Clan Perrella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Perrella
Area di origineRione Traiano
Aree di influenzaNapoli, Nord Italia, Centro Italia
PeriodoFine Anni '80 - in attività
BossMario Perrella
Nunzio Perrella
RivaliClan Puccinelli
Attivitàtraffico di rifiuti
spaccio di droga
traffico di droga
Appalti

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il clan Perrella si consolidò a cavallo fra gli anni Ottanta e Novanta, a seguito della scissione con il clan Puccinelli che portò a scontri violenti e omicidi fra le due famiglie.[1][2]

Persone legate al clan[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Perrella, boss storico, arrestato all'inizio degli anni Novanta, ora collaboratore di giustizia.
  • Nunzio Perrella, fratello di Mario, arrestato nel 1992, ora collaboratore di giustizia.
  • Cristina Pinto, braccio destro di Mario, arrestata nel 1992.
  • Antonio Buonocore, affiliato, arrestato nel 1987, ora collaboratore di giustizia.
  • Pasquale Perrella, cugino di Mario, fratello di Vincenzo, ucciso in un conflitto a fuoco con i carabinieri nel 2005.
  • Vincenzo Perrella, cugino di Mario, fratello di Pasquale, ucciso a rione Traiano nel 2007.
  • Salvatore Puccinelli, boss rivale, ex capo clan di rione Traiano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessandro Iacuell, Le vie infinite dei rifiuti. Il sistema campano, edizioni Rinascita, 2008
  2. ^ Al Grand Hotel della Camorra, su ricerca.repubblica.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Napoli Portale Napoli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Napoli