LA7

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da La7)
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altre voci che possono riferirsi alla stessa combinazione di 3 caratteri, vedi LA7 (disambigua).
LA7
La7 logo-trasparente.gif
Paese Italia Italia
Lingua italiano
Tipo generalista
Slogan Esclusivamente per tutti
Versioni LA7 576i (SDTV)
(Data di lancio: 24 giugno 2001)
LA7 HD 1080i (HDTV)
(Data di lancio: 29 settembre 2010)
Share 4,19% in primetime (gennaio 2014 [1])
Sostituisce TMC
Canali affiliati LA7d
Editore TI Media (2001-2013)
Cairo Communication (dal 2013)
Direttore vacante
Sito www.la7.it
Diffusione
Terrestre
LA7
TIMB 3
LA7 (Italia)
DVB-T - FTA
Canale 7-107-507 SD
Satellite
Sky Italia
Hot Bird 13C
13° Est
LA7 (DVB-S - FTV)
11355.00 V - 29900 - 5/6
Canale 107 SD
Tivù Sat
Hot Bird 13B
13° Est
LA7 (DVB-S - FTV)
11541.00 V - 22000 - 5/6
Canale 7 SD

12 West A
12.5° Ovest
LA7 (DVB-S2 Multistream - FTA)
12718.00 H - 36510 - 5/6
SD
Via cavo
Cablecom
(Svizzera)
LA7
Canale 208
Naxoo
(Svizzera)
LA7
Canale 219
Cablecom
(Canton Ticino)
LA7 HD
Canale 16
Streaming
LA7 LA7 (Adobe Flash)
IPTV
IPTV Telecom Italia LA7 (ADSL2+ - )

LA7 è un canale televisivo italiano privato del gruppo Cairo Communication[1][2].

LA7 trasmette i suoi programmi in digitale terrestre ed in digitale satellitare sulle piattaforme satellitari Sky Italia e Tivù Sat. La programmazione è di tipo generalista caratterizzata dalla presenza di programmi di approfondimento e d'intrattenimento.

Dal 2002 lo speaker ufficiale della rete è Francesco Prando[3]. Dal 2003 la raccolta pubblicitaria è affidata alla concessionaria Cairo Pubblicità[4].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Origini: Tele Monte Carlo[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Telemontecarlo.

LA7 fu fondata nel 1974 con il nome di Tele Monte Carlo (nota anche con l'acronimo TMC) ed è stata l'emittente televisiva di lingua italiana del Principato di Monaco, che divenne negli anni settanta la principale e unica concorrente dei canali pubblici della Rai, essendo una delle poche emittenti televisive extraitaliane in lingua italiana ricevibili nella penisola italiana. Nata come costola italiana della monegasca Télé Monte Carlo, la tv nazionale del Principato che invece trasmetteva e trasmette tutt'oggi in lingua francese, fin dal primo anno diffuse i suoi programmi a colori, suscitando un grande interesse nei telespettatori italiani.

Il 4 agosto 1985 la stazione televisiva fu acquistata dai proprietari brasiliani di Rede Globo, dandole il logo del potente canale brasiliano. Successivamente passa sotto il controllo di Montedison e nel 1995 viene acquistata da Cecchi Gori, il quale, per rompere il duopolio Rai-Mediaset, affianca Tele Monte Carlo ad un secondo canale, Videomusic poi ribattezzato nel 1996 TMC2.

Da Tele Monte Carlo a LA7 (2000-2001)[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 2000 TMC viene venduta (e con essa anche TMC 2 - Videomusic) da Vittorio Cecchi Gori alla Seat Pagine Gialle del Gruppo Telecom Italia, guidato all'epoca da Roberto Colaninno e Lorenzo Pellicioli: l'intento dei due manager è creare un nuovo network in grado di competere contro i tradizionali sei canali nazionali raggiungendo, nel medio periodo, uno share del 5%.

Il 24 giugno 2001 il logo di Tele Monte Carlo lascia il posto al nuovo marchio LA7 (il marchio TMC viene affiancato[5] in alto a destra del teleschermo completamente trasparente per abituare gradualmente il pubblico al nuovo marchio e per dimostrare innovazione e continuità con il passato allo stesso tempo per poi scomparire definitivamente alla mezzanotte di domenica 9 settembre 2001) durante una serata inaugurale dal titolo Prima serata in onda dalle 20:30 e condotta da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto dalla discoteca Alcatraz di Milano, per l'occasione trasformata in uno studio televisivo. Gli ospiti del programma erano: Gad Lerner, Pino Daniele, Francesco De Gregori, Giuliano Ferrara, Sabina Guzzanti, Geri Halliwell, Neri Marcorè, Vincenzo Montella, Eros Ramazzotti e Nina Moric[6]. In contemporanea, per la zona del Lazio, viene trasmesso il concerto organizzato da Antonello Venditti al Circo Massimo per la vittoria dello scudetto della Roma con Sabrina Ferilli madrina d'eccezione. Gli ascolti sono altissimi per un'emittente così piccola (circa 2 milioni di telespettatori).

La linea editoriale scelta per il canale è quella di una televisione frizzante, giovanile, movimentata e un po' trasgressiva e dunque in concorrenza con Italia 1. Per questo viene scelto come direttore di rete Roberto Giovalli, in passato alla guida del canale giovane di Mediaset. Per far partire l'emittente alcune star del duopolio Rai-Mediaset vengono ingaggiate dai vertici del nuovo canale. Ad esempio Fabio Fazio, conduttore del gala di inaugurazione dell'emittente che dall'autunno di quell'anno avrebbe dovuto condurre il Fabshow, programma della seconda serata che sarebbe dovuto andare in controprogrammazione coi tradizionali talk show di Rai 1 e Canale 5, che però non vedrà mai luce a causa di una polemica del conduttore coi vertici della rete che porta alla sospensione del programma un giorno prima della messa in onda; inoltre Gad Lerner, messo a dirigere il telegiornale (TG LA7, che eredita la redazione del vecchio TMC News) e che coprirà tutti i fatti del G8 di Genova in una maniera definita oggettiva dalla stampa estera, l'ex velina Roberta Lanfranchi che conduce gli show Telerentola e Fascia protetta, quest'ultimo condotto insieme a Platinette e la giornalista Valeria Benatti che conduce il talk show Fobie, gente sull'orlo di una crisi di nervi, per la mattina viene proposto Call Game, contenitore di quattro quiz telefonici presentati da vari conduttori a turno (tra cui Dado Coletti, Eleonora Di Miele, Edoardo Stoppa, Arianna Ciampoli e Jane Alexander); di questo contenitore ne veniva proposta anche una versione notturna (Call Game by Night) condotta in questo caso solo da Jane Alexander che si lasciava andare, vista la tarda ora, in discorsi anche abbastanza spinti con i concorrenti che vi partecipavano.

Al pomeriggio invece venivano trasmessi reality show (Blind Date condotto anche questo dalla Alexander), talk show (Tema condotto da Rosita Celentano). Non mancano programmi divulgativi trasmessi sia al pomeriggio (Oasi con Tessa Gelisio) sia in prima serata (Sfera condotto da Andrea Monti); inoltre al pomeriggio ci sono anche game show (Il labirinto con Tamara Donà), programmi rivolti agli adolescenti (Fluido con Alvin e Marcello Martini) e un quiz preserale (100% condotto dalla voce di Gigio D'Ambrosio) mentre dalla vecchia TMC viene ereditato Il processo di Biscardi, uno dei pochi programmi di successo del canale che sarà trasmesso da questa rete il lunedì in prima serata fino al 2006 mentre un altro successo di TMC, il Tappeto Volante di Luciano Rispoli passa invece ad Odeon Tv.

Nell'access prime time a partire da settembre 2001, all'indomani degli attentati dell'11 settembre 2001, viene trasmesso Diario di guerra con Gad Lerner e Giuliano Ferrara per raccontare gli sviluppi della guerra in Afghanistan. Inoltre per i bambini al sabato e alla domenica dalle 13 alle 14 viene trasmesso il contenitore di cartoni animati americani Cartoon Network (anche questo ereditato da TMC) in cui si trasmettevano alcune produzioni dell'omonima emittente satellitare (anche il logo della trasmissione era quello del canale satellitare stesso); il programma è durato due stagioni. Le produzioni trasmesse (nonostante si tratti di molti format inediti per la tv italiana di allora) però non convincono e gli ascolti non raggiungono i livelli sperati (lo share medio rimane quello del 2% risultato sempre conseguito anche quando la rete si chiamava Telemontecarlo).

