Franco Enriquez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Franco Enriquez negli studi televisivi della RAI 1955

Franco Enriquez (Firenze, 20 novembre 1927Ancona, 30 agosto 1980) è stato un regista teatrale e d'opera italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Segue studi classici e sin da giovane si appassiona al teatro. Dopo alcune attività giovanili in ambito universitario, inizia l'attività artistica come aiuto regista di Luchino Visconti e Giorgio Strehler.

Nel 1951 esordisce come primo regista mettendo in scena Cesare e Cleopatra di George Bernard Shaw con la compagnia Ricci-Magni.

Il 3 gennaio 1954, giornata d'esordio ufficiale della televisione italiana, firma la regia della prima opera teatrale trasmessa sul piccolo schermo: L'osteria della posta di Carlo Goldoni.

Nel 1961 fonda, assieme alla compagna Valeria Moriconi, la "Compagnia dei quattro" che darà spettacoli di notevole livello per circa un quadriennio: il gruppo era composto anche da Glauco Mauri ed Emanuele Luzzati, ed aveva come musicista il compositore Mario Perrucci. Successivamente diviene direttore artistico del Teatro Stabile di Torino e quindi del Teatro Stabile di Roma.

Nel corso della carriera mette in scena con grande successo decine di opere teatrali e liriche. Fra i tanti lavori di prosa, ricordiamo Il gabbiano di Anton Cechov, La locandiera di Carlo Goldoni, I fisici di Friedrich Dürrenmatt, la Barraca di Federico García Lorca.

È stato attivo anche in campo televisivo; tra le varie collaborazioni figurano diversi allestimenti operistici negli anni cinquanta (in particolare Otello di Verdi con Mario Del Monaco nel 1958) e nel 1965, insieme a Oreste Del Buono, la sceneggiatura e la regia dello sceneggiato Resurrezione.

È scomparso nel 1980 all'età di 52 anni[1].

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ È morto il regista Enriquez portò il teatro tra la gente Archiviolastampa.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]