Varmo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Varmo
comune
Varmo – Stemma Varmo – Bandiera
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Friuli-Venezia Giulia-Stemma.png Friuli-Venezia Giulia
Provincia Provincia di Udine-Stemma.png Udine
Sindaco Sergio Michelin (lista civica) dal 17/05/2010
Territorio
Coordinate 45°53′00″N 12°59′00″E / 45.883333°N 12.983333°E45.883333; 12.983333 (Varmo)Coordinate: 45°53′00″N 12°59′00″E / 45.883333°N 12.983333°E45.883333; 12.983333 (Varmo)
Altitudine 18 m s.l.m.
Superficie 37 km²
Abitanti 2 892[2] (31-12-2010)
Densità 78,16 ab./km²
Frazioni Belgrado, Canussio, Cornazzai, Gradiscutta, Madrisio, Romans, Roveredo, Santa Marizza[1]
Comuni confinanti Bertiolo, Camino al Tagliamento, Codroipo, Morsano al Tagliamento (PN), Rivignano Teor, Ronchis, San Michele al Tagliamento (VE)
Altre informazioni
Cod. postale 33030
Prefisso 0432
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 030130
Cod. catastale L686
Targa UD
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 422 GG[3]
Nome abitanti varmesi
Patrono san Lorenzo
Giorno festivo 10 agosto
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Varmo
Posizione del comune di Varmo nella provincia di Udine
Posizione del comune di Varmo nella provincia di Udine
Sito istituzionale

Varmo (Vildivar in friulano[4]) è un comune italiano di 2.879 abitanti della provincia di Udine in Friuli-Venezia Giulia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le origini del nome[modifica | modifica sorgente]

Il nome Varmo, è solo un adattamento italiano all'originale "Vil di Var". Vil di Var, porterebbe a far credere che il paese Vil (villaggio) prenda il nome dall'omonimo fiume di sorgiva Varmo che scorre nei suoi pressi, ma non è così.

L'origine deriva dalla famiglia che fin dai primi anni dopo il 1000 d.C. aveva in gestione il feudo, la famiglia era quella dei Conti di Varmo. Da qui il nome Vil di Var, villa dei Varmo, toponimo con radici latine Villaggio dei Varmo.

Riferimenti culturali[modifica | modifica sorgente]

"Il Varmo" è il titolo di una novella paesana, pubblicata da Ippolito Nievo nel 1856. A Varmo sono ambientati due romanzi di Sergio Maldini: La casa a nord-est e La stazione di Varmo.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[5]

Lingue e dialetti[modifica | modifica sorgente]

A Varmo, accanto alla lingua italiana, la popolazione utilizza il friulano centro-orientale, una variante della lingua friulana. Nel territorio comunale vige la Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 29 "Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana"[6], con la quale la Regione Friuli Venezia Giulia stabilì le denominazioni ufficiali in friulano standard e in friulano locale dei comuni in cui effettivamente si parla il friulano.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Mario Giovanni Battista Altan, Castelli e monasteri del territorio di Varmo, per il 58º Congresso della Deputazione di Storia Patria per il Friuli, Varmo, Comune di Varmo, 1988, 106 p.
  • Franco Gover, Toponomastica urbana del Comune di Varmo, Udine, Ribis, 1985, 202 p.
  • Enrico Fantin (a cura di -), Varmo - Vil di Vâr, Latisana, la bassa, 2006, IX+580 p.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Comune di Varmo - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ lista ufficiale Denominazioni ufficiali in Lingua Friulana, Arlef. URL consultato il 26 ottobre 2011.