Verzegnis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Verzegnis
comune
Verzegnis – Stemma
La frazione Villa con la pieve di San Martino
La frazione Villa con la pieve di San Martino
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Friuli-Venezia Giulia-Stemma.png Friuli-Venezia Giulia
Provincia Provincia di Udine-Stemma.png Udine
Amministrazione
Sindaco Renzo Lunazzi (Lista civica Verzegnis nuove energie) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 46°23′00″N 12°59′00″E / 46.383333°N 12.983333°E46.383333; 12.983333 (Verzegnis)Coordinate: 46°23′00″N 12°59′00″E / 46.383333°N 12.983333°E46.383333; 12.983333 (Verzegnis)
Altitudine 407 m s.l.m.
Superficie 39,33 km²
Abitanti 932[2] (31-12-2010)
Densità 23,7 ab./km²
Frazioni Chiaicis, Chiaulis (sede comunale), Intissans, Villa

Località: Assais, Avons, Duebis, Fuignis, Marzovalis, Pozzis, Pusea, Riviasio, Santo Stefano, Sella Chianzutan[1]

Comuni confinanti Cavazzo Carnico, Enemonzo, Preone, Tolmezzo, Tramonti di Sotto (PN), Villa Santina, Vito d'Asio (PN)
Altre informazioni
Cod. postale 33020
Prefisso 0433
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 030132
Cod. catastale L801
Targa UD
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Cl. climatica zona F, 3 192 GG[3]
Nome abitanti verzegnesi
Patrono san Martino
Giorno festivo 11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Verzegnis
Posizione del comune di Verzegnis nella provincia di Udine
Posizione del comune di Verzegnis nella provincia di Udine
Sito istituzionale

Verzegnis (Verzegnis in friulano standard, Verzegnas in friulano carnico[4]) è un comune italiano di 932 abitanti della provincia di Udine in Friuli-Venezia Giulia. Si tratta di un comune sparso in quanto la sede comunale è situata nella frazione di Chiaulis.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Verzegnis è uno dei 28 comuni della Carnia. Il territorio è interamente montano ed è in gran parte coperto da vegetazione, in maggioranza Faggi e conifere. Il comune è costituito da un gran numero di abitati definiti "borgate", i centri più popolati si trovano a valle mentre, quelli più a monte sono stati ormai abbandonati.

La maggior parte degli abitanti risiede nei quattro centri principali:

  • Chiaicis (Cjaiças) 256 Abitanti
  • Chiaulis (Cjaulas/Cjauias) (sede municipale) 201 Abitanti
  • Intissans (Dintissjans) 170 Abitanti
  • Villa (Vila) 204 Abitanti

tre abitati minori:

  • Santo Stefano (San Stiefin) 21 Abitanti
  • Riviasio (Ruviâs)
  • Marzovallis (Marzovalas) 39 Abitanti - quest'ultimo sviluppatosi a partire dagli anni ottanta -

Riuniti insieme formano il comune con il nome di Verzegnis, che è anche il nome del monte (1915 s.l.m) che sovrasta le quattro frazioni e del lago artificiale creato dalla SADE nel 1957 sbarrando il flusso al torrente Ambiesta (Dimbiesta), per alimentare la centrale idroelettrica di Somplago (Somplât).

Lago di Verzègnis con il Monte Amariana nello sfondo

In passato esistevano altri cinque centri abitati:

  • Assais (Dassaias)
  • Dueibis (Dueibas)
  • Pusea (Pusjea)
  • Pozzis (Poças)
  • Fuignis

Queste borgate sono situate in zone boschive piuttosto isolate, questo è uno dei motivi per cui sono state abbandonate definitivamente nel corso del Novecento dagli abitanti originari (solitamente con discesa verso le frazioni maggiori). Recentemente sono state restaurate alcune case a Pozzis (prevalentemente da parte di persone non residenti a Verzegnis). Assais, inoltre, non è completamente disabitata, in quanto qualche persona abita in questa località.

