Clan Orlando

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Clan Orlando
Nomi alternativiCarrisi
Area di origineMarano di Napoli
Aree di influenzaMarano di Napoli, Quarto e Calvizzano
Periodoanni 1990 - in attività
BossAntonio Orlando
(O mazzolino)
AlleatiClan Nuvoletta
Clan Polverino
Clan Lubrano-Ligato (estinto)
Cosa Nostra
Attivitàtraffico di droga
riciclaggio di denaro
controllo appalti pubblici
estorsione

Il clan Orlando è un sodalizio camorristico operante sul territorio del comune di Marano di Napoli, con presenza anche a Quarto e Calvizzano. Gli Orlando, insieme ai Polverino, sono considerati i successori del clan Nuvoletta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'organizzazione è nata come storica costola del clan Nuvoletta, di cui mantengono anche legami di sangue. Anche se diversi membri della famiglia Orlando sono noti nelle cronache dagli anni '50, il clan ha iniziato a guadagnare notorietà e potere alla fine degli anni '90, in particolare dopo la caduta dei Nuvoletta.[1]

Alla fine degli anni 90, gli Orlando scelgono di appoggiare Giuseppe Polverino, capo del clan Polverino e vengono riconosciuti come un gruppo autonomo, non più una costola dei Nuvoletta. Insieme ai Polverino, decisero di entrare nel traffico di hashish proveniente dal Marocco.[2]

Grazie ai rapporti storici con la famiglia Nuvoletta, il clan Orlando ebbe ottimi contatti con la Cosa nostra.[3]

Secondo gli inquirenti, dall'arresto di Giuseppe Polverino nel 2012, il clan di Orlando ha acquisito il pieno controllo delle attività illecite a Marano.[4]

Il capo storico del clan è Antonio Orlando, soprannominato "O mazzolino". Il 27 novembre 2018, dopo 15 anni di latitanza, Orlando è stato arrestato a Mugnano di Napoli.[5]

Fatti recenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2018, I carabinieri del gruppo di Castello di Cisterna hanno arrestato 30 elementi di spicco del clan e responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso e di estorsione aggravata dal metodo mafioso, traffico di stupefacenti e detenzione di armi da guerra.[6]
  • Il 5 Febbraio 2020, la Direzione Distrettuale Antimafia ha arrestato 24 affiliati del clan accusati di appartenere ad un’associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, spaccio e detenzione ai fini di spaccio in concorso, con l’aggravante di associazione camorristica.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fernando Bocchetti, Gli Orlando e il romanzo criminale (e non solo) che ha fatto la storia di Marano, su TERRANOSTRA | NEWS, 30 aprile 2017. URL consultato il 25 aprile 2020.
  2. ^ Camorra: arrestato dai Carabinieri il boss del clan Orlando, latitante da 15 anni, su Mazziniano, 27 novembre 2018. URL consultato il 25 aprile 2020.
  3. ^ I clan di Marano collegati alla mafia siciliana. I Polverino restano i grandi narcos dell'hashish, su il24 Cronaca, 10 ottobre 2017. URL consultato il 25 aprile 2020.
  4. ^ Camorra: arrestato dai Carabinieri il boss del clan Orlando, latitante da 15 anni, su Agi. URL consultato il 25 aprile 2020.
  5. ^ Napoli, catturato il boss di camorra Antonio Orlando: era latitante da 15 anni, su Il Fatto Quotidiano, 27 novembre 2018. URL consultato il 25 aprile 2020.
  6. ^ Camorra a Marano, 30 arresti: smantellato il clan Orlando. Nomi e foto, su Teleclubitalia notizie da Napoli e dall'Italia, 18 aprile 2017. URL consultato il 25 aprile 2020.
  7. ^ di Redazione, Traffico di droga gestito dalla camorra: 24 arresti contro il clan Orlando, su Pupia.tv, 5 febbraio 2020. URL consultato il 25 aprile 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]