RSI LA1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RSI LA 1
RSI La 1 2012.svg
Paese Svizzera Svizzera
Lingua Italiano
Tipo Generalista
Data di lancio novembre 1961
Formato SDTV; HDTV
Gruppo SRG SSR
Editore RSI
Sito la1.rsi.ch
Diffusione
Digitale DVB-T in tutta la Svizzera e nella provincia autonoma di Bolzano tramite la rete RAS. Ricevibile anche in alcune zone vicine al confine di stato.
Satellite
Digitale DVB-S e DVB-S2 su Hotbird con codifica Viaccess visibile con smart card Sat Access
Via cavo
Analogico UPC Cablecom
Digitale DVB-C
IPTV Swisscom TV di Swisscom
Ticinocom TV di Ticinocom
Streaming
Internet Zattoo
Teleboy
Mobile
EDGE / UMTS / HSDPA Swisscom
EDGE / UMTS Orange SA
Sunrise

RSI LA 1 (nota anche solo come LA 1) è la principale televisione svizzera in lingua italiana. Il canale fa parte dell'azienda elvetica radiotelevisiva RSI; fino al 28 febbraio 2009 assumeva il nome di TSI1.

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Programmazione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una rete tipicamente generalista. Trasmette quiz, giochi, telegiornali, programmi di approfondimento, documentari, film e a volte sport.

Trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

Viene trasmessa in via digitale terrestre in tutta la confederazione, ed è ricevibile anche via satellite in tutta Europa, seppur codificata interamente in Viaccess 2.6; 4.0 e 5.0 e visibile con la smart card Sat Access, e via cavo in buona parte della Svizzera (UPC Cablecom è il principale provider via cavo svizzero).

Negli anni settanta LA 1 raggiungeva per via terrestre buona parte dell'Italia settentrionale e centrale, arrivando, seppur fuori banda, fino allo Stretto di Messina, portandovi per prima le trasmissioni a colori.

Nel 1976 per via dell'avvento delle tv locali, inizia a scomparire dagli schermi italiani.

Nel 1995 ritorna ad essere visibile in Lombardia occidentale e Piemonte orientale grazie a un accordo, le cui trattative si sono protratte dal 1987, fra le PTT Svizzere e le Poste Italiane.

Il 24 luglio 2006 cessano le trasmissioni analogiche e di conseguenza anche l'irradiamento nel Nord Italia (tranne alcune zone di frontiera).

Programmi trasmessi[modifica | modifica wikitesto]

Attualità[modifica | modifica wikitesto]

La Meteo[modifica | modifica wikitesto]

Nelle parti della Lombardia e del Piemonte presso il confine con il Canton Ticino, finché le trasmissioni erano "in chiaro" erano molto seguite le previsioni del tempo, ritenute particolarmente affidabili e citate nei discorsi sul tempo come fonte autorevole ("Cosa dice la Svizzera?", "L'ha detto la Svizzera"). In modo scherzoso, si notava anche che nella tv italiana la comunicazione delle previsioni era affidata ad austeri colonnelli, mentre sulla tv svizzera ad avvenenti ragazze come Valeria Zanolli.

Programmi storici[modifica | modifica wikitesto]

Lifestyle[modifica | modifica wikitesto]

  • Cosa bolle in pentola
  • Erbario
  • I Cucinatori
  • "Piattoforte"

Quiz/Giochi[modifica | modifica wikitesto]

Spettacoli[modifica | modifica wikitesto]

Telefilm[modifica | modifica wikitesto]

Telenovela[modifica | modifica wikitesto]

Ricezione nel nord Italia[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 24 luglio 2006 si riceveva ancora nel Nord Italia dal canale 36 (591 MHz), frutto di un accordo tra RSI e Rai, nel quale quest'ultima si impegna tuttora a lasciare libera (ed a far lasciare libera) questa frequenza.

Dal 31 dicembre 2007 fino allo switch-off del novembre 2010, è stato possibile ricevere LA 1 analogica in Valchiavenna sul canale 54 (738 MHz). Ciò, fortemente voluto dalla Comunità Montana della Valchiavenna, è stato possibile grazie a una speciale concessione emessa da Roma per la particolare posizione della valle. Il canale svizzero è stato ripetuto anche da Tv Mera, una piccola tv locale della Valchiavenna ora non più attiva.

Agli inizi del digitale terrestre è stata ritrasmessa anche nei MUX digitali delle tv locali TRS TV, Videostar e Videobergamo, con una copertura di buona parte del Nord Italia, fino a quando la RTSI ha diffidato queste emittenti locali. [1]

Dal 6 maggio 2010 è possibile ricevere LA 1 in Alto Adige tramite la rete digitale della Radiotelevisione Azienda Speciale; tramite la stessa rete dal giugno 2013 LA1 è ricevibile nella provincia di Trento,[2] sul canale digitale 51.

Localmente, soprattutto nelle zone di confine (Varesotto e Comasco), si riesce ancora a ricevere il segnale sulle piattaforme del digitale terrestre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il difficile ritorno delle tv estere da Millecanali
  2. ^ Consiglio PAT - Sì a 3 mozioni: trasparenza, tv in tedesco e ciclabile Trento Mattarello

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione