Wilkie Collins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wilkie William Collins nel 1874. Foto di Napoleon Sarony.

Wilkie William Collins (Marylebone, 8 gennaio 1824Londra, 23 settembre 1889) è stato uno scrittore inglese, amico e collaboratore di Charles Dickens.

La sua produzione letteraria, e in particolare quella fantastica, è di assoluto rilievo, ma non vi è dubbio che a tutt'oggi sia maggiormente conosciuto dal grande pubblico per i romanzi gialli La donna in bianco, La pietra di Luna, La legge e la signora e La follia dei Monkton. La pietra di Luna è, inoltre, il primo fair-play, ossia il primo romanzo in cui il lettore dispone di tutti gli indizi per risolvere il mistero, anche se Collins complica le indagini con falsi indizi.[1] Questo senza nulla togliere ai molti altri romanzi e ai numerosissimi racconti da lui scritti. G.K. Chesterton ebbe una volta modo di scrivere relativamente a Dickens e Collins: «Erano due uomini che nessuno può superare nello scrivere storie di fantasmi».

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Considerato uno dei padri del poliziesco, Wilkie Collins nasce a Londra l'8 gennaio 1824. Il padre William, paesaggista, ha in mente per il figlio un futuro fuori dal mondo dell'arte pertanto Wilkie all'inizio si cimenta con il commercio del tè, scoprendo però di non essere tagliato per gli affari. A quel punto decide di studiare legge al Lincoln's Inn: nel 1851 ottiene l'abilitazione all'avvocatura, ma tale carriera non gli dà lo sperato successo. Solo iniziando a scrivere scoprirà la sua vera vocazione.

Il suo primo lavoro, di alcuni anni prima, è un'opera dedicata al padre, morto nel 1847: Memoirs of the Life of William Collins, edito l'anno successivo. Quindi pubblica due romanzi: Antonina nel 1850 e Basil nel 1852.

Nell'aprile dello stesso anno incontra Charles Dickens e scrive per la sua rivista, il settimanale Household Words: è l'inizio di un lungo rapporto di lavoro e d'amicizia lungo dieci anni.

Collins ottiene il vero successo con i già citati romanzi e soprattutto con La Pietra di Luna, appassionante romanzo raccontato a più voci in cui si narra di un prezioso gioiello andato perso e dell'onore di una ragazza che rischia di essere macchiato. Questa e altre opere ne fanno un maestro della narrativa del mistero e non è difficile riscontrare la sua influenza in molti romanzi successivi e in moltissimi film di oggi.