La svolta della primavera 2002: da TV giovane a TV di approfondimento[modifica | modifica sorgente]

Nel 2002 l'emittente passò sotto il controllo di Marco Tronchetti Provera che in quell'anno acquisì infatti Telecom Italia (e dunque anche LA7) e cambiò totalmente la linea editoriale della rete: da tv giovane diventò una tv dedicata prevalentemente all'informazione e all'approfondimento con obiettivo il 2% di share. Quasi tutti i programmi della gestione precedente vennero dunque cancellati e i conduttori ingaggiati dal canale liquidati; il passaggio di proprietà era testimoniato anche dal cambio del logo del canale che da arancione diventò grigio. In questo periodo è nato Omnibus programma che inizialmente aveva una funzione di trasmissione-fiume in quanto iniziava la mattina alle ore 8.30 e finiva alla sera alle ore 19.45, ora in cui iniziava l'edizione principale del TG LA7 (Omnibus era inframezzato dall'edizione delle 12:30 del TG e da vari film e serie tv della vecchia library di TMC) per poi essere ridotta a solo due ore alla mattina. E ancora: Tribù, programma di approfondimento, subito dopo il tg del mattino condotto da Armando Sommajuolo.

Anche il direttore di rete viene cambiato: Roberto Giovalli lascia la rete e viene sostituito da Andrea Del Canuto. Del precedente palinsesto rimangono soltanto Il processo di Biscardi, Sfera (sostituito l'anno successivo da Stargate - Linea di confine) e Diario di guerra nel frattempo reintitolato, dopo la fine del conflitto in Afghanistan, Otto e mezzo che ha iniziato ad occuparsi anche d'attualità politica e di costume (e non più dunque solo dei fatti legati all'11 settembre), diventando negli anni un appuntamento fisso dell'access prime time della rete. Altri programmi di questo periodo furono Donne allo specchio condotto da Monica Setta che intervistava note personalità femminili, il programma comico Due sul divano in cui in ogni puntata due comici (diversi per ogni puntata) seduti in un divano si intervistavano a vicenda dando vita a duetti satirici sulle tematiche più varie ed il talk-show notturno dalle atmosfere New-age intitolato Il sogno dell'angelo condotto da Catherine Spaak.

Sono state avanzate ipotesi di motivi politici legati al conflitto di interessi di Silvio Berlusconi, in quegli anni al potere, per quanto riguarda questo cambio di programmazione della rete[7].

2003-2006 - La "crescita"[modifica | modifica sorgente]

Regia televisiva di uno degli studi romani di LA7

Dopo una serie di aggiustamenti al palinsesto e grazie alla presenza di volti noti e autorevoli come quelli dei già citati Gad Lerner e Giuliano Ferrara, Piero Chiambretti e Daria Bignardi, a partire dal 2003 gli ascolti di LA7 iniziano a crescere, arrivando al 3-4% di share, nonostante la quota di mercato continui ad essere molto inferiore a quella dei tre canali pubblici della Rai e i tre privati di Mediaset.

Nel triennio 2003-2006 la crescita del network è dovuta soprattutto ad alcune trasmissioni che hanno superato il 5-6% di share, come Omnibus (con punte dell'8% nel 2006, battendo quasi sempre Rete 4 e Rai 3), Markette di Piero Chiambretti (con una media dell'11% di share in seconda serata), Il Processo di Biscardi, Otto e mezzo, Atlantide e Le invasioni barbariche; quest'ultimo programma ha vinto nel 2007 il primo Telegatto della storia della rete. La rete ha inoltre proposto in chiaro alcuni reality show prodotti da Sky come Cambio moglie e SOS Tata, ed altri prodotti in proprio come I fantastici 5 e Chef per un giorno. Ottimi ascolti sono stati ottenuti anche da alcune serie televisive, tra cui Sex and the City (in onda già dai tempi di TMC), Star Trek: Enterprise e Crossing Jordan. Direttore di rete in questo periodo è Antonio Campo Dall'Orto, mentre il TG LA7 è guidato da Giulio Giustiniani, che nell'autunno 2004 posticipa l'inizio dell'edizione principale dalle 19:45 alle 20:00 (dunque in diretta concorrenza con TG1 e TG5).

LA7, in questo periodo diventa partner della Nazionale italiana di rugby, della quale trasmette dal 2004 le partite del Sei Nazioni (con ascolti straordinari) e test-match in casa; altri eventi di cui acquisisce i diritti sono il Campionato mondiale Superbike (in realtà si tratta di un ritorno dopo la sfortunata parentesi Rai del 2003, poiché già dal 1999 al 2002 la rete aveva trasmesso l'evento) e l'America's Cup, strappata alla Rai. A maggio del 2006, in seguito allo scandalo di Calciopoli, Aldo Biscardi ha lasciato la rete e ha firmato un contratto di esclusiva con l'emittente nazionale 7 Gold. Nuovo direttore dello sport è divenuto per un po' di tempo l'ex giornalista di Sky Darwin Pastorin che proporrà il nuovo programma Le partite non finiscono mai, che poi lascerà a Piroso che condurrà V-ictory.

2006-2007[modifica | modifica sorgente]

Nell'autunno del 2006 la rete propone il rinnovamento del TG LA7 alla cui direzione arriva Antonello Piroso[8], già vicedirettore della testata, e il ritorno di Niente di personale condotto da quest'ultimo. Paola Maugeri sostituisce Stefano Della Casa alla guida di La 25a ora - Il cinema espanso; il programma di approfondimento scientifico Nirvana prende il posto di Stargate - Linea di Confine; Natalino Balasso, in seconda serata, è invece protagonista e conduttore di Mitiko, programma di intrattenimento e non solo, che narra i miti greci in rapporto a quelli moderni per dimostrarne l'assoluta attualità (partecipano alla trasmissione Lella Costa e Marco Travaglio).

Dal mese di aprile 2007 è approdata su LA7 la giornalista Ilaria D'Amico con uno show "di servizio" in prima serata intitolato Exit - Uscita di sicurezza, che nonostante non abbia ottenuto gli esiti di ascolto sperati, sarà riproposto e grazie ad una serie di aggiustamenti riuscirà ad accrescere la propria audience. Il 3 novembre 2007, dopo 5 anni di assenza dal piccolo schermo, arriva su LA7 Daniele Luttazzi con Decameron, uno show satirico su "Politica, Sesso, Religione e Morte" (come da sottotitolo) che al debutto registrerà l'8% di share.

L'8 dicembre 2007 Daniele Luttazzi viene defenestrato dal canale e il suo Decameron sospeso. Causa "formale" del licenziamento in tronco una battuta di Luttazzi che la direzione di LA7 ha ritenuto gravemente ingiuriosa nei confronti di Giuliano Ferrara, altro collaboratore dell'emittente televisiva con il suo programma di approfondimento giornalistico Otto e mezzo[9]. Nella puntata del programma Decameron del 1 dicembre 2007 Luttazzi diceva infatti testualmente «Dopo 4 anni di guerra in Iraq, 3.900 soldati americani morti, 85.000 civili iracheni ammazzati e tutti gli italiani morti sul campo anche per colpa di Berlusconi, Berlusconi ha avuto il coraggio di dire che lui in fondo era contrario alla guerra in Iraq. Come si fa a sopportare una cosa del genere? Io ho un mio sistema: penso a Giuliano Ferrara dentro una vasca da bagno con Berlusconi e Dell'Utri che gli pisciano addosso, Previti che gli caga in bocca e la Santanchè in completo sadomaso che li frusta. Va già meglio no?»[10]. Nel marzo 2012 La7 perde la causa contro Luttazzi. Secondo la sentenza, La7 chiuse Decameron in modo arbitrario e illegittimo e la battuta su Giuliano Ferrara non fu insulto, ma satira, e non fu nemmeno plagio. Il giudice condanna La7 a un pagamento che, fra penali e mancati versamenti, ammonta a 1 milione e 200 mila euro lordi, più interessi e spese legali.[11] «Il tribunale di Roma ha tutelato il diritto di fare satira sancito dalla Costituzione» commenta Luttazzi sul suo blog.[12]

Nel 2007 LA7 inizia una campagna per la raccolta di firme contro la pena di morte che si conclude con l'approvazione della moratoria, voluta dall'Europa, che salvò la vita a Kenneth Foster a 5 ore dalla sua esecuzione. L'emittente realizzerà una campagna anche per il condannato a morte Kevin Scott Varga[13]. Nel gennaio 2007, Le invasioni barbariche riceve il Telegatto come miglior trasmissione televisiva nella categoria "Informazione e approfondimento". Si tratta del primo Telegatto assegnato ad una trasmissione di LA7.[14]

2007-2009[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate 2007 Antonio Campo Dall'Orto abbandona la direzione del canale ed approda ad MTV. Successivamente nel 2008 l'emittente ha dovuto fare i conti con una grave crisi finanziaria interna a Telecom Italia (durante l'estate si parlò addirittura del rischio di chiusura dell'emittente); per superare tale crisi il nuovo direttore di LA7 Quintilio Tombolini (che negli anni Ottanta era stato curatore delle programmazioni dell'Italia 1 Rusconiana, della Rete 4 Mondadoriana e di Odeon Tv) è costretto a ridimensionare di molto gli investimenti e le spese della rete: ciò ha comportato da una parte un drastico taglio di risorse per i programmi del canale ed in particolare per il TG LA7, ai quali la redazione reagirà con vari scioperi e una mobilitazione che andrà avanti per tutto l'autunno 2008 (con la regolare trasmissione del TG che verrà interrotta diverse volte, anche per molti giorni di seguito, venendo sovente sostituita da film e serie TV), dall'altra l'abbandono di alcune star diventate troppo onerose per LA7: alla fine del 2008 infatti Daria Bignardi e Piero Chiambretti lasciano la rete, concludendo dunque Le invasioni barbariche e Markette (due dei programmi di maggior successo della storia del canale) e se ne vanno la prima a Rai 2 e il secondo ad Italia 1 dove riproporranno programmi sostanzialmente uguali a quelli da loro condotti su LA7.