In località Sella Chianzutan (l'abitato ad altitudine più elevata: tra 950- 1250 mt) fino a qualche anno fa, da dicembre a marzo venivano aperti degli impianti sciistici (due piste da discesa, una di fondo e una discesa per le slitte) che, da qualche anno a questa parte, non sono più stati utilizzati.

Nella frazione di Chiaicis risiede la scuola dell'infanzia mentre, nell'abitato di Santo Stefano ha sede la scuola elementare del Paese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini del nome

L'etimologia di Verzegnis è incerta, tuttavia è quantomai naturale osservare che potrebbe essere nient'altro che la polirematica "verza e(?) gnaus" (letteralmente "verza e(?) rape", in carnico), dimodoché si potrebbe ricondurre l'origine per esempio ai prodotti di una possibile coltivazione prevalente in quella zona nel passato. Altre possibili derivazioni fanno riferimento al colore verde, data la grande quantità di vegetazione presente nel comune, o al nome Virginia/Verginna.

Un interessante riferimento storico sull'antico ruolo di Verzegnis in Carnia è rappresentato dai resti di una torre (sul colle Mazeit, nella frazione di Villa) portata alla luce in scavi archeologici condotti soprattutto nel biennio 1989-1990 e ripresi nel 2000. Gli studi condotti sui reperti ritrovati collocano temporalmente la costruzione a cavallo tra il XII ed il XIII secolo d.C. Si ritiene che la torre rientrasse nel sistema di fortificazioni eretto in difesa dei valichi alpini orientali, giacché la sua posizione strategica consentiva il controllo della parte superiore della vallata del fiume Tagliamento, dell'accesso meridionale alla via per Iulium Carnicum ed al Norico.

La chiesa di San Martino a Villa viene nominata come pieve per la prima volta nel 1072.

  • Le indemoniate di Verzegnis

Il paese di Verzegnis è noto per i fatti accaduti nell'inverno del 1878. Una ragazza del luogo, tale Margherita Vidusson, manifestò di essere posseduta dal demonio, dando vita ad un'epidemia che coinvolse via via altre 24 ragazze ed un carabiniere: le indemoniate urlavano e bestemmiavano in lingue sconosciute e si ritrovavano dotate di una forza straordinaria ed animalesca. Tutto finì con l'intervento del medico e massone illuminato udinese Giuseppe Chiappolino. Di questi avvenimenti parla il romanzo di Pietro Spirito Le indemoniate di Verzegnis e sono ripresi in una pièce teatrale, "Indemoniate", a firma di Giuliana Musso e Carlo Tolazzi.

  • Verzegnis: capoluogo della Carnia.

Durante la seconda guerra mondiale, a Verzegnis avvenne un fatto singolare: dall'ottobre del 1944 all'aprile del 1945 il paese venne occupato da un reggimento di cosacchi divenendo il "centro" della Carnia. I cosacchi erano stati reclutati dai nazisti per contrastare il movimento partigiano, molto attivo in Carnia. Più di 1500 persone, tra soldati e civili, giunsero a Verzegnis con cavalli ed armenti e vi stabilirono la sede del comando principale del Reggimento Tèrek-Stravropol'. Nelle promesse dei tedeschi ai cosacchi in cambio della loro collaborazione, la Carnia, sarebbe dovuta diventare Kosakenland in Nord-Italien e questi secondo tale progetto vi si stabilirono nella parte meridionale della Carnia eleggendo come proprio "capoluogo" il paesello di Villa di Verzegnis, dove il capo supremo delle forze cosacche alloggiava.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Scultura di marmo vortice di Giuliano Mannucci, posta davanti al municipio a Chiaulis
La fonte âga dal paradîsj (acqua del paradiso)

Sopravvivono agli eventi sismici del 1928 e del 1976 alcune case del XVI-XVII secolo, notevoli due costruzioni a Chiaulis e a Chiaicis,

