Juan Jesus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Juan Guilherme Nunes Jesus)
Juan Jesus
Metalist-Inter (5).jpg
Juan Jesus in allenamento con l'Inter nel 2015
Nome Juan Guilherme Nunes Jesus
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 185[1] cm
Peso 84[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Roma
Carriera
Giovanili
2007-2010 Internacional
Squadre di club1
2010-2012 Internacional 41 (0)
2012-2016 Inter 110 (1)
2016- Roma 23 (0)
Nazionale
2009-2011 Brasile Brasile U-20 23 (0)
2012 Brasile Brasile Olimpica 7 (0)
2012 Brasile Brasile 4 (0)
Palmarès
Transparent.png Campionato sudamericano Under-20
Oro Perù 2011
Transparent.png Campionato mondiale Under-20
Oro Colombia 2011
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Londra 2012
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 settembre 2017

Juan Guilherme Nunes Jesus, noto semplicemente come Juan Jesus[2][3] (Belo Horizonte, 10 giugno 1991), è un calciatore brasiliano, difensore della Roma.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Difensore centrale mancino, può giocare anche come terzino sinistro.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Internacional[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 entra a far parte delle giovanili dell'Internacional.[5] Fa il suo esordio in prima squadra nel 2010, vincendo anche la Coppa Libertadores. Il 16 dicembre, l'Internacional ha ceduto per poco più di 2,6 milioni di euro il 65% del cartellino del difensore all'agente Giuliano Bertolucci per saldare con quest'ultimo dei debiti che si erano accumulati quando è stato siglato il rinnovo del trequartista Oscar, anch'egli assistito da Bertolucci. Il restante 35% resta in mano alla DIS, fondo brasiliano che cura la procura di Juan e che deteneva già da prima il restante 35%.[6][7]

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Juan Jesus durante Dnipro-Inter del 18 settembre 2014.

Agli inizi del 2012 è passato all'Inter, con cui esordisce in Serie A il 13 maggio: la partita è quella contro la Lazio, persa per 3-1.[8] Nella stagione 2012-13 fa il suo debutto nelle coppe continentali, giocando in Europa League.[9] Il 6 gennaio 2013, contro l'Udinese, riceve la prima espulsione in Italia.[10][11] Agli stessi friulani, nel girone di ritorno, segna il primo gol in nerazzurro.[12] Il 4 febbraio 2015, contro il Napoli in Coppa Italia, raggiunge le 100 presenze con la formazione milanese.[13]

Roma[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 luglio 2016 viene ufficializzato il passaggio del giocatore alla Roma con la formula del prestito oneroso da 2 milioni di euro con obbligo di riscatto per 8 milioni condizionato ai risultati sportivi dei giallorossi.[14] Esordisce in maglia giallorossa il 16 agosto 2016 contro il Porto nell'andata dei playoff di Champions League. Durante la sua prima stagione in giallorosso si ritaglia un posto come un'utile alternativa ai titolari e raggiunti i risultati condizionanti il riscatto diviene di proprietà della società capitolina.[15]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver militato nelle selezioni Under-18 e Under-19 della Seleção,[5] a inizio 2010 riceve la chiamata nell'Under-20 di Ney Franco.[5] Nel gennaio 2011 prende parte della vittoriosa spedizione al Sudamericano Under-20 2011, disputando tutte e otto le partite della competizione.[5] Nel medesimo anno prende parte anche al Mondiale Under-20,[16] nel quale i verdeoro si impongono nuovamente.

L'11 maggio 2012 Mano Menezes, ct della Nazionale maggiore, lo convoca in vista delle amichevoli contro Danimarca (26 maggio), USA (3 giugno) e Argentina (9 giugno).[17] Debutta nell'amichevole contro la Danimarca, giocando da titolare tutte e 4 le amichevoli.

Viene convocato per giocare le Olimpiadi di Londra 2012. La nazionale brasiliana concluderà il torneo qualificandosi al secondo posto, dietro la Nazionale messicana campione, perdendo per 2-1 la finale disputatasi a Wembley l'11 agosto[18][19]

Il 3 settembre 2014 viene nuovamente convocato dal CT Carlos Dunga per le partite contro Argentina e Giappone dell'11 e 14 ottobre (rispettivamente), in sostituzione dell'infortunato Marquinhos[20].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 24 settembre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010 Brasile Internacional A1/RS+A 10+7 0 CB 0 0 CL 1 0 - - - 18 0
2011 A1/RS+A 6+18 0 CB 0 0 CL 0 0 - - - 24 0
Totale Internacional 16+25 0 0 0 1 0 42 0
gen.-giu. 2012 Italia Inter A 1 0 CI 0 0 UCL -[21] - SI - - 1 0
2012-2013 A 31 1 CI 4 0 UEL 9[22] 0 - - - 44 1
2013-2014 A 27 0 CI 2 0 - - - - - - 29 0
2014-2015 A 32 0 CI 2 0 UEL 11[23] 0 - - - 45 0
2015-2016 A 19 0 CI 4 0 - - - - - - 23 0
Totale Inter 110 1 12 0 20 0 142 1
2016-2017 Italia Roma A 20 0 CI 3 0 UCL+UEL 2[24]+6 0+0 - - - 31 0
2017-2018 A 3 0 CI 0 0 UCL 1 0 - - - 4 0
Totale Roma 23 0 3 0 9 0 - - 35 1
Totale carriera 174 1 15 0 30 0 - - 219 1