Non mancano comunque le novità: sempre nel 2008 infatti Lilli Gruber fa capolino nell'emittente e prende in mano la conduzione del preserale Otto e mezzo sostituendo il conduttore storico Giuliano Ferrara, mentre restano confermati Gad Lerner con il suo L'infedele, Maurizio Crozza con il suo Crozza Italia assieme a Carla Signoris ed Ambra Angiolini, Ilaria D'Amico con Exit e Antonello Piroso con Niente di personale.

Altre novità sono il programma di documentari storici Impero in onda il martedì sera e condotto da Valerio Massimo Manfredi che sostituisce Nirvana, Malpelo, originale programma d'inchiesta giornalistica condotto dall'ex iena Alessandro Sortino in onda nella seconda serata del mercoledì nell'autunno 2008. Nell'estate 2009 il giornalista Giuseppe Cruciani inizia a condurre in seconda serata la trasmissione Complotti fino alla fine dell'anno successivo, quando lascia la rete per andare a lavorare a Rete 4. Sempre nel 2009 arriva Victoria Cabello che a partire dalla primavera conduce il talk show comico Victor Victoria che va ad occupare la seconda serata lasciata libera da Chiambretti dal martedì al giovedì, confermata anche per l'autunno.

Sempre nella primavera 2009 il comico Leonardo Manera propone Grazie al cielo sei qui trasmissione di sketch teatrali, mentre il geologo Mario Tozzi assieme al Trio Medusa propone La gaia scienza trasmissione di divulgazione scientifica con esperimenti in diretta in onda la domenica sera; continua inoltre la trasmissione dei reality Chef per un giorno, SOS Tata, Cambio moglie e Adolescenti,istruzioni per l'uso, del talk show politico Tetris con Luca Telese, dei programmi di cinema La 25a ora - Il cinema espanso e La valigia dei sogni (quest'ultimo condotto dal 2007 da Simone Annichiarico, che sostituisce Sabrina Impacciatore), del settimanale M.O.D.A di Cinzia Malvini e alla mattina l'approfondimento di Omnibus che nel 2008-2009 da vita anche ad Omnibus Life programma di costume condotto da Tiziana Panella ed Enrico Vaime in onda subito dopo Omnibus; in più sempre nell'autunno 2008 nascono anche Omnibus Week-end e Omnibus Life Week-end (versioni del fine settimana dei due programmi, in onda il sabato e la domenica). Inoltre al mattino appuntamenti fissi rimangono quelli di Alain Elkann con 2 minuti un libro dal lunedì al venerdì, L'intervista al sabato e La settimana in onda di domenica.

Al pomeriggio oltre ai film trasmessi quotidianamente alle 14:00 con il ciclo Interno giorno, continua la programmazione di Atlantide con Francesca Mazzalai in onda alle 17:05, e dal 23 novembre inizia anche il nuovo programma di Luisella Costamagna intitolato Così stanno le cose che è andato ad occupare la fascia dalle ore 16:00 alle 17:00 (precedentemente occupata da vecchie serie TV in replica).

Sempre nell'autunno 2009 arrivano per la seconda serata: Città criminali, programma che ricostruisce i più efferati fatti di cronaca nera italiani condotto da Vinicio Marchioni in onda di domenica, il quale dal 15 novembre viene sostituito da Effetto domino, tutto fa economia, programma sull'economia condotto da Myrta Merlino, Senza tituli nuovo settimanale sportivo che prende il posto di V-ictory in onda al venerdì, mentre il lunedì c'è Reality, il settimanale del TG LA7. Dal mese di novembre Federico Guiglia conduce Prossima fermata, breve trasmissione di interviste in onda dal lunedì al venerdì all'una di notte. A partire dal 16 dicembre 2009 parte anche un nuovo talk show in seconda serata, Cuork, viaggio al centro della coppia condotto da Michelangelo Pulci e Alessandro Bianchi: sorta di programma sentimentale rivisto in chiave comica.

Alla fine dell'autunno 2009 sembra oramai sorpassata la crisi che ha colpito il canale, come dimostrano le numerose nuove produzioni che hanno occupato il palinsesto. Il 4 dicembre 2009 viene lanciato il sito LA7.tv che consente di rivedere integralmente i programmi dell'emittente[15]. Nel 2009 coproduce la serie tv Non pensarci[16] che sarà trasmessa dal 28 giugno 2010.

2010-2011[modifica | modifica sorgente]

Nel 2010 arrivano nuove produzioni per la prima serata tra cui: Crozza Alive, il nuovo show di Maurizio Crozza in onda la domenica[17]; la nuova serie di Exit - Uscita di sicurezza (rinominata Exit Files), sempre con Ilaria D'Amico; Missione Natura; Barbareschi Sciock, show condotto da Luca Barbareschi; le nuove stagioni di SOS Tata ed Adolescenti, istruzioni per l'uso, Mamma ha preso l'aereo, reportage sulle coppie in cerca di figli da adottare in paesi lontani, mentre al pomeriggio Così stanno le cose di Luisella Costamagna viene sostituito da Atlantide con la conduzione affidata a Greta Mauro, e dal telefilm Relic Hunter. A maggio 2010 arriva alla mattina, subito dopo Omnibus Life, (ah)iPiroso nuovo programma condotto da Antonello Piroso.

Dall'8 giugno parte in seconda serata la nuova edizione di Complotti condotta da Giuseppe Cruciani. Dal 30 giugno alle 20:30 viene trasmesso In onda, versione estiva di Otto e mezzo condotto da Luisella Costamagna e Luca Telese. Il 2 luglio 2010 la rete vede l'arrivo di Enrico Mentana alla direzione del TG LA7, sostituendo così dopo quattro anni Antonello Piroso (che comunque ne rimane collaboratore esterno) e il ritorno dopo un anno e mezzo di Daria Bignardi, che dall'autunno è tornata a condurre Le invasioni barbariche (dopo la parentesi professionale su Rai 2 alla conduzione di L'era glaciale). Sempre a luglio il martedì parte una nuova serie de La gaia scienza sempre con Tozzi ed il Trio Medusa, e la seconda edizione di Vivo x miracolo in onda il venerdì sera e condotto stavolta da Ugo Francica Nava.

Dal 30 agosto 2010 l'edizione delle 12:30 del TG LA7 viene spostata alle 13:30, scontrandosi contro il TG1 e non più contro Studio Aperto, mentre quella delle 20:00 vede il ritorno in video di Mentana. A partire dalla stessa data il telegiornale viene trasmesso in formato panoramico 16:9 in un nuovo studio televisivo e con una nuova grafica, mantenendo però invariata la colonna sonora. Il formato panoramico è garantito sia sul digitale terrestre, sia sul satellite. A questa data, LA7 è l'unica emittente generalista italiana a trasmettere il proprio TG in 16:9, precedendo Rai, Mediaset e Sky, e la prima in Europa a trasmettere (nelle prima due settimane di conduzione di Mentana) un TG in diretta su YouTube grazie ad un accordo, realizzato per la prima volta in Italia, con la piattaforma video di Google al fine di rendere disponibile i programmi dell'emittente televisiva in formato integrale[18].

Con l'inizio della nuova stagione molti programmi simbolo di LA7 riprendono la loro messa in onda tra cui Omnibus, (ah)iPiroso, Atlantide (ora nuovamente condotto da Natascha Lusenti già conduttrice della prima edizione), Otto e mezzo condotto dalla Gruber, L'infedele con Gad Lerner e Niente di personale, condotto sempre da Antonello Piroso. Dopo l'arrivo di Mentana la rete registra un notevole aumento negli ascolti (ad esempio l'edizione delle 20:00 del TG ha in più di un'occasione superato il 10% di share, ma anche senza la presenza dell'anchorman la testata aveva comunque segnato da luglio un dato superiore alla media di rete) dando così nuova vitalità alla rete.

La fascia rimasta libera dopo lo spostamento dell'edizione meridiana del TG (12:30-13:30) viene occupata, dal 4 ottobre, da un nuovo magazine di approfondimento, Life, che fa da traino al telegiornale e va in onda tutti i giorni (compresa la domenica) e condotto da Tiziana Panella ed Armando Sommajuolo; il programma soffre però molto la forte contro-programmazione della fascia del mezzogiorno al punto che da dicembre viene spostato alle 10:50 (fascia oraria prima occupata da Omnibus Life) e alla conduzione rimane solo Tiziana Panella. Il 1º ottobre torna Le invasioni barbariche, condotto sempre da Daria Bignardi mentre il 5 ottobre parte, in seconda serata, la nuova edizione del talk comico Victor Victoria, condotto da Victoria Cabello con la partecipazione di Geppi Cucciari, Arisa e Melissa P., ed il 6 ottobre la nuova serie di Exit con Ilaria D'Amico. Il 15 ottobre esce nelle sale cinematografiche il primo film prodotto da LA7: Figli delle stelle[19].

Per quanto riguarda il fine settimana, dopo il successo ottenuto nell'estate, è stato confermato il programma d'informazione In onda sempre condotto dalla coppia Luisella Costamagna e Luca Telese, mentre il programma Chef per un giorno, che occupava questa fascia, è stato spostato nel preserale. La mattinata del sabato, subito dopo Omnibus, è occupata da un nuovo programma culturale dal titolo Bookstore, condotto da Alain Elkann, volto noto della rete. Per quanto riguarda invece il sabato e la domenica mattina, la fascia del mezzogiorno vede la messa in onda, dal 17 ottobre, di Cuochi e fiamme, nuovo programma di cucina condotto da Alessandro Borghese, mentre dal 24 ottobre, subito dopo M.O.D.A, ha preso il via la terza edizione di Innovation. Per un breve periodo Cuochi e fiamme è andato in onda la domenica pomeriggio alle ore 17:50. Per quanto riguarda la seconda serata è partita la terza edizione di Effetto Domino, sempre con Myrta Merlino, in onda il lunedì, mentre in terza serata confermato il programma, in onda dal lunedì al sabato, La 25a ora - Il cinema espanso. A novembre, dopo Victor Victoria, è partita la terza edizione di Prossima Fermata programma condotto da Federico Guiglia mentre il settimanale Innovation, a partire dal 21 novembre, ha cambiato orario di programmazione passando dalla mattina della domenica alle ore 00:30 circa della domenica notte. Il 2010 ha segnato la fine di programmi storici: Victor Victoria, L'Intervista, La Settimana e del magazine Reality.

A gennaio 2011 sono riprese le nuove puntate di Innovation e a febbraio Antonello Piroso ha ripreso a condurre Niente di personale, in onda sempre la domenica in prima serata. Il 2 febbraio 2011 è andato in onda in prima serata il film-evento, boicottato da Rai e Mediaset[20], Il divo, riscuotendo un buon ascolto, seguito da uno speciale condotto da Enrico Mentana. Il 22 febbraio 2011 è iniziato un nuovo show, condotto dalla iena Sabrina Nobile, in onda il martedì in prima serata dal titolo Il contratto - gente di talento, in cui il vincitore riuscirà a vincere un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Nonostante i buoni propositi questo show non ha riscosso notevoli riscontri tra il pubblico a casa e perciò dalla prima serata del martedì è spostato al sabato pomeriggio andando in onda dopo il TG LA7 delle 13:30. La fascia rimasta scoperta è stata occupata da Niente di personale, sempre condotto da Antonello Piroso, traslocando dalla collocazione tradizionale, ovvero la domenica. Il 24 febbraio sono partite le nuove edizioni di SOS Tata, in onda in prima serata, e Mamma ho preso l'aereo in seconda, mentre il 28 febbraio è partito il nuovo programma condotto da Geppi Cucciari dal titolo G' Day che va ad occupare la fascia del preserale e andrà in onda dal lunedì al venerdì. Il 2 marzo è iniziata la nuova edizione di Exit - Uscita di sicurezza condotto ancora da Ilaria D'Amico, seguito, in seconda serata, da Storia proibita del '900 italiano mentre il 24 marzo è partita una nuova edizione di Effetto domino sempre condotta da Myrta Merlino, in onda a mezzanotte. Nel 2011 si vedranno in chiaro le gare del Campionato Mondiale Superbike e (in differita) le partite della Nazionale italiana di rugby.

Il 28 marzo 2011 LA7 ha effettuato un completo restyling della propria immagine. Per l'occasione ha adottato una nuova versione del suo logo, più dinamica rispetto al passato, con ampio uso di colori come il bianco e il giallo[21]. I nuovi jingle sono firmati dal compositore Joe Glasman[22]. Il 4 aprile, subito dopo Omnibus, è iniziato un nuovo programma, in onda dal lunedì al venerdì e sempre sotto la testata del TG LA7, Coffee Break condotto da Tiziana Panella, che ha sostituito il magazine Life. Il 17 aprile debutta il programma sportivo Paddock show[23], in onda in onda alle 13:00 nelle domeniche in cui è presente il Campionato Mondiale Superbike. Il 10 maggio, in seconda serata, debutta un nuovo programma, dal titolo Le vite degli altri, un ciclo di 6 puntate con Angela Rafanelli[24], già conduttrice di Love Line su MTV.

Dal 2 maggio approda nel preserale Cuochi e fiamme condotto da Simone Rugiati che sostituisce Alessandro Borghese e va in onda da lunedì a venerdì alle 18.35 facendo da traino a G' Day[25]. Dal 19 aprile 2011, in occasione del decennale della rete, inizia ad andare in onda in orario notturno La7 COLORS trasmissione che ripropone gli spezzoni dei programmi storici di LA7 e dell'"antenata" TMC introdotti da Elisabetta Arnaboldi. Il 20 e 27 maggio torna sulla rete Maurizio Crozza con un nuovo programma dal titolo Italialand trasmesso dal Teatro Nazionale di Milano[26].

Il 5 giugno 2011, in occasione della giornata mondiale dell'ambiente, LA7 dedica alla ricorrenza la prima e seconda serata con un'intervista a Reinhold Messner, la trasmissione in prima visione del film Nanga Parbat e il programma Allarme Italia - Viaggio nel paese delle emergenze condotto da Mario Tozzi oltre al film La protesta del silenzio trasmesso nel primo pomeriggio[26] e la nascita di una sezione del sito ufficiale dell'emittente dedicata alla tematica ambientale[27]. Da venerdì 10 giugno, in prima serata, approda su LA7 Veronica Pivetti che conduce Fratelli e sorelle d’Italia: un programma dedicato ai 150 anni dell'unità d'Italia[28]. Domenica 13 giugno, invece, riparte Missione Natura con una nuova edizione, sempre condotta da Vincenzo Venuto[29].

Da mercoledì 29 giugno va in onda un nuovo programma di infotainment dal titolo Dottori in prima linea condotto da Carolina Di Domenico[30] mentre da lunedì 4 luglio, al posto di Otto e mezzo, è partita la versione estiva di In onda condotta sempre da Luisella Costamagna e Luca Telese[31]. Nell'access del fine settimana sono tornate le repliche del fortunato show Chef per un giorno. LA7 acquista i diritti per la trasmissione televisiva del mondiale di Beach volley che si svolge a Roma dal 13 al 19 giugno 2011 e ne trasmette i match su LA7, su LA7d e sul sito LA7.it, lo stesso accade dal 5 agosto per il World Grand Prix 2011 di volley femminile[32]. Il 6 agosto 2011 viene reso noto che Paolo Ruffini, direttore di Rai 3, ha firmato un contratto che prevede il suo passaggio alla direzione di LA7 a partire dal 10 ottobre 2011 e che Quintilio Tombolini resterà nell'azienda ricoprendo un nuovo incarico[33].

2011-2012[modifica | modifica sorgente]

La nuova stagione televisiva è caratterizzata da un'ingente campagna acquisti. Approdano infatti a LA7: Roberto Saviano, Benedetta Parodi, Corrado Formigli, Nicola Porro, Michela Rocco, Gianfranco Vissani, Serena Dandini e Sabina Guzzanti. Non vengono riproposti né ExitVictor Victoria in seguito al passaggio, con contratto di esclusiva, di Victoria Cabello e Ilaria D'Amico rispettivamente alla Rai e a Sky.

La Parodi, a partire dal 19 settembre, conduce un programma di cucina e lifestyle dal titolo I menù di Benedetta con il difficile compito di trainare il TG LA7 delle 13.30, mentre lo scrittore presenterà in prima serata qualche speciale e soprattutto 3 puntate di un nuovo programma con Fabio Fazio nella primavera 2012 (che sarà sostanzialmente la nuova versione del programma Vieni via con me di Rai 3). Nicola Porro, invece, sostituirà Luisella Costamagna alla conduzione di In onda trasmissione, che vede la presenza confermata di Luca Telese, in onda ogni fine settimana dopo il TG LA7 delle 20.

Mentre Daria Bignardi sarà presente sulla rete solo a gennaio con Le invasioni barbariche. Confermati già in autunno Maurizio Crozza, che partirà ad ottobre con un nuovo programma, e Marco Paolini, mentre Antonello Piroso condurrà un nuovo programma domenicale oltre al confermato (ah)iPiroso. Si vedranno nuovamente in chiaro le gare del campionato Mondiale Superbike e Supersport e (in differita) le partite della Nazionale italiana di rugby a cui si aggiungeranno gli anticipi delle partite di Pallacanestro, che verranno trasmesse ogni sabato alle 18.00, e le partite di calcio della Coppa Italia[34]. La stagione televisiva ha preso il via con la messa in onda del telefilm in prima tv free I Kennedy, trasmesso ogmi mercoledì in prima serata dal 31 agosto al 14 settembre[35].

Lunedì 5 settembre è partita la decima edizione de L'infedele, sempre condotta da Gad Lerner mentre il 12 settembre sono iniziate le nuove edizioni di Coffee Break, G' Day (dalle 19.30) e Otto e mezzo. L'8 settembre è stato trasmesso in prima tv assoluta, per il ciclo Film Evento, Silvio Forever con il consuento dibattito condotto da Enrico Mentana[36] a cui è seguito, il 14 ottobre, Viva Zapatero. Da giovedì 15 settembre, è partito un nuovo talk show politico in prima serata dal titolo Piazzapulita[37] condotto da Corrado Formigli. Per il fine settimana sono state confermate le nuove edizioni di Bookstore[38] e M.O.D.A. condotte rispettivamente da Alain Elkann e Cinzia Malvini in onda dopo Omnibus, mentre da lunedì 19 settembre sono ricominciate le nuove edizioni di (ah)iPiroso, che da quest'anno si è spostato alle 11.05 (da novembre spostato in terza serata), e Atlantide - Storie di Uomini e di Mondi in onda ogni pomeriggio alle 16.10 circa. In questo giorno è approdato su LA7, alle 12.25, un nuovo programma di cucina e lifestyle condotto da Benedetta Parodi dal titolo I menù di Benedetta.

Il 28 settembre 2011 ha debuttato su questa rete un nuovo programma di informazione, in prima serata, condotto da Enrico Mentana dal titolo Bersaglio Mobile. La trasmissione è caratterizzata dal fatto di non avere una cadenza settimanale o mensile in quanto viene trasmessa quando LA7 può proporre esclusive giornalistiche oggetto di discussione. Il 3 ottobre è partito un nuovo programma mattutino, in onda dal lunedì al venerdì dalle 10.35 alle 11.25, di informazione economica condotto da Myrta Merlino dal titolo L'aria che tira - Noi e l'economia. Il 10 ottobre si insedia il nuovo direttore di rete Paolo Ruffini, in sostituzione di Quintilio Tombolini[39] ora nuovo direttore del marketing.

A partire dall' 11 ottobre viene trasmesso, in seconda serata, un ciclo di tre lezioni di economia tenute dal professor Romano Prodi dal titolo Il mondo che verrà e condotte da Natascha Lusenti[40]. Venerdì 14 ottobre è andato in onda il film Viva Zapatero ciclo di Film evento cui ha seguito un dibattito in studio condotto da Enrico Mentana riscuotendo un notevole successo di pubblico. Il 21 ottobre torna, in prima serata, Maurizio Crozza con il suo one man show Italialand - Nuove attrazioni[41] e, in seconda serata, parte il nuovo magazine dedicato al basket dal titolo Sotto Canestro con la conduzione di Ugo Francica Nava[42].

Lunedì 31 ottobre è partita la 5ª edizione di Innovation sempre condotta da Ivo Mej in onda subito dopo L'infedele di Gad Lerner[43] mentre il 7 novembre, in terza serata, la nuova edizione di Prossima fermata con Federico Guiglia[44]. Il 15 e il 22 novembre vanno in onda, in seconda serata, due puntate di un nuovo programma di approfondimento economico dal titolo Soldi rubati con Nunzia Penelope e Marco Fratini, caporedattore economia del TG LA7[45].

Martedì 29 novembre, in seconda serata, parte un nuovo programma di inchieste giornalistiche dal titolo Gli Intoccabili, condotto da Gianluigi Nuzzi che, dato il successo della seconda puntata, viene spostato in anticipo il mercoledì in prima serata, mentre domenica 4 dicembre, alle 14.00, prende il via un nuovo programma pomeridiano condotto da Antonello Piroso dal titolo Ma anche no, che rappresenta il primo contenitore domenicale della rete[46]. Purtroppo il programma non ha raggiunto gli obbiettivi sperati ed è stato chiuso. L'ultima puntata è andata in onda il 22 gennaio 2011.

Il 30 dicembre l'emittente dedica un serata ai rischi ambientali e climatici del nostro Paese trasmettendo, in prima serata, lo speciale Allarme Italia condotto da Mario Tozzi seguito dal film The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo[47]. Da gennaio 2012 l'intera mattinata di LA7 è in diretta. Infatti vengono allungate le trasmissioni Coffee Break e L'aria che tira - Noi e l'economia che faranno da traino al programma di Benedetta Parodi anch'esso confermato.

Sabato 21 gennaio è partito il nuovo show condotto da Serena Dandini dal titolo The show must go off preceduto da due strisce che vanno in onda nel preserale del fine settimana dalle 19.10 alle 19.55 circa che anticipano la puntata del sabato sera. Il lancio della trasmissione, inizialmente previsto per il 14 gennaio, è stato poi rinviato di una settimana in seguito al naufragio della Costa Concordia, verificatosi la notte precedente. Causa ascolti insoddisfacenti le strisce del preserale sono state cancellate mentre la diretta del sabato sera è stata confermata.

Venerdì 20 gennaio è partita la nuova edizione de Le invasioni barbariche sempre condotta da Daria Bignardi, mentre da mercoledì 25 gennaio la nuova serie de Gli Intoccabili, trasmissione d'inchieste condotta da Gianluigi Nuzzi. Domenica 22 gennaio alle 11.30 è partito il nuovo programma, successivamente spostato alle 10, condotto da Gianfranco Vissani e Michela Rocco da titolo Ti ci porto io, un ciclo di 20 puntate in onda da molte piazze d'Italia, mentre da domenica 29 gennaio Camila Raznovich ha condotto, a partire dalle 14.05, Mamma mia...che domenica. Purtroppo il programma non ha avuto l'ascolto sperato ed è stato chiuso mentre l'appuntamento quotidiano su LA7d è continuato ad andare in onda.

Dal 5 marzo il programma di Benedetta Parodi è stato spostato alle 17.50 pur restando, in replica, nella collocazione delle 12.25 mentre G'Day è stato allungato iniziando alle 18.50 prendendo il nome di G'day. Da 14 marzo ha debuttato il nuovo programma di satira condotto da Sabina Guzzanti dal titolo Un due tre stella in onda ogni mercoledì in prima serata. In seguito la trasmissione è stata spostata al venerdì. Il 10 maggio 2012, il presidente esecutivo della Telecom Italia Franco Bernabè ha annunciato la vendita di LA7.

La prima puntata del nuovo Show di Fabio Fazio e Roberto Saviano intitolato Quello che (non) ho è andata in onda il 14 maggio 2012 ed è stata seguita da 3.036.000 di telespettatori, registrando uno share del 12,66%, record assoluto per LA7, superato due giorni dopo dalla terza ed ultima puntata del programma, con il 13,06% di share[48]. Il 18 maggio 2012, per il ciclo Film evento, viene trasmesso il primo film tv prodotto da LA7: Vi perdono ma inginocchiatevi[49].

Da sabato 9 giugno alle 12.30 va in onda il nuovo programma, L'erba del vicino, condotto da Lucia Loffredo mentre alle 10, al posto di Bookstore, è approdato da La7d il programma, condotto da Filippa Lagerbäck e Pino Strabioli That's Italia.