  • La via del marmo, l'iniziativa è volta alla valorizzazione degli impianti dismessi della cava "Lavoreit Ros". La via storica del marmo verso valle è infatti costituita da una teleferica, che non è più utilizzata (attualmente il trasporto avviene su gomma lungo una strada che scende dalla cava fino a Sella Chianzutan). La "via" parte da Sella Chianzutan (in località "la Canaleta") ed attraversa le casere "Mongranda", "Presaldon" (oggi rifugio alpino) e "Val" (in disuso ma in fase di ristrutturazione).
  • La grotta del "Magico Alverman" (o grotta del "Riu Muart" - "Rio Morto"), censita nel 1995, la grotta del Magico Alverman è la più interessante delle 42 grotte conosciute del monte Verzegnis e si snoda su una lunghezza di 1308 metri.
  • La âga dal paradîsj/L'acqua del paradiso, sulla strada che unisce Villa Santina e Chiaicis, sopra Riviasio, si trova una fonte d'acqua ritenuta salutare, tanto da meritarsi l'appellativo di "acqua del paradiso". Benché sia conosciuta da sempre dalla popolazione di Verzegnis, aveva dal dopoguerra subìto un progressivo abbandono manutentivo, in tempi recenti grazie all'iniziativa di alcuni volontari, la fonte è stata ripristinata.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

A Verzegnis la popolazione utilizza abitualmente il friulano carnico, una variante della lingua friulana. Nel territorio comunale vige la Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 29 "Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana"[6], con la quale la Regione Friuli Venezia Giulia stabilì le denominazioni ufficiali in friulano standard e in friulano locale dei comuni in cui effettivamente si parla il friulano.

La variante del friulano parlata a Verzegnis rientra nella classe caratterizzata da terminazione delle parole "modificanti" in -a, anziché in -e, per cui, ad esempio, la parola "casa", femminile, è al singolare "cjasa" (il plurale si ottiene in modo regolare aggiungendo la -s: "cjasas"). Come accade per le altre varianti carniche del friulano, quella di Verzegnis è più ricca di suoni rispetto al friulano standard, in quanto sono ancora presenti molti dittonghi vocalici (per esempio la parola "neve" in verzegnese si dice "neif", mentre in friulano vale "nêf") e sono presenti i suoni sibilanti tipici dei dialetti carnici: la s sibilante palatale sorda (che si pronuncia come il suono italiano rappresentato dal digramma "sc" in "scena") e la s sibilante palatale sonora (che si pronuncia come la "j" francese).

Fontana a Chiaicis

In lingua friulana gli abitanti di Verzegnis sono denominati "gnaus" (plurale di "gnau" = "rapa", in carnico).

  • I leons, i rocs, i cinisjârs e i peçotârs

I verzegnesi utilizzano tra di loro dei soprannomi collettivi riferiti agli abitanti di ciascuna delle quattro frazioni principali (ma tale tradizione sta scomparendo). Gli abitanti di Chiaicis vengono chiamati "leons" (= leoni); quelli di Intissans "rocs" (=arieti/montoni); quelli di Chiaulis "peçotârs" (=straccivendoli); quelli di Villa "cinisârs" (=cenerai). Curiosamente, nella piazza centrale di Chiaicis e di Intissans esistono due fontane sormontate da due opere scultoree raffiguranti un leone ed un ariete rispettivamente.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio per la poesia Giso Fior

Concorso internazionale di poesia, intitolato all'omonimo illustre poeta di Verzegnis Giso Fior (Gjiso Fiôr) (1916-1978). Cadenza annuale. Il concorso in un primo tempo era rivolto agli autori in lingua friulana (la lingua madre del poeta) ma premia attualmente anche la produzione in ladino e nelle altre lingue minoritarie alpine.

