Edmo Fenoglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Edmo Fenoglio (Torino, 4 giugno 1928Torino, 7 settembre 1996) è stato un regista e sceneggiatore italiano attivo particolarmente per la televisione fra gli anni cinquanta e ottanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato regista di un numero notevole di romanzi sceneggiati e spettacoli per il teatro di prosa trasmessi sul piccolo schermo. Si ricordano in particolare I Giacobini, del 1962, derivato dal dramma di Federico Zardi, e Il conte di Montecristo del 1966, con Andrea Giordana e Giuliana Lojodice, oltre che l'unica interpretazione drammatica di Peppino De Filippo nella versione televisiva del dramma di Harold Pinter Il guardiano con Ugo Pagliai e Lino Capolicchio, del 1977.

Ha diretto inoltre anche spettacoli goldoniani come La bottega del caffè.

L'ultimo lavoro lo diresse nel 1986, La porta chiusa, versione televisiva del racconto di Marco Praga con Corrado Pani, Rossella Falk e Massimo Serato. È deceduto a 68 anni.

Prosa radiofonica[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiati televisivi e lavori di prosa per la RAI[modifica | modifica wikitesto]

  • Il più forte (1961)
  • I Giacobini (1962)
  • I grandi camaleonti (1964)
  • Il conte di Montecristo (1966)
  • Tartarino sulle Alpi (1968)
  • Il berretto a sonagli (1970)
  • I Buddenbrook (1971, anche sceneggiatura)
  • Il marchese di Roccaverdina (1972)
  • La bufera (1975)
  • A torto e a ragione (1978, anche sceneggiatura)
  • Le tre capitali (1979)
  • La porta chiusa (1986, anche sceneggiatura)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN183994189 · BNF: (FRcb16530246b (data)