Lunedì 2 luglio è partita la versione estiva di In onda condotta da Natasha Lusenti e Filippo Facci.

Sempre nell'estate 2012 tornano a farsi insistenti, dopo il fallimento delle contrattazioni dello scorso anno, le voci di una nuova trattativa tra il canale e Michele Santoro per il passaggio del giornalista campano in esclusiva al canale di TI Media.

Il 5 luglio 2012 la notizia viene ufficializzata dal canale, Michele Santoro approda dunque al terzo polo televisivo a partire dall'autunno 2012 dove proporrà la seconda edizione del programma Servizio pubblico.

Dal 9 luglio 2012 parte un nuovo ciclo di film dal titolo Film Cronaca presentati da Enrico Mentana mentre dal 10 luglio 2012 va in onda Il lecito programma di inchieste realizzate da Claudio Gatti.

2012-2013[modifica | modifica sorgente]

La nuova stagione vede l'arrivo di Michele Santoro con il suo Servizio pubblico che si alternerà con Corrado Formigli spostato al lunedì con Piazzapulita, Cristina Parodi a cui sarà affidato il primo pomeriggio e una breve striscia dalle 17.50 alle 18.25 e Teresa Mannino che condurrà il varietà Se stasera sono qui in onda il mercoledì.

Il mattino si aprirà come sempre con Omnibus a cui si aggiungerà la versione notturna, in seconda serata, Omnibus Notte che ingloba l'edizione notturna del TG LA7 e del TG LA7 Sport.

Confermati anche gli appuntamenti con Coffee Break, L'aria che tira - Noi e l'economia e nel fine settimana Bookstore, con la nuova conduzione di Andrea Molino, L'erba del vicino, Ti ci porto io il programma gastronomico condotto da Gianfranco Vissani e Michela Rocco e M.O.D.A. trasmissione curata da Cinzia Malvini.

Nella fascia preserale confermato G' Day condotto da Geppi Cucciari che condurrà anche un nuovo programma comico ogni venerdì alle 22.

In autunno sono previsti anche i ritorni di Maurizio Crozza che condurrà un nuovo programma sempre al venerdì sera e gli speciali di Marco Paolini. Confermati gli appuntamenti con Otto e mezzo ancora condotto da Lilli Gruber, In onda, che quest'anno andrà in onda anche in prima serata al sabato, L'infedele di Gad Lerner, che ospiterà le scottanti inchieste di Gianluigi Nuzzi, e nel tardo pomeriggio I menù di Benedetta.

Confermata anche la nuova edizione di Atlantide - Storie di Uomini e di Mondi condotta da Mario Tozzi in onda ogni mercoledì in prima serata a partire dal 17 ottobre.

Il 27 agosto 2012 è ripartita la nuova edizione di Omnibus con un nuovo studio, una nuova grafica,e da quest'anno nasce Omnibus Notte curato propriamente anche con la redazione di Twilight e va in onda prima del TGLA7 sport[50] Giovedì 30 agosto è partita la seconda stagione di Piazzapulita mentre lunedì 4 settembre L'infedele sempre condotto da Gad Lerner.

Dal 10 settembre sono partiti i nuovi programmi pomeridiani di Cristina Parodi, la nuova edizione de I menù di Benedetta condotto da Benedetta Parodi e G' Day con Geppi Cucciari che torna nel suo orario storico ovvero quello delle 19.20 per dare poi la linea al TG LA7 diretto da Enrico Mentana. Nella fascia dell'access prime time ha ripreso anche la programmazione Otto e mezzo condotto da Lilli Gruber e nel fine settimana, dal 15 settembre, In onda con delle piccole novità: infatti la puntata del sabato andrà in onda fino alle 22.30.

Dal 16 settembre, in seconda serata, approda da La7d l'approfondimento politico in onda dal palazzo del Senato Madama Palazzo condotto da Silvia Gernini (programma successivamente spostato al sabato mattina alle 11:05), mentre lunedì 24 settembre ha preso il via la seconda edizione de L'aria che tira - Noi e l'economia programma in difesa del cittadino in onda alle 11.

Dal 7 ottobre a preso il via la seconda edizione di Ti ci porto io la trasmissione di cucina condotta da Gianfranco Vissani e Michela Rocco. Il programma è stato cancellato a causa dei bassi ascolti. Da quest'anno il programma si avvale anche di una striscia quotidiana di 10 minuti in onda dal lunedì al venerdì alle 12.20 e la domenica alle 11.25 circa dal titolo Ti ci porto io...in cucina con Vissani.

Dal 19 ottobre ha preso il via il nuovo programma di Maurizio Crozza dal titolo Crozza nel Paese delle Meraviglie riscuotendo oltre 2 milioni di spettatori e il 7% di share.

Dal 23 ottobre approda su questa rete Grey's Anatomy con due episodi dell'ottava stagione in prima tv. Il telefilm è preceduto da uno speciale condotto da Cristina Parodi all'interno della trasmissione Cristina Parodi Cover in onda domenica 21 ottobre in prima serata.

Da 25 ottobre ha preso il via la seconda edizione di Servizio pubblico trasmissione di successo condotta da Michele Santoro che segna il debutto, in veste di conduttore, su La7.

Il 28 ottobre, in prima serata, è iniziato il nuovo ciclo di SOS Tata e il 10 dicembre va in onda, dopo più dieci anni, l'ultima puntata de L'infedele.

Il 15 dicembre inizierà il nuovo ciclo di Fuori di gusto trasmissione culinaria, precedentemente andata in onda su la7d, che quest'anno vede la partecipazione di Vladimir Luxuria.

Il 21 dicembre sono andate in onda le ultime puntate di Cristina Parodi Live, Cristina Parodi Cover e G' Day. Le trasmissioni sono state chiuse per i bassi dati di ascolto. Il 7 gennaio 2013 va in onda Piazzapulita, condotta da Corrado Formigli: sono molte le proteste per il poco spazio concesso all'invitato Antonio Ingroia, fondatore del suo nuovo partito, rispetto agli altri invitati.

Il 10 gennaio 2013 la puntata di Servizio Pubblico con ospite Silvio Berlusconi fa registrare al canale il suo nuovo record d'ascolti: ben 8.670.000 telespettatori ed il 33,68% di share, facendo di LA7 la rete più vista della prima e della seconda serata. È la prima volta in assoluto nella storia della tv italiana che un canale esterno al duopolio Rai-Mediaset vince la sfida degli ascolti del prime time.

Dal 19 gennaio subito dopo il TG LA7 delle 13.30 va in onda un nuovo talk show condotto da Arianna Ciampoli dal titolo Tutta la vita davanti. Il programma, della durata di circa un'ora, si occupa nel cercare di restituire la speranza di un futuro migliore a coloro si trovino attualmente senza un lavoro.

Il 25 gennaio 2013 ha preso il via il nuovo programma condotto Gad Lerner dal titolo Zeta . La trasmissione, preceduta da Crozza nel Paese delle Meraviglie, va in onda a partire dalle 22.25 circa.

La trasmissione mattutina Coffee Break, visto il successo ottenuto (picchi del 9-10%), da febbraio 2013 va in onda anche nel fine settimana preceduta, come sempre, da Omnibus, mentre lunedì 4 febbraio parte la nuova trasmissione curata dalla redazione del TG LA7 e condotta da Bianca Caterina Bizzarri dal titolo TG LA7 Cronache.

Dal 22 maggio 2013 SOS Tata è stato spostato al martedì per flop di ascolti. Al suo posto il mercoledì sera è partito il nuovo programma di Enrico Mentana: Faccia a Faccia.

Il passaggio di proprietà[modifica | modifica sorgente]

Dal 4 marzo 2013 dopo un lungo periodo di trattativa, TI Media vende il canale che passa nelle mani di Cairo Communication che ne diventa il nuovo editore[1].

2013-2014 - La prima stagione con la nuova proprietà[modifica | modifica sorgente]

Per la nuova stagione televisiva (la prima sotto la gestione Cairo Communication) sono previste molte novità ma anche diverse conferme: inanzitutto entrano a far parte del canale Gianluigi Paragone, Rita Dalla Chiesa e Salvo Sottile. Quest'ultimo condurrà, da settembre, il programma di cronaca Linea gialla costruito sulla falsariga di Chi l'ha visto? e Quarto grado che andrà in onda ogni martedì in prima serata, mentre Paragone condurrà un nuovo talk show d'approfondimento intitolato La gabbia in onda il mercoledì. Rita Dalla Chiesa avrebbe dovuto condurre un nuovo programma pomeridiano a partire da gennaio 2014, anche se il progetto è stato cancellato a un mese dalla partenza pre-fissata.