Wilkie Collins muore il 23 settembre 1889 e viene seppellito al Kensal Green Cemetery.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonina, ovvero la caduta di Roma (Antonina, or the Fall of Rome, 1850)
    trad. Marco Bisanti, Castelvecchi, 2012
  • Basil (Basil, 1852)
    trad. Alessandra Tubertini, Fazi, 2002
  • Hide and Seek (1854)
  • La donna del sogno (The Dream Woman, 1855)
    trad. Simone Garzella, Passigli, 2005
  • Monkton il pazzo (Mad Monkton, 1855)
    trad. Mirella Billi, Re Enzo, 1999
    trad. Franco Basso, La follia dei Monkton, Sellerio, 2001
  • Vita di un furfante (A Rogue's Life, 1856)
    trad. Vincenzo Pepe, Marlin, 2006
  • The Dead Secret (1856)
  • Il pigro viaggio di due apprendisti oziosi (The Lazy Tour of Two Idle Apprentices, 1857) (scritto con Charles Dickens)
    trad. Marina Premoli, Sellerio, 2003
  • The Frozen Deep (1857), dramma teatrale scritto con Charles Dickens
  • A House to Let (1858), racconto scritto insieme a Charles Dickens, Elizabeth Gaskell & Adelaide Anne Procter
  • Il raccomandato (The Biter Bit, 1858)
    trad. Leslie Calise, Polillo, 2013
  • Le stanze dei fantasmi (The Haunted House, 1859) (scritto con Charles Dickens, Elizabeth Gaskell, Adelaide Anne Procter, George Augustus Sala, Hesba Stretton)
    trad. Camilla Caporicci, Valeria Mastroianni e Lorenza Ricci, La casa sfitta, Jo March, 2013
    trad. Stella Sacchini, Del Vecchio, 2014
  • La donna in bianco (The Woman in White, 1859)
    trad. Elena Bairati e Virginia Ferretti, La donna vestita di bianco, SAIE, 1957; Paoline, 1968
    trad. Giovannella Gaipa, Garzanti, 1980
    trad. Stefano Tummolini, Fazi, 1996
    trad. Fedora Dei, Newton Compton, 2015
  • Testimone d'accusa (The Queen of Hearts, 1859)
    trad. Franco Basso, 1996
  • Senza nome (No Name, 1862)
    trad. Luca Scarlini, Fazi, 1999
    trad. Adriana Altavilla, Newton Compton, 2016
  • Armadale (Armadale, 1866)
    trad. Alessandra Tubertini, Fazi, 2001
    trad. Daniela Paladini, Newton Compton, 2016
  • Senza uscita (No Thoroughfare, 1867) (scritto con Charles Dickens)
    trad. Marina Premoli, Nottetempo, 2003
  • La pietra di luna (The Moonstone, 1868)
    trad. ?, La pietra della luna, Treves, 1870-1871
    trad. Alfredo Pitta, Il diamante indiano, Mondadori, 1933
    trad. Oriana Previtali, La pietra della luna, Rizzoli, 1954
    trad. Ettore Capriolo, Mondadori, 1971
    trad. Piero Jahier e Maj-Lis Rissler Stoneman, Garzanti, 1972
    trad. Marino Cassini, Mursia, 1972
    trad. Cecilia Montonati, Demetra, 1996
    trad. Martina Rinaldi, Fazi, 2000
    trad. Franca Quasimodo, Palumbo, 2000
    trad. Viviana Viviani, La maledizione del diamante indiano (la pietra della luna), Nord, 2001
    trad. Elena Costa, Faligi, 2013
  • Uomo e donna (Man and Wife, 1870)
    trad. Alessandra Tubertini, Fazi, 2004
    trad. Adriana Altavilla, Newton Compton, 2016
  • Poor Miss Finch (1872)
  • John Jago's Ghost o The Dead Alive
  • The New Magdalen (1873)
  • La legge e la signora (The Law and the Lady, 1875)
    trad. Luca Scarlini, Fazi, 2000
  • The Two Destinies (1876)
  • L'albergo stregato (The Haunted Hotel, 1879)
    trad. Ottavio Fatica, Editori Riuniti, 1985
    trad. Tina Honsel, L'albergo dei fantasmi, Mondadori, 1990
    trad. Alda Carrer, Garden, 1991
    trad. Pietro Meneghelli, l'Unità, 2002
    trad. Umberto Ledda, Newton Compton, 2016
  • Foglie cadute (The Fallen Leaves, 1879)
    trad. Carla Vannuccini, Fazi, 2005
  • Who Killed Zebedee? (1881)
  • La veste nera (The Black Robe, 1881)
    trad. di Andreina Lombardi Bom, Fazi, 2003
  • Heart And Science (1882-1883)
  • The Evil Genius (1885)
  • Il fiume della colpa (The Guilty River, 1886)
    trad. Patrizia Parnisari, Fazi, 2002
  • Legacy Of Cain (1888)
  • Blind Love (1890 – incompiuto, portato a termine da Walter Besant)

Film tratti dalle opere di Collins[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Tv (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Elenco Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La pietra di luna - Wilkie Collins, su Thriller Cafe. URL consultato il 07 novembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN95173526 · ISNI: (EN0000 0001 2144 1575 · LCCN: (ENn79061084 · GND: (DE118638432 · BNF: (FRcb120946138 (data) · NLA: (EN35029872 · BAV: ADV10066568 · CERL: cnp01324810