Alleanza di Centro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alleanza di Centro
SegretarioFrancesco Pionati
VicesegretarioMario Pietracupa
StatoItalia Italia
SedeVia dei Prefetti, n 46
00186 Roma
AbbreviazioneAdC
Fondazione4 dicembre 2008
IdeologiaCristianesimo democratico
CollocazioneCentro
Seggi Camera
0 / 630
Seggi Senato
0 / 315
Seggi Europarlamento
0 / 73
Seggi Consiglio regionale
0 / 897
ColoriAzzurro
Sito web

Alleanza di Centro (AdC), nome completo Alleanza di Centro per la Libertà, è un partito politico italiano, fondato da Francesco Pionati.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lanciato il 4 dicembre 2008[1][2] dal giornalista Francesco Pionati, in dissenso rispetto alla linea intrapresa dall'Unione di Centro, ha scelto un'immediata collocazione nel centrodestra.

Il suo debutto elettorale avviene in occasione delle consultazioni del 2009, quando forma il cartello L'Autonomia; la lista, che al suo interno comprende anche Movimento per le Autonomie, La Destra e il Partito Pensionati, ottiene 682 046 voti, per una percentuale pari al 2,22%.

Si registrano anche le adesioni degli ex deputati Iles Braghetto, Luigi D'Agrò e Piergiovanni Malvestio nonché l'appoggio morale[3][4] dell'ex ministro Ortensio Zecchino.

Per le elezioni regionali del 2010 si presenta, sempre nella coalizione del centrodestra, assieme alla Democrazia Cristiana in Piemonte (dove è capolista il ministro Gianfranco Rotondi), in Veneto, in Campania e in Puglia, mentre si presenta autonomamente in Lazio[5]. In questa occasione riesce ad eleggere un consigliere regionale in Campania, ottenendo il 2,34% dei voti.

Nelle elezioni regionali in Molise del 2011 il partito ottiene il 6,73% dei voti, riuscendo ad eleggere 2 consiglieri regionali.

In occasione delle elezioni politiche del 2013 l'AdC non presenta alcuna lista, ma si presenta alle contestuali elezioni regionali in Lazio, a sostegno del candidato del centrodestra Francesco Storace, nella sola provincia di Rieti dove ottiene lo 0,63%. Alle amministrative del 2015 l'Alleanza di Centro si presenta, tra i capoluoghi di provincia, a Venezia sostenendo Felice Casson, candidato del centrosinistra, formando una lista unica con Democrazia Solidale e Centro Democratico che ottiene lo 0,3% e nessun seggio in consiglio comunale.

Alleanza di Centro sostiene il NO al referendum costituzionale del 2016.[6]

Nel 2019 riprendono le iniziative politiche di Alleanza di Centro. Il 29 luglio a Napoli, presso l'hotel Ramada, Francesco Pionati annuncia la trasformazione di Alleanza di Centro per la Libertà in Alleanza di Centro per i Territori e contestualmente avvia l'organizzazione del movimento in vista delle elezioni regionali in Campania del 2020.

Il 21 settembre 2019 a Caserta presso l'hotel Europa avvia la campagna elettorale per le elezioni regionali in Campania schierandosi a sostegno della coalizione di centrodestra.

Il 30 novembre 2019 lancia, a Napoli presso l'hotel Millennium, Stefano Caldoro alla presidenza della giunta regionale in una manifestazione a cui partecipa l'ex governatore della Campania.

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Voti % Seggi
Europee 2009 nella lista L'Autonomia 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pionati lascia l'Udc: «Torno con Silvio», Corriere.it, 27 novembre 2008.
  2. ^ Udc: Pionati lascia il partito e fonda 'Alleanza di Centro', Ansa.it, 27 novembre 2008.
  3. ^ L'Adc si presenta con l'orgoglio di Zecchino e le bordate di Pionati Archiviato il 2 giugno 2014 in Internet Archive. dal sito IrpiniaNews.it
  4. ^ Redirect admin | Gestione redirect[collegamento interrotto]
  5. ^ http://www.alleanzadicentro.it/3a.html[collegamento interrotto]
  6. ^ Ciro Persiano, su m.facebook.com. URL consultato il 2 settembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica