Anna Maria Guarnieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anna Maria Guarnieri nel 1958 circa

Anna Maria Guarnieri (Milano, 20 agosto 1934[1]) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È figlia del direttore d'orchestra Antonio Guarnieri e sorella del cantante e compositore Gianni Guarnieri. Studia per due anni all'Accademia dei filodrammatici di Milano, quindi per due anni alla scuola del Piccolo Teatro, dalla quale viene espulsa per indisciplina[2]. Debutta nel 1954, ancora diciannovenne, in Quando la luna è blu di Frederick Hugh Herbert, accanto a Enrico Maria Salerno e Luigi Cimara[3] («È nata un'attrice» il giudizio di Silvio D'Amico[4]). Nello stesso anno entra nella Compagnia dei Giovani, il cui nucleo è costituito da Romolo Valli, Giorgio De Lullo, Rossella Falk, Elsa Albani; interpretando con successo ruoli drammatici, come Anna Frank, e più leggeri come Gigi, dall'omonimo romanzo di Colette. L'esperienza con la Compagnia dei Giovani termina nel 1963 con la tournée nell'Europa Orientale[5].

Anna Maria Guernieri e Giorgio De Lullo nel 1958

Dopo l'Estate teatrale veronese del 1963, passa alle regie di Franco Zeffirelli negli anni 1963-1968, tra le quali La lupa con Anna Magnani al Maggio Musicale Fiorentino[6]. Nel 1972 entra come prima attrice nella compagnia Teatro Opera 2 fondata dal regista Missiroli[7]. Con Missiroli, al Teatro Stabile di Torino, recita in opere di Carlo Goldoni, Luigi Pirandello, August Strindberg, Anton Čechov (Sonia in Zio Vanja, ruolo a cui afferma di tenere moltissimo), Shakespeare, John Webster, Frank Wedekind. Poi con Luca Ronconi.

Per la televisione, recita negli sceneggiati La cittadella, E le stelle stanno a guardare e David Copperfield, diretti da Anton Giulio Majano, nonché ne L'idiota e in Umiliati e offesi, diretti rispettivamente da Giacomo Vaccari e Vittorio Cottafavi. L'ultimo ruolo in televisione è stato nell'adattamento de La contessina Mizzi di Arthur Schnitzler trasmesso nel 1986[8]. Nel cinema lavora con Mauro Bolognini, Pasquale Festa Campanile, Enzo Muzii.

Negli anni novanta interpreta soprattutto i grandi ruoli tragici del teatro di Euripide (Clitennestra, in Ifigenia in Tauride) e Pirandello (La ragione degli altri). Nel 2001 le viene conferito il premio Ugo Betti alla carriera. Nel 2010 sposa a Udine l'attore Luciano Virgilio[9].

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Anna Maria Guarnieri ne Il crogiuolo (1971)

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— Roma, 1996. Di iniziativa del Presidente della Repubblica[14].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco Artisti Settore Audiovisivo Rappresentati da Nuovo IMAIE (al 31/01/2014) (PDF), su areasoci.nuovoimaie.it, IMAIE. URL consultato il 23 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2015).
  2. ^ Federica Marengo, Anna Maria Guarnieri: "L'attrice ribelle", su quotidianoitalia.it, 20 giugno 2016.
  3. ^ Hugh F. Herbert, Quando la luna è blu, in Il Dramma, n. 209, 15 luglio 1954, pp. 5-34.
  4. ^ Antonio Gnoli, Anna Maria Guarnieri: "Il pubblico mente: ti applaude e poi fuori dal teatro ti critica", su la Repubblica, 20 ottobre 2014.
  5. ^ Franco Saltarelli, Cronaca ultima, "Il Dramma", n. 320, maggio 1963, pp. 88-89
  6. ^ Raul Radice, A Firenze «La lupa» di Verga con Anna Magnani protagonista, su Corriere della Sera, 17 maggio 1965, p. 13.
  7. ^ Carlo Galimberti, Mario Missiroli mette sotto accusa il pubblico milanese: «Il teatro è meglio farlo a Roma», su Corriere della Sera, 11 settembre 1973, p. 13.
  8. ^ Radiocorriere TV, n. 20, 1986, p. 72
  9. ^ Luciano Virgilio e Annamaria Guarnieri si sono sposati a Udine, su Messaggero Veneto, 30 maggio 2010.
  10. ^ Corriere della Sera, 21 maggio 1986, p. 22
  11. ^ Alla Guarnieri che recita Macchia un premio Idi, Corriere della Sera, 6 dicembre 1993, p. 31
  12. ^ Premio Ugo Betti per la Drammaturgia su ugobetti.it
  13. ^ Albo d'oro dei premiati, su premiflaiano.com. URL consultato il 18 maggio 2022.
  14. ^ Guarnieri Sig.ra Anna Maria su quirinale.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN89835740 · ISNI (EN0000 0000 7852 004X · SBN LO1V088010 · BNF (FRcb16051166g (data) · WorldCat Identities (ENviaf-89835740