Lella Costa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lella Costa

Lella Costa, all'anagrafe Gabriella Costa (Milano, 30 settembre 1952), è un'attrice, scrittrice e doppiatrice italiana, famosa soprattutto per i suoi monologhi teatrali.

Dopo gli studi in Lettere e il diploma all'Accademia dei Filodrammatici esordisce con il suo primo monologo da attrice nel 1980.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi anni di carriera si è cimentata con autori contemporanei (tra cui Renzo Rosso e Mrozek), ha partecipato a trasmissioni radiofoniche e si è sempre di più avvicinata al cabaret. Nel marzo del 1987 debutta con il primo spettacolo di cui è anche autrice, Adlib, cui seguirà Coincidenze. Con gli anni si è affermata come una delle attrici più caratteristiche della scena teatrale italiana con grandi apprezzamenti sia di critica che di pubblico.

Dopo i primi successi ha cominciato a frequentare trasmissioni televisive, tra cui Ieri, Goggi e domani, Omnibus, La TV delle ragazze, Fate il vostro gioco, Ottantanonpiùottanta, Il gioco dei nove e Maurizio Costanzo Show, e ha partecipato ad alcuni film (Ladri di Saponette, 1989, di Maurizio Nichetti; Visioni private, 1990, di Francesco Calogero).

Nel febbraio del 1990 presenta il suo terzo monologo, Malsottile. Nel 1992 pubblica La daga nel loden, una raccolta dei testi degli spettacoli realizzati. Nello stesso anno va in scena con Due, unico caso in cui non si presenta da sola sulla scena.

È socialmente attiva con Emergency (per la quale ha offerto la sua voce per lo spot di PeaceReporter[1]) e culturalmente con la partecipazione annuale al Festivaletteratura di Mantova.

Nel 2007 partecipa come narratrice nel film cospirazionista Zero - Inchiesta sull'11 settembre dei registi Franco Fracassi e Francesco Trento, tratto da una sceneggiatura di Giulietto Chiesa.

Durante il 2010 e il 2012 è apparsa in alcune puntate del programma televisivo Zelig.

In occasione delle elezioni amministrative del comune di Milano del 2011 ha sostenuto attivamente il candidato del Centrosinistra e attualmente sindaco del capoluogo lombardo Giuliano Pisapia

Dal 2012 è ospite fisso a L'Infedele di Gad Lerner su La7.

Spettacoli teatrali[modifica | modifica wikitesto]

  • Adlib (1987)
  • Coincidenze (1988)
  • Malsottile (1990)
  • Due, abbiamo un'abitudine alla notte (1992)
  • Magoni (1994)
  • Stanca di guerra (1996)
  • Un'altra storia (1998)
  • Precise parole (2000)
  • Traviata, l'intelligenza del cuore (2003)
  • Alice, una meraviglia di paese (2005)
  • Sherazade (2005)
  • Amleto (2007)
  • Ragazze (2009)
  • Arie (2013)
  • Nuda Proprietà (2014)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Animazione[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Ha doppiato vari personaggi nei telefilm: "Mai dire sì / Remington Steele", "Tre cuori in affitto", "Newhart", "Lois & Clark", e nelle soap opera "Sentieri", "Innamorarsi" e "Madri egoiste".
  • È stata conduttrice (moderatrice) della prima stagione di Amici nel 1992, un talk show andato in onda sulle reti Fininvest Canale 5 e Italia 1.
  • È stata ospite nella puntata numero 18 di "Mai Dire Gol della Domenica" 1997-98.
  • Ha recitato nel documentario Quando c'era Silvio (2005).
  • È stata ospite nella quinta puntata di "Sostiene Bollani" del 16/10/2011.

Audiolibri[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Altre partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Stelle Come Milioni di Sonagli (tracce 1,5,9), Artgroup di Albenga (SV) (2008): CD musicale con testi e canzoni ispirati al "Piccolo Principe" di Antoine de Saint Exupéry

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Repubblica partigiana dell’Ossola (Domodossola, 25 settembre 2013).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ PeaceReporter

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]