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
26-5-2012 Amburgo Danimarca Danimarca 1 – 3 Brasile Brasile Amichevole -
30-5-2012 East Rutherford Stati Uniti Stati Uniti 1 – 4 Brasile Brasile Amichevole -
3-6-2012 Arlington Brasile Brasile 0 – 2 Messico Messico Amichevole -
9-6-2012 East Rutherford Argentina Argentina 4 – 3 Brasile Brasile Amichevole -
Totale Presenze 4 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile Olimpica
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-7-2012 Middlesbrough Regno Unito Regno Unito Olimpica 0 – 2 Brasile Brasile Olimpica Amichevole -
26-7-2012 Cardiff Egitto Egitto Olimpica 2 – 3 Brasile Brasile Olimpica Olimpiadi 2012 - 1º turno -
29-7-2012 Manchester Brasile Brasile Olimpica 3 – 1 Bielorussia Bielorussia Olimpica Olimpiadi 2012 - 1º turno -
1-8-2012 Newcastle upon Tyne Brasile Brasile Olimpica 3 – 0 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Olimpica Olimpiadi 2012 - 1º turno -
4-8-2012 Newcastle upon Tyne Brasile Brasile Olimpica 3 – 2 Honduras Honduras Olimpica Olimpiade 2012 - Quarti -
7-8-2012 Manchester Corea del Sud Corea del Sud Olimpica 0 – 3 Brasile Brasile Olimpica Olimpiade 2012 - Semifinale -
11-8-2012 Londra Brasile Brasile Olimpica 1 - 2 Messico Messico Olimpica Olimpiade 2012 - Finale -
Totale Presenze 7 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Internacional: 2011

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Internacional: 2010
Internacional: 2011

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Perù 2011
Colombia 2011
Londra 2012
Pechino 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Juan Guilherme Nunes Jesus
  2. ^ (EN) Brazil Fifa.com
  3. ^ Inter, Juan Jesus fa passi da gigante: "Buona la sua intesa con Thiago Silva" Goal.com
  4. ^ (DEENIT) Juan Jesus, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  5. ^ a b c d Juan Guilherme Nunes Jesus, un talento della Seleçao Under 20 campione del mondo per il Napoli, tuttonapoli.net, 28 agosto 2011.
  6. ^ Juan è libero! Domani l'ok. L'agente: "C'è il Milan, ma ormai vuole l'Inter" Tuttomercatoweb.com, 16 dicembre 2011
  7. ^ Clamoroso, il padre di Juan: "Inter truffata!". Ecco la trappola del club Tuttomercatoweb.com, 16 dicembre 2011
  8. ^ Luigi Panella, Lazio, vittoria e rimpianto Inter, non basta un tempo, repubblica.it, 13 maggio 2012.
  9. ^ Andrea Elefante, Inter da esportazione Cambiasso e Palacio in gol Tango argentino in Romania, in La Gazzetta dello Sport, 24 agosto 2012.
  10. ^ Andrea Sorrentino, Inter, pessima ripartenza l'Udinese la travolge, in la Repubblica, 7 gennaio 2013, p. 27.
  11. ^ Andrea Elefante, Processo Inter: attacco a picco Così l'Europa rischia di scappare, gazzetta.it, 7 gennaio 2013.
  12. ^ Stefano Scacchi, Inter-Udinese 2-5, i friulani conquistano l'Europa, repubblica.it, 19 maggio 2013.
  13. ^ Francesco Carci, Napoli-Inter 1-0, azzurri in semifinale: Higuain decide in extremis, repubblica.it, 4 febbraio 2015.
  14. ^ L’AS Roma perfeziona l’ingaggio di Juan Jesus, asroma.com, 14 luglio 2016. URL consultato il 14 luglio 2016.
  15. ^ ROMA, SCATTA L'OBBLIGO DI RISCATTO DI JUAN JESUS - Sportmediaset, su Sportmediaset.it. URL consultato il 03 luglio 2017.
  16. ^ Brasile, i pre-convocati per il mondiale Under 20
  17. ^ Brasile: Pato tra i convocati - Il ct Menezes chiama il milanista. A casa Ronaldinho, sportmediaset.mediaset.it, 11 maggio 2012.
  18. ^ (EN) Peralta nets match-winning brace for Mexico, london2012.com. URL consultato il 13 agosto 2012.
  19. ^ Messico oro, battuto 2-1 il Brasile in finale, tuttosport.com, 11-08-12. URL consultato il 13-08-12.
  20. ^ Brasile, convocato Juan Jesus: "Una gioia enorme", fcinternews.it, 3 settembre 2014.
  21. ^ Non inserito nella lista Uefa.
  22. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  23. ^ 2 presenze nei play-off.
  24. ^ Nei playoff.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]