L'ippocampo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ippocampo
Titolo originaleL'ippocampo
Paese di produzioneItalia
Anno1943
Durata70 min
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaGian Paolo Rosmino
Soggettodalla commedia omonima di Sergio Pugliese
SceneggiaturaMargherita Maglione, Sergio Pugliese, Cesare Zavattini, Adolfo Franci, Vittorio De Sica
ProduttoreArno
Produttore esecutivoMaleno Malenotti
Distribuzione (Italia)ENIC
FotografiaLeonida Barboni
ScenografiaPiero Filippone
Interpreti e personaggi

L'ippocampo è un film di Gian Paolo Rosmino del 1943 girato negli stabilimenti Scalera, ma fu distribuito dall'ENIC solo nel febbraio 1945.

Un marito, fedelissimo come l'ippocampo (conosciuto quale animale strettamente monogamo) si rifiuta a una bella avventuriera. La moglie dubita di lui e allora si vede costretto a inventarsi una storia mai accaduta per riconquistarla e farsi perdonare.

Un brano della colonna sonora - Tre più tre fa nove - fu composto da Oscar De Mejo.

La critica[modifica | modifica wikitesto]

Pier Luigi Melani in "Il Messaggero", 9 febbraio 1945: "Gli sceneggiatori si sono lasciati sfuggire, a nostro parere, un'ottima occasione per fare un film molto divertente: quella di dare sviluppo alla paradossale situazione in cui viene a trovarsi il protagonista. Invece gli sceneggiatori si sono indugiati su situazioni scontate senza andare oltre, senza farne il perno di una girandola di trovate accontendandosi di ammannirci una pietanza casalinga invece di un gustoso manicaretto. In ogni modo il film è scorrevole e riesce a strappare qualche risata."

Fabrizio Sarazani nel Il Tempo di Roma del 9 febbraio 1945 «Da una semplice e onesta commedia di Sergio Pugliese è tratto lo spunto di questo confuso, pacchiano, filmetto. Montaggio, dialogo, sceneggiatura saltano di palo in frasca e la regia di Rosmino scappa frettolosa e zoppicante. Avremmo preferito che questo film fosse eternamente rimasto nei magazzini del più oscuro dimenticatoio».

Da una piacevole commedia (1942) di Sergio Pugliese, Gian Paolo Rosmino ha preso lo spunto per un filmino appena scorrevole, con un buon Vittorio De Sica (Il Morandini Dizionario dei Film).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema