San Daniele del Friuli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Daniele del Friuli
comune
Citàt di San Dènel
San Daniele del Friuli – Stemma
San Daniele del Friuli – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Friuli-Venezia Giulia-Stemma.png Friuli-Venezia Giulia
Provincia Provincia di Udine-Stemma.png Udine
Amministrazione
Sindaco Paolo Menis (liste civiche) dal 23/04/2013
Territorio
Coordinate 46°09′00″N 13°01′00″E / 46.15°N 13.016667°E46.15; 13.016667 (San Daniele del Friuli)Coordinate: 46°09′00″N 13°01′00″E / 46.15°N 13.016667°E46.15; 13.016667 (San Daniele del Friuli)
Altitudine 252 m s.l.m.
Superficie 34,78 km²
Abitanti 8 156[1] (30-09-2013)
Densità 234,5 ab./km²
Frazioni Cimano, Villanova

Località: Aonedis, Soprapaludo

Comuni confinanti Dignano, Forgaria nel Friuli, Majano, Osoppo, Pinzano al Tagliamento (PN), Ragogna, Rive d'Arcano, Spilimbergo (PN)
Altre informazioni
Lingue Friulano, Italiano
Cod. postale 33038
Prefisso 0432
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 030099
Cod. catastale H816
Targa UD
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona E, 2 544 GG[2]
Nome abitanti sandanielesi
Patrono San Michele Arcangelo e san Daniele Profeta
Giorno festivo 28 agosto e 10 ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Daniele del Friuli
Posizione del comune di San Daniele del Friuli nella provincia di Udine
Posizione del comune di San Daniele del Friuli nella provincia di Udine
Sito istituzionale

San Daniele del Friuli (San Denêl in friulano[3]) è un comune italiano di 8.156 abitanti della provincia di Udine in Friuli-Venezia Giulia.

La città è nota in tutto il mondo per la produzione dell'omonimo prosciutto crudo DOP.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

San Daniele da Villanova

Il comune di San Daniele, arroccato sulla sommità di un colle a 252 m s.l.m., è al centro del Friuli e domina la pianura circostante. Una città raccolta ed accogliente con diversi tesori artistici, fa parte delle Città Slow. Il territorio gode di un'aria particolare che dona ai prosciutti (prodotti localmente), un sapore unico e inconfondibile conosciuto in tutto il mondo. A poca distanza dal colle, le limpide acque del Tagliamento sono la naturale dimora della trota (qui chiamata "la regina di San Daniele") che viene allevata e lavorata in modo artigianale. La città può vantare la vicinanza al Mare Adriatico e alle Alpi Giulie.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stazione meteorologica di Gemona del Friuli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei centri della Riforma protestante nel Friuli nel XVII secolo[senza fonte], San Daniele del Friuli fu patria dell'erudito e scrittore Giusto Fontanini (1666-1736).

Gravemente danneggiata dai bombardamenti alleati nella seconda guerra mondiale in quanto sede di alcune fabbriche di armi[senza fonte] e di centri di reclutamento della Repubblica Sociale Italiana e zona di transito e rifornimento per le truppe naziste, dovette essere ricostruita quasi per intero[senza fonte]. Il terremoto del 1976 arrecò così al paese meno danni rispetto agli altri comuni coinvolti, ma si verificarono distruzioni parziali o totali degli edifici del centro storico, meno toccato dagli spezzonamenti, e danni alle opere d'arte, con feriti e vittime, molte delle quali causate dal crollo di una palazzina a pochi passi dal municipio.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'oro al Merito Civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al Merito Civile
«In occasione di un disastroso terremoto, con grande dignità, spirito di sacrificio ed impegno civile, affrontava la difficile opera di ricostruzione del tessuto abitativo, nonché della rinascita del proprio futuro sociale, morale ed economico. Splendido esempio di valore civico e senso del dovere, meritevole dell’ammirazione e della riconoscenza della Nazione tutta.»

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gli stranieri residenti nel comune sono 530, ovvero il 6,5% della popolazione. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti[5]:

  1. Romania Romania, 162
  2. Marocco Marocco, 48
  3. Ucraina Ucraina, 41
  4. Macedonia Macedonia, 40
  5. Albania Albania, 38
  6. Moldavia Moldavia, 28
  7. Polonia Polonia, 22
  8. Argentina Argentina, 5

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

A San Daniele del Friuli, accanto alla lingua italiana, la popolazione utilizza il friulano centro-orientale, una variante della lingua friulana. Nel territorio comunale vige la Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 29 "Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana"[6], con la quale la Regione Friuli Venezia Giulia stabilì le denominazioni ufficiali in friulano standard e in friulano locale dei comuni in cui effettivamente si parla il friulano. È riconosciuta dai friulani come la capitale della lingua friulana, ossia il luogo in cui si parla il friulano perfetto; per tale ragione San Daniele è detta "la Siena del Friuli".

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Arcidiocesi di Udine.

La maggior parte della popolazione, come per tutta l'Italia, appartiene alla Chiesa cattolica, e afferisce alla parrocchia di San Michele Arcangelo. La parrocchia appartiene all'Arcidiocesi di Udine ed è sede della Forania di San Daniele del Friuli, di cui fanno parte 20 parrocchie[7].

Duomo di San Daniele
L'antico Palazzo Comunale

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Sono presenti a San Daniele: 1 asilo nido, 3 scuole materne, 2 scuole primarie, 1 scuola media e 2 scuole superiori, l'Istituto Statale d'Istruzione Superiore "V. Manzini". Inoltre è presente anche l'Università della Terza Età.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa della Fratta
  • Pignarul: grandi falò la sera dell'Epifania
  • Biciclettata del 2 giugno: il 2 giugno di ogni anno, si svolge la tradizionale biciclettata lungo le vie della cittadina.
  • Aria di Festa: dal 1985 è stata ripresa l'antica sagra medievale del prosciutto, trasformata in un festival internazionale di carattere cultuale, gastronomico e turistico. La manifestazione si tiene, dal 2005, l'ultimo fine settimana di giugno. Ha una durata di 4 giorni e si svolge solitamente dal venerdì al lunedì.
  • Festa di San Daniele: festa del Santo Patrono, si svolge l'ultimo fine settimana di agosto.
  • Giochi di Madonna di Strada: in questo tipo di manifestazione vengono coinvolti principalmente gli abitanti del luogo. Tale manifestazione consiste in varie sfide fatte dai ragazzi dei tre borghi storici di San Daniele, Pozzo, Sacco e Sopracastello. A questi tre va aggiunto un altro gruppo speciale chiamaro riuniti, in quest'ultimo sono compresi tutti gli altri borghi minori di San Daniele. Gli stendardi di questi borghi sono di quattro colori differenti: rosso per borgo Pozzo, giallo per borgo Sacco, verde per borgo Sopracastello e infine blu, per i borghi riuniti. La manifestazione si svolge sempre la seconda domenica di settembre o, in certi casi, può anche capitare che si svolga la terza settimana causa il maltempo. Inoltre ciascun borgo dovrà preparare uno spettacolo teatrale (atto unico) sul un tema scelto e sempre legato a fatti realmente accaduti nella cittadina, spettacolo che verrà poi giudicato da una giuria che eleggerà il vincitore. Immancabili la domenica, alla chiusura dei festeggiamenti, i fuochi pirotecnici.
  • Autunno Friulano a San Daniele: manifestazione a cura dell'ERSA e del Comune di San Daniele del Friuli che si svolge dal 2011. La prima edizione si è svolta l'ultimo week-end di novembre. Si possono degustare i menù tipici della zona nei dieci ristoranti aderenti all'iniziativa.

Persone legate a San Daniele[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

I borghi[modifica | modifica wikitesto]

Lo stendardo di Borgo Sacco

Il comune di San Daniele è suddiviso in numerosi piccoli borghi. Da nord a sud sono nell'ordine:

  • Borgo Soprapaludo
  • Borgo Chiamanis
  • Borgo Sopracastello
  • Borgo Zulins
  • Borgo Sottoagaro
  • Borgo Centro
  • Borgo Picaron
  • Borgo Ripudio
  • Borgo Pozzo
  • Borgo Sacco
  • Borgo San Luca
  • Borgo Nuovo

Le frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Località[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è noto in tutto il mondo soprattutto per il prosciutto crudo "San Daniele", che da esso prende il nome. è famosa anche la trota conosciuta come la regina di San Daniele

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

La principale strada di collegamento fra San Daniele e il capoluogo è la SR 463 del Tagliamento. La di adduzione si avvale inoltre dalle strade provinciali 5, 66 e 116.

Ferrovie e tranvie[modifica | modifica wikitesto]

La frazione di Cimano possiede una fermata ferroviaria non più in uso sulla linea di interesse regionale Gemona del Friuli-Pinzano.

Fra il 1889 e il 1955 fu attiva la tranvia Udine-San Daniele, che consentiva la comunicazione con il capoluogo e con centri quali Torreano, Martignacco e Fagagna. Il lavori per il prolungamento di tale infrastruttura fino a Pinzano, pur condotti nel primo dopoguerra, furono tuttavia interrotti e l'opera rimase incompiuta.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Cartello d'identificazione del comune

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sandanielesi
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Denominazioni toponimiche ufficiali in lingua friulana
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2010 per sesso e cittadinanza, ISTAT. URL consultato il 15 novembre 2012.
  6. ^ LR292007
  7. ^ Diocesi di Udine, forania di San Daniele del Friuli. URL consultato il 6 novembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]