Confermato nell'access prime time Otto e mezzo con Lilli Gruber (da quest'anno in onda anche al sabato), mentre in prima serata Servizio pubblico di Michele Santoro in onda sempre al giovedì, Piazzapulita di Corrado Formigli al lunedì, Le invasioni barbariche di Daria Bignardi da gennaio nella prima serata del mercoledì e lo show comico di Maurizio Crozza in quella del venerdì. Enrico Mentana condurrà, nel corso di tutta la garanzia dieci speciali in prima serata all'interno di Bersaglio Mobile e Film Cronaca.

Nella fascia mattutina sono confermati Omnibus, Coffee Break con Tiziana Panella e L'aria che tira con Myrta Merlino; quest'ultimo da quest'anno andrà in onda fino alle 13:30, mentre nel primo pomeriggio TG LA7 Cronache condotto da Bianca Caterina Bizzarri e in seconda/terza serata Omnibus Notte, in seguito reintitolato TGLA7 Night Desk.

Lasciano LA7 Luca Telese e Nicola Porro (passati rispettivamente a Mediaset ed alla Rai), Gianluigi Nuzzi (anch'egli passato a Mediaset), Benedetta Parodi (passata a Real Time), Geppi Cucciari (dopo i deludenti risultati di G'Day)[51] e Gad Lerner, per sua stessa volontà[52].

Nel mese di settembre 2013 iniziano a girare voci di una trattativa tra l'editore Urbano Cairo e Patrizia Mirigliani (organizzatrice del concorso di bellezza Miss Italia) per portare sul canale terzo-polista il concorso di bellezza, dopo la scadenza del contratto che questo aveva con la RAI; l'ipotetico arrivo del concorso di bellezza a LA7 viene accolto con alcune polemiche dal direttore del TG LA7 Enrico Mentana in quanto la kermesse, a suo dire, non sarebbe adatta al canale perché totalmente estranea alla linea editoriale dello stesso. Nonostante il parere negativo di Mentana la trattativa va in porto e dunque LA7 trasmette l'edizione 2013 di Miss Italia in un'unica serata, il 27 ottobre, in prime time; a condurre la manifestazione ci sono Massimo Ghini, Cesare Bocci e Francesca Chillemi. La vincitrice è la siciliana Giulia Arena; la serata ottiene il 5,51% di share, con un picco di ascolto in tarda nottata al 16,09%, che porta il canale ad essere in quel momento la prima rete nazionale. A seguito di ciò la rete ha confermato la kermesse anche per il 2014.

Il 18 aprile 2014 Urbano Cairo ufficializza un taglio sugli investimenti del canale, i dipendenti annunciano uno sciopero per il giorno 9 maggio 2014; nello stesso periodo Paolo Ruffini abbandona il canale e passa alla direzione di TV2000, lasciando il posto vacante.

Dal 7 Giugno 2014 la Miss Italia Giulia Arena conduce un programma nella mattinata del sabato della rete intitolato Mode e Modi.

2014-2015[modifica | modifica sorgente]

A Luglio 2014 viene ufficializzato il passaggio alla rete, in esclusiva per cinque anni, di Giovanni Floris. Il giornalista condurrà un programma in prima serata il martedì sulla falsa riga di Ballarò, e anche una striscia quotidiana alle 19:40, prima dell'edizione serale del TG LA7. Il 10 luglio 2014, sono stati presentati i palinsesti autunnali della stagione 2014-2015 e durante tale presentazione viene ufficializzato l'ingaggio di Simona Ventura per la conduzione di Miss Italia. Vengono confermati Piazzapulita il lunedì con Corrado Formigli, il mercoledì Le invasioni barbariche di Daria Bignardi, si alternerà a L'aria che tira - Noi e l'economia nella sua versione serale con Myrta Merlino, con Announo di Giulia Innocenzi e con la decina stagione di Grey's Anatomy; confermati anche Servizio pubblico di Michele Santoro il giovedì, e Crozza nel Paese delle Meraviglie con Maurizio Crozza al venerdì, il comico da settembre curerà anche la copertina del nuovo programma che Floris condurrà da settembre sulla rete il martedì sera; confermati anche La gabbia di Gianluigi Paragone che si sposta alla domenica e che verrà anticipato da ritorno nel periodo invernale di In onda con Salvo Sottile e Alessandra Sardoni. Vengono confermati, anche tutti i programmi del daytime.

Nuove tecnologie[modifica | modifica sorgente]

LA7 svolge attività di trasmissione anche sul digitale terrestre utilizzando i multiplex TIMB 2 e TIMB 3. È disponibile, sempre sul digitale terrestre, LA7d sui canali 29 e 229 del digitale terrestre, con produzioni e repliche targate LA7. Inoltre, è presente un altro canale di LA7: LA7 OnDemand[53].

A partire da settembre 2009 il network ha iniziato la trasmissione di alcuni suoi programmi in formato 16:9, sul satellite e sul digitale terrestre; in determinate zone, diversamente da quanto avviene con le altre principali reti, anche le emissioni analogiche avvengono in formato 16:9. Da lunedì 30 agosto 2010 anche il TG LA7, a seguito di un suo massiccio rinnovamento, inizia a trasmettere nel nuovo formato: è il primo telegiornale nazionale ad adottare tale standard. Inoltre LA7, sul mux TIMB 4, fruibile solo in Sardegna, trasmette due diverse versioni del suo canale, una in HDTV e l'altra in 3D, momentaneamente in fase di test. LA7 è stata la prima emittente televisiva italiana a rendere disponibile un canale, anche se di test, in 3D[54] sul quale è stata trasmessa una partita della nazionale italiana di Rugby in formato appunto tridimensionale. In aggiunta, sempre a scopo sperimentale, il 18 aprile 2011 l'emittente ha trasmesso il film La Passione di Cristo in HD nativo sul canale LA7 HD[55].

Dal 12 luglio 2011 LA7 HD è stata visibile in tutto il territorio italiano, anche nelle zona non all-digital, trasmesso nel mux TIMB 2[56] e sul satellite[57]. Dal 12 dicembre 2011 LA7 HD è stata visibile solo nelle aree dello switch off sempre nel multiplex TIMB 2. La fase sperimentale del canale HD di LA7 si è conclusa a settembre 2011. Da allora tutti i programmi autoprodotti sono stati trasmessi anche in HD nativo sul canale LA7 HD (LCN 507)[58]. Il 5 settembre 2011 LA7 trasmise sul canale 507 per la prima volta una sua autoproduzione in alta definizione. Si trattava de L'infedele, talk show condotto da Gad Lerner.

Dal 17 maggio 2012, la trasmissione sul canale LCN 507 HD è stata sospesa. Giovanni Stella, amministratore delegato di Telecom Italia Media, ha dichiarato che tale misura è derivata dalla scelta di un possibile futuro riordino dei canali[59].

I programmi televisivi prodotti da Telecom Italia Media e trasmessi su LA7 sono proposti anche in streaming, sul apposita piattaforma web[60]. I filmati sono proposti con un lettore proprietario basato su tecnologia Flash. Molti dei programmi sono proposti anche sulla piattaforma generalista YouTube[61].

Televisione satellitare[modifica | modifica sorgente]

L'emittente oltre al digitale terrestre è disponibile sulle piattaforme Tivù Sat e Sky Italia, solo con le relative tessere[62].

Ascolti[modifica | modifica sorgente]

Il record di ascolti della rete è 8.670.000 spettatori, pari al 33,58% di share, ottenuto il 10 gennaio 2013 con la puntata di Servizio pubblico avente come ospite Silvio Berlusconi.[63]

Share 24h* di LA7[64][modifica | modifica sorgente]

Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Media anno
2009 3,00% 2,93% 2,97% 2,99% 3,27% 3,55% 3,47% 3,40% 3,06% 3,25% 3,29% 3,08% 3,18%
2010 2,69% 2,63% 2,78% 2,76% 2,91% 3,12% 2,99% 3,10% 3,67% 3,44% 3,44% 3,21% 3,06%
2011 3,38% 3,47% 3,38% 3,53% 3,61% 4,43% 3,75% 3,66% 4,18% 4,27% 4,22% 3,87% 3,82%
2012 3,65% 3,28% 3,16% 3,63% 3,91% 3,14% 3,28% 3,00% 3,35% 3,41% 3,66% 3,67% 3,68%
2013 3,98% 4,09% 4,41% 4,88% 4,07% 3,51% 2,97% 2,69% 3,19% 3,88% 3,81% 3,67% 3,76%
2014 3,42% 3,65% 3,68% 3,60% 3,82%

* Share 24h - Giorno medio mensile su target individui 4+

Sede e centri di produzione[modifica | modifica sorgente]

Regia televisiva di uno degli studi romani di LA7
  • Il centro di produzione principale di LA7 è a Roma in via Umberto Novaro 32.
  • La sede della direzione si trova invece in via della Pineta Sacchetti 229 sempre a Roma.
  • Il canale ha anche un centro di produzione a Milano.