  • La scultura in rosso

Simposio internazionale di scultura sul marmo rosso di Verzegnis, a Sella Chianzutan, si svolge con frequenza biennale nel mese di agosto. Il marmo di Verzegnis (chiamato "marmo rosso di Verzegnis" per la sua tipica colorazione rossa) viene estratto da una cava a cielo aperto che si estende sul versante nord-est del monte Lovinzola a quota 1690 s.l.m. La cava prende il nome di "Lavoreit Ros". L'attività estrattiva, a partire dal 1922, quando fu scoperta la materia prima, ha vissuto fasi alterne. È ripresa nel 2001, in seguito a radicali lavori di riprogettazione delle infrastrutture viarie della cava, che hanno reso nuovamente economicamente vantaggiosa l'attività. È stato proprio in tale anno che ha avuto luogo la prima edizione de "La scultura in rosso". Gli artisti partecipanti con la propria ispirazione scultorea danno vita ai blocchi di marmo estratto dalla cava Verzegnis. Nel 2008 l'evento vedrà la sua quinta edizione.

  • Scarponata a Lavoreit Ros

Corsa non competitiva in montagna, a Sella Chianzutan, nel mese di agosto. Dall'altitudine di 955 m di Sella Chianzutan, i partecipanti raggiungono a piedi "Lavoreit Ros", la cava di marmo di Verzegnis (altitudine 1690 s.l.m.).

  • Cronoscalata Verzegnis-Sella Chianzutan

Corsa automobilistica di velocità in salita, Verzegnis-Sella Chianzutan. Per l'occasione, un gran numero di persone, fra troupe automobilistiche e visitatori, giunge nel comune. Si svolge con frequenza annuale; nel 2012 l'avvenimento raggiungerà la 43ª edizione.

  • Perdon dal Rosari

A Villa di Verzegnis. Si svolgeva il primo fine settimana di ottobre. Attualmente questa festa è stata abolita. La festa si svolgeva nella seguente maniera: - Festa religiosa con S. Messa e processione lungo le vie del paese. - Mostra mercato e degustazione dei prodotti tipici locali e della Carnia.

Organizzata dal comitato parrocchiale della pieve di San Martino e dal Circolo Culturale.

  • San Nicolò (di Bari)

Sera del 5 dicembre. Chiaicis. Nella sera precedente alla ricorrenza della propria festa, San Nicolò, il patrono della frazione di Chiaicis, annunciato per le strade dal suono di un campanello e aiutato da giovani donne vestite con il costume carnico, visita di persona le case portando doni ai bambini di Chiaicis.

  • Festa Di Primavera

Festa organizzata dal circolo culturale di Verzegnis. Si svolge in una delle borgate di Verzegnis (Dueibis, Pusea, Assais e Fuignis). La prima edizione si è svolta nel maggio del 2007 a Dueibis, con un'ampia affluenza di pubblico. Nel 2011 la festa si è svolta il giorno 22 maggio a Fuignis. La festa consiste in: musica a 360° con DJ; vecchi giochi; pranzo nei prati della borgata scelta.

  • Torneo Interfrazionale

Torneo di calcio a 7 su erba, che si svolge ogni anno il giorno di Ferragosto presso il campo comunale, e che vede impegnate 4 squadre, rappresentanti le frazioni del comune di Verzegnis. La formula è quella del girone "all'italiana", per un totale di 6 incontri. Se una partita finisce in parità, si procede ai calci di rigore (2 punti per la vincente, 1 per la perdente). In caso di parità di punti, si tiene conto dell'esito dello scontro diretto. Viene inoltre assegnato il premio al capocannoniere del torneo.

  • Ferragosto a Chiaicis

Tradizionale sagra estiva della durata (solitamente) di 3 giorni, che si svolge nella frazione di Chiaicis nei giorni di Ferragosto. Le serate vengono allietate da musica dal vivo. Durante la sagra avvengono le premiazioni del Torneo Interfrazionale (vedi sopra).

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fa parte dell'associazione intercomunale Conca Tolmezzina costituita nel 2006 insieme ai comuni di Amaro, Cavazzo Carnico e Tolmezzo.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Verzegnis - Statuto; le località sono definite "borgate".
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ lista ufficiale Denominazioni ufficiali in Lingua Friulana, Arlef. URL consultato il 26 ottobre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]