Edmo Fenoglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Edmo Fenoglio nel suo studio

Edmo Fenoglio, all'anagrafe Edmondo Fenoglio (Torino, 4 giugno 1928Torino, 7 settembre 1996), è stato un regista, sceneggiatore e traduttore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Edmo Fenoglio si era diplomato in regia all’Accademia nazionale d'arte drammatica "Silvio D’Amico" nel 1954, lo stesso anno dell'inizio delle trasmissioni della televisione italiana. È stato regista di un numero notevole di romanzi sceneggiati e spettacoli per il teatro di prosa trasmessi sul piccolo schermo. Si ricordano in particolare I Giacobini, del 1962, derivato dal dramma di Federico Zardi, e Il conte di Montecristo del 1966, con Andrea Giordana e Giuliana Lojodice, oltre che l'unica interpretazione drammatica di Peppino De Filippo nella versione televisiva del dramma di Harold Pinter Il guardiano con Ugo Pagliai e Lino Capolicchio, del 1977.

Ha diretto inoltre anche spettacoli goldoniani come La bottega del caffè.

È deceduto a 68 anni.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Prosa radiofonica[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giulio Cesare Castello, Vorrebbe offrire gratis i suoi spettacoli, Radiocorriere TV, 1969, n. 18, pp. 26-27
  • Donata Gianeri, Un matematico dietro la macchina presa, Radiocorriere TV, 1971, n. 10, pp. 72-73
  • Maria Letizia Compatangelo, La maschera e il video, Rai Eri, VQPT 168, 1999, p. 777, ISBN 88-397-1078-7

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN183994189 · ISNI (EN0000 0003 5636 0366 · BNF (FRcb16530246b (data)