Clan Marrazzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marrazzo
Aree di influenzaCasandrino e Grumo Nevano
Periodoanni 2000 - 2019
BossVincenzo Marrazzo
Giovanni Marrazzo
AlleatiClan Aversano (estinto)
Clan Moccia
RivaliClan Verde
Attivitàcontrollo degli appalti
edilizia
estorsione

Il clan Marrazzo è stato un sodalizio camorristico operante nel comune di Casandrino e di Grumo Nevano.[1]

Fatti recenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 2019 è stato arrestato Natalino D’Errico, considerato vicino al sodalizio criminale. D'Errico era stato condannato alla pena complessiva di 14 anni di reclusione per un tentato duplice omicidio commesso ad Afragola.[2] D’Errico è stato arrestato un'altra volta nel Aprile 2020, per resistenza a pubblico ufficiale. Già sottoposto alla detenzione domiciliare, Natalino D’Errico è stato notato e riconosciuto dai militari mentre percorreva in auto via paolo borsellino.[3]

Secondo la Direzione Investigativa Antimafia, dal 2019 il clan non è più presente nel comune di Casandrino e di Grumo Nevano. Ancora secondo gli inquirenti, il clan è stato dissolto a causa della scelta collaborativa degli elementi apicali.[4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Agguato ad Afragola, catturato il killer del clan Marrazzo dopo sette anni, su www.ilmattino.it. URL consultato il 26 novembre 2019.
  2. ^ (EN) Agguato ad Afragola, arrestato 37enne vicino al clan Marrazzo, su Roma. URL consultato il 26 novembre 2019.
  3. ^ Ivan Marino, Sorpreso in strada sfugge all'alt, arrestato uomo del clan: era ai domiciliari per tentato omicidio, su InterNapoli.it, 11 aprile 2020. URL consultato il 27 aprile 2020.
  4. ^ Redazione Internapoli, Camorra a S. Antimo: "Scomparsi due clan, è nato un gruppo autonomo", su InterNapoli.it, 29 luglio 2019. URL consultato il 27 aprile 2020.
  5. ^ amministratoreb, DIA, relazione primo semestre 2019: malavita sempre più infiltrata nel settore giochi e scommesse, su JAMMA, 17 gennaio 2020. URL consultato il 27 aprile 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]