Luciano Codignola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luciano Codignola (Genova, 21 giugno 1920Sestri Levante, 19 luglio 1986) è stato uno sceneggiatore e drammaturgo italiano, che è stato attivo fra gli anni sessanta e gli anni ottanta in cinema, teatro e televisione. È conosciuto anche per la sua attività di critico letterario e teatrale[1].

Fa parte degli autori i cui fondi sono raccolti al Civico museo biblioteca dell'attore di Genova, sua città natale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È ricordato per la sua collaborazione alla sceneggiatura di importanti sceneggiati televisivi della RAI, segnatamente L'Odissea, del 1968, e Sorelle Materassi, del 1972.

Come critico ha collaborato a importanti periodici fra cui Il Mondo, Tempo presente, Comunità, Sipario e Il Dramma. Consulente per Einaudi, ha curato studi su August Strindberg esordendo come drammaturgo nel 1961 con Il gesto. Per il teatro ha tradotto opere di lingua francese, inglese, tedesca e svedese.

È stato autore di radiodrammi (La scatola, del 1963) e di altri lavori in prosa fra cui Giro d'Italia, del 1965, Bel Ami e il suo doppio, del 1972, Fa male, il teatro, del 1979. Del medesimo anno sono Promenade e, destinato all'interpretazione di Vittorio Gassman, il monologo di autoanalisi intitolato Il guado: passarlo o non passarlo?.

È scomparso nel 1986 all'età di 66 anni[2].

Filmografia e opere per la televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • L'idolo delle scene (1967, traduzione per la televisione)
  • L'Odissea (1968, sceneggiato televisivo)
  • Sorelle Materassi (1972, sceneggiato televisivo)
  • Olenka (1973, adattamento televisivo)
  • Il picciotto (1973, film TV)
  • Quaranta giorni di libertà (Pagine di diario della repubblica dell'Ossola) (1974, miniserie)
  • Il marsigliese (1975, miniserie)
  • Il lungo viaggio (1975, miniserie)
  • Il giorno dei cristalli (1979)
  • Anna Kuliscioff (1981, miniserie)
  • Parole e sangue (1982, film TV)
  • Nostra madre (1983, miniserie)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte per le note biografiche: Delteatro.it
  2. ^ Morto Codignola, autore e saggista teatrale Archiviolastampa.it

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • L. Codignola, Il teatro della guerra fredda, Università di Urbino, Urbino 1969

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN93410782 · LCCN: (ENn82027996 · SBN: IT\ICCU\RAVV\002009 · ISNI: (EN0000 0000 8165 9616 · GND: (DE119364379 · BNF: (FRcb12027574g (data) · NLA: (EN35794219 · BAV: ADV10020240