Clan Abate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Abate
Nomi alternativii Cavallari
Aree di influenzaSan Giorgio a Cremano
Periodoanni 1980 - in attività
BossSebastiano Abate
AlleatiClan Di Lauro
RivaliClan Vollaro
Attivitàestorsione

Il clan Abate è un sodalizio camorristico operante nella zona est di Napoli, più precisamente nell'area del Comune di San Giorgio a Cremano.

Cenni Storici[modifica | modifica wikitesto]

Fondato da Sebastiano Abate, detto Tore 'o Cavallaro, così capace nello sfuggire alla legge che è stato, prima del suo arresto avvenuto su una spiaggia di Salvador de Bahia in Brasile, inserito nell'elenco dei 500 latitanti più pericolosi del mondo. Dello stesso clan fanno parte anche i fratelli, uno dei quali, Enrico, morì il 12 luglio 1993, in un conflitto a fuoco nei pressi della stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano.

Il 20 giugno 2011 viene arrestato Antonino Abate, ritenuto dagli investigatori il reggente del clan, latitante dal 2009 per una condanna a 22 anni per associazione per delinquere di tipo mafioso e altro.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Va al compleanno della madre. Catturato boss del clan Abate, in napoli.repubblica.it, 20 giugno 2011. URL consultato il 20 giugno 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]