Alternativa Popolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alternativa Popolare
Alternativa Popolare.svg
PresidenteAngelino Alfano
CoordinatoreMaurizio Lupi
PortavoceValentina Castaldini
StatoItalia Italia
SedeVia del Governo Vecchio, 3 - Roma
AbbreviazioneAP
Fondazione18 marzo 2017
IdeologiaCristianesimo democratico
Conservatorismo sociale
Europeismo
CollocazioneCentro[1][2][3].
Partito europeoPartito Popolare Europeo
Gruppo parl. europeoGruppo del Partito Popolare Europeo
Seggi Camera
20 / 630
Seggi Senato
21 / 320
Seggi Europarlamento
1 / 73
Seggi Consiglio regionale
19 / 897
ColoriBlu
Sito web

Alternativa Popolare (AP) è un partito politico italiano, successore del dissolto Nuovo Centrodestra, nella maggioranza che sostiene il Governo Gentiloni, all'interno del quale esprimeva tre ministri[4].

Ne è stato designato presidente Angelino Alfano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita[modifica | modifica wikitesto]

Tale formazione viene ufficialmente lanciata il 18 marzo 2017 al Centro Congressi Alibert di Roma[5][6][7][8].

Nei giorni successivi (rispettivamente il 21 e il 29 marzo), i gruppi parlamentari comuni tra Nuovo Centrodestra e Centristi per l'Europa vengono ridenominati in Alternativa Popolare-Centristi per l'Europa-NCD. Al momento della fondazione il partito può contare su 26 deputati, 23 senatori e 1 europarlamentare.

Il partito si presenta per la prima volta agli elettori in occasione delle elezioni amministrative del 2017, in cui i popolari, tra i comuni capoluogo, hanno ottenuto il 2,3% ad Asti, il 5,6% a La Spezia, il 4,3% a Monza, il 3,2% a Padova, il 4,9% a Frosinone, il 4,2% a Parma, il 2,1% a Lecce, il 9,1% a Catanzaro e l'1,3% a Taranto.

L'11 maggio viene nominata la prima segreteria di Alternativa Popolare, formata da Maurizio Lupi, Antonio Gentile, Dore Misuraca e Sergio Pizzolante[9].

Le prime defezioni[modifica | modifica wikitesto]

A giugno i deputati Antonino Minardo e Andrea Causin entrano inaspettatamente in Forza Italia.[10][11] Il 28 giugno il deputato Raffaele Calabrò viene nominato rettore dell'Università Campus Bio-medico di Roma, dimettendosi quindi dalla Camera dei Deputati; gli subentra Amedeo Laboccetta (già deputato del PdL nella XVI Legislatura), che aderisce però a Forza Italia.[12]

Il 19 luglio il ministro per gli affari regionali Enrico Costa rassegna le proprie dimissioni ed entra nel gruppo misto.[13] Il giorno seguente tocca al sottosegretario al lavoro Massimo Cassano,[14][15] mentre il presidente della Commissione Finanze Maurizio Bernardo aderisce al Partito Democratico.[16]

Negli stessi giorni rientrano in Forza Italia anche il deputato Gianfranco Sammarco e il consigliere regionale del Lazio Giuseppe Cangemi.[17]

Il 26 settembre Maurizio Lupi diventa coordinatore[18][19].

Regionali siciliane del 2017[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto riguarda le elezioni regionali in Sicilia del 2017 il partito raggiunge un accordo con il Partito Democratico e il centro-sinistra per il sostegno, quale candidato presidente, al rettore dell'Università di Palermo Fabrizio Micari, con Giovanni La Via, europarlamentare della VII Legislatura, suo vice in caso di vittoria.[20][21][22][23]

La decisione di sostenere Micari provoca l'abbandono di tre deputati regionali di AP, che si schierano invece con il candidato unitario del centro-destra Nello Musumeci: Antonino Germanà e Giovanni Lo Sciuto tornano in Forza Italia, mentre Pietro Alongi aderisce all'Unione di Centro.[24][25] Negli stessi giorni anche il coordinatore regionale nell'isola, Francesco Cascio, rientra in Forza Italia.[26]

Alternativa Popolare si presenta alla competizione unitamente al movimento dei Centristi per l'Europa di Gianpiero D'Alia, costituendo la lista comune Alternativa Popolare-Centristi per Micari.[27][28]

La lista, nonostante i pronostici, non riesce a superare la soglia di sbarramento regionale del 5%, attestandosi al 4,18%.[29][30][31][32]

Ideologia[modifica | modifica wikitesto]

I suoi riferimenti culturali sono innanzitutto riconducibili alle posizioni democristiane ed europeiste espresse dal Partito Popolare Europeo, nettamente alternative alla destra e alla sinistra radicale[33][34][35][36][37].

Altri temi riguardano il ruolo della famiglia, considerata fondamento della società, l'opposizione all'aborto e all'eutanasia, una visione garantista della giustizia, la necessità di riduzione delle tasse e del cuneo fiscale nel mercato del lavoro [38], agevolazioni per gli imprenditori che assumono giovani, la modifica dell'Articolo 18, la rinegoziazione del Fiscal Compact[39], la riduzione del debito pubblico, la trasparenza dei mercati finanziari, l'approvazione di ulteriori liberalizzazioni di beni e servizi, nonché l'ammodernamento del sistema infrastrutturale[40][41][42].

Organi interni[modifica | modifica wikitesto]

Presidente Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Coordinatore Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti dei gruppi parlamentari[modifica | modifica wikitesto]

Camera dei deputati[modifica | modifica wikitesto]

Senato della Repubblica[modifica | modifica wikitesto]

Parlamento europeo[modifica | modifica wikitesto]

Nelle istituzioni[modifica | modifica wikitesto]

Camera dei deputati[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo "Alternativa Popolare - Centristi per l'Europa - NCD"

XVII Legislatura
21 deputati

Senato della Repubblica[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo "Alternativa Popolare - Centristi per l'Europa - NCD"

XVII Legislatura
20 senatori

Parlamento europeo[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Partito Popolare Europeo

VIII legislatura
1 eurodeputato

Iscritti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017: dati non disponibili

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.alternativapopolare.it/alternativa-popolare-alfano-nome-propongo-nostro-movimento-politico//]
  2. ^ https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/03/18/alfano-chiude-il-nuovo-centrodestra-e-apre-alternativa-popolare-andiamo-da-soli-tanto-saranno-gli-altri-a-cercarci/3459883//]
  3. ^ Gianluca Roselli, Come e perché Alfano rottama Ncd e fonda Alternativa popolare, su formiche.net. URL consultato il 20 settembre 2017.
  4. ^ Ncd si scioglie, Alfano battezza "Alternativa Popolare", in Repubblica.it, 19 marzo 2017. URL consultato il 30 marzo 2017.
  5. ^ http://www.corriere.it/foto-gallery/politica/17_marzo_18/alfano-lancia-alternativa-popolare-1f4852d8-0be2-11e7-a9ee-e937d2fc7af8.shtml/]
  6. ^ http://www.ilgiornale.it/news/politica/alfano-lancia-alternativa-popolare-strizza-locchio-ceto-1376507.html/]
  7. ^ https://www.ilmattino.it/primopiano/politica/nuovo_centro_destra_si_scioglie_nasce_alternativa_popolare-2325359.html/]
  8. ^ http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/si-scioglie-il-nuovo-centrodestra-nasce-alternativa-popolare_3062345-201702a.shtml/]
  9. ^ Alternativa popolare, Alfano nomina la segreteria del partito, in ilvelino.it, 11 maggio 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  10. ^ Bye Bye Angelino, Nino Minardo riabbraccia Berlusconi, in Ragusa News, 2 giugno 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  11. ^ Causin con Berlusconi: «Forza Italia unico approdo per i moderati», in Corriere del Veneto, 17 giugno 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  12. ^ Camera. Calabrò (Ap) rassegna le dimissioni: “Lascio le istituzioni, non la politica”, in Quotidiano Sanità, 28 giugno 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  13. ^ Cosa si dice (e cosa si bisbiglia) tra gli ex Ncd dopo l’uscita di Enrico Costa, in Formiche.net, 20 luglio 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  14. ^ http://www.iltempo.it/politica/2017/07/23/news/alfano-ci-saranno-altre-defezioni-in-ap-ma-non-ci-faremo-annettere-1031928/
  15. ^ Il senatore Massimo Cassano ritorna in Forza Italia: "Rimettere insieme i moderati in Puglia", su Bari Today, 22 luglio 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  16. ^ Maurizio Bernardo: "E io invece vado nel Pd, Renzi mi piace troppo, la destra non risorgerà", in La Repubblica, 24 luglio 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  17. ^ Forza Italia, a volte ritornano, indietro. Sammarco e Cangemi via da Ap, in Affaritaliani.it. URL consultato il 21 settembre 2017.
  18. ^ Ap, Lupi è il nuovo coordinatore. Altolà allo ius soli: "Questione chiusa, per ora" - Cronaca - L'Unione Sarda.it, in L'Unione Sarda.it, 26 settembre 2017. URL consultato il 26 settembre 2017.
  19. ^ http://www.corriere.it/politica/17_settembre_26/ius-soli-alternativa-popolare-boccia-legge-questione-chiusa-sarebbe-regalo-lega-cc0159b6-a2c3-11e7-82cf-331a0e731b92.shtml
  20. ^ http://www.corriere.it/politica/17_agosto_13/alfano-governisti-anti-pd-ora-ap-c-chi-evoca-scissione-46b41d8c-7f9d-11e7-8c75-7e93437e930b.shtml//]
  21. ^ Regionali Sicilia, Alfano annuncia: "La Via sara' il vicepresidente di Micari, batteremo dilettantismo 5 stelle", in La Repubblica, 9 settembre 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  22. ^ Regionali, Alfano sceglie La Via vice di Micari Attacca Musumeci: «È il candidato di Salvini», in Meridione News, 9 settembre 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  23. ^ Sicilia, Alfano: La Via vice presidente con Micari, in ANSA, 9 settembre 2017. URL consultato il 15 settembre 2017.
  24. ^ Sicilia: deputati da Ap e centristi a Fi | ANSA.it, su www.ansa.it. URL consultato il 21 settembre 2017.
  25. ^ Sicilia, due deputati regionali lasciano Ap e Fi per l'Udc. URL consultato il 21 settembre 2017.
  26. ^ Regionali 2017, Cascio: non mi candido e lascio Ap, in Repubblica.it, 13 settembre 2017. URL consultato il 23 ottobre 2017.
  27. ^ La elezioni regionali in Sicilia, presentata la lista di Alternativa Popolare-Centristi | BlogSicilia - Quotidiano di cronaca, politica e costume, in BlogSicilia - Quotidiano di cronaca, politica e costume, 6 ottobre 2017. URL consultato il 23 ottobre 2017.
  28. ^ Regionali, il ministro Alfano presenta la lista di "Alternativa popolare", in AgrigentoNotizie. URL consultato il 23 ottobre 2017.
  29. ^ Renzi-Alfano fine dei sogni, in Sicilia flop di Alternativa popolare, in LaStampa.it. URL consultato il 7 novembre 2017.
  30. ^ Alfano zero tituli. Ap ribolle e torna a guardare a destra (di B. Acquaviti), in L’Huffington Post, 6 novembre 2017. URL consultato il 7 novembre 2017.
  31. ^ http://palermo.repubblica.it/politica/2017/11/09/news/elezioni_in_sicilia_ap_dopo_il_flop_elettorale_nel_partito_di_alfano_e_scontro-180680420/?refresh_ce/]
  32. ^ http://www.siracusatimes.it/siracusa-elezioni-regionali-vinciullo-alternativa-popolare-si-conferma-fra-i-primi-partiti-in-provincia//]
  33. ^ [1]
  34. ^ [2]
  35. ^ http://www.huffingtonpost.it/fabrizio-cicchitto/alternativa-popolare-deve-dar-vita-a-un-quarto-polo-autonomo-sia_a_23037157/]
  36. ^ https://www.isnews.it/politica/50890-elezioni-alternativa-popolare-alza-il-tiro-pronti-ad-andare-da-soli.html/]
  37. ^ http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2017/11/12/la-maratona-di-alfano-a-caccia-di-un-alleato-altrimenti-corro-da-solo02.html?ref=search/]
  38. ^ [3]
  39. ^ [4]
  40. ^ Cosa pensa e cosa dice Alternativa Popolare di Alfano dopo la sconfitta in Sicilia - Formiche.net, in Formiche.net, 11 novembre 2017. URL consultato il 20 novembre 2017.
  41. ^ [5]
  42. ^ [6]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]