Loghi[modifica | modifica sorgente]

Old La7.png LA7 old logo grey.png La7 glass.png
estate 2001 – primavera 2002 primavera 2002 – primavera 2011 * primavera 2011 – oggi

* NOTE: Questo logo è ancora in uso per alcune grafiche.

Direttori di LA7[modifica | modifica sorgente]

Nome Periodo
Roberto Giovalli 2001-2003
Andrea Del Canuto 2003-2004
Antonio Campo Dall'Orto 2004-2007
Quintilio Tombolini 2007-2011
Paolo Ruffini 2011-2014

Palinsesto[modifica | modifica sorgente]

Attualmente in onda[modifica | modifica sorgente]

Programmi culturali[modifica | modifica sorgente]
Serie TV[modifica | modifica sorgente]
Show[modifica | modifica sorgente]
Talk Show[modifica | modifica sorgente]
Informazione[modifica | modifica sorgente]

Precedentemente in onda[modifica | modifica sorgente]

Informazione e approfondimento[modifica | modifica sorgente]
Programmi culturali[modifica | modifica sorgente]
Quiz[modifica | modifica sorgente]
Reality[modifica | modifica sorgente]
Show[modifica | modifica sorgente]
Serie TV[modifica | modifica sorgente]

Principali conduttori di LA7[modifica | modifica sorgente]

Conduttori storici[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Via libera di Ti Media alla cessione di La7 Cairo nuovo proprietario con un milione di euro
  2. ^ Telecom Italia Media comunicato stampa del 04/03/2013
  3. ^ Il Mondo Dei Doppiatori - La Pagina Di Francesco Prando
  4. ^ TI Media/Firma contratto con Cairo per raccolta pubblicità La7d | Prima Comunicazione
  5. ^ LA 7-TMC (2001) - TvShots
  6. ^ Aldo Grasso, La notte del settimo nano, Corriere della Sera, 25 giugno 2001
  7. ^ Società Civile.it, Lo stato della tv in Italia
  8. ^ Le discusse iniziative informative di La7
  9. ^ Offese a Giuliano Ferrara LA7 sospende "Decameron, la Repubblica, 8 dicembre 2007. URL consultato il 6 maggio 2010.
  10. ^ Luttazzi è licenziato anche da LA7, Corriere della Sera, 8 dicembre 2007. URL consultato il 5 giugno 2010.
  11. ^ Luttazzi vince la causa contro La7, corriere.it, 10 marzo 2012. URL consultato il 10 marzo 2012.
  12. ^ DL Blog
  13. ^ La7 contro la pena di morte ripropone la vicenda di Kevin Scott Varga - Digital-Sat Magazine
  14. ^ Telegatti 2007 - I vincitori
  15. ^ Arriva LA7.tv
  16. ^ Non pensarci - Da stasera su La7
  17. ^ Crozza Alive da stasera su La7
  18. ^ Yahoo TV - Guida ai programmi TV - Stasera in TV
  19. ^ Marco Castoro, Busi e Cabello a rischio chiusura. Di Bella vola a New York
  20. ^ "IL DIVO" BOICOTTATO - nessuna tv generalista, né la Rai né Mediaset, ha voluto
  21. ^ La7, nuovo logo/ La tv di Telecom Italia rinnova la sua veste grafica grazie all'inglese RedBeeMedia - Affaritaliani.it
  22. ^ Il nuovo logo LA7
  23. ^ Paddock Show
  24. ^ La prima puntata de Le vite degli altri, su La7 con Angela Rafanelli: quando la Tv ti apre gli occhi | LaNostraTv
  25. ^ CUOCHI E FIAMME: SIMONE RUGIATI PROMOSSO SU LA7 | DavideMaggio.it
  26. ^ a b Oggi la Giornata mondiale dell'ambiente, programmazione dedicata su La7 - Digital-Sat Magazine
  27. ^ Sul sito di La7 nasce la sezione dedicata all'ambiente - Digital-Sat Magazine
  28. ^ Mag Series TV » Veronica Pivetti conduce Fratelli e sorelle d’Italia su LA7
  29. ^ Missione Natura, la sesta edizione su La7 condotta da Vincenzo Venuto | CineTivu
  30. ^ “Dottori in prima linea”, da stasera su La7 | Digitale Terrestre DttI.it
  31. ^ Torna "In Onda" (La7) dal lunedì al venerdì con Luca Telese e Luisella Costamagna - YouTube
  32. ^ Mondiali di Beach Volley, in diretta su La7 e La7d semifinali e finalissima - Digital-Sat Magazine
  33. ^ Se ne va anche Ruffini - ATTUALITA
  34. ^ 23 GIUGNO 2001 - 23 GIUGNO 2011 - 23/06/2011 : NUOVO PALINSESTO LA7 - LA7.it
  35. ^ La7 mette in chiaro i Kennedy. Ma arrivano anche I Borgia, Steven Spielberg e le nuove fiction italiane - Il Sole 24 ORE
  36. ^ ASCOLTI TV DI GIOVEDI 8 SETTEMBRE 2011. CANALE5 INDOVINA LA FICTION E VINCE: DOV’È MIA FIGLIA AL 21%, PER MONTALBANO SOLO IL 15.5%. BOOM DI SILVIO FOREVER (10.87%), AVANTI UN...
  37. ^ IN PROGRAMMAZIONE - 01/01/1970 : - LA7.it
  38. ^ La7: il nuovo "Bookstore" con i "Giudici" di Lucarelli- LASTAMPA.it
  39. ^ Rai, respinto il ricorso di Massimo Liofredi: resta a Rai Ragazzi | Televisionando
  40. ^ Il Mondo che Verrà, Romano Prodi su La7 insegna economia agli studenti - Digital-Sat Magazine
  41. ^ Maurizio Crozza in diretta ogni venerdi su La7 con Italialand - Nuove attrazioni
  42. ^ TV, AL VIA SU LA7 LA RUBRICA DI BASKET “SOTTO CANESTRO”
  43. ^ Torna "Innovation", il magazine sulla tecnologia
  44. ^ Questa sera, dopo il TG LA7 della notte, torna “Prossima fermata” | Digitale Terrestre DttI.it
  45. ^ Soldi Rubati, lo speciale economico di La7 | DavideMaggio.it
  46. ^ "Ma anche no", Piroso su La7 alla conduzione del primo contenitore domenicale della rete - Affaritaliani.it
  47. ^ La7, speciale Allarme Italia sui rischi ambientali e climatici del nostro paese - Digital-Sat Magazine
  48. ^ La7 record con Saviano e Fazio oltre tre milioni, share al 12,66%
  49. ^ LA7 FIRMA “VI PERDONO MA INGINOCCHIATEVI” SULLA STRAGE DI CAPACI
  50. ^ Nuovo studio e nuovi orari per Omnibus, in onda la mattina e anche la notte su La7
  51. ^ Geppi Cucciari: "Il mio rapporto con La7 è chiuso, nel 2014 Rai o Mediaset"
  52. ^ Lascio La7 dopo 12 anni belli
  53. ^ Arriva sul Digitale LA7 Ondemand
  54. ^ Novità: il rugby in 3D su LA7
  55. ^ Enrico Mentana presenta Film Evento: La Passione di Cristo «
  56. ^ La7HD disponibile da oggi in tutta Italia sul mux TIMB2 Nazionale - Digital-Sat Magazine
  57. ^ El canal italiano La 7 HD por Atlantic Bird 1 (12,5º O) « Diesl.com Blog
  58. ^ La7, in autunno trasmissioni HD in prima serata | Macitynet
  59. ^ Digital-Sat.it, "TI Media, Stella: «Rinunciamo a La7HD, diventeremo una holding pura»"
  60. ^ La7 in streaming
  61. ^ Canale Youtube di La7
  62. ^ Channel Line-up
  63. ^ Tv, in 9 milioni per Santoro-Berlusconi. Record d'ascolti per La7 in la Repubblica, 11 gennaio 2013. URL consultato l'11 gennaio 2013.
  64. ^ Dati Auditel

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Stefano Buccafusca, Telecenerentola. Da Telemontecarlo a La7: la sfida avventurosa della tv antiduopolio. Prefazione di Enrico Mentana, Centro di Documentazione Giornalistica, Roma, 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione