazionale inglese a 19 anni, realizzando una rete contro il Galles.

Patì la sospensione dei campionati dovuta alla Seconda guerra mondiale e nel 1947 si trasferì al Blackpool, continuando a giocare con la maglia dell'Inghilterra fino all'età di 42 anni (record assoluto per la Nazionale inglese), collezionando 54 presenze più una trentina di gare non ufficiali durante la guerra, partecipando ai Mondiali 1950 e 1954.

Nel 1956, all'età di 41 anni, fu il vincitore del primo Pallone d'oro. Nel 1961 tornò allo Stoke City, che contribuì a riportare in First Division, arrivando a disputare l'ultima partita di massima divisione inglese all'età di 50 anni, un record tuttora imbattuto.[2] Nel 1955-1956 sfiorò il successo col Blackpool, con un secondo posto a 11 punti dal vittorioso Manchester United.

Migliori fortune ebbe nelle coppe nazionali: col Blackpool, dopo una doppia sconfitta in FA Cup nel 1948 e nel 1951, arrivò il trionfo nel 1953. Si tratta dell'unico trofeo della sua carriera: il Blackpool perdeva 3-1 contro il Bolton Wanderers, quando prese per mano la squadra, che ancora a due minuti dalla fine perdeva 3-2, guidandola al successo finale. Passata alla storia come "la finale di Matthews", la partita fu giocata a Wembley di fronte a 100.000 spettatori.[3]

Nella primavera del 1961[4] e nel maggio 1965 venne ingaggiato dal Toronto City, società militante nella Eastern Canada Professional Soccer League.[5]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Blackpool: 1953

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1948, 1963
1956

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.sportreview.it, Stanley Matthews, il primo Pallone d'Oro della storia, sportreview.it.
  2. ^ Non solo Totti: gli altri grandi vecchi del calcio italiano e mondiale, in Corriere della sera, 1º ottobre 2014.
  3. ^ La Finale di Stanley Matthews, bestfootballmatches.wordpress.com.
  4. ^ (EN) Colin Crawford, Toronto's Soccer History: 1876-1971, su Torontofc.ca, 29 febbraio 2016. URL consultato il 29 marzo 2016.
  5. ^ (EN) Norman Gillespie, Sir Stanley Matthews To Play Here On Sunday With Toronto City, in The Montreal Gazette (Montréal), 14 maggio 1965, p. 37. URL consultato il 29 marzo 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN18281026 · LCCN: (ENnb90052334 · GND: (DE128615109