Unione per il Trentino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unione per il Trentino
Unione per il Trentino.png
PresidenteFabio Pipinato
SegretarioTiziano Mellarini
StatoItalia Italia
Sedevia Lunelli 64, Trento
Fondazione7 giugno 2008
IdeologiaAutonomismo,[1]
Cristianesimo sociale[1]
Europeismo
CollocazioneCentro-sinistra
Seggi Camera
1 / 630
 (2013)
Nel gruppo Democrazia Solidale - Centro Democratico
Seggi Senato
1 / 320
 (2013)
Nel gruppo Per le Autonomie (SVP - UV - PATT - UPT) - PSI - MAIE
Seggi Consiglio provinciale
4 / 35
Iscritti2 800 (2014)
Sito web

L'Unione per il Trentino (UpT) è un partito politico italiano regionale, attivo nella Provincia di Trento, di ispirazione autonomista e cristiano sociale.[1]

Fondato nella primavera 2008 da quegli esponenti della Civica Margherita indisponibili all'adesione al Partito Democratico[2][3]. Il suo leader è stato Lorenzo Dellai (deputato e Presidente della Provincia Autonoma di Trento dal 1998 al 2013) dalla fondazione fino al congresso del 23 gennaio 2016, quando alla segreteria è stato eletto Tiziano Mellarini, unico candidato e da tempo in disaccordo con il fondatore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita[modifica | modifica wikitesto]

Dopo le elezioni politiche del 2008, la Civica Margherita si presenta inaspettatamente divisa; il nodo è la confluenza nella nuova formazione [4][5][6].

Il successivo 30 aprile il gruppo dirigente opta per il la nascita di un soggetto fortemente legato al territorio[7][8][9].

Esso viene presentato ufficialmente il 7 giugno 2008, in quel di Miola di Pinè[10][11].

Il 15 luglio l'assemblea costituente elegge Flavia Fontana alla carica di presidente e l'ex-socialista, e assessore al turismo di Riva del Garda Tanas a quella di segretario[12]. In quell'occasione si registrano numerose adesioni, perfino da Forza Italia[13][14].

Il debutto elettorale[modifica | modifica wikitesto]

A settembre 2008 l'Unione di Centro rompe finalmente gli indugi, ufficializzando il suo sostegno a Dellai, nuovamente candidato quale Presidente della Provincia di Trento. [15][16][17].

In occasione delle elezioni i voti raccolti sono stati pari al 18%, con 6 seggi[18][19][20].

La fase successiva[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2010 un'assemblea straordinaria svoltasi a Vezzano ha nominato un triumvirato formato da Vittorio Fravezzi, Mauro Gilmozzi e Giorgio Lunelli [21][22]. L'UpT ha anche espresso la volontà di avviare una costituente per far nascere un nuovo partito regionale (che si potrà chiamare Partito del Trentino) unendosi con altre formazioni politiche autonomiste e riformiste di centro-sinistra come l'alleato Partito Autonomista Trentino Tirolese[23].

Scelta Civica[modifica | modifica wikitesto]

Mario Monti e Lorenzo Dellai durante la campagna elettorale per le elezioni politiche del 2013.

In vista delle consultazioni nazionali abbiamo la partecipazione alle liste di Scelta Civica - Con Monti per l'Italia alla Camera dei deputati, mentre a[24] al Senato viene raggiunto un accordo rispettivamente con Pier Luigi Bersani e il gruppo del Partito Autonomista Trentino Tirolese; Franco Panizza, concorre nel collegio di Trento, Vittorio Fravezzi in quello di Rovereto e Giorgio Tonini (PD) in Valsugana.[25]

In provincia di Trento alla Camera Scelta Civica ha ottenuto il 19,55% ottenendo quindi un deputato (Dellai). Al Senato la coalizione ha vinto in tutti e tre i collegi.[26] Il 10 dicembre 2013 Dellai lascia il gruppo Scelta Civica per l'Italia per aderire al nuovo gruppo Per l'Italia.

Ideologia[modifica | modifica wikitesto]

L’Unione per il Trentino si richiama innanzitutto alla nobile tradizione di un popolarismo "degasperianamente" alternativo alla destra, predilige i riferimenti culturali del cristianesimo sociale, nonché la partecipazione dei cittadini alla vita della comunità tramite concrete opportunità di coinvolgimento dei giovani, delle donne, dell’anzianità attiva e delle significative espressioni dell’associazionismo[27].

La moderna concezione dell’autonomia si qualifica inoltre per il senso di appartenenza alla comunità, per una cultura della responsabilità e per l’apertura consapevole alla dimensione europea[28].

Consiglieri Provinciali[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianpiero Passamani capogruppo (in carica)
  • Mario Tonina (in carica)
  • Pietro Degodenz (in carica)
  • Mauro Gilmozzi Assessore Provincia Autonoma di Trento (in carica)
  • Tiziano Mellarini Assessore Provincia Autonoma di Trento (in carica)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Wolfram Nordsieck, Trento, in Parties and elections, 2013. URL consultato il 16 gennaio 2013.
  2. ^ Il Partito territoriale si chiamerà «Unione per il Trentino», Civica Margherita, 4 giugno 2008. (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  3. ^ Unione per il Trentino: è nato oggi il nuovo partito. ANSA, 7 giugno 2008.
  4. ^ Alle Provinciali arriva il Pd. Lunelli: "Sconfitta, colpa mia". Trentino, 17 aprile 2008.
  5. ^ Pd, Pacher accelera "Subito le primarie". Trentino, 18 aprile 2008.
  6. ^ La sindrome Illy attanaglia la Margherita. Trentino, 18 aprile 2008.
  7. ^ Approvato all'unanimità il deliberato del Parlamentino. Civica Margherita, 30 aprile 2008.
  8. ^ Sarà il 15 giugno la sfida tra Pacher e Kessler. Trentino, 25 aprile 2008.
  9. ^ (PDF) I margheritini divisi in due tra Partito Democratico e partito territoriale. l'Adige.
  10. ^ Via al nuovo partito di Dellai. Trentino, 7 giugno 2008.
  11. ^ Il Pd e Alberto Pacher spinti da 13 mila trentini. Trentino, 9 giugno 2008.
  12. ^ Unione, Dellai «incorona» il giovane Tanas. Trentino, 16 luglio 2008.
  13. ^ Parolari si candida con l'Unione: «Me lo ha chiesto il presidente». Trentino, 10 luglio 2008.
  14. ^ "Il Pd è narciso, l'Upt la novità". L'Adige, 14 agosto 2008.
  15. ^ Dellai-Divina è già diventato un test nazionale, Trentino, 26 settembre 2008.
  16. ^ Esclusione dell'Udc, ecco le motivazioni, Trentino, 17 ottobre 2008.
  17. ^ Casini con Dellai porta i voti Udc all'Upt, l'Adige, 22 ottobre 2008
  18. ^ Risultati Liste, Elezioni 2008 - Provincia autonoma di Trento. URL consultato il 10/11/2008 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2008).
  19. ^ Risultati Presidente, Elezioni 2008 - Provincia autonoma di Trento. URL consultato il 10/11/2008 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2008).
  20. ^ È Lia Giovanazzi, Udc, l'ottavo assessore, Trentino, 27 novembre 2008.
  21. ^ Partito del Trentino, l'Upt accelera: «Subito l'assemblea», Trentino, 24 giugno 2010.
  22. ^ L'Upt arriva spaccata all'assemblea, Trentino, 6 luglio 2010.
  23. ^ Upt, i triumviri per il nuovo corso, Trentino, 11 luglio 2010.
  24. ^ Lista Monti: in Trentino Dellai capolista e società civile, l'Adige.it, 9 gennaio 2013. URL consultato il 16 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2013).
  25. ^ Senato in Trentino, insieme Pd-Upt-Patt, ANSA, 19 gennaio 2013. URL consultato il 10-2-2013.
  26. ^ Paolo Micheletto, Elezioni regionali, vince l'idea di coalizione, L'Adige, 26 febbraio 2013. URL consultato il 26-2-2013.
  27. ^ http://www.lavocedeltrentino.it/2017/04/12/welfare-anziani-scontro-totale-fra-upt-pd/]
  28. ^ http://www.unioneperiltrentino.it/il-manifesto